Il miglior casco bici per bambini Foto: pahis / Adobe Stock
test
Pubblicato: 17.1.2022

Il miglior casco bici per bambini

Abbiamo testato 33 caschi bici per bambini e il migliore è l’Alpina Ximo Flash. Ha tutto ciò di cui si ha bisogno: sicurezza, praticità, protezione tempie e fronte, fessure di aerazione, luce Led per la guida di notte, il tutto a un prezzo contenuto. Se non dovesse essere quello giusto per voi, abbiamo altre alternative.

Sebastian Schulke
Sebastian Schulke
padre di due figli, vive a Monaco. Reporter per più di vent’anni per giornali e riviste come NZZ, Zeit, Abendzeitung, Süddeutsche Zeitung, Eltern Family, Himbeer oBISS. Nel suo nuovo progetto, crea e idea libri per bambini destinati a un pubblico adulto.
Kerstin Güntzel
Kerstin Güntzel
giornalista per il mensile ELTERN e ELTERN family. Ha scritto per il Süddeutsche Zeitung, BILD, Vanity Fair e dpa. Madre di due bambini, è sempre alla ricerca di prodotti che possano semplificare la vita in famiglia.
Eleonora Cuccuru
Eleonora Cuccuru
laureata in Traduzione Specialistica, è traduttrice e ha lavorato come sottotitolatrice e adattatrice di film e documentari. Ama le lingue e i processi linguistici, sperimentare nuove ricette e ha un debole per la cucina italiana e internazionale.
Aggiornamento informazioni

Testiamo in continuazione nuovi prodotti e revisioniamo i nostri consigli con regolarità. Vi informeremo non appena questo articolo sarà stato aggiornato.

Per la maggior parte dei bambini il casco non è soltanto un oggetto di bell’aspetto, ma anche piacevole da indossare. Al giorno d’oggi, infatti, è raro vedere un bambino in sella senza la testa protetta.

Ma qual è il casco bici più adatto? Per scoprirlo abbiamo testato 33 caschi per bambini in una fascia di prezzo compresa tra i 15 e i 65 euro.

Poche volte ci è risultato così difficile trovare il migliore. Ad eccezione dell’Abus Anuky, tutti gli altri caschi per bici ci sono sembrati dei buoni prodotti. Potremmo consigliarli tutti e avere la coscienza pulita. Ce ne sono stati comunque alcuni che ci sono piaciuti particolarmente. Qui sotto potete trovare i nostri consigli in breve.

I nostri consigli in breve

Il migliore

Alpina Ximo Flash

Test Il miglior casco bici per bambini: Alpina Ximo Flash
Niente da criticare. Anche il prezzo è buono. Cosa volere di più?

Dell’Alpina Ximo Flash apprezziamo il pacchetto completo: il comfort d’uso, l’estetica, la qualità, la sicurezza, il peso limitato e le luci. Per quanto ci abbiamo provato, non abbiamo trovato nessun motivo di critica. Inoltre, è uno dei caschi più economici in gara.

4 stagioni

Casco Mini 2

Test Il miglior casco bici per bambini: Casco Mini 2
Garantisce sicurezza ottimale in estate e in inverno, su strada e su pista.

Il Casco Mini 2 è un piccolo tuttofare. Non solo protegge la testa d’estate mentre si è in bici o si pattina, ma anche d’inverno sulle piste da sci. Per la sua forma si presta a diversi usi e risulta adatto a tutte le stagioni.

Per i più piccoli

KED Meggy Originals

Test Il miglior casco bici per bambini: KED Meggy Originals
Made in Germany, super!

Grande vestibilità, molto comfort, luce brillante, made in Germany e abbastanza leggero, il tutto a un prezzo contenuto: questo è il KED Meggy Original. Certo, ha anche i suoi contro: a causa della grafica molto infantile, questo casco bici si presta più che altro a bambini in età prescolare quindi potrebbe essere snobbato dai bambini più grandi. Inoltre, non è particolarmente resistente al calore.

Per tutte le occasioni

Hudora Skaterhelm

Test Il miglior casco bici per bambini: Hudora Skaterhelm
Skate, bici, pattini... Perfetto per tutte le occasioni!

Da un punto di vista estetico, il casco da skater Hudora appare molto robusto e solido. Consiste in un classico casco bici a ciotola, dal design semplice e fresco, cosa che gli conferisce un certo fascino. In sostanza, un modello senza fronzoli. Deve proteggere la testa e lo fa. Che si vada in bicicletta, si pattini o qualsiasi altra attività per cui sia necessario un casco. Il casco per ogni occasione.

Per mountainbike

Uvex Finale Junior

Test Il miglior casco bici per bambini: Uvex Finale Junior
Per i bambini che vogliono diventare grandi. Una performance a tutto tondo.

L’Uvex Finale Junior non sembra il classico casco da mountain bike, ma soddisfa gli stessi standard in termini di sicurezza, comfort e qualità. In generale offre una buona prestazione ma purtroppo non è dotato di una luce, che può comunque essere aggiunta.

Tabella di confronto

Il miglioreAlpina Ximo Flash
4 stagioniCasco Mini 2
Per i più piccoliKED Meggy Originals
Per tutte le occasioniHudora Skaterhelm
Per mountainbikeUvex Finale Junior
Uvex hlmt4
AiteFeir Dinosaurier
XJD
Alpina Carapax Jr.
Cratoni Pacer
Uvex Air Wing
Uvex Kid 2
Uvex Kid 3
Uvex hlmt 4
Möur Skaterhelm
KED Status Junior
Abus Scraper 3.0 Kid
Abus Anuky
Abus Smiley 2.0
Abus Youn-I
Meteor HB6-5
Nutcase Little Nutty
Skullcap BMX Helm
Skullcap Kinderfahrradhelm
Lixada Helm Kinder
Fischer Helm Kinder
Bell Sidetrack Child
Limar 242
Test Il miglior casco bici per bambini: Alpina Ximo Flash
  • Pratico
  • Buona vestibilità
  • Buona qualità
  • Luminosità
  • Bel design
  • Leggero
  • Ottimo prezzo
Test Il miglior casco bici per bambini: Casco Mini 2
  • Bel design
  • Qualità alta
  • Multifunzione
  • Imbottitura sottile
  • Fessure aerazione piccole
Test Il miglior casco bici per bambini: KED Meggy Originals
  • Pratico
  • Leggero
  • Comodo
  • Buona vestibilità
  • Luce Led intermittente
  • Ottimo rapporto qualità/prezzo
  • Made in Germany
  • Grande gamma di modelli, ma motivi troppo infantili
  • Non adatto ai giorni più caldi
Test Il miglior casco bici per bambini: Hudora Skaterhelm
  • Bella grafica
  • Solido e sicuro
  • Qualità alta
  • Sistema di cinghie non ottimale
  • Pochi catarifrangenti
Test Il miglior casco bici per bambini: Uvex Finale Junior
  • Modellato su casco da mountain bike
  • Ottima vestibilità
  • Ottima aerazione
  • Possibile integrare luce
  • Design semplice e da adulti
  • Pulsante del cinturino duro
Test Il miglior casco bici per bambini: Uvex hlmt4
  • Buona fibbia
  • Buona qualità
  • Un vero tuttofare
  • Vestibilità non ottimale
  • Imbottitura sottile
Test Il miglior casco bici per bambini: AiteFeir Dinosaurier
  • Bella grafica a dinosauro
  • Buona aerazione
  • Sistema Strap-Fit
  • Qualità non ottimale
  • Sistema di cinghie non ottimale
Test Il miglior casco bici per bambini: XJD Klassiker 1.0
  • Un vero tuttofare
  • Molto sicuro
  • Buon sistema di cinghie
  • Grafica limitata
  • Aerazione debole
  • Abbastanza pesante
Test Il miglior casco bici per bambini: Alpina Carapax Jr.
  • Buona vestibilità
  • Imbottitura morbida
  • Protegge la fronte
  • Leggero
  • Pratico
  • Retine anti-insetti
  • Marchio di certificazione TÜV e GS
  • No luce ma integrabile
  • Non copre le tempie
  • Il vincitore offre un migliore rapporto qualità/prezzo
Test Il miglior casco bici per bambini: Cratoni Pacer
  • Ben imbottito
  • Calzata buona
  • Leggero
  • Pratico
  • Catarifrangente
  • Ottima qualità
  • No luce ma integrabile
  • Non copre le tempie
  • No reti anti-insetti
Test Il miglior casco bici per bambini: Uvex Air Wing
  • Aspetto sportivo
  • 7 look diversi
  • Ottima qualità
  • Semplice da usare
  • Molto leggero
  • Piace solo ai maschi
  • No luce ma si può acquistare
Test Il miglior casco bici per bambini: Uvex  Kid 2
  • Ottimo rapporto qualità/prezzo
  • Buona vestibilità
  • Protegge tempie e fronte
  • Molto leggero
  • Pratico
  • Retine anti-insetti
  • No luce ma integrabile
  • Grafica bizzarra
Test Il miglior casco bici per bambini: Uvex  Kid 3
  • Vasta gamma di modelli e motivi
  • Migliore vestibilità
  • Molto comodo
  • Cinturini e mentoniera facili da usare
  • No luce
  • Assorbimento degli urti non ottimale
  • Protezione dal calore non ottimale
  • Abbastanza pesante anche se i bambini che l'hanno provato non si sono lamentati
Test Il miglior casco bici per bambini: Uvex hlmt 4
  • Buona qualità
  • Leggero
  • Tuttofare
  • Imbottitura sottile e non di buona qualità
  • Mentoniera difficile da regolare
  • No catarifrangente
Test Il miglior casco bici per bambini: Möur Skaterhelm
  • Sicuro e resistente
  • Buon sistema di cinghie
  • No catarifrangente
  • No reti anti-insetti
Test Il miglior casco bici per bambini: KED Status Junior
  • Buona vestibilità
  • Molto comodo
  • Doppia luce Led
  • Protezione tempie e fronte
  • Buona qualità
  • Difficile da regolare
  • Troppo ingombrante
  • Fascia di prezzo alta
Test Il miglior casco bici per bambini: Abus Scraper 3.0 Kid
  • Facile da regolare
  • Ottimo per bici e skate
  • Buona aerazione
  • Poco stabile
  • Molto stretto sulle tempie
  • Catarifrangente piccolo
Test Il miglior casco bici per bambini: Abus Anuky
  • Buona vestibilità
  • Luce Led
  • Molto leggero
  • Pratico
  • Scomodo per la poca imbottitura
  • Poco stabile
  • Non protegge bene le tempie
  • Design per bambini piccoli
Test Il miglior casco bici per bambini: Abus Smiley 2.0
  • Buona calzata
  • Ben imbottito
  • Catarifrangente
  • Retina anti-insetti
  • Leggero
  • Vasta gamma di motivi
  • Pratico
  • Marchio di certificazione TÜV e GS
  • Economico
  • No luce
  • Qualità mediocre
Test Il miglior casco bici per bambini: Abus  Youn-I
  • Luce posteriore Led
  • Catarifrangente
  • Protezione nuca, tempie, fronte
  • Leggero
  • Marchio di certificazione
  • TÜV e GS
  • Retina anti-insetti
  • 10 diversi grafiche
  • Scomodo per poca imbottitura
  • Non economico
Test Il miglior casco bici per bambini: Meteor HB6-5
  • Ottima aerazione
  • Sistema di cinghie solido
  • Qualità mediocre
  • Manopola scivolosa
  • Più apparenza che altro
Test Il miglior casco bici per bambini: Nutcase Little Nutty
  • Forse il più bello
  • Numerose grafiche
  • Buona qualità
  • Comodo
  • Fascia di prezzo più alta
  • No luce posteriore
  • No retina anti-insetti
  • Il più pesante
Test Il miglior casco bici per bambini: Skullcap  BMX Helm
  • Imbottitura comoda
  • Buona calzata
  • Imbottitura supplementare inclusa
  • Economico
  • No luce
  • Aspetto strano una volta indossato
  • La cinghia si slaccia da sola
  • No retina anti-insetti
  • No protezione tempie e fronte
Test Il miglior casco bici per bambini: Skullcap Kinderfahrradhelm
  • Molte fessure grandi
  • Buon sistema di cinghie
  • Qualità mediocre
  • Manopola scivolosa
  • Non stabile
Test Il miglior casco bici per bambini: Lixada Helm Kinder
  • Bel design
  • Buona aerazione
  • Sistema di cinghie non ottimale
  • Accessorio casco integrale non stabile
  • Imbottitura non ottimale
Test Il miglior casco bici per bambini: Fischer Helm Kinder
  • Luce
  • Leggero
  • Buona aerazione
  • Sistema di cinghie non di buona qualità
  • Anello interno traballante
  • Manopola di regolazione sbatte sul casco
Test Il miglior casco bici per bambini: Bell Sidetrack Child
  • Pratico
  • Comodo
  • Buona qualità
  • No luce
  • Assorbimento urti non ottimale
Test Il miglior casco bici per bambini: Limar  242
  • Luce led
  • Imbottitura antibatterica lavabile
  • Molto comodo
  • Più di dieci grafiche
  • Qualità non ottimale
  • Vestibilità da migliorare
  • Protezione tempie non ottimale
Mostra dettagli prodotto

Non un obbligo, ma un dovere

In Italia indossare il casco protettivo in bici non è obbligatorio, né per gli adulti né per i bambini. In effetti il rischio di lesioni gravi in caso di caduta non è molto alto. Statisticamente parlando, un incidente del genere sarebbe probabile solo pedalando a velocità sostenuta per 3000 anni. Anzi, è più probabile che sia un pedone o un passeggero dell’auto a morire per questo tipo di lesioni.

Il miglior casco bici per bambini

L’effettiva protezione del casco bici è comunque un tema molto dibattuto: nel 2004, il neurochirurgo Frank Thomas Möllmann, insieme ai colleghi dell’ospedale universitario di Münster, hanno analizzato motivi degli incidenti in bici e le lesioni più comuni. Hanno preso in esame più di 300 soggetti che avevano subito lesioni celebrali a seguito di una caduta in bicicletta. Il 90% di questi non indossava il casco. I ricercatori hanno scoperto che con o senza casco bici il grado di lesione non differiva molto.

Pareri discordanti sull’obbligo del casco

Altri studi hanno dimostrato invece, che il casco bici riduca il rischio di lesioni del 50/70% e limita le conseguenze di un trauma cranico, la lesione più comune tra i ciclisti. Sembra logico. Un altro studio più dettagliato ha preso in esame 543 incidenti avvenuti tra il 2012 e il 2013, dimostrando che i caschi possono prevenire o mitigare la maggior parte delle lesioni fatali. E questi sono solo due dei numerosi studi che sottolineano l’importanza di indossare il casco in bicicletta.

Il miglior casco bici per bambini

In Australia, Cile, Finlandia e in Spagna i ciclisti sono obbligati per legge a portare il casco. In Italia l’uso è fortemente raccomandato ma non regolamentato.

In caso di una caduta, il corpo subisce una forte pressione. Ma il vero problema è la testa, perché solitamente colpisce il terreno o qualche oggetto duro. Se il casco bici veste bene, l’impatto risulta attutito. Le diverse forme proposte dai produttori non hanno alcun effetto sulla sicurezza, sono piuttosto una questione di gusto.

Calza bene!

Nonostante gli studi controversi, ci sentiamo di dire che con il casco bici è meglio che senza. Anche un modello “così così” può ridurre il rischio di lesione. Inoltre: anche la migliore protezione serve a poco se non aderisce bene alla testa.

Attenzione alla taglia

La prima cosa da fare è quindi prendere il metro, posizionarlo circa un cm e mezzo sopra le sopracciglia del bambino e farlo girare attorno alla testa. Quella sarà la misura del casco.

Taglia casco Circonferenza testa Età
XS 44-49 cm 0-3 anni
S 46-51 cm 2-7 anni
S/M 49-53 3-9 anni
M 52-60 4-12 anni

E ora gli ultimi ritocchi: bisogna assicurarsi che la calotta del casco non sia né troppo larga né troppo stretta. Scuotete un po’ la testa di vostro figlio. Il casco bici non dovrebbe scivolare nemmeno a fibbia aperta. Se succede, provate a stringere la vite e se risulta ancora molto largo, optate per un modello più piccolo.

Infine chiudete la mentoniera. Anche questa deve calzare bene ma non deve fare pressione, altrimenti volerà via in caso di caduta. E a quel punto che senso ha usare il casco?

Fronte e tempie devono essere protette, essendo delle parti molto sensibili. Per questo il casco bici deve essere orizzontale. Idealmente i cuscinetti morbidi sono posizionati ovunque la testa del bambino tocchi il casco bici, altrimenti potrebbe farsi male. Per questo i bambini dovrebbero provare il casco bici per un quarto d’ora prima di comprarlo, altrimenti rischiano di non metterselo più qualora dovesse stringere troppo. Dove si agganciano i cinturini? Circa un dito sotto l’orecchio, con la cinghia non troppo larga né troppo stretta sotto il mento.

Il miglior casco bici per bambini

Per evitare che ragazze e ragazzi cadano dalla bici per il caldo, è necessario che il casco sia dotato di fessure di aerazione e di una retina anti-insetti, l’unico modo per evitare che una vespa disturbi il giovane ciclista. È inoltre importante che i bambini, soprattutto quelli più grandi, siano in grado di mettere e togliere il casco da soli e che lo trovino bello alla vista. Altrimenti ogni volta diventa una battaglia.

L’importante è che sia nuovo

Volete andare sul sicuro? Allora dovete abbandonare il casco bici già alla prima caduta, anche se all’esterno sembra ancora intatto. Potrebbe infatti avere delle lesioni interne. Per questo non dovreste comprare caschi di seconda mano, chissà quante volte il vecchio proprietario è caduto dalla bici…

Attenzione ai caschi usati

Quando comprate un casco bici, fate attenzione alla data di produzione indicata: più è recente, meglio è, anche perché il materiale tende a consumarsi. La longevità di un casco dipende molto dall’uso che se ne fa. Gli esperti suggeriscono di sostituirlo ogni cinque anni per ragioni di sicurezza. Cercate la marcatura CE e la normativa di riferimento per essere sicuri che il casco sia conforme alle norme di sicurezza, e proibite a vostro figlio di indossare il casco bici mentre gioca, potrebbe infatti strangolarlo nel peggiore dei casi.

Che tipo di casco bici?

I caschi con tecnologia in-mold, la tecnologia più recente, sono i più sicuri e di qualità superiore e prevedono un’iniezione di schiuma EPS (polistirene espandibile) direttamente nel guscio in policarbonato, saldata in un sottile strato di plastica dura, la quale offre una maggiore sicurezza in caso di impatto.

I caschi soft-shell di fascia bassa non hanno questo strato di plastica dura. Non proteggono quindi la testa a sufficienza e risultano perciò meno sicuri.

I caschi rigidi (hard-shell) sono invece adatti per chi pratica sport estremi, come ciclismo downhill. Purtroppo risultano estremamente pesanti.

Il miglior casco bici per bambini

Il migliore: Alpina Ximo Flash

L’Alpina Ximo Flash non ha niente che non vada: i cinturini, la mentoniera e la calzabilità sono semplici da regolare attraverso i supporti nella parte posteriore, presenti in un tutti i modelli in gara.

Il migliore
Alpina Ximo Flash
Test Il miglior casco bici per bambini: Alpina Ximo Flash
Niente da criticare. Anche il prezzo è buono. Cosa volere di più?

Il casco calza quindi perfettamente in senso orizzontale, proteggendo anche tempie e fronte. I bambini hanno ritenuto l’imbottitura “molto comoda” anche dopo un quarto d’ora.

Il migliore del test è inoltre uno dei più leggeri (250 gr), ma appare comunque resistente e di alta qualità, il tutto a un prezzo equo tra i 30 e i 40 euro.

1 di 4
Il miglior casco bici per bambini
Fessure di aerazione.
Il miglior casco bici per bambini
Visibile anche al buio.
Il miglior casco bici per bambini
Ben imbottito e comodo.
Il miglior casco bici per bambini
Il cinturino si apre facilmente con un tasto.

Ci è piaciuta anche la luce Led posteriore rimovibile, che può anche lampeggiare ed è così luminosa che è visibile da lontano sia al buio sia all’imbrunire. Abbiamo apprezzato anche la retina anti-insetti, anche se è montata solo nelle fessure anteriori. Sembra comunque essere una prassi generale (visti gli altri modelli) ed è un peccato, perché potrebbero essere ancora più sicuri se le retine ricoprissero tutto il casco bici.

Design e comfort d’uso

Testuali parole: “Meno male che il motivo non è così infantile e colorato” dicono delle bambine che a malapena raggiungono il tavolo quando si siedono. Il nostro modello era decorato con fiori simpatici e abbastanza sobri, ma sono disponibili altri colori con diverse grafiche.

Nessuna critica per l’Alpina Ximo Flash

Quando si tratta di comfort d’uso c’è davvero poco da dire: la chiusura a Y del cinturino sottogola è intuitiva e i cinturini catarifrangenti, che non si aprono in caso di caduta, sono facili da regolare. Attraverso i supporti regolatori i bambini sono in grado di calibrare da soli la calzata. Inoltre è incluso un berretto foderato in micropile da inserire sotto il casco durante i mesi invernali.

La bambina di 7 anni è convinta: “Questo lo tengo”, dice. Quella di otto la guarda e annuisce: “Hai ragione, ti sta bene. Ma anche a me., afferma mentre indossa il casco da sola. Litigare per un casco, cose dell’altro mondo.

Alternative

Sicuramente l’Alpina Ximo Flash è il casco giusto per molti di voi. Abbiamo comunque altri modelli da consigliarvi, che potrebbero essere più adatti per vostro/a figlio/a. Vale sempre la regola: provare prima di comprare.

Tuttofare: Casco Mini 2

Il Mini 2 è il casco adatto a tutte le stagioni e a tutti i tipi di attività. È pensato infatti per ogni tipo di impiego. E non solo: fa anche una bella figura dato che risulta perfettamente aderente alla testa, nessun vuoto tra il sostegno posteriore e la nuca del piccolo ciclista.

4 stagioni
Casco Mini 2
Test Il miglior casco bici per bambini: Casco Mini 2
Garantisce sicurezza ottimale in estate e in inverno, su strada e su pista.

Inoltre il Casco Mini 2 ha anche un bell’aspetto, sembra un vero casco da corsa (in questo caso arcobaleno). Oltre alle strisce colorate, una cosiddetta “safety reflect line” attraversa il casco bici da davanti a dietro: si tratta di fasce in gomma di diversi colori catarifrangenti che si illuminano al buio. Sono facili e veloci da sostituire. Sfortunatamente, il retro non è illuminato e non è presente una luce Led.

1 di 6
Il miglior casco bici per bambini
Casco Mini 2: uno sportivo tuttofare.
Il miglior casco bici per bambini
Fessure per l’aerazione: una davanti e otto sopra.
Il miglior casco bici per bambini
L'anello interno è di alta qualità.
Il miglior casco bici per bambini
Si può inserire il copri orecchie per l'inverno.
Il miglior casco bici per bambini
Safety reflect line: fascia catarifrangente.
Il miglior casco bici per bambini
Il rivestimento interno è sottile ma confortevole.

Il Casco Mini 2 è dotato di tecnologia in-mold, quindi con un elevato livello di stabilità e massima protezione.

La qualità complessiva è molto alta. Il sistema di cinturini è facile da regolare e adattare bene alla testa e al mento. Lo stesso vale per l’anello interno, che a prima vista può sembrare fragile e sottile ma in realtà è affidabile e può essere regolato tramite una manopola.

Per combattere il caldo estivo troviamo una fessura di aerazione frontale e otto sulla parte superiore. Tuttavia si tratta di fori piccoli che potrebbero non essere sufficienti per la stagione estiva e non dispongono nemmeno di retine anti-insetti, cosa molto pericolosa.

Un accessorio particolarmente apprezzato per l’inverno è il paraorecchie che può essere agganciato al casco bici senza troppa difficoltà e in maniera rapida. Anche la testa rimane al caldo grazie a un’imbottitura aggiuntiva. L’attrezzatura invernale è disponibile per poco meno di 20 euro.

In conclusione si tratta di un casco a tutto tondo di alta qualità e bell’aspetto. Potrebbe essere più luminoso al buio, le fasce colorate non sembrano essere abbastanza. Anche l’aerazione potrebbe essere migliorata con qualche fessura in più.

Design a misura di bambino: KED Meggy Originals

Un ottimo casco per i più piccoli fino a 5 anni. Non è questione di calzata, anzi la M risulta abbastanza grande, ma piuttosto di grafica. Le nostre bambine si sentivano troppo grandi per i 21 (!) diversi motivi proposti. Quindi è improbabile che un bimbo di 7/8 anni indossi il KED Meggy Originals tranquillamente.

Per i più piccoli
KED Meggy Originals
Test Il miglior casco bici per bambini: KED Meggy Originals
Made in Germany, super!

Se desiderate qualcosa più alla moda, allora date un’occhiata al modello quasi identico KED Meggy, anche se risulta meno adatto nelle stagioni invernali.

1 di 3
Il miglior casco bici per bambini
Fibbia a gancio rapido.
Il miglior casco bici per bambini
Adatto per i più piccoli.
Il miglior casco bici per bambini
Comfort elevato.

Per il resto segnaliamo soltanto punti a favore: numerose fessure di aerazione con retine anti-insetti nella parte anteriore, ottima vestibilità, imbottiture morbide e comode, cinghie facili da regolare, ottima fattura made in Germany, doppia luce Led lampeggiante. Siccome casca molto basso, è ottimo per proteggere fronte e tempie senza oscurare la visuale. La taglia M pesa soltanto 280 grammi. E il prezzo? Uno dei più bassi. Un ottimo prodotto a poco prezzo!

Per tutte le occasioni: casco da skate Hudora

Il casco da skater Hudora è in materiale ABS in schiuma EPS. Due fessure frontali con retine anti-insetti, due posteriori e sette superiori, garantiscono la ventilazione nei mesi più caldi. Bisogna fare particolarmente attenzione che l’imbottitura rimovibile non scivoli verso la parte frontale del casco. Le fessure non risultano comunque abbastanza grandi per le giornate più calde e non fanno concorrenza alle prese d’aria di un classico casco bici.

Per tutte le occasioni
Hudora Skaterhelm
Test Il miglior casco bici per bambini: Hudora Skaterhelm
Skate, bici, pattini... Perfetto per tutte le occasioni!

Per il resto nient’altro da criticare. Il sistema di cinghie è facile da regolare fino ad adattarsi alla perfezione. La manopola posteriore è semplice da usare e permette di regolare l’anello interiore secondo la forma della testa. I cuscinetti interni sono di alta qualità, calzano in modo stabile e possono essere rimossi facilmente.

1 di 5
Il miglior casco bici per bambini Test: 052 Skaterhelm Hudora 5
Manopola posteriore.
Il miglior casco bici per bambini Test: 048 Skaterhelm Hudora 1
Casco da skate Hudora: solido, robusto e bello!
Il miglior casco bici per bambini Test: 049 Skaterhelm Hudora 2
Piccolo adesivo catarifrangente.
Il miglior casco bici per bambini Test: 050 Skaterhelm Hudora 3
Fessure per l'aerazione.
Il miglior casco bici per bambini Test: 051 Skaterhelm Hudora 4
L'imbottitura interna si rimuove facilmente.

Due adesivi fungono da catarifrangenti. A sinistra, a destra e frontalmente è presente la scritta “Hudora”, anch’essa riflettente. Non ha altri supplementi illuminati, il che è proprio un peccato. Che stiate tornando a casa in bicicletta, skateboard o motorino, è importante risultare molto visibile, soprattuto nelle grandi città affollate. Durante le ore di luce è il colore verde a spiccare, mentre la sera gli adesivi catarifrangenti non sono sufficienti.

Anche il sistema di cinghie è un po’ complicato. Il cinturino sinistro è molto corto e non lascia grande spazio per essere regolato, quello destro invece è molto lungo.

In conclusione: con i suoi 400 grammi, il casco da skate non è proprio leggerissimo. Ma è un peso che assicura massima sicurezza e funzionalità in un casco esteticamente bello. Niente fronzoli inutili, deve proteggere la testa di un minore e lo fa. Ripetiamo, è adatto per tutti i tipi di attività.

Come i più grandi: Uvex Finale Junior

L’Uvex Finale Junior sembra un modello per adulti. Si ispira ai classici caschi da mountain bike, così che i piccoli ciclisti possano sentirsi grandi, su strada e in mezzo alla natura. Il casco è leggermente più basso sui lati e verso la nuca, garantendo una sicurezza e una protezione maggiore. Il casco bici con tecnologia in-mold assicura un alto assorbimento degli urti grazie al rivestimento interno in EPS e l’esterno in policarbonato.

Per mountainbike
Uvex Finale Junior
Test Il miglior casco bici per bambini: Uvex Finale Junior
Per i bambini che vogliono diventare grandi. Una performance a tutto tondo.

Calore eccessivo? Impossibile con questo casco! Undici grandi fessure assicurano un’aerazione ottimale in testa, di cui le tre anteriori dotate di retina anti-insetti. Non è possibile nemmeno che scivoli, perché il casco Uvex si può regolare fino all’ultimo millimetro per una calzata perfetta, il che assicura una buona tenuta e sicurezza. La manopola di regolazione appare resistente e salda, ben collegata al casco e semplice da girare.

1 di 6
Il miglior casco bici per bambini
Il modello ricorda i caschi da mountain bike.
Il miglior casco bici per bambini
Qualità impeccabile.
Il miglior casco bici per bambini
Fessure di aerazione.
Il miglior casco bici per bambini
Manopola.
Il miglior casco bici per bambini
Fessure anteriori dotate di retina anti-insetti.
Il miglior casco bici per bambini
Fibbia a sgancio rapido.

Giusto la cosiddetta cinghia a tecnologia “Fast-Adapting-System” non è all’altezza del suo nome. Si adatta sì alla testa, ma risulta difficile da regolare. La fibbia invece si è dimostrata più semplice, si può infatti aprire e chiudere con una sola mano, cosa molto pratica. Hanno risparmiato con l’imbottitura, ma il casco è comunque comodo grazie a un buon sistema di cinghie.

La fattura dell’Uvex Finale Juniors è di buona qualità e può tranquillizzare i genitori. Piccolo punto debole: il design gioca poco con i colori e la grafica risulta poco attraente per un/a bambino/a. Comunque per il prezzo i pro sono tanti. Manca solo una luce Led che può comunque essere integrata per garantire una maggiore sicurezza al buio.

La concorrenza

Uvex hlmt4

Un altro buon tuttofare è l’hlmt 4 della Uvex. Fa la sua bella figura sia quanto si pattina, sia quando si va in bici, in skate o in motorino. Si adatta quindi a diversi usi. Dal punto di vista estetico, appare piuttosto semplice ma, quando si stratta di caschi, è la bellezza interiore quella che conta, ed è qui che l’Uvex ci ha colpito.

Partiamo dal design: l’hlmt 4 è ispirato alla scena delle bici fuoristrada, anche se il casco bici non appare così massiccio come gli altri modelli dello stesso tipo. Per la forma potrebbe anche ricordare un casco da skateboard. Ciò che si percepisce alla vista si conferma anche nella pratica: il casco è esternamente resistente e all’interno assorbe gli urti. Il sistema IAS assicura una regolazione facile e veloce per adattare al meglio alla testa. Tuttavia, l’intero è abbastanza sottile e ballerino e tende a scivolare dalla copertura esterna. Andrebbe quindi pensato un po’ meglio.

La cinghia si regola con facilità e può essere aperta o chiusa con una mano. Per l’aerazione il casco è dotato di dieci grandi fessure. L’imbottitura in generale è buona, risulta però un po’ sottile nella zona frontale.

AiteFeir Dinosaurier

A fare una bella figura ci pensa il casco AiteFeir a forma di testa di dinosauro. Incanta i bambini con le sue zanne, gli occhi gialli e la corazza.

Ma l’aspetto non dovrebbe essere un fattore decisivo per l’acquisto di un casco bici. Cos’altro può fare questo dinosauro? Cominciamo con i cinturini: il sistema strap-fit assicura una buona regolazione della vestibilità. La manopola posteriore permette di regolare il casco al millimetro, assicurando così una buona tenuta. Le stecche di plastica sono un po’ troppo sottili e inadeguate. Le cinghie e la calzata non sono collegate tra di loro. Il sistema di cinturini non appare circolare, ma piuttosto assemblato.

L’imbottitura interna è comoda. Anche l’aerazione è ottima grazie a venti fessure grandi e piccole che proteggono dal calore eccessivo. Il rivestimento in schiuma EPS assorbe gli urti e garantisce una guida sicura.

XJD

L’XJD ha una forma classica e robusta dal design chiaro e semplice. Ma non ci ha colpiti solo per il suo aspetto esteriore!

Anche questo casco ha un rivestimento in schiuma EPS, assicurando standard elevati di sicurezza: resistente all’esterno, ammortizzante all’interno. La perfezione! La manopola di regolazione è di ottima qualità e risulta facile da usare. Anche la cinghia può essere regolata per adattarsi perfettamente alla testa. Un plus è inoltre la comoda imbottitura interna, rimovibile e facile da pulire. Giusto le fessure, che secondo il produttore assicurerebbero una buona aerazione, risultano un po’ troppo piccole. Con i suoi 335,2 grammi risulta anche abbastanza pesante.

Tutto sommato rimane un buon tuttofare, capace di garantire una sicurezza ottimale. Per la sua forma risulta anche ideale per i pattinatori, skater e sciatori. E se il design vi sembra troppo monocromo, potete modificarlo insieme a vostro/a figlio/a con i pastelli colorati. Buon divertimento!

Il test passo per passo

Per questo test ci siamo concentrati sui cinturini, sulle mentoniere (parte anteriore del casco che proteggono mento e mandibola), la vestibilità, la protezione dagli insetti, il design, il comfort, la sicurezza e la luminosità al buio.

Non siamo stati in grado di testare la sicurezza dei caschi in caso di caduta, sarebbe stato troppo dispendioso in termini di tempo e la sua validità molto limitata. In un laboratorio si possono simulare, infatti, solo alcune situazioni, in maniera limitata e che hanno poco a che fare con la realtà.

Col tempo le differenze tra i caschi in termini di design e materiali si stanno sempre più assottigliando, quindi non c’è da aspettarsi una diversa protezione dagli urti.

La cosa più importante è indossare il casco bici e farlo aderire bene alla testa. Noi abbiamo testato i modelli su bambini e ragazzi dai 6 ai 16 anni. Ovviamente, ogni testa ha la sua forma, per questo è fondamentale provare il casco prima di acquistarlo, anche perché altrimenti un bambino rischia di non metterselo proprio.

In sostanza vi stiamo consigliando quale casco provare per primo e alla fine sarete voi a decidere qual è il più adatto.

Domande più frequenti

Qual è il migliore casco bici?

Il migliore casco bici per bambini è l’Alpina Ximo Flash. Ci ha convinti per il suo comfort d’uso, la luminosità al buio, la sicurezza, la qualità, l’estetica e il suo peso contenuto. Inoltre, è uno dei più economici in gara.

Il casco è obbligatorio per i bambini?

In Italia non è obbligatorio portare il casco in bicicletta, né per gli adulti né per i minori. Rimane comunque fortemente consigliato, visto che soprattutto i bambini ancora alle prima armi rischiano di farsi male.

Nuovo o usato?

Sempre e solo nuovo! Se per voi la sicurezza è quello che conta, dopo la prima caduta dovete subito comprare un nuovo casco. Anche se da fuori sembra intatto, potrebbe aver subito dei danni interni. Per questo vi sconsigliamo l’acquisto di un casco di seconda mano.

Che tipo di casco?

Vi consigliamo i nuovi caschi con la tecnologia in-mold, che dispongono di un rivestimento in polistirene espanso (EPS) e una parte in plastica dura, assicurando così un assorbimento degli urti ottimale.

Commenti

0 Commenti