Il miglior altoparlante bluetooth Test: Cassa
test
Pubblicato:

La miglior cassa bluetooth

Abbiamo testato 130 casse bluetooth. Per noi la migliore cassa mini bluetooth è il Bose Soundlink Micro . Crescendo di dimensioni invece, abbiamo il Beosound A1 2nd Gen di Bang & Olufsen, a seguire il JBL Xtreme 3. Se si desidera qualcosa di ancora più grande, consigliamo  il JBL Boombox 2.

Stefan Schickedanz
Stefan Schickedanz
esperto di Hi-Fi, scrive per diversi giornali online di elettronica, tra cui AUDIO, VIDEO, StereoPlay e LowBeats. Ha una passione per impianti stereo e surround, così come per le macchine sportive con impianti audio, prodotti che testa abitualmente.
Miryam Cocco
Miryam Cocco
appassionata delle lingue straniere, è laureata in Germanistica e Anglistica. Si occupa da anni di traduzioni di testi e assistenza linguistica tra il tedesco e l’italiano.
Aggiornamento informazioni

Testiamo in continuazione nuovi prodotti e revisioniamo i nostri consigli con regolarità. Vi informeremo non appena questo articolo sarà stato aggiornato.

La qualità del suono delle casse Bluetooth dipende in modo cruciale dalle loro dimensioni. Anche se i produttori, grazie a trucchi di fabbricazione ed elettronici, sono oramai in grado di far uscire una sorprendente quantità di suono anche da piccoli altoparlanti, non possono naturalmente, ignorare le leggi della fisica.

Pertanto, non ha senso paragonare una cassa delle dimensioni di un palmo di una mano con un modello più grande dalle dimensioni di una lattina di birra. Naturalmente, in termini di suono, sono due mondi separati. Soprattutto nei bassi e a volumi più alti, gli altoparlanti grandi e piccoli differiscono in modo significativo.

Dipende dalle dimensioni

Poiché non vogliamo confrontare mele con le pere, abbiamo suddiviso le casse Bluetooth in categorie corrispondenti a  quattro dimensioni e scelto i nostri preferiti in ciascuna di esse. Gli altoparlanti di diverse dimensioni differiscono non solo nel suono, ma anche negli scenari di utilizzo.

Il miglior altoparlante bluetooth Test: Anker Soundcore Icon Mini
I mini altoparlanti sono limitati in termini di suono, ma hanno smesso da tempo di riprodurre musica, come fossero dei cubi rimbombanti.

Le mini casse Bluetooth sono spesso poco più grandi di una saponetta, ma hanno di solito la forma di lattine di bibite. A causa del loro basso volume, non ci si aspetta dei bassi corposi. Tuttavia, questi dispositivi sono certamente sufficienti per ascoltare musica in bagno o un audio libro in hotel.

Anche le mini casse possono avere un buon suono

Le piccole casse Bluetooth che possono essere portate in una borsetta, sono ideali per rilassarsi all’aria aperta o sul balcone, ma possono anche essere portati con se in viaggio o per riprodurre musica in studio o in cucina a casa. I piccoli altoparlanti hanno fatto, negli ultimi anni, grandi salti in avanti in termini di suono. Non riproducono più il suono automaticamente come una piccola scatola. Questo è possibile perché i produttori usano trucchetti psicoacustici. Se questi accorgimenti sono fatti bene, questi piccoli dispositivi riescono davverp a stupire. Come al solito non bisogna generalizzare, in quanto alcuni di essi restano ancora scadenti.

Se volete organizzare una piccola festa all’aperto di notte al laghetto, si ha bisogno di qualcosa di più grande. L’ultima tendenza è costituita da casse Bluetooth di medie dimensioni che forniscono molta più potenza, ma sono ancora abbastanza piccoli da essere portati con sè.

Gli altoparlanti più grandi sono sempre più usati, per esempio, in soggiorno. Questo accade perché si ha sempre più voglia di ascoltare la musica a casa con la stessa facilità con cui si collega uno smartphone alla mini cassa. Oltre alle casse per feste con batterie ricaricabili, ci sono anche quelli alimentati con la presa di corrente.

Le casse Bluetooth di grandi dimensioni sostituiscono l’impianto stereo

Per non mancare in niente sempre, più altoparlanti multi-room con capacità WiFi sono dotati anche di Bluetooth. Lo specialista di altoparlanti multi-room Sonos ha ora una cassa nella sua gamma, il Sonos Move, che può essere riprodotto via WiFi e via Bluetooth. Inoltre, è stato dotato di una batteria ricaricabile.

Il miglior altoparlante bluetooth Test: Mini Casse

Le migliori casse Bluetooth di mini dimensioni

Le casse Bluetooth mini si possono avere di solito  a poco prezzo. Il loro utilizzo è soprattutto per situazioni in cui un’alternativa più grande non è proprio possibile. In termini di suono, naturalmente, i mini non si avvicinano agli altri, soprattutto peri  bassi, che semplicemente mancano di volume. Tuttavia, il suono è davvero sorprendente. I produttori hanno davvero fatto delle magie tecnologiche.

Il grande vantaggio di questi dispositivi è che possono sempre essere portati con sé. Sono quindi particolarmente adatti come compagni di viaggio, ma sono anche eccellenti da portare sotto la doccia per ascoltare la musica. Di fatti la maggior parte di essi è impermeabile.

I nostri consigli in breve

La migliore- casse mini

Bose Soundlink Micro

Test Il miglior altoparlante bluetooth: Bose Soundlink Micro
Una minuscola cassa con un suono davvero impressionante.

Il Bose Soundlink Micro è un piccolo artista del suono con potenzialità idonee per funzionare bene all’aperto. La struttura è estremamente solida, è impermeabile e antipolvere e offre un suono come nessuno degli altri altoparlanti testati di queste dimensioni. Inoltre, è molto facile da usare. Sfortunatamente, il Soundlink Micro non è economico, e c’è da dire che in questa fascia di prezzo, si possono facilmente ottenere altoparlanti più grandi. Il Bose resta comunque un prodotto premium, con tutti i vantaggi e gli svantaggi che ne derivano. In ogni caso, per noi, le migliori casse bluetooth in questa categoria.

Buona alternativa

Tribit Stormbox Micro

Test Il miglior altoparlante bluetooth: Tribit Stormbox Micro
A causa delle dimensioni e delle caratteristiche simili, la Stormbox Micro è la vera concorrente della vincitrice del test.

Se non siete disposti a pagare il prezzo del Bose, ma volete una cassa con qualità simili, dovreste sicuramente dare un’occhiata al Tribit Stormbox Micro. Le caratteristiche sono quasi le stesse, e le dimensioni non sono diverse. Il fatto che il suono sia un po’ inferiore a quello del Soundlink Micro può compensare la differenza di costo. La parte anteriore piuttosto bella ed è coperta da un tessuto robusto.

Conveniente

Anker Soundcore Icon Mini

Test Il miglior altoparlante bluetooth: Anker Soundcore Icon Mini
Non perfetta, ma grazie al prezzo e alla dimensione, è davvero un portento. La Soundcore Icon Mini è perfetta come speaker secondario.

Per tutti coloro che vogliono spendere ancora meno, l’Anker Soundcore Icon Mini è da consigliare. Non può tenere il passo con Bose e Tribit in termini di suono e funzionamento, ma le caratteristiche più importanti sono gestibili e in più non pesa troppo. Considerando il prezzo, l’Icon Mini è sicuramente eccezionale e probabilmente non ci sarà nulla di più economico con queste qualità.

Pesante

Ultimate Ears Wonderboom 2

Test Il miglior altoparlante bluetooth: Ultimate Ears Wonderboom 2
La Wonderboom 2 sa bene come utilizzare il suo volume. Il suono offre bassi precisi e profondi.

Il Wonderboom 2 di Ultimate Ears è resistente all’acqua e alla polvere, secondo la classe di protezione IP67. Nella categoria mini casse Bluetooth, è uno dei modelli più grandi e pesanti. Il suono beneficia delle sue dimensioni: la cassa ha un volume molto alto e convince anche con un’ottima dinamicità musicale.

Equilibrata e chiara

Sharp GX-BT60

Test Il miglior altoparlante bluetooth: Sharp GX-BT60
La Sharp offre un suono davvero eccellente.

Lo Sharp GX-BT60 offre, per le sue dimensioni, un suono equilibrato e chiaro. Ha una lunga durata della batteria, presenta la protezione certificata IP67 contro spruzzi d’acqua e polvere e offre la possibilità di accoppiare due casse Bluetooth tra loro. Queste caratteristiche rendono il piccolo Sharp la scelta giusta per gli amanti di un suono pulito. La doppia assegnazione di alcuni pulsanti è un po’ fastidiosa, ma ci si abitua.

Tabella di confronto

La migliore- casse miniBose Soundlink Micro
Buona alternativaTribit Stormbox Micro
ConvenienteAnker Soundcore Icon Mini
PesanteUltimate Ears Wonderboom 2
Equilibrata e chiaraSharp GX-BT60
Anker Soundcore Mini 3
Creative Muvo Play
JBL Clip 3
JBL Clip 4
JBL Go 2
Sharp GX-BT180
Sony SRS-XB12
Sony SRS-XB13
Teufel Boomster Go
Ultimate Ears Wonderboom
Test Il miglior altoparlante bluetooth: Bose Soundlink Micro
  • Suono molto buono
  • Struttura solida e resistente all'acqua
  • Connessione stereo possibile
  • Pratici gommini antiscivolo
  • Piuttosto costosa
Test Il miglior altoparlante bluetooth: Tribit Stormbox Micro
  • Suono incredibilmente buono
  • Struttura solida e impermeabile
  • Connessione stereo possibile
  • Pratica fibbia in gomma
Test Il miglior altoparlante bluetooth: Anker Soundcore Icon Mini
  • Molto conveniente
  • Buon suono
  • Struttura impermeabile
  • Connessione stereo
  • I tasti non si premono in maniera ottimale
  • Bassi deboli
Test Il miglior altoparlante bluetooth: Ultimate Ears Wonderboom 2
  • Livello volume molto alto
  • Bassi ricchi e precisi
  • Funzione stereo con due dispositivi
  • Galleggia in acqua
  • Con fibbia in gomma
  • Non solo il suono impressiona, ma anche il peso
Test Il miglior altoparlante bluetooth: Sharp GX-BT60
  • Suono eccellente e chiaro con bassi incredibilmente profondi
  • Tasti di controllo ben identificati
  • Accoppiamento stereo con due GX-BT60 possibile
  • Ingresso analogico
  • Cinghia di trasporto
Test Il miglior altoparlante bluetooth: Anker Soundcore Mini 3
  • Lunga durata batteria
  • Bassi decenti
  • Tasti di controllo decenti
Test Il miglior altoparlante bluetooth: Creative Muvo Play
  • Impermeabile
  • Connessione sterio
  • Buona sensazione al tatto
  • Gestione semplice
  • Suono sottile
Test Il miglior altoparlante bluetooth: JBL Clip 3
  • Piccola e compatta
  • Gancio pratico per attaccarla
  • Suono sorprendentemente buono
  • I bassi potrebbero essere più pieni.
Test Il miglior altoparlante bluetooth: JBL Clip 4
  • Moschettone gommato
  • Struttura solida, resistente all'acqua e alla polvere
  • Suono impressionante con estrema compattezza
  • Ingresso analogico AUX e funzione vivavoce
Test Il miglior altoparlante bluetooth: JBL Go 2
  • Piccola e compatta
  • Suono eccezionalmente buono nonostante le dimensioni
  • I bassi potrebbero essere più pieni.
Test Il miglior altoparlante bluetooth: Sharp GX-BT180
  • Buona dinamica del suono, toni alti brillanti
  • Comandi vocali per gli assistenti vocali degli smartphone e le telefonate
  • Funzione stereo con accoppiamento di due altoparlanti
  • Collegamento analogico AUX compreso il cavo jack
  • Riproduzione vocale poco chiara
Test Il miglior altoparlante bluetooth: Sony SRS-XB12
  • Resistente all'acqua e alla polvere (IP67)
  • Accoppiamento per funzione stereo
  • Bassi potenti
  • Suono per lo più accettabile
  • Le voci riprodotte sono piuttosto sfocate
  • Microfono non eccellente
Test Il miglior altoparlante bluetooth: Sony SRS-XB13
  • Bassi ricchi e potenti a un volume relativamente alto
  • Pulsanti di controllo chiaramente contrassegnati e indicazioni vocali per attivare molte funzioni
  • Accoppiamento stereo possibile
  • Cinghia per il trasporto
  • Nessun ingresso analogico
Test Il miglior altoparlante bluetooth: Teufel Boomster Go
  • Solida
  • Buon suono
  • Latenza ridotta
  • Piuttosto costosa
  • Nessun ingresso analogico
Test Il miglior altoparlante bluetooth: Ultimate Ears Wonderboom
  • Impermeabile
  • Struttura solida
  • Stereo pair
  • Il suono è piuttosto sottile
Mostra dettagli prodotto

Il miglior altoparlante bluetooth Test: Bose Soundlink Micro

Il migliore: Bose Soundlink Micro

Il Bose Soundlink Micro non differisce molto dal Tribit Stormbox Micro, ma è due volte più costoso. Ha anche una cinghia di gomma sul retro con cui può essere attaccato alla cintura o al manubrio della bicicletta.

La migliore- casse mini
Bose Soundlink Micro
Test Il miglior altoparlante bluetooth: Bose Soundlink Micro
Una minuscola cassa con un suono davvero impressionante.

Tuttavia, ci sono numerose differenze nel design. In primo luogo la struttura è interamente in plastica ed è completamente impermeabile secondo la norma IPX7. Bose dichiara sei ore per la batteria agli ioni di litio, che riteniamo  sia piuttosto realistica.

Gli assistenti vocali Siri o Google Assistant possono essere attivati tramite il pulsante centrale in alto e il microfono, che offre questa funzione è idoneo anche per le chiamate. Oltre alle telefonate, il dispositivo avvisa durante il funzionamento, per esempio  quando si è collegato da un certo smartphone o quando la batteria si sta esaurendo.

1 di 5
Il miglior altoparlante bluetooth Test: Bose Soundlink Micro
Il Bose Soundlink Micro è piccolo come suggerisce il suo nome.
Il miglior altoparlante bluetooth Test: Bose Soundlink Micro
I pulsanti di accensione e l'accoppiamento Bluetooth sono sulla parte superiore, insieme alla porta per la ricarica.
Il miglior altoparlante bluetooth Test: Bose Soundlink Micro
La struttura esterna è solida.
Il miglior altoparlante bluetooth Test: Bose Soundlink Micro
L'anello di gomma permette di appendere l'altoparlante.
Il miglior altoparlante bluetooth Test: Bose Soundlink Micro
Un lato dell'anello può essere staccato dal dispositivo.

C’è una modalità stereo e una modalità party grazie a cui due Bose Soundlink Micro possono essere accoppiati. Per fare questo, l’utente deve scaricare l’app Bose Connect sul proprio dispositivo Android o iOS.

Dal punto di vista del suono, il Bose Soundlink Micro ne ha fornito uno molto ricco e naturale nonostante le dimensioni. Visto l’eccellenza di un suono dinamico e chiaro il prezzo extra è più che ripagato. Ciò che è offerto qui dalla cassa Bluetooth micro da 290 grammi può competere con la qualità di riproduzione di alcuni rappresentanti della classe superiore successiva.

Alternative

Il Soundlink Micro di Bose è il nostro preferito, ma il Tribit Stormbox Micro gli si avvicina tantissimo in termini di qualità ed inoltre ha un prezzo inferiore. Se state cercando un dispositivo di valore particolarmente buono, consigliamo l’Anker Soundcore Icon Mini.

Buona alternativa: Tribit Stormbox Micro

Dopo alcune sorprese, il Tribit Stormbox Micro, una cassa micro-Bluetooth del produttore cinese, ha davvero attirato la nostra attenzione. Viste le sue piccole dimensioni, siamo rimasti particolarmente stupiti dal suo suono. Il dispositivo comunica anche quando la sua batteria, progettata per offrire fino a 8 ore di riproduzione, è agli sgoccioli.

Buona alternativa
Tribit Stormbox Micro
Test Il miglior altoparlante bluetooth: Tribit Stormbox Micro
A causa delle dimensioni e delle caratteristiche simili, la Stormbox Micro è la vera concorrente della vincitrice del test.

In particolare sono stati i bassi a conquistare le nostre orecchie: un  suono estremamente ricco, nonostante le dimensioni. Nei registri dei toni alti, il Tribit Stormbox Micro riproduceva musica calda con voci chiare e articolate. Il diffusore di suono Micro, dotato di un driver full range e di un radiatore passivo per i bassi, ha prodotto un suono sorprendentemente potente. Inoltre, questo era ben staccato dalla scocca, così da far sembrare la struttura molto più grande di quella conosciuta in questa classe.

1 di 4
Il miglior altoparlante bluetooth Test: Tribit Stormbox Micro Bluetooth
I pulsanti di gestione si trovano nella parte inferiore del pannello frontale.
Il miglior altoparlante bluetooth Test: Tribit Stormbox Micro Bluetooth (1)
La porta USB-C per la ricarica è sul lato.
Il miglior altoparlante bluetooth Test: Tribit Stormbox Micro Bluetooth (2)
Le dimensioni dello Stormbox Micro sono simili a quelle del Bose Soundlink Micro.
Il miglior altoparlante bluetooth Test: Tribit Stormbox Micro Bluetooth (3)
Come il Bose Soundlink Micro, il Tribit Stormbox Micro ha anche un anello per appenderlo.

Il Tribit Stormbox Micro può essere usato in vari modi. Con la sua fibbia di gomma, può essere attaccato al manubrio di una bicicletta o di una e-bike in un attimo. È impermeabile, ma sarebbe preferibile anche una copertura per la porta USB-C per proteggerla dalla sabbia.

Se si desidera uno stereo nella stanza o più volume in modalità party, questo dispositivo si può accoppiare con un altro Tribit Stormbox Micro. La cassa da 290 grammi è azionato tramite tre pulsanti in gomma, presenti sulla parte superiore. Questi sono utilizzati per regolare il volume, controllare la riproduzione del dispositivo intelligente collegato con Bluetooth 5.0 e rispondere alle chiamate tramite il microfono vivavoce integrato.

Conveniente: Anker Soundcore Icon Mini

Grazie alla classe di protezione IP67 l’Anker Soundcore Icon Mini riesce a stare completamente sott’acqua. La pioggia, il fango o la neve non sono affatto un problema per questa cassa compatto. Grazie al laccio da polso si può trasportare facilmente il dispositivo e agganciarlo ad uno zaino o appenderlo ad un albero.

Conveniente
Anker Soundcore Icon Mini
Test Il miglior altoparlante bluetooth: Anker Soundcore Icon Mini
Non perfetta, ma grazie al prezzo e alla dimensione, è davvero un portento. La Soundcore Icon Mini è perfetta come speaker secondario.

Nonostante le mini dimensioni e il prezzo molto conveniente il Soundcore soddisfa le esigenze che si hanno anche nei dispositivi più grandi. Ha un’autonomia massima di ca. 8 ore ed è possibile ricaricarlo grazie ad un cavo USB. Sotto una copertura in gomma, si trova la porta di ricarica e l’ingresso analogico AUX.

1 di 4
Il miglior altoparlante bluetooth Test: Anker Soundcore Icon Mini
L'Anker Soundcore Icon Mini è disponibile in nero e arancione.
Il miglior altoparlante bluetooth Test: Anker Soundcore Icon Mini
Il dispositivo è così piccolo che sta facilmente nel palmo della mano.
Il miglior altoparlante bluetooth Test: Anker Soundcore Icon Mini
Il punto di pressione dei pulsanti di controllo sulla parte superiore potrebbe essere migliorato.
Il miglior altoparlante bluetooth Test: Anker Soundcore Icon Mini
L'ingresso micro-USB e quello AUX si trovano dietro uno cappuccio protettivo in gomma.

Naturalmente, non ci si può aspettare dei veri bassi con una scocca che misura solo 12,9 x 11 x 5,1 centimetri. Nonostante ciò l’Anker Soundcore Icon Mini ha toni bassi e le sue voci suonano in modo piuttosto equilibrato. Siamo soddisfatti anche degli alti. Ciò che la mini cassa riesce a produrre in termini di volume, chiaro e definito, è davvero impressionante.

Due Anker Soundcore Icon Mini possono essere collegati per formare una coppia stereo, e con questa funzione, la sincronizzazione tra i pulsanti del volume sul lato del dispositivo e i controlli dello smartphone risulta impeccabile. È anche possibile riprodurre, mettere in pausa o passare alla traccia successiva tramite un pulsante supplementare. I comandi incorporati nella superficie gommata invece, non sono particolarmente facili da vedere.  Questa caratteristica piuttosto penalizzante è presente anche nei dispositivi più grandi.

L’ Anker Soundcore Icon Mini ha una prestazione davvero eccellente e la sua comodità di essere portato in giro, non si batte facilmente.

Ottimi bassi: Ears Wonderboom 2

Il design dell’Ultimate Ears Wonderboom 2 rispetta la linea stilistica della casa. Il segno distintivo è rappresentato dai tasti di controllo del volume che occupano l’intera facciata frontale e una copertura in nylon tutt’attorno. Così facendo, tali tasti sono facili da riconoscere e risulta chiaro il contrasto con il pulsante multifunzione in gomma presente sulla parte superiore. Questo tasto non convince per il suo punto di pressione.

Pesante
Ultimate Ears Wonderboom 2
Test Il miglior altoparlante bluetooth: Ultimate Ears Wonderboom 2
La Wonderboom 2 sa bene come utilizzare il suo volume. Il suono offre bassi precisi e profondi.

Ultimate Ears ha perfettamente mascherato il pulsante per la funzione di boost esterno. Per trovarlo, si deve capovolgere il dispositivo a testa in giù e poi scuoterlo. Le istruzioni spiegano che questo pulsante dovrebbe ridurre i bassi per le sessioni all’aperto in modo che la cassa mini possa riprodurre la musica ad un volume più alto.

Tuttavia, c’è un modo più convincente per aumentare il volume, infatti è possibile accoppiare due Ultimate Ears Wonderboom 2 con la funzione stereo senza fili. Nella versione precedente, l’accoppiamento serviva solo ad aumentare il livello del volume.

L’Ultimate Ears Wonderboom 2 ha anche un sacco di altre cose a suo favore: soddisfa lo standard IP67 per la resistenza all’acqua e galleggia persino sulla superficie della piscina. È protetto dalla polvere e dallo sporco se necessario. Nonostante le sue dimensioni piuttosto compatte, si basa su due telai a banda larga di 4 centimetri per una riproduzione sonora a 360°.

1 di 4
Il miglior altoparlante bluetooth Test: Ultimate Ears Wonderboom 2 01
Per essere un mini dispositivo, il Wonderboom 2 è abbastanza grande.
Il miglior altoparlante bluetooth Test: Ultimate Ears Wonderboom 2 02
C'è una porta micro-USB sul retro.
Il miglior altoparlante bluetooth Test: Ultimate Ears Wonderboom 2 03
La cassa ha un anello per appenderlo.
Il miglior altoparlante bluetooth Test: Ultimate Ears Wonderboom 2 04
I comandi del Wonderboom 2 sono disposti in modo chiaro.

Nei bassi, le casse sono supportati da due coni passivi. Questa caratteristica lo rende un’ottima offerta nella classe mini e allo stesso tempo un peso massimo per quanto riguarda la struttura, infatti si parla di 420 grammi. A suo favore però, la sua batteria ora dura fino a 13 ore invece delle precedenti 10. La ricarica avviene tramite una porta USB normale e non l’aggiornata USB-C.

In termini di suono, l’Ultimate Ears Wonderboom 2 fa sembrare la concorrenza un qualcosa di sorpassato. Le sue dimensioni. che sono al limite della classe mini, si riscontrano anche in termini di suono. Questo infatti è molto alto e reagisce dinamicamente alle varie frequenze. Il suo campo sonoro a 360 gradi è ben staccato dalla cassa, così da proporre un suono più ampio e vero di altri.

Gli hi-hat hanno potenza e per quanto riguarda i bassi, nessun mini potrà mai eguagliarlo. Offre un suono davvero differenziato e preciso. Solo la riproduzione vocale, leggermente troppo alta, è appena al di sotto di questo livello. Nel suo ambiente, tuttavia, l’Ultimate Ears Wonderboom 2 è un vero talento, anche se con qualche grammo di troppo.

Suono eccezionale: Sharp GX-BT60

L’ultra-compatto Sharp GX-BT60 è progettato per offrire una vera comodità nel trasporto. Grazie al laccio present, una struttura esterna molto solida, che risulta protetta nella zona inferiore con uno strato di gomma, è ideale per l’uso all’aperto. Offre protezione contro la polvere ed è impermeabile fino ad un metro di profondità secondo la norma IP67 per massimo 30 minuti.

Equilibrata e chiara
Sharp GX-BT60
Test Il miglior altoparlante bluetooth: Sharp GX-BT60
La Sharp offre un suono davvero eccellente.

Nonostante queste caratteristiche, il GX-BT60 è anche adatto a casa per la funzione stereo senza fili. Durante il test abbiamo appurato che non è il massimo nel risultato finale e che l’accoppiamento è un po’ contorto. Abbiamo risolto il problema solo leggendo attentamente il manuale utente: manca un pulsante appropriato per la funzione. La voce era stabile e il modello sulla destra nella foto sottostante, fungeva da dispositivo centrale. Questo uso è ideale per un’attività da scrivania.

1 di 3
Il miglior altoparlante bluetooth Test: Sharp Gx Bt601
I pulsanti più importanti sono sufficientemente grandi e risaltano bene.
Il miglior altoparlante bluetooth Test: Sharp Gx Bt602
Una cinghia per il trasporto è pratica, soprattutto per le casse Bluetooth mini.
Il miglior altoparlante bluetooth Test: Sharp Gx Bt603
Meglio in coppia: Il GX-BT60 può essere accoppiato per un suono stereo ottimale

Il risultato sonoro era convincente anche in mono. Il piccolo Sharp riproduce un suono forte e chiaro, offre alti vivaci e ben definiti e le voci hanno una qualità raramente presente in alcune casse Bluetooth di dimensioni maggiori. Di solito, tali bassi sono riprodotti solo con altoparlanti più compatti, ma questo mini Sharp offre davvero tanto a confronto con altri concorrenti. Ha un altoparlante full-range da 4,5 centimetri con un radiatore passivo per i bassi, che gli dà un incredibile volume a bassa frequenza con una spinta molto ricca.

La batteria da 1.800 mAh fornisce fino a 13 ore di attività. Invece del Bluetooth, l’ingresso jack da 3,5 mm può essere usato anche per sorgenti analogiche, almeno per la riproduzione mono. Un aspetto positivo sono i grandi pulsanti di controllo bianchi, che sono perfettamente integrati nella scocca. Tuttavia, con le doppie funzioni, i pulsanti del volume controllano anche il passaggio tra le tracce durante la riproduzione Bluetooth. Il pulsante Play richiama l’assistente vocale (Google Assistant o Siri) e viene utilizzato anche per accettare o rifiutare le chiamate. Un altro punto caratterizzante è il rivestimento in tessuto, leggermente ondulato sul deflettore. In questo senso, possiamo osservare che il piccolo JBL Clip 3 è chiaramente di qualità superiore.

La concorrenza

Anker Soundcore Mini 3

L’Anker Soundcore Mini 3 rispetto ad altri dispositivi è molto conveniente. Presenta pulsanti nella parte inferiore della custodia cilindrica impermeabile secondo la norma IPX7. Ha un suono molto buono grazie al volume della struttura, in più offre un laccio di trasporto sulla parte superiore. Il design fornisce un suono a 360 gradi. Con l’app Soundcore, un equalizzatore è disponibile per la personalizzazione individuale del suono. La batteria è progettata per un massimo di 15 or, e si può accoppiare il dispositivo ad altri 100 Soundcore Mini 3 contemporaneamente.  Il suono delle voci risulta un po’ metallico e i toni alti non sono così eccellenti.

Creative Muvo Play

Il Creative Muvo Play è disponibile in tre colori e si può accoppiare con altri. Si collega al telefono e presenta anche un ingresso AUX con un mini jack da 3,5 mm. Oltre a una funzione vivavoce, sono supportati Apple Siri e Google Assistant. La classe di protezione IPX7 promette una speciale resistenza all’acqua. La batteria ha una durata di 10 ore. I tasti sono ben definiti. Nonostante un volume non così piccolo, il Creative Muvo Play ha un suono molto sottile e un po’ metallico. Le voci erano distorte e i bassi non erano così potenti.

JBL Clip 3

Il JBL Clip 3 è molto simile al JBL Go 2, ma appare più elegante, presenta un moschettone in metallo e ha un suono davvero buono. La batteria ha un’autonomia di 10 ore di funzionamento. Il dispositivo è resistente all’acqua grazie alla protezione IPX7. La funzione vivavoce è supportata, ha una porta di ricarica micro USB e un ingresso AUX analogico per cavi jack da 3,5 mm. Il suono offerto è stato una sorpresa, i bassi risuonano pieni nonostante la struttura mini.

Sharp GX-BT180

La cassa Bluetooth Sharp GX-BT180 ha un aspetto simile ad una tazzina. È resistente agli spruzzi secondo la norma IP56 e ha un grande anello per un comodo trasporto. Lo Sharp GX-BT180 è disponibile in quattro colori. Il microfono incorporato permette di effettuare telefonate o di utilizzare Siri o Google Assistant. In modalità Duo, due delle casse Bluetooth 4.2 possono essere utilizzati in modalità stereo. I pulsanti per il controllo remoto del dispositivo di riproduzione wireless si trovano sulla parte anteriore e sono facili da identificare. La batteria dura 10 ore e la ricarica avviene tramite cavo USB incluso. Anche il suono riprodotto ci ha convinto, la risoluzione è ottima e i dettagli e la dinamica  ci hanno davvero impressionato, anche se i bassi sono un po’ al di sotto delle aspettative visto le dimensioni non troppo piccole.

Il miglior altoparlante bluetooth Test: Bang Olufsen Beosound A1 2nd Gen

Le migliori casse bluetooth di piccole dimensioni

Le piccole casse Bluetooth non sono solo comodi e pratici da portare con sé, ma in alcuni casi sostituiscono anche gli impianti stereo in casa.
Il primo dispositivo Bluetooth ultracompatto che stupì per il suono eccellente, fu il Jawbone Jambox.  Furono gli americani a cominciare questo trend e ad affiancare a impianti stereo enormi, dei piccoli dispositivi che sono diventati dei miracoli del suono. Per anni si andò avanti in questa direzione.

Non stupisce che, anche altre aziende cominciarono a produrre dispositivi simili. Una delle prime fu la marca Bose. Già specialisti del grande suono prodotto da piccoli altoparlanti, gli americani hanno ottenuto un vero successo con il SoundLink Mini, e nessun concorrente li ha potuti eguagliare per molto tempo. Purtroppo, la cassa non è più disponibile. La concorrenza come la Teufel Bamster Pro e la Beosound A1  si è messa però al passo.

I nostri consigli in breve

La migliore

Bang & Olufsen Beosound A1 2nd Gen

Test Il miglior altoparlante bluetooth: Bang & Olufsen Beosound A1 2nd Gen
Suono fantastico, design meraviglioso e un impeccabile lavorazione, il tutto però si fa pagare caro.

Il Bang & Olufsen Beosound A1 2nd Gen riproduce un suono perfetto tanto quanto il suo predecessore. Ha una lavorazione eccellente, un aspetto davvero piacevole ed è talmente piccolo che può facilmente essere portato ovunque. Chi desidera può ottenere la funzione stereo accoppiandolo con un altro, ma anche da solo offre un suono a 360 gradi. Anche il prezzo ci è sembrato idoneo.

Buona alternativa

Teufel Motiv Go

Test Il miglior altoparlante bluetooth: Teufel Motiv Go
Teufel presenta un vero pezzo forte. Il Motiv Go si fa davvero sentire.

La casa produttrice Teufel porta sul mercato grazie al dispositivo Motiv Go una cassa eccellente. In merito al suono, che offre dei bassi puliti, degli alti ben definiti e una riproduzione vocale molto naturale, è giusto far notare che il peso ne subisce le conseguenze, visto che le casse risultano molto pesanti. La tecnologia utilizzata è la  Teufel Dynamore.

Versatile

JBL Charge 5

Test Il miglior altoparlante bluetooth: JBL Charge 5
La cassa Bluetooth della JBL offre un suono eccellente. Carica anche la batteria dello smartphone.

Il JBL Charge 5 non ha integrato un telaio a banda larga come il suo predecessore, ma un midrange basso e un tweeter si dividono il lavoro. Il cambiamento non si è tradotto solo in un cambio di potenza di 10 watt, ma anche in un suono più leggero e sfumato. Un’altra caratteristica pratica è che il Charge 5 può essere usato come powerbank.

Piccola cassa conveniente

Tribit MaxSound Plus

Test Il miglior altoparlante bluetooth: Tribit MaxSound Plus
La Tribit MaxSound Plus riproduce un suono molto buono. Ha una durata fino a 20 ore ed è davvero conveniente.

Il Tribit MaxSound Plus offre, visto le sue dimensioni, qualcosa di eccezionale. Il suono è pulito ed equilibrato, i bassi sono convincenti e una volta attivati con un tasto, non risuonano in un semplice rimbombo. La gestione è semplice anche con una sola mano ed è presente un laccio di trasporto. Il dispositivo è impermeabile secondo la classe di protezione IPX7. Una caratteristica di rispetto è la lunga durata della batteria di circa 20 ore.

Tabella di confronto

La miglioreBang & Olufsen Beosound A1 2nd Gen
Buona alternativaTeufel Motiv Go
VersatileJBL Charge 5
Piccola cassa convenienteTribit MaxSound Plus
Bose SoundLink Mini II
1More S1001BT
Anker Soundcore 3
Anker Soundcore 2
Anker Soundcore Boost
Anker Soundcore Flare 2
Anker Soundcore Icon
B&O Beoplay A1
B&O Beoplay P2
Bose SoundLink Revolve
Denon Envaya DSB-250BT
EarFun Uboom
Harman Kardon Traveller
JBL Charge 4
JBL Flip 5
JBL Flip 4
Klipsch Heritage Groove
Lamax Street 2
LG PK3
LG XBOOM Go PL7
Libratone Too
Libratone Zipp Mini 2
Mackie FreePlay Go
Sharp GX-BT280
Sonos Roam
Sony SRS-XB22
Sony SRS-XB23
Sony SRS-XB31 Extra Bass
Sony SRS-XB33
Teufel Bamster Pro
Teufel Rockster Go
Tivoli Audio Model One Digital
Tribit Stormbox Pro
Tribit XBoom
Tribit XSound Go
Tronsmart Element T6 Plus
Ultimate Ears Boom 3
Test Il miglior altoparlante bluetooth: Bang & Olufsen Beosound A1 2nd Gen
  • Bel design
  • Buona lavorazione
  • Suono eccellente
  • Resistente ad acqua e polvere
  • Piuttosto costosa
  • Nessun ingresso analogico
Test Il miglior altoparlante bluetooth: Teufel Motiv Go
  • Suono bilanciato con bassi potenti e fine risoluzione degli alti
  • Nessuna cinghia di trasporto
Test Il miglior altoparlante bluetooth: JBL Charge 5
  • Eccellente percezione del suono a banda larga
  • Raggiunge facilmente volumi alti
  • Funzione powerbank per smartphone
  • Nessun ingresso analogico
Test Il miglior altoparlante bluetooth: Tribit MaxSound Plus
  • Buon suono
  • Buona gestione
  • Lunga autonomia
  • Resistente all'acqua
  • Manca di extra bassi e quindi ha un suono piuttosto sottile.
Test Il miglior altoparlante bluetooth: Bose SoundLink Mini II
  • Custodia di ricarica inclusa
  • Più economico del vincitore del test
  • Buon suono
  • Il suono non è a livello del vincitore del test
Test Il miglior altoparlante bluetooth: 1More S1001BT
  • Buon design
  • Buon suono
  • IPX4
  • Piuttosto economico
  • Modalità di sospensione instabile
  • Suono non così buono come il modello vincitore del test
Test Il miglior altoparlante bluetooth: Anker Soundcore 3
  • Suono pieno nonostante il basso prezzo
  • Fino a 100 altoparlanti Soundcore con compatibilità PartyCast collegabili
  • Suono stereo con due dispositivi
  • Non è protetta perfettamente contro la polvere e lo sporco
Test Il miglior altoparlante bluetooth: Anker Soundcore 2
  • Molto conveniente
  • In generale suono molto buono
  • Le voci sembrano artificiali
Test Il miglior altoparlante bluetooth: Anker Soundcore Boost
  • Bassi buoni e suono eccellente
  • Buona autonomia
  • Utilizzabile come powerbank
  • A volume troppo alto i regolatore die bassi vibra
Test Il miglior altoparlante bluetooth: Anker Soundcore Flare 2
  • Economica
  • Illuminazione regolabile
  • Suono eccellente (con le impostazioni di fabbrica)
  • L'app necessita dell'iscrizione
  • Problemi sporadici con la connessione Bluetooth
  • Suono non piacevole con bassi troppo alti
Test Il miglior altoparlante bluetooth: Anker Soundcore Icon
  • Resistente all'acqua e alla polvere (IP67)
  • Connessione stereo possibile
  • Pratici occhielli in gomma
  • Bassi contenuti
  • Se troppo vicino il suono sembra artificiale
Test Il miglior altoparlante bluetooth: B&O Beoplay A1
  • Buon design
  • Buona lavorazione
  • Suono eccellente
  • Piuttosto costosa
  • Componenti di gestione non indicati bene
Test Il miglior altoparlante bluetooth: B&O Beoplay P2
  • Molto piccola e compatta
  • Portatile
  • Suono pieno e naturale
  • Componenti aggiuntivi limitati
  • Costosa
Test Il miglior altoparlante bluetooth: Bose SoundLink Revolve
  • Suono a 360 gradi se a debita distanza
  • Nelle vicinanze il suono risulta un po' fiacco
Test Il miglior altoparlante bluetooth: Denon Envaya DSB-250BT
  • Bassi eccellenti
  • Lunga autonomia
  • Resistente all'acqua e alla polvere
  • Costoso
  • Voci annebbiate
Test Il miglior altoparlante bluetooth: EarFun Uboom
  • Economico
  • Solido e resistente all'acqua
  • Perfetta connessione stereo in coppia e buon suono
  • Gestione semplice, specialmente con impostazione stereo
  • Bassi profondi e precisi grazie alle dimensioni
  • Emissione del suono non come il nostro vincitore
  • I pulsanti potrebbero essere segnati in maniera più chiara
Test Il miglior altoparlante bluetooth: Harman Kardon Traveller
  • Resistente all'acqua persino sotto la doccia
  • Può essere accoppiato per la modalità stereo
  • Le voci non sono molto definite
  • Per quanto riguarda il suono, manca il tocco finale
Test Il miglior altoparlante bluetooth: JBL Charge 4
  • Molto solido e resistente all'acqua
  • Ottimo suono
  • Utilizzabile come powerbank
  • Suono non come il nostro vincitore
Test Il miglior altoparlante bluetooth: JBL Flip 5
  • Solido e resistente all'acqua
  • Buoni bassi
  • Suono chiaro e pulito
  • Nessuna funzione stereo con i modelli precedenti
  • Nessun microfono
Test Il miglior altoparlante bluetooth: JBL Flip 4
  • Solido e resistente all'acqua
  • Ottimi bassi
  • Suono chiaro e pulito
  • Nessun cavo di connessione incluso
Test Il miglior altoparlante bluetooth: Klipsch Heritage Groove
  • Bella lavorazione
  • Suono completo
  • Raggiunge volumi davvero alti
  • Costoso
Test Il miglior altoparlante bluetooth: Lamax Street 2
  • Riproduce musica da schede di memoria e supporti USB, oltre che dalla radio
  • Accoppiamento stereo possibile
  • LED di stato e pulsanti poco chiari
  • Suono ad alto volume distorto
Test Il miglior altoparlante bluetooth: LG PK3
  • Buon rapporto qualità prezzo
  • Struttura solida
  • Buon suono
  • Le voci risuonano un tantino fredde
Test Il miglior altoparlante bluetooth: LG XBOOM Go PL7
  • Bassi profondi e precisi
  • Effetto luci piacevoli, incorporate nella membrana die bassi
  • Buona autonomia
  • Utilizzabile come powerbank
  • App corrispondente
  • Per l'utilizzo all'aperto non consigliata
Test Il miglior altoparlante bluetooth: Libratone Too
  • Buon pacchetto generale
  • Display touch
  • Il suono risulta piuttosto piatto
Test Il miglior altoparlante bluetooth: Libratone Zipp Mini 2
  • Lavorazione di eccellente qualità
  • Design molto bello
  • Funzione multiroom
  • Supporta Alexa
  • Suono eccellente
  • I toni bassi potrebbero essere più pieni
Test Il miglior altoparlante bluetooth: Mackie FreePlay Go
  • Buon suono
  • Ottima app
  • Funzione multiroom
  • Utilizzabile come powerbank
  • Porte di connettività senza copertura
Test Il miglior altoparlante bluetooth: Sharp GX-BT280
  • Giusto prezzo
  • Buon suono
  • Tasti ben identificabili
  • Classe di protezione solo IP56
Test Il miglior altoparlante bluetooth: Sonos Roam
  • Nonostante la piccola struttura, bassi profondi e pieni
  • Grazie alla connessione WLAN supporta la funzione Sonos Multi Room
  • Ottimazione automatica del suono secondo
  • Assistente Amazon Alexa e und Google
  • Tasti di gestione difficilmente riconoscibili
  • Prezzo eccessivo per le dimensioni offerte
Test Il miglior altoparlante bluetooth: Sony SRS-XB22
  • Resistente all'acqua e alla polvere (IP67)
  • Accoppiamento con altri dispositivi lontano possibile
  • Bel sistema di luci
  • Buon suono
  • Modalità live-sound opzionale ha un suono artificiale
Test Il miglior altoparlante bluetooth: Sony SRS-XB23
  • Bassi forti
  • Resistente all'acqua e alla polvere (IP67)
  • Connessione fino a 100 speaker possibile
  • Nessuna porta AUX
  • Nessun supporto aptX
Test Il miglior altoparlante bluetooth: Sony SRS-XB31 Extra Bass
  • Per i fan Hip-Hop
  • Modalità live-sound disponibile
  • Ad un' impostazione normale i bassi sono contenuti e poco definiti
Test Il miglior altoparlante bluetooth: Sony SRS-XB33
  • Suono preciso con bassi pieni
  • Bel sistema di luci
  • Supporta l'app Sony
  • Nessun attacco AUX
  • Il sistema luci consuma molta batteria
Test Il miglior altoparlante bluetooth: Teufel Bamster Pro
  • Buon suono
  • Bassi eccellenti
  • Piuttosto economico
  • Abbastanza grande
  • Non proprio comodo da portare con se
Test Il miglior altoparlante bluetooth: Teufel Rockster Go
  • Suono eccellente
  • Solido e resistente all'acqua
  • Filo per treppiede
  • Il suono non paragonabile al nostro vincitore
Test Il miglior altoparlante bluetooth: Tivoli Audio Model One Digital
  • Design elegante
  • Suono pieno e caldo
  • Gestione complicata
  • Nessuna localizzazione stereo precisa
Test Il miglior altoparlante bluetooth: Tribit Stormbox Pro
  • Suono a 360 gradi
  • Buona autonomia
  • Design funzionale e rifiniture solide
  • Per l'ascolto a poca distanza non ottimale
Test Il miglior altoparlante bluetooth: Tribit Stormbox Pro
  • Resistente all'acqua
  • Batteria solida
  • Suono eccellente
  • Buona gestione
  • Il tasto XBass ha a malapena effetto
Test Il miglior altoparlante bluetooth: Tribit XSound Go
  • Economico
  • Solido
  • Buona autonomia
  • Suono eccellente
  • Bassi eccellenti
  • Esteticamente non il più bello
Test Il miglior altoparlante bluetooth: Tronsmart Element T6 Plus
  • Suono soddisfacente
  • Buoni componenti
  • Giusto prezzo
  • Il controllo del volume non si sincronizza con il dispositivo di riproduzione
Test Il miglior altoparlante bluetooth: Ultimate Ears Boom 3
  • Resistente all'acqua e alla povere
  • Resta a galle
  • Fino a 150 dispositivi di riproduzione collegabili
  • Rapporto qualità prezzo nella media
Mostra dettagli prodotto

Il miglior altoparlante bluetooth Test: Bang Olufsen Beoplay A1

Il migliore: Bang & Olufsen Beosound A1 2nd Gen

I danesi hanno perfezionato la loro piccola cassa da viaggio. Secondo il nostro team è il migliore in commercio per questa categoria. La nuova versione si chiama Beosound A1 2nd Gen che contiene elementi del predecessore Beoplay A1, un tempo della casa produttrice Beoplay.

La migliore
Bang & Olufsen Beosound A1 2nd Gen
Test Il miglior altoparlante bluetooth: Bang & Olufsen Beosound A1 2nd Gen
Suono fantastico, design meraviglioso e un impeccabile lavorazione, il tutto però si fa pagare caro.

Come novità troviamo Amazon Alexa con tre microfoni installati, utile per l’assistenza vocale. Quest’ultima deve essere selezionata nell’app Bang & Olufsen. Dall’altra parte assistiamo all’eliminazione dell’ingresso analogico AUX. La musica può essere trasmessa in modalità wireless solo tramite Bluetooth 5.1.

Grazie alla funzione Multi-Point, il B&O Beosound A1 2nd Gen può rimanere connesso con due diversi smartphone contemporaneamente. La sua nuova classe di protezione IP67 sottolinea che il dispositivo è completamente impermeabile e anti polvere. La durata della batteria è dichiarata essere di 18 ore,  difatti è stata ampliata da 2.200 mAh a 3.300 mAh e ora ha il 50% di capacità in più rispetto al suo predecessore.

I pulsanti laterali sono integrati nel lato della scocca in gomma, ma purtroppo, sono difficili da identificare anche sotto le dita.

1 di 5
Il miglior altoparlante bluetooth Test: Bang Olufsen Beosound A1 2nd Gen
Come il suo predecessore, il Beosound A1 2nd Gen è semplice ma di stile.
Il miglior altoparlante bluetooth Test: Bang Olufsen Beosound A1 2nd Gen (1)
I tasti di gestione laterali sono molto discreti.
Il miglior altoparlante bluetooth Test: Bang Olufsen Beosound A1 2nd Gen (2)
Il piccolo LED di stato nella griglia si nota poco.
Il miglior altoparlante bluetooth Test: Bang Olufsen Beosound A1 2nd Gen (3)
Il Beosound A1 2nd Gen è piccolo, ma non minuscolo.
Il miglior altoparlante bluetooth Test: Bang Olufsen Beosound A1 2nd Gen (4)
Il cinturino in pelle per appendere la cassa è presente anche in questo nuovo modello.

Sotto il motto “più sottile, più leggero e più robusto”, B&O vuole far notare il cambiamento della griglia nella struttura, che è di alluminio e molto solida.

Quando si tratta di suono, Bang & Olufsen continua a non fare errori. Invece di usare gli altoparlanti full-range in stereo, che vista la poca distanza fra essi, possono essere favorite sovrapposizioni di suono fastidiose, B&O si affida a una costruzione a 2 vie con un driver medio-basso da 3,5 pollici e un tweeter a cupola da 3/5 pollici, il suono così è ricco anche in mono. Il Beosound A1, anche nella sua prima generazione, è riuscito a produrre un suono puro, molto definito e a banda larga che difficilmente si può ottenere dalle solite casse Bluetooth. Se si desidera, si può semplicemente accoppiare due unità per la funzione stereo.

La differenziazione e l’equilibrio naturale della cassa è anche presente in questa versione, ma il nuovo Beosound A1 2nd Gen offre un suono più colorato e definito. Se si appende l’A1 con il suo cinturino in pelle al muro, o addirittura si accoppiano due in stereo, si può sperimentare un suono molto naturale che riempie un’intera stanza.

Anche nella sua seconda generazione, il B&O Beosound A1 rimane per noi la miglior cassa Bluetooth mini che si possa comprare al momento. Ha il suo prezzo, ma il piccolo dispositivoè elegante e vale ogni centesimo.

Alternative

Se il Beosund A1 2nd Gen è troppo costoso o ponete l’attenzione ad altri aspetti, ci sono anche altre opzioni. Ecco una lista di consigli.

Buona alternativa: Teufel Motiv Go

Il Teufel Motiv Go ha una scocca in metallo con una griglia, anch’essa in metallo. Il dispositivo dall’aspetto piatto assomiglia a una classica radio portatile, ma a differenza di essa, non ha né un’antenna esterna, nè una rotella per la sintonizzazione. I tasti di gestione più importanti si trovano sotto una copertura in gomma sulla parte superiore. Sul lato destro si trovano l’ingresso analogico AUX, il tasto di pairing Bluetooth e la porta per la ricarica. Il dispositivo è resistente agli schizzi.

Buona alternativa
Teufel Motiv Go
Test Il miglior altoparlante bluetooth: Teufel Motiv Go
Teufel presenta un vero pezzo forte. Il Motiv Go si fa davvero sentire.

La struttura ospita due driver full-range da 2 pollici per ogni canale e un radiatore passivo anteriore e uno posteriore per i bassi. C’è un microfono con funzione vivavoce per le telefonate, che può essere utilizzato anche con Siri o con l’assistente di Google.

1 di 2
Il miglior altoparlante bluetooth Test: Img
Il Teufel Motiv Go
Il miglior altoparlante bluetooth Test: Img
I comandi in gomma si trovano sulla parte superiore.

La batteria ricaricabile permette un’autonomia di funzionamento di 20 ore. Con il suono surround Teufels Dynamore, la cassa compatta ha un suono molto più potente di quello che ci si aspetta, anche se a pagarne ne è poi la precisione. È probabile che la maggior parte delle persone preferisca questo effetto e lo lasci acceso tutto il tempo, ma indipendentemente da questo, il Teufel Motiv Go ci convince per la sua capacità di trasmissione, con dei bassi corposi e puliti, voci naturali e toni alti e  chiari. Soprattutto la dinamicità del suono è davvero sorprendente.

Questo dispositivo, in merito al suono, non ha avversari della stessa categoria.

Con funzione powerbank: JBL Charge 5

Il JBL Charge 5 si presenta con un nuovo design modificato. Come il più grande Xtreme 3, ha i lati smussati. Le dimensioni sono cambiate da 22 x 9,5 x 9,3 centimetri a 22,3 x 9,7 x 9,4 centimetri, mentre il peso è sceso da 965 a 960 grammi.

Versatile
JBL Charge 5
Test Il miglior altoparlante bluetooth: JBL Charge 5
La cassa Bluetooth della JBL offre un suono eccellente. Carica anche la batteria dello smartphone.

La durata massima della batteria si aggira ancora attorno alle 20 ore. La JBL Charge 5 ora soddisfa la norma IP67 invece della IPX7, quindi non solo può essere immersa in acqua, ma è resistente anche alla polvere e alla sporcizia. La vecchia funzione Connect+ lascia il posto a PartyBoost. Se lo usate per collegare più di 100 casse JBL Bluetooth, potete usare solo quelle che supportano il nuovo standard. I pulsanti di controllo della JBL Charge 5 sono ben posizionati e riconoscibili.

Accanto alla presa di ricarica USB-C, c’è una porta USB-A sotto uno sportellino protettivo per la funzione powerbank. Questo nuvo modello utilizza un nuovo driver ovale al posto del telaio a banda larga e un tweeter aggiuntivo a cupola di 2 centimetri per una migliore riproduzione degli overtone. I due radiatori passivi sui lati della scocca hanno un nuovo look, ma fanno il solito lavoro supportando i bassi. La potenza totale del JBL Charge 5 è cresciuta da 30 a 40 watt, visto che è stato aggiunto un canale amplificatore da 10 watt per il nuovo tweeter.

1 di 4
Il miglior altoparlante bluetooth Test: Jbl Charge 5 01
Gli armortizzatori in gomma della JBL Charge 5 forniscono una protezione aggiuntiva contro gli urti.
Il miglior altoparlante bluetooth Test: Jbl Charge 5 04
Durante il funzionamento, il punto esclamativo non è più visibile, perché il diaframma vibra.
Il miglior altoparlante bluetooth Test: Jbl Charge 5 05
Il pannello di controllo del Charge 5.
Il miglior altoparlante bluetooth Test: Jbl Charge 5 06
La cassa Bluetooth si carica tramite USB-C. L'omonima porta USB-A per caricare altri dispositivi si trova sotto uno sportellino di gomma.

Questo passaggio dai driver full-range, che sono sempre un compromesso perché devono convertire da soli l’intero spettro musicale in onde sonore, a un driver medio-basso più grande, più una cupola specializzata per il tweeter, si traduce in una riproduzione più dettagliata e precisa delle caratteristiche vocali e strumentali. Come risultato si ha un suono davvero piacevole all’orecchio.

Il JBL Charge 5 può raggiungere livelli di volume impressionanti senza alcuna fatica. I toni medi sono spinti in primo piano e i toni bassi risuonano in tutta la loro potenza.

Conveniente: Tribit MaxSound Plus

Il Tribit MaxSound Plus è un po’ più grande dell’XSound Go. Questo vantaggio si traduce in un suono più equilibrato e una banda larga. Il prezzo è moderatamente più alto della versione precedente.

Piccola cassa conveniente
Tribit MaxSound Plus
Test Il miglior altoparlante bluetooth: Tribit MaxSound Plus
La Tribit MaxSound Plus riproduce un suono molto buono. Ha una durata fino a 20 ore ed è davvero conveniente.

L’unità impermeabile secondo la norma IPX7 è facile da trasportare e un laccio di trasporto è già montato. Non ci sono membrane passive esposte come in molti altre casse Bluetooth. Questo rende il dispositivo molto solido. I suoi due radiatori passivi per i bassi sono nascosti dietro griglie protettive sulla parte anteriore e posteriore. La cassa ha un peso di 595 grammi. Sui lati esterni ci sono due casse full-range che forniscono un suono piacevole e non fanno desiderare altro nella riproduzione dei toni alti.

Il miglior altoparlante bluetooth Test: Lautsprecher Tribit 1720x1147

I bassi del Tribit MaxSound Plus sono relativamente contenuti ad una potenza media, e il pulsante dei bassi extra, se premuto, non toglie nulla alla naturalezza del suono. Il piccolo ed economico dispositivo Bluetooth produce un basso molto soddisfacente per le sue dimensioni, ma non troppo potente. Il controllo del volume avviene tramite lo smartphone, e la musica da riprodurre la si può gestire con il pulsante sulla parte superiore. I tasti di controllo sono neri e integrati nella superficie della scocca, ma la loro finitura lucida li fa risaltare abbastanza bene.

Ciò che ci è piaciuto del Tribit MaxSound Plus, oltre al suo design pratico e alla lunga durata della batteria di circa 20 ore, sono il suo dinamismo: il suono riprodotto è vivace, pulito ed equilibrato anche con l’aumento del volume.

La concorrenza

Bose SoundLink Mini II

Il Bose SoundLink Mini II è stato il nostro preferito per molto tempo, visto che è progettato in modo intelligente. Non può tenere il passo del Beosound A1 in termini di suono, ma è ancora uno delle casse Bluetooth mini con il miglior suono sul mercato. La base di ricarica inclusa è molto pratica e basta posizionare il dispositivo su di esso per avviarla. Una volta raggiunto il 100%, abbiamo una durata di circa 10 ore di funzionamento.

1More S1001BT

Il 1More S1001BT di Xiomi si presenta con un design tutto suo e che riprende un po’ il B&O Beosound A1. La cassa rotonda ospita un mono system a 2 vie con un tweeter a cupola da 2,7 cm più un driver per i medio-bassi da 8,5 cm e può essere trasportato o appeso. Per l’accoppiamento tra dispositivi per la riproduzione stereo c’è l’app 1More Assistant (iOS e Android). Il software gratuito permette di sintonizzare la nuova cassa. Chiunque attivi il 1More S1001BT viene prima informato da una voce sullo stato di carica della batteria, che dura fino a 12 ore, e poi sullo stato dell’accoppiamento con lo smartphone o il tablet. Grazie all’IPX4, può resistere alla pioggia leggera. C’è un vivavoce integrato per rispondere alle chiamate. Il suono era semplicemente incredibile.

Anker Soundcore 3

L’Anker Soundcore 3  ha una struttura larga 17,4 centimetri in cui sono applicati due driver full-range con diaframmi in titanio. Per ottenere molti bassi i driver full-range sono supportati da un radiatore passivo, sia sul fronte che sul retro. I pulsanti si trovano sulla parte superiore della struttura, che ora è impermeabile IPX7, e sono facili da riconoscere. La presa di ricarica sul lato è stata aggiornata da micro-USB a USB-C. La batteria da 5.200 mAh può fornire fino a 24 ore di potenza. È molto adatto per l’uso all’aperto e,, grazie all’occhiello laterale può essere attaccato un cordoncino. Ha una riproduzione del suono davvero buona, con ricchezza di dettagli e con una riproduzione dei bassi aumentata. Chi è appassionato di volumi alti può utilizzare la funzione PartyCast per collegare fino a 100 altoparlanti in wireless, o almeno accoppiare due Soundcore 3 come coppia stereo. Con l’app Soundcore per iOS o Android si può attivare la funzione bass-up o l’equalizzatore per soddisfare i propri gusti.

Denon Envaya DSB-250BT

Il Denon Envaya DSB-250BT presenta due altoparlanti full-range da 4 cm che in combinazione con il radiatore passivo da 5,3 x 13,5 cm, offrono un suono ricco. La potenza della batteria è sufficiente per un massimo di 13 ore di riproduzione musicale. Grazie all’IP67, il dispositivo resiste fino a 30 minuti in un metro d’acqua, le connessioni sono nascoste sotto un lembo di gomma ed è presente anche una connessione AUX. I pulsanti, compreso il tasto del telefono, sono perfettamente integrati nel lato destro. I bassi qui sono ricchi e corposi, mentre la riproduzione della voce e la risoluzione delle alte frequenze non sono così buone.

Il miglior altoparlante bluetooth Test: Jbl Xtreme 3 09

Le migliori casse bluetooth di medie dimensioni

Per quanto sia sorprendente, ciò che alcuni produttori stanno ottenendo ora da casse di dimensioni davvero piccole, bisogna ammettere che per favorire i bassi, occorre avere una certa struttura del dispositivo.

Dal momento che la preferenza cade ancora sul fatto che questi dispositivi siano facili da portare con se all’aperto, le casse Bluetooth di medie dimensioni supportano notevolmente i toni dei bassi.

Bassi soddisfacenti e comunque comodi da portare con sé

Di certo, con queste dimensioni, non sono più da portare in borsa, ma alcuni di loro sono dotati di una cinghia di trasporto e sono così robusti che possono sopravvivere indenni anche a una forte pioggia estiva.

Ecco i nostri consigli per questa classe di altoparlanti di medie dimensioni.

I nostri consigli in breve

La migliore

JBL Xtreme 3

Test Il miglior altoparlante bluetooth: JBL Xtreme 3
L'Xtreme 3 convince per il suo suono eccezionale. La sua resistenza alla polvere e agli schizzi piace molto.

Con l’Xtreme 3, JBL presenta il successore di successo dell’Xtreme 2. La cassa Bluetooth è stata migliorato in molti piccoli dettagli. Per esempio, ora è certificato secondo la norma IP67 e quindi protetto in modo ottimale contro l’acqua  e la polvere. JBL ha anche migliorato il suono rispetto al suo predecessore.

Buona alternativa

Teufel Rockster Cross

Test Il miglior altoparlante bluetooth: Teufel Rockster Cross
Il già conosciuto suono eccellente, incontra il design "marziale", la Rockster Cross è adatta sia per casa che all'aperto.

Nonostante le sue dimensioni non proprio compatte, il Teufel Rockster Cross è un ottimo compagno per le feste all’aperto. È resistente ai getti d’acqua e al freddo fino a -10 gradi e, soprattutto, ha un volume del suono molto alto. Ha alti squillanti e bassi sono puliti. Lo si può associare all’assistente vocale, anche se l’operazione potrebbe essere semplificata.

Suono potente

Dockin D Fine 2

Test Il miglior altoparlante bluetooth: Dockin D Fine 2
Suon potente e dettagliato, lunga durata di autonomia e lavorazione eccellente sotto ogni aspetto.

Il Dockin D Fine 2 pesa 2,2 chili ed è tutt’altro che leggero, ma non solo offre un ottimo suono, ma vanta anche una batteria da 7.500 mAh che fornisce energia alla cassa Bluetooth fino a dodici ore. Il dispositivo può anche essere usato come powerbank.

Conveniente

Aiwa Exos-3

Test Il miglior altoparlante bluetooth: Aiwa Exos-3
In termini di suono, la solido Aiwa è una delle migliori casse della sua classe. Tuttavia, il suo design richiede un po' di tempo per abituarsi.

Il marchio Aiwa era una volta un cult. Con l’Exos-3, il produttore è sulla buona strada per continuare i suoi successi passati. A prima vista, la cassa Bluetooth sembra un po’ particolare, ma in termini di qualità di costruzione e di suono è impeccabile. Poiché è anche conveniente, l’Exos-3 è più che consigliato.

Retrò

Marshall Stockwell II

Test Il miglior altoparlante bluetooth: Marshall Stockwell II
Suono piacevole, lavorazione di alta qualità e un design caratteristico, coloro che amano lo stile del marchio troveranno quel che si aspettano dai soldi spesi.

Con lo  Stockwell II, Marshall dimostra ancora una volta i suoi tradizionali punti di forza. L’aspetto, che di sicuro affascinerà, è a metà strada tra un amplificatore per chitarra e una radio portatile. La scocca non è solo bella da vedere, ma anche molto solida. Per garantire una lunga durata della batteria, Marshall ha dotato il dispositivo di una carica impressionante.

Tabella di confronto

La miglioreJBL Xtreme 3
Buona alternativaTeufel Rockster Cross
Suono potenteDockin D Fine 2
ConvenienteAiwa Exos-3
RetròMarshall Stockwell II
Bose Soundlink Revolve+
Anker Soundcore Motion+
Anker Soundcore Motion Boom
Bang & Olufsen Beolit 20
Dynaudio Music 3
Dockin D Fine
Dockin D Fine+ 2
Ikea Eneby 20
JBL Playlist
JBL Pulse 4
JBL Xtreme
JBL Xtreme 2
Lamax Soul 1
Lamax Storm 1
LG PK5
Libratone ONE Click
Libratone Zipp 2
Mackie FreePlay Home
Marshall Acton II
Marshall Kilburn II
Sharp PS-919
Sonos Move
Sony SRS-XB402M
Sony XB41 Extra Bass
Sony SRS-XB43
Technaxx Musicman Soundblaster BT-X56
Teufel Boomster
Tronsmart Element Mega
Tronsmart Mega Pro
Ultimate Ears Megaboom 3
Ultimate Ears Megablast
Urbanears Rålis
Test Il miglior altoparlante bluetooth: JBL Xtreme 3
  • Suono a banda larga molto equilibrato
  • Bassi ricchi e precisi
  • Livello del volume eccellente
  • Idonea all'uso esterno
  • Alimentatore incluso
  • Piuttosto costosa
Test Il miglior altoparlante bluetooth: Teufel Rockster Cross
  • Suono molto buono
  • Buona lavorazione
  • Solida
  • Cavi di alimentazione esterna
  • Volume piuttosto alto
  • Modalità di connessione non semplice
Test Il miglior altoparlante bluetooth: Dockin D Fine 2
  • Suono potente, pieno, pulito e dettagliato.
  • Buona dinamicità
  • Lavorazione solida
  • Tre equilizzatori preimpostati selezionabili
  • Funzione powerbank
  • Cavi di alimentazione inclusi
  • Tasti di gestione non bene segnalati
Test Il miglior altoparlante bluetooth: Aiwa Exos-3
  • Suono molto forte e pulito
  • Riproduzione dei bassi ricca e precisa
  • Riproduzione naturale della voce
  • Alimentatore USB e cinghia di trasporto di serie
  • Non delle migliori in termini di durata della batteria
Test Il miglior altoparlante bluetooth: Marshall Stockwell II
  • Molto solida
  • Ottima durata della batteria
  • Buona riproduzione die toni alti
  • Bel design
  • Le voci e i toni bassi potrebbero essere riprodotti in modo più pieno
Test Il miglior altoparlante bluetooth: Bose Soundlink Revolve+
  • Ottimo suono
  • Buona lavorazione
  • Connessione stereo possibile
  • Cavi di alimentazione inclusi
  • Costosa
Test Il miglior altoparlante bluetooth: Anker Soundcore Motion+
  • Ottimo suono
  • Impermeabile (IPX7)
  • Accoppiamento stereo possibile
  • Giusto prezzo
Test Il miglior altoparlante bluetooth: Anker Soundcore Motion Boom
  • Bassi profondi e pieni
  • Livello audio elevato
  • Riproduzione stereo con un altro dispositivo
  • Riproduzione delle voci poco definita
Test Il miglior altoparlante bluetooth: Bang & Olufsen Beolit 20
  • Design e lavorazione eccellente
  • Ricarica induttiva per smartphone
  • Cavi di ricarica, porta AUX e app
  • Suono non metallico o aggressivo
  • I toni medi e alti risuonano ovattati
Test Il miglior altoparlante bluetooth: Dynaudio Music 3
  • Molte modalità di impostazione
  • Eccellente suono
  • Enorme scelta di funzioni aggiuntive
  • L'app richiede permessi "curiosi"
  • Pulsanti poco leggibili
  • Costoso
Test Il miglior altoparlante bluetooth: Dockin D Fine
  • Lavorazione molto solida
  • Suono poco pulito
  • Design poco appariscente
  • Ingombrante da trasportare
Test Il miglior altoparlante bluetooth: Dockin D Fine+ 2
  • Suono molto buono
  • Batteria grande e sostituibile
  • Funzione powerbank
  • Cavi di alimentazione e cavo AUX inclusi
  • Accoppiamento stereo possibile
Test Il miglior altoparlante bluetooth: Ikea Eneby 20
  • Buon suono
  • Buon rapporto qualità prezzo
  • Gli alti potrebbero essere riprodotti meglio
  • Non impermeabile
  • La batteria è acquistabile separatamente.
  • Akku nur separat erhältlich
Test Il miglior altoparlante bluetooth: JBL Playlist
  • Solida
  • Buon suono
  • Potenza nei bassi
  • Per connessione WLAN non consigliabile
  • Connessione con dispositivi Apple ancora peggiore
Test Il miglior altoparlante bluetooth: JBL Pulse 4
  • Suono discreto
  • Impermeabile (IPX7)
  • Bel sistema luci
  • Accoppiamento con altri altoparlanti possibile
  • Nessun ingresso analogico
  • Connessione tra sistema luci e suono non sempre impeccabile
Test Il miglior altoparlante bluetooth: JBL Xtreme
  • Buon suono
  • Buona lavorazione
  • Solido e impermeabile
  • Per quanto riguarda il suono è la Teufel un tantino migliore.
Test Il miglior altoparlante bluetooth: JBL Xtreme 2
  • Ottimo suono
  • Buon aspetto
  • Solido e resistente all'acqua
  • Una porta USB in meno rispetto alla versione precedente
Test Il miglior altoparlante bluetooth: Lamax Soul 1
  • Lettore micro SD e ingresso AUX
  • Il suono molto forte a seconda della posizione dell'ascoltatore
Test Il miglior altoparlante bluetooth: Lamax Storm 1
  • Lettore microSD e ingresso AUX
  • Lunga durata della batteria
  • Accoppiamento stereo possibile
  • Resistente all'acqua e alla polvere (IP67)
  • La riproduzione delle voci è poco definita
Test Il miglior altoparlante bluetooth: LG PK5
  • Buon suono
  • Gioco di luci piacevole
  • L'app non funziona a dovere
  • Inutilmente di dimensioni grandi
Test Il miglior altoparlante bluetooth: Libratone ONE Click
  • Suono piacevolmente naturale
  • Buoni bassi
  • Andrebbe bene anche ad un minor prezzo
Test Il miglior altoparlante bluetooth: Libratone Zipp 2
  • Buoni bassi
  • Maneggevole
  • Bel design
  • Buona lavorazione
  • Funzione multiroom
  • Suono strano
Test Il miglior altoparlante bluetooth: Mackie FreePlay Home
  • Suono impeccabile
  • App molto buona
  • Funzione multiroom
  • La griglia frontale cede nel trasporto
Test Il miglior altoparlante bluetooth: Marshall Acton II
  • Bel design
  • Suono forte e chiaro
  • Interruttori trabballanti
Test Il miglior altoparlante bluetooth: Marshall Kilburn II
  • Bel design
  • Buon livello di stabilità del suono
  • Suono non maturo
  • Il volume non viene sincronizzato con lo smartphone
Test Il miglior altoparlante bluetooth: Sharp PS-919
  • Effetti luce
  • Attrezzatura abbondante
  • Presa filettata per treppiede opzionale
  • Accoppiamento stereo con il secondo Sharp PS-919
  • Perde di valore a causa die bassi profondi ma distorti
Test Il miglior altoparlante bluetooth: Sonos Move
  • Versatile
  • Suono molto alto
  • Bel design
  • Interruttore per Wifi e Bluetooth sul retro
  • Pesante
Test Il miglior altoparlante bluetooth: Sony SRS-XB402M
  • Bell'effetto luci
  • Resistente all'acqua e alla polvere (IP67) e resistente agli urti
  • Connessione WLAN
  • Suono per lo più buono
  • Nessun ingresso AUX
  • Toni medi poco definiti
Test Il miglior altoparlante bluetooth: Sony XB41 Extra Bass
  • Molti toni bassi
  • Effetto stroboscopico
  • Buona lavorazione
  • Idonea per i fan dei bassi piuttosto che ascoltatori mainstream
Test Il miglior altoparlante bluetooth: Sony SRS-XB43
  • Suono ricco e differenziato con voci espressive
  • Stimola i componenti amanti del rimbombo
Test Il miglior altoparlante bluetooth: Technaxx Musicman Soundblaster BT-X56
  • Musica forte e potente
  • Grandi componenti con tracolla, riproduzione USB, sintonizzatore FM ed effetti luminosi
  • Ingresso AUX
  • Rumore a volte durante le pause della musica
  • Tasti poco riconoscibili
Test Il miglior altoparlante bluetooth: Teufel Boomster
  • Suono molto buono
  • Buona lavorazione
  • Poco pratico da portarsi dietro
  • Il volume non è sincronizzato con lo smartphone
Test Il miglior altoparlante bluetooth: Tronsmart Element Mega
  • Buon rapporto qualità prezzo
  • Buoni componenti
  • Le voci risuonano un po' artificiali
Test Il miglior altoparlante bluetooth: Tronsmart Mega Pro
  • Funzione powerbank
  • Buon livello audio
  • Tasti illuminati sul lato superiore
  • Ritardo di risposta dei tasti
Test Il miglior altoparlante bluetooth: Ultimate Ears Megaboom 3
  • Costruita in modo solido e impermeabile
  • Fino a 150 possibili dispositivi da accoppiare
  • Galleggiante
  • Voci chiare
  • Rapporto qualità prezzo nella media
Test Il miglior altoparlante bluetooth: Ultimate Ears Megablast
  • Sintonia sonora bilanciata con bassi abbastanza ricchi
  • Alimentazione USB di serie
  • Funzionamento WLAN e multiroom
  • App con funzioni utili e configurazione Alexa
  • I bassi a volte sono distorti durante le registrazioni di basse frequenze
Test Il miglior altoparlante bluetooth: Urbanears Rålis
  • Bel design
  • Cavi di alimentazione inclusi
  • Lunga durata della batteria
  • I bassi potrebbero essere più potenti
Mostra dettagli prodotto

Il miglior altoparlante bluetooth Test: Jbl Xtreme 3 08

Il migliore: JBL Xtreme 3

Con l’Xtreme 3 propone la casa americana la seconda edizione del suo bestseller. Mentre bisognava osservare attentamente per notare le differenze tra il predecessore e l’originale, ora è ben evidente il cambiamento. I lati del JBL Xtreme 3 cilindrico sono ora inclinati, ciò però permette ancora di utilizzarlo in posizione verticale. Le dimensioni attuali sono di 29,9 x 13,6 x 13,4 cm. Il basso si sente ancora dalle fessure laterali che ora rappresentano anche dei piedini di gomma. In precedenza, le parti laterali invece, avevano rientri corrispondenti nelle estremità in plastica. I piedi in gomma forniscono un supporto particolarmente antiscivolo.

La migliore
JBL Xtreme 3
Test Il miglior altoparlante bluetooth: JBL Xtreme 3
L'Xtreme 3 convince per il suo suono eccezionale. La sua resistenza alla polvere e agli schizzi piace molto.

La cinghia di trasporto in dotazione ora ha anche un rivestimento per sostenere meglio il peso sulla spalla. Il dispositivo può essere posizionato anche su una superficie piccola, visto che si ha un’unica zona centrale che funge da piede di supporto.

Grazie a magneti al neodimio particolarmente potenti, JBL è riuscita a ridurre il peso del nuovo Xtreme 3 da circa 2,4 a poco meno di 2 chilogrammi. Grazie alla loro densità di flusso particolarmente elevata, i magneti possono essere più piccoli, il che riduce il peso significativamente.

In termini di configurazione dei driver, JBL continua a utilizzare due sistemi a 2 vie con radiatori passivi sui lati per una maggiore pressione nei bassi. Le dimensioni dei driver rimangono 2 centimetri di diametro per i tweeter e 7 centimetri per i driver dei medio-bassi.

La durata massima della batteria è ancora di 15 ore, e uno smartphone o un tablet può essere caricato alla presa USB-C. A differenza degli altoparlanti JBL più piccoli, l’Xtreme 3 viene fornito con un alimentatore. Il tempo di una carica completa è di 2,5 ore e lo stato della batteria è ora visualizzato tramite una barra luminosa.

Due smartphone possono essere collegati simultaneamente via Bluetooth. Con la nuova funzione Party Boost, che sostituisce JBL Connect+, due JBL Xtreme 3 possono essere accoppiati in modalità wireless per creare l’effetto stereo. Sfortunatamente, i vecchi modelli non sono compatibili.

1 di 6
Il miglior altoparlante bluetooth Test: Jbl Xtreme 3 02
Con la pratica tracolla, l'Xtreme 3 può essere e portato con sé in un attimo.
Il miglior altoparlante bluetooth Test: Jbl Xtreme 3 04
La chiusura della tracolla con un moschettone sembra molto solida.
Il miglior altoparlante bluetooth Test: Jbl Xtreme 3 03
La tracolla ha dei dentini gommati in modo che non scivola quando viene indossata.
Il miglior altoparlante bluetooth Test: Jbl Xtreme 3 05
La disposizione dei pulsanti di controllo è la solita.
Il miglior altoparlante bluetooth Test: Jbl Xtreme 3 06 (1)
Anche qui, il tipico punto esclamativo è sul lato
Il miglior altoparlante bluetooth Test: Jbl Xtreme 3 07
USB-A, USB-C e Aux: c'è tutto.

Nulla è cambiato in termini di resistenza all’acqua, ma con la classe di protezione IP67, ora il dispositivo è anche resistente alla polvere.  La struttura rivestita in fibra di nylon è disponibile in tre colori. Invece del verde oliva, il camouflage è stato aggiunto come alternativa al blu e al nero.

In termini di suono, JBL ha perfezionato i bassi e gli alti. C’è più potenza, ma questa è accessibile solo se collegato in corrente. In modalità batteria, la potenza dell’amplificatore è leggermente limitata, come prima.

Il JBL Xtreme 3 ha suono più maturo. Dove altri dispositivi di questa classe sembrano soffrire nel suono per le dimensioni, il nostro vincitore invece offre timbri potenti e realistici. Gli alti sono cristallini, ma non taglienti, proprio come dovrebbero essere. Il basso fa realmente entrare in una atmosfera dance. Il JBL Xtreme 3 offre semplicemente dei grandi ritmi e una buona dinamicità. Poiché ha un suono così pieno e bassi così profondi, non solo la musica da festa è piacevole, ma anche la musica rock con batteria acustica viene riprodotta alla grande.

Il JBL Xtreme 3 mantiene comunque il vantaggio sulla concorrenza, grazie ai suoi dettagli, alla combinazione del suono, alla solidità della struttura e alla praticità. Sfortunatamente, i fan fedeli del marchio non possono beneficiare del progresso, visto che le loro vecchie casse JBL Bluetooth non possono essere accoppiate e sostenere il JBL Xtreme 3 con la nuova funzione Party Boost.

Alternative

Per quanto la JBL Xtreme 3 ci abbia convinto, è chiaro che non è esattamente per tutti. Il peso eccessivo e le dimensioni ingombranti possono spaventare alcuni utenti. Quindi, per coloro che preferiscono un’alternativa, abbiamo qui dei suggerimenti.

Buona alternativa: Teufel Rockster Cross

Conosciamo già il concetto dietro il Teufel Rockster Cross e si ripresenta anche nel nuovo Teufel Rockster Go, che risulta idoneo all’utilizzo fuori casa. Con un peso di poco meno di due chili e mezzo, la cassa Bluetooth fa sembrare alcuni concorrenti dei giocattoli.

Buona alternativa
Teufel Rockster Cross
Test Il miglior altoparlante bluetooth: Teufel Rockster Cross
Il già conosciuto suono eccellente, incontra il design "marziale", la Rockster Cross è adatta sia per casa che all'aperto.

Sareste perdonati se pensaste che la cassa larga quasi 40 centimetri possa resistere facilmente agli urti e all’umidità. Ecco perché i berlinesi non solo hanno fatto certificare il loro nuovo gioiello alla classe di protezione IPX5 (è resistente agli schizzi), ma lo hanno anche certificato per essere adatto all’uso in inverno a temperature fino a -10 °C. Per facilitare il trasporto di questo dispositivo non proprio maneggevole, è inclusa una tracolla.

Un altro accessorio molto gradito è l’alimentatore esterno full-size. La maggior parte degli altri dispositivi hanno per lo più in cavo di ricarica USB. Questo modello della casa Teufel ha subito miglioramenti non solo all’esterno, ma anche all’interno. Al centro della struttura alta 16 centimetri si trova un maestoso woofer-midrange di 12 centimetri di diametro, che è supportato nei bassi da due coni passivi sul retro.

Il miglior altoparlante bluetooth Test: Cassa Rockster Cross Life

Per dare al dispositivo un certo effetto stereo, gli sviluppatori hanno posizionato due tweeter in tessuto con guida d’onda per la massima efficienza su entrambi i lati dell’altoparlante mono centrale. Questi usufruiscono anche della tecnologia sonora “Dynamore”. Teufel produce dal dispositivo una pressione sonora massima di 98 decibel. Questo significa che il Teufel Rockster Cross può produrre musica con un volume molto più alto di una cassa hi-fi più grande. Inoltre per aggiungere potenza, è anche possibile accoppiare due di queste casse Bluetooth. Allora non solo è ancora più forte, ma si crea anche un vero effetto stereo.

Nella prova d’ascolto, il Teufel Rockster Cross ha pienamente soddisfatto le aspettative suscitate dalla sua elaborata costruzione e la nostra impressione del modello Rockster Go è assolutamente positiva. La riproduzione era estremamente vivace, molto cristallina negli alti e allo stesso tempo corposa e pulita nei bassi. Anche la neutralità, che è particolarmente efficace con le voci, è stata convincente. La linea di fondo è che il livello del suono era simile a quello della JBL Xtreme.

Il modo di funzionamento non ci ha convinto del tutto, perché i pulsanti incolori spiccavano male sulla superficie gommata e opaca del dispositivo. Inoltre, tutta una serie di funzioni si trovano sul retro della cassa Bluetooth. Queste includono un pulsante, che dovrebbe adattare il suono all’uso esterno, ma il suo effetto si è rivelato a malapena evidente. L’uso delle istruzioni è altamente raccomandato, perché ci sono anche funzioni nascoste.

Come già noto dal Teufel Rockster Go, anche il Teufel Rockster Cross ha un pulsante per attivare il sistema vivavoce. Se si preme il pulsante un po’ più a lungo, si può attivare l’assistente vocale dello smartphone. La durata della batteria fino a 16 ore e la funzione powerbank sono molto pratiche.

Suono potente: Dockin D Fine 2

Il marchio Dockin che ha sede a Berlino ed è prodotto in Cina, si è guadagnato in pochi anni una reputazione per l’alta qualità tecnica ed migliorato anche in termini di suono. La solida scocca del dispositivo, dal design sorprendente, è fatta in plastica robusta e metallo e il peso di 2,2 chilogrammi dell Dockin D Fine 2 ne fa capire anche il motivo. I tasti sono posizionati sulla parte superiore e anche se i pulsanti in gomma non sono colorati, sono ben riconoscibili.

Suono potente
Dockin D Fine 2
Test Il miglior altoparlante bluetooth: Dockin D Fine 2
Suon potente e dettagliato, lunga durata di autonomia e lavorazione eccellente sotto ogni aspetto.

Due sistemi a due vie sulla parte anteriore sono alimentati da 50 watt di potenza, ciascuno con due tweeter e due driver mid-range. Nella parte posteriore, due radiatori passivi per i bassi forniscono supporto nella gamma delle basse frequenze. Per l’uso all’esterno, Dockin ha fornito una batteria da 7.500 mAh con un’autonomia di 12 ore e protezione dagli spruzzi d’acqua secondo IP55. Quando non è collegato alla corrente, il D Fine 2 può essere utilizzato come una powerbank e a questo scopo, ha una porta USB-A sotto uno sportellino sul retro.

Lì troverete anche un ingresso AUX analogico e la connessione per l’alimentatore in dotazione. Questa varietà di funzioni e la portata della consegna fanno sì che il Dockin D Fine 2 si distingua dalla massa per il suo prezzo. Per chi ama un volume più potente può combinare tra loro due Dockin D Fine 2.

La gamma di accessori del produttore non comprende solo una solida custodia per il trasporto, ma anche una batteria di ricambio. Dopo tutto, è possibile aprire il vano batteria dopo aver allentato alcune viti sul lato inferiore. Questo rende il D Fine 2 più sostenibile di molti concorrenti, che sono progettati sotto questo aspetto più come prodotti usa e getta.

1 di 3
Il miglior altoparlante bluetooth Test: Dockin D Fine 2 1
Il Dockin D Fine 2 da un'impressione molto solida.
Il miglior altoparlante bluetooth Test: Dockin D Fine 2 3
Chiaramente disposti: gli elementi di controllo dell'altoparlante.
Il miglior altoparlante bluetooth Test: Dockin D Fine 2 2 E1631706910498
Una porta USB così come un ingresso AUX sono disponibili.

Non sono solo le caratteristiche ad essere convincenti, anche il suono è molto buono. Questo può essere regolato in base ai propri gusti. La Dockin ha soddisfatto i desideri di molti utenti implementando tre diverse modalità di suono: Balanced, Bass o Clean Mode. Richiamarli, tuttavia, richiede un po’ di pratica, bisogna premere entrambi i pulsanti del volume simultaneamente per alcuni secondi.

Un piccolo LED indica la rispettiva modalità: in “Balanced” non è acceso, in “Bass” è rosso e in “Clear” è verde. Quest’ultima modalità presenta un basso ridotto, per favorire la durata della batteria.

Il basso profondo, veloce e secco, è molto buono anche con la funzione “Balancing”, con quella “Bass” diventa davvero nitido e ricco. Queste caratteristiche soddisferanno di sicuro gli amanti del pop e hip-hop.

Il midrange è piuttosto fine, ma estremamente definito e trasparente. Nelle registrazioni dal vivo, a volte si può sentire il ronzio (di per sé involontario) degli amplificatori di scena tra gli strumenti, proprio come in un vero diffusore hi-fi, e gli applausi sembrano vivi e trasmettono atmosfera. Gli alti ben accentuati e comunque delicati fanno notare che provengono da veri tweeter a cupola ottimamente adattati al loro compito. Ancora più convincente di queste prestazioni individuali è l’armoniosa accordatura generale, che porta a una riproduzione naturale e differenziata. Nella sua fascia di prezzo, il Dockin D Fine 2 è letteralmente una bomba.

Conveniente: Aiwa Exos-3

Aiwa era una volta uno dei nomi più importanti in questo ambiente, e dopo una lunga pausa, il marchio è sulla buona strada per un ritorno perfetto. Sì, è vero, il design non convenzionale triangolare nero e rosso dell’Aiwa Exos-3 può non far percepire ciò, ma quando si tocca la cassa da 1,6 chili, si percepisce l’alta qualità.

Ultimate Ears Wonderboom

I bordi sono protetti da una plastica flessibile, i supporti per il laccio da collo rosso incluso sono avvitati al loro posto e il logo metallico del marchio fa una impressione buona. I pulsanti sono situati sul lato superiore, e il loro colore rosso e le dimensioni risaltano perfettamente con la struttura nera.

In termini di dimensioni, l’Aiwa Exos-3 sa il fatto suo. Il tweeter a cupola da 2,5 centimetri posizionato centralmente, riceve il supporto di due driver full-range al neodimio da 5 centimetri e di due grandi coni passivi triangolari posizionati lateralmente. L’amplificatore produce 46 watt, che non è male per un diffusore di questa classe. I 92 decibel di suono non risultano troppo alti.
La batteria agli ioni di litio da 10.400 mAh si dice sia in grado di fornire i suoi 3,6 volt di tensione per ben 9-12 ore di riproduzione. Coloro che vogliono ballare tutta la notte a pieno volume possono essere contenti dell’alimentatore USB incluso. Anche in questo caso, due Aiwa Exos-3 possono essere accoppiati per uno stereo senza fili.

1 di 5
Il miglior altoparlante bluetooth Test: Aiwa Exos 3 01
Il design dell'Aiwa ricorda un po' una radio da cantiere, ma l'aspetto parla da solo.
Il miglior altoparlante bluetooth Test: Aiwa Exos 3 02
I due radiatori dei bassi sui lati ricordano le JBL, ma qui sono triangolari invece che rotondi.
Il miglior altoparlante bluetooth Test: Aiwa Exos 3 05
I controlli non solo sono facili gestire, ma sono ben identificabili.
Il miglior altoparlante bluetooth Test: Aiwa Exos 3 03
L'Exos-3 è convincente quando si tratta di connessioni. È presente tutto, da Aux a USB-A e USB-C.
Il miglior altoparlante bluetooth Test: Aiwa Exos 3 04
Anche i piedi gommati hanno un design triangolare.

Altre caratteristiche utili sono la presa USB-C per caricare gli smartphone utilizzando il dispositivo come una powerbank, un ingresso Aux da 3,5 mm per le fonti analogiche. Il tutto è nascosto sotto un cappuccio di gomma sul retro.

Nella prova d’ascolto, l’Aiwa Exos-3 fa ben intendere che le casse saranno in futuro decise dagli USA. Simile al B&O Beoplay A1, il dispositivo per noi migliore tra quelli di piccole dimensioni, l’Aiwa dimostra la superiorità di un concetto a 2 vie con un vero tweeter, anche se uno è responsabile per entrambi i canali. Una vera funzione stereo è comunque possibile solo con una seconda cassa. I due canali nei sistemi all-in-one sono troppo vicini per questo.

L’Aiwa Exos-3 suona in modo equilibrato e naturale e in questa class, è difficile ottenere di più. Anche in termini di stabilità di volume, la cassa è impressionante. Non solo il suono ha un potenza di volume molto forte, ma anche a questi livelli non sembra essere sotto sforzo. Le voci appaiono in modo autentico. Ciò che spicca molto è la riproduzione dei bassi molto profonda, potente e pulita. L’Aiwa Exos-3 offre davvero un pacchetto completo con tutte le caratteristiche, un suono davvero avvincente e una struttura solida. È per questo che si è guadagnato un posto tra i nostri consigliati.

Stile retrò: Marshall Stockwell II

Coloro che apprezzano i valori classici che il produttore di amplificatori Marshall ha rappresentato nell’era del rock per la chitarra elettrica, avranno un prodotto eccellente per i soldi spesi. La struttura sottile, pesantemente rifilata per il vintage, del Marshall Stockwell II non ha solo una manopola per l’accensione e il controllo del volume, ma anche due potenziometri rotativi aggiuntivi per i bassi e gli alti. Ci sono funzioni moderne come la funzione multi-host, che permette di passare tra due telefoni cellulari Bluetooth collegati allo stesso tempo.

Retrò
Marshall Stockwell II
Test Il miglior altoparlante bluetooth: Marshall Stockwell II
Suono piacevole, lavorazione di alta qualità e un design caratteristico, coloro che amano lo stile del marchio troveranno quel che si aspettano dai soldi spesi.

Questo ha senso per i DJ e fa intendere la sua predisposizione ad essere utilizzato per le feste. La batteria è progettata per un funzionamento di un massimo di 20 ore. Se vogliamo un ingresso analogico, abbiamo qui un mini-jack da 3,5 mm, come alternativa al Bluetooth 5.0. Nonostante la sua alta qualità, il Marshall Stockwell II pesa poco meno di 1,4 chilogrammi ed è facile da trasportare grazie alla sua cinghia in similpelle. La struttura bass reflex a prova di schizzi d’acqua è disponibile in nero, grigio, bordeaux e indaco.

1 di 3
Il miglior altoparlante bluetooth Test: Marshall Stockwell Ii
La struttura è progettata come è tipico in casa Marshall.
Il miglior altoparlante bluetooth Test: Marshall Stockwell Ii
Questo vale anche per le manopole, uno dei marchi di fabbrica del produttore di amplificatori per chitarra.
Il miglior altoparlante bluetooth Test: Marshall Stockwell Ii
Ingresso USB e jack sul lato.

Nella prova pratica, abbiamo dovuto accettare il sacrificio del potenziometro del volume. A causa della mancanza di sincronizzazione, il controllo del livello della cassa e del telefono cellulare ha preso una vita propria. Quando entrambi i controlli erano alzati abbastanza, il Marshall Stockwell II riproduceva un suono a un volume molto alto. Ci è piaciuta molto la riproduzione delle alte frequenze, tuttavia, le voci sembravano un po’ esili a causa della stretta gamma. Questa limitazione era comunque accettabile.

Ciò che potrebbe infastidire di più il gruppo in target è il basso. Anche con l’aiuto del controllo dei bassi, questo non sembrava eccessivamente corposo. L’unico rimedio è un posizionamento intelligente. Posizionato in un angolo della stanza, il basso diventa più pieno e il suono davvero buono perché le pareti circostanti fanno amplificare i toni bassi.

La concorrenza

Anker Soundcore Motion Boom

Il Soundcore Motion Boom della Anker è qualcosa di simile a una reincarnazione della radio portatile. Pesa 2 chili e può essere portato in giro grazie alla sua maniglia rigida. Ha una batteria da 10.000 mAh che fornisce fino a 24 ore di funzionamento. Per i bassi, ci sono 2,5 driver in titanio con radiatori passivi sui lati. Il dispositivo è certificato IPX7 e può anche essere immerso in acqua. L’app Soundcore permette di scegliere tra tre preset di suoni Soundcore Signature: Voice, Treble Boost o Balanced, cioè con enfasi vocale, boost degli alti o suono bilanciato. Ha un suono, in particolare il basso, eccezionalmente ricco e pulito.

Anker Soundcore Motion+

Il Soundcore Motion+, che sembra una sound bar in scala ridotta, pesa un chilo. È largo quasi 26 centimetri e inclinato all’indietro di 15 gradi, ci sono due tweeter a cupola in tessuto, due altoparlanti medio-bassi e un radiatore passivo per i bassi. L’unità è alimentata da 30 watt. La custodia è impermeabile secondo la norma IPX7. Due Soundcore Motion+ possono essere collegati via Bluetooth 5.0 per formare una coppia stereo wireless. La ricarica della batteria avviene tramite cavo USB-C e ha una autonomia massima di 12 ore. Grazie ad un’app si possono selezionare diverse modalità di suono, con cui i bassi possono essere enfatizzati o le voci evidenziate.

Bose Soundlink Revolve+

Il Bose Soundlink Revolve+ si distingue da altoparlanti Bluetooth, per la sua forma particolare. La perforazione nella parte inferiore della struttura permette al suono di diffondersi in tutte le direzioni. Questo è il modo della Bose di creare un suono a 360 gradi. Il Bose Soundlink Revolve+ è relativamente costoso, ma molto solido, facile da usare nel design e viene fornito con un alimentatore USB. Ha un’autonomia di 16 ore. Il dispositivo ha  un ingresso AUX da 3,5 mm, riproduce la musica da un computer tramite la porta micro USB e può essere comodamente gestito senza uno smartphone tramite numerosi pulsanti ben progettati sulla parte superiore. Con l’app Bose Connect per iOS o Android, due Soundlink Revolve+ possono essere utilizzati in sincronia in modalità party o come coppia di altoparlanti stereo.

Il miglior altoparlante bluetooth Test: Jbl Boombox 2

I migliori altoparlanti bluetooth di grandi dimensioni

Come altoparlanti da portare in giro, hanno ormai da tempo conquistato questa posizione le versioni mini, e si stanno sempre più conquistando spazio anche nei soggiorni, sostituendo i singoli altoparlanti WiFi, che, al contrario del sistema multi-room completo, non sono mai riusciti ad affermarsi veramente.

Le versioni più grandi offrono davvero un buon suono nei salotti

Alcuni produttori integrano solo il Bluetooth, ma altri aggiungono sia il WiFi e AirPlay all’interno degli altoparlanti. C’è chi desidera casse Bluetooth con batteria e quindi posta l’attenzione sulla mobilità, anche se grande, per altri invece sostituisce totalmente l’impianto stereo fisso in soggiorno.

Gli altoparlanti Bluetooth mobili sono disponibili in tutte le grandezze e alcuni componenti dei sistemi multi-room possono essere gestiti bene anche singolarmente, come gli altoparlanti SoundTouch della Bose o anche il Sonos Play:5, ma essi non hanno il collegamento Bluetooth. In questo test ci occupiamo di altoparlanti Bluetooth senza capacità multiroom.

I nostri consigli in breve

Il migliore- grandi dimensioni

JBL Boombox 2

Test Il miglior altoparlante bluetooth: JBL Boombox 2
JBL ancora una volta soddisfa tutte le aspettative, suono energico, una struttura estremamente solida e funzione powerbank.

JBL utilizza le sue conoscenze anche in casse di grandi dimensioni. Come suggerisce il nome, il Boombox 2 riprende i vecchi sterei portatili, e lo fa con successo. Coloro che amano gli altoparlanti JBL ma ritengono l’Xtreme 2 troppo piccolo, saranno deliziati da questa solida e possente versione.

Buona alternativa

Teufel Boomster XL

Il miglior altoparlante bluetooth Test: Teufel Boomster Xl
Se piace l'ascolto ad alto volume e caratterizzato dai bassi, la Boomster XL è la scelta giusta. In termini di suono, gioca in serie A.

Se avete un portafoglio pieno e siete in grado di trasportare un tale oggetto, avete i prerequisiti per avvicinarvi al Teufel Boomster XL. Il jumbo di 37 centimetri di larghezza tra i grandi altoparlanti Bluetooth impressiona anche a casa con il suo suono ricco, pulito e molto forte, adatto per ogni tipo di musica.

Enorme

JBL Partybox 310

Il miglior altoparlante bluetooth Test: Jbl Partybox 310
Il nome già lo fa intuire, questa cassa JBL è fatta per il rinforzare il suono di gruppi più grandi, e ci riesce davvero bene.

Se volete davvero raggiungere livelli di suono estremi, possiamo consigliare caldamente il JBL Partybox 310. Con i suoi 17 chilogrammi, è tutt’altro che leggero, ma grazie alle sue ruote sulla base è facile da trasportare. Il suono giustifica le dimensioni e il peso. Difatti con un tale dispositivo ogni festa in giardino è sonorizzata a dovere.

Cassa per le feste

Sharp PS-929

Test Il miglior altoparlante bluetooth: Sharp PS-929
Per un prezzo relativamente basso, la cassa Bluetooth di Sharp offre un'ottima potenza. Anche gli effetti di luce dell'altoparlante Bluetooth sono impressionanti.

Gli effetti di luce e lo stroboscopio integrato rendono chiaro che il PS-929 di Sharp si rivolge principalmente agli ambienti di feste. Con l’aumento dei bassi attivato, gli ospiti della festa saranno soddisfatti del loro acquisto. Il sistema di illuminazione integrato offre un’atmosfera perfetta.

Tabella di confronto

Il migliore- grandi dimensioniJBL Boombox 2
Buona alternativaTeufel Boomster XL
EnormeJBL Partybox 310
Cassa per le festeSharp PS-929
Harman Kardon Go + Play
Ikea Eneby 30
Mackie FreePlay Live
Marshall Stanmore II
Marshall Tufton
Marshall Woburn II
Naim Mu-So QB
Sharp GX-BT480
Soundcast VG7
Teufel Rockster Air
Urbanears Stammen
Test Il miglior altoparlante bluetooth: JBL Boombox 2
  • Suono eccellente
  • Durata della batteria molto lunga
  • Solido e resistente all'acqua (IPX7)
  • Funzione powerbank
Il miglior altoparlante bluetooth Test: Teufel Boomster Xl
  • Suono pieno e chiaro
  • Bassi eccellenti
  • Può sostituire un impianto stereo
  • Bisogna abituarsi all'utilizzo
Il miglior altoparlante bluetooth Test: Jbl Partybox 310
  • Raggiunge volumi molto alti e comunque propone un suono pulito
  • Microfono e ingresso E per chitarre
  • Effetti luminosi
  • App propria
  • Cavi inclusi
  • Con manico e ruote
  • Molto pesante e scomoda
Test Il miglior altoparlante bluetooth: Sharp PS-929
  • Volume molto alto
  • Con "super basso" suona ricco e pulito
  • Ingresso standard per microfono e chitarra elettrica
  • Effetti di luci
  • Cavi di alimentazione
  • Lavorazione non molto convincente
  • Riproduzione della voce con un effetto spento
Test Il miglior altoparlante bluetooth: Harman Kardon Go + Play
  • Suono eccellente con bassi decenti e potenti
  • A poco prezzo
  • Non idonea per feste troppo grandi
Test Il miglior altoparlante bluetooth: Ikea Eneby 30
  • Bassi eccellenti
  • Buon suono
  • Ottimo rapporto qualità prezzo
  • Non utilizzabile all'aperto
  • Nessuna batteria
Test Il miglior altoparlante bluetooth: Mackie FreePlay Go
  • Pannello di connessione professionale
  • Prestazioni potenti
  • Buon suono
  • App molto buona
  • Funzione multiroom
  • Scomoda
  • Regolazione del volume
Test Il miglior altoparlante bluetooth: Marshall Stanmore II
  • Porta USB-C
  • Buon suono
  • Funzionamento solo con cavo
Test Il miglior altoparlante bluetooth: Marshall Tufton
  • Design molto bello
  • Funzione multi host
  • Suono forte e potente
  • Suono un po' piatto a basso volume
  • La batteria non dura così a lungo come dichiarato
Test Il miglior altoparlante bluetooth: Marshall Woburn II
  • Porta USB-C
  • Buon suono
  • Numerosissime prestazioni
  • Funzionamento solo con cavo
  • Interruttore non stabile
Test Il miglior altoparlante bluetooth: Naim Mu-So QB
  • Design molto chic
  • Suono piuttosto buono
  • La qualità del suono non si avvicina affatto al Teufel
  • Manca di batteria
  • Molto costosa
Test Il miglior altoparlante bluetooth: Sharp GX-BT480
  • Batteria davvero di lunga durata
  • L'indicazione die tasti potrebbe essere migliorate
  • I bassi e la voce sono deboli
  • "solo" la classe di protezione IP56
Test Il miglior altoparlante bluetooth: Soundcast VG7
  • Accoppiamento per funzione stereo
  • Suono per lo più buono
  • Distorsione e rumore di fondo nella musica strumentale
Il miglior altoparlante bluetooth Test: Teufel Rockster Air
  • Batteria buona
  • Buon prezzo
  • Buon suono
  • Mancano manici
  • Piuttosto pesante
Test Il miglior altoparlante bluetooth: Urbanears Stammen
  • Suono naturale delle voci e degli strumenti
  • Funzione multiroom
  • Bassi discreti
Mostra dettagli prodotto

Il miglior altoparlante bluetooth Test: Jbl Boombox 2

Il migliore: JBL Boombox 2

Il nome JBL Boombox 2 suscita già certe aspettative tra i partecipanti alle feste. Questo non è solo dovuto all’imponente custodia impermeabile di 5,9 chili e la classe di protezione IPX7. I radiatori passivi sui lati con il loro audace punto esclamativo hanno anche un effetto particolare e promettono bassi a volontà.

Il migliore- grandi dimensioni
JBL Boombox 2
Test Il miglior altoparlante bluetooth: JBL Boombox 2
JBL ancora una volta soddisfa tutte le aspettative, suono energico, una struttura estremamente solida e funzione powerbank.

Con una riproduzione del suono fino a 24 ore, il JBL Boombox 2 non rischia certo di lasciarvi nel mezzo della festa senza musica. In tal caso vi è comunque un alimentatore incluso. Pratica è anche il resto dell’attrezzatura, di fatti ha un ingresso mini-jack da 3,5 mm e il dispositivo può essere utilizzato come un powerbank. La sua impressionante batteria è da 10.000 mAh. Quando il Boombox 2 non è azionato dall’adattatore di rete da 2 x 40 a 2 x 30 watt, il dispositivo stesso riduce la potenza, così da consumare il meno possibile.

1 di 6
Il miglior altoparlante bluetooth Test: Jbl Boombox 2
Il Boombox 2 è basato sui classici boombox.
Il miglior altoparlante bluetooth Test: Jbl Boombox 2
La maniglia di trasporto non è lì solo per ragioni estetiche, le dimensioni della cassa sono impressionanti.
Il miglior altoparlante bluetooth Test: Jbl Boombox 2
Da non perdere è la tipica membrana laterale di JBL.
Il miglior altoparlante bluetooth Test: Jbl Boombox 2
I pulsanti di controllo si trovano, come al solito sulla parte superiore.
Il miglior altoparlante bluetooth Test: Jbl Boombox 2
Il piede è gommato e promette un supporto stabile e antiscivolo.
Il miglior altoparlante bluetooth Test: Jbl Boombox 2
Una spessa membrana di gomma protegge il pannello di connessione.

In entrambi i casi, il risultato sonoro può essere descritto come “esplosione atomica”. Il JBL Boombox 2 parte con un incredibile gioco di potere: forte, potente, come un pugno impetuoso. Il suono riprodotto può essere brevemente e comprensibilmente descritto come effetto discoteca. I bassi sono carichi e incontrano alti molto acuti. Le voci, d’altra parte, sono un po’ sommesse, ma abbastanza piacevoli. Dove alcuni concorrenti suonano con un effetto metallico, il JBL Boombox 2 mantiene un certo fascino nonostante le dimensioni. Grazie al suono e alla presenza, JBL ha creato ancora una volta una cassa davvero soddisfacente.

Alternative

Il JBL Boombox 2 segue l’esempio dei vecchi boombox e quindi non è proprio per tutti. In questo caso ci sono alternative interessanti.

Buona alternativa: Teufel Boomster XL

Il Teufel Boomster XL è la cassa Bluetooth della casa Hilti degli altoparlanti Bluetooth, un potente e solido strumento sonoro che non solo è potente, ma rivaleggia facilmente molti impianti stereo domestici. Rientra nella tradizione del ghettoblaster (maxi stereo portatile): grande, pesante e rumoroso. Se si vuole  usarlo per strada, bisogna avere un fisico che riesca a sostenerlo.

Buona alternativa
Teufel Boomster XL
Il miglior altoparlante bluetooth Test: Teufel Boomster Xl
Se piace l'ascolto ad alto volume e caratterizzato dai bassi, la Boomster XL è la scelta giusta. In termini di suono, gioca in serie A.

Il grande cubo nero, è largo più di mezzo metro, pesa ben 10 chilogrammi ed è fatto di spesse piastre di alluminio. La sua cinghia di trasporto fa onore ad ogni borsa da viaggio. I supporti laterali in metallo fanno percepire la solidità dello strumento. La potenza di quasi 100 watt del Teufel Boomster XL non è solo ovvia, ma risalta in ogni tipo di musica.

Già dopo le prime note, diventa chiaro che questo dispositivo non è solo un giocattolino troppo grande. Il Teufel Boomster XL ha una dinamica incredibile, un suono molto equilibrato anche ad alti volumi ed è facile da maneggiare. Allo stesso tempo, inganna la maggior parte degli altoparlanti Bluetooth con i suoi bassi e l’alta precisione.

La connessione Bluetooth viene stabilita rapidamente e con i dispositivi Android compatibili, funziona anche utilizzando NFC. Oltre al codec Apt-X, ha anche una presa jack da 3,5 mm per le connessioni analogiche. Inoltre, una radio con sintonizzatore FM è già integrata.

Per quanto il Boomster XL sembri impressionante appena uscito dalla scatola, il suo funzionamento non è convenzionale, specialmente all’inizio. Non è così intuitivo e quindi consigliamo la lettura del manuale. Il funzionamento della radio FM, riproduce un suono davvero ricco e la gamma vocale è particolarmente piacevole, ma tutt’altro che perfetta.

 

Il miglior altoparlante bluetooth Test: Teufel

Grazie alla potente batteria agli ioni di litio, il Boomster XL continuerà a suonare fino a dieci ore, ma se si riduce il volume dei bassi, può durare ancora di più. Sfortunatamente, non siamo stati in grado di testarlo al massimo volume, ma crediamo che tre o quattro ore dovrebbero essere realistiche. In caso di emergenza, il Boomster XL può anche essere alimentato dall’auto tramite la sua connessione a 12 volt.

Sotto la struttura in alluminio, resistente agli spruzzi d’acqua, ci sono due cupole in tessuto da 2,5 cm per la gamma dei tweeter, due mid-range da 7 cm e un basso in polipropilene da 16 cm per il subwoofer downfire. Questo sistema 2.1 è pilotato da tre amplificatori di classe D con un totale di 80 watt di potenza sinusoidale.

A tal proposito, ci ha sorpreso che nonostante l’alluminio, che normalmente potrebbe avere un effetto sulla connessione via Bluetooth, in questo caso non è avvenuta. Il raggio può cambiare a seconda della struttura dell’edificio, ma con questa cassa non c’è proprio nulla di cui lamentarsi sotto questo aspetto.

Suono potente: JBL Partybox 310

Il successore del nostro dispositivo consigliato, il JBL Partybox 310, è aumentato di peso e dimensioni. Per renderlo però più maneggevole, JBL ha preso in prestito qualcosa dalle moderne valigie a rotelle. Come un enorme valigia, infatti ha due grandi ruote sul retro e una maniglia estensibile sulla parte superiore. Con un totale di 17,4 chilogrammi, sarebbe altrimenti molto difficile da spostare, anche da una sola persona.

Enorme
JBL Partybox 310
Il miglior altoparlante bluetooth Test: Jbl Partybox 310
Il nome già lo fa intuire, questa cassa JBL è fatta per il rinforzare il suono di gruppi più grandi, e ci riesce davvero bene.

La caratteristica più sorprendente è lo spettacolo di luci, che in qualche modo sembra più autoritario di quello dei concorrenti. Con i suoi anelli di luce intorno al woofer e le luci stroboscopiche, che non sono più posizionate dietro la griglia, ma sui suoi bordi, il JBL Partybox 310 può davvero sostituire una console luci.

La gestione degli effetti luce, così come del suono e del volume, avviene tramite la tastiera, che è ampliata rispetto al predecessore. I pulsanti in gomma sono illuminati e includono un pulsante per cambiare la sorgente del suono, Bluetooth, USB e AUX, così come un pulsante per l’aumento dei bassi. Il controllo dell’eco è specifico per il microfono e gli altri strumenti musicali. JBL ha ripreso i tre pulsanti  di controllo DJ dal Partybox 1000. Il DJ può scegliere tra nove effetti sonori che possono essere assegnati ai pulsanti con l’app JBL Party.

La certificazione IPX4 per la protezione contro gli spruzzi d’acqua si nota anche nel pratico, visto che diversamente al modello precedente, qui c’è una copertura sul pannello di connessione posteriore. Ci sono due prese jack da 6,35 mm per microfoni o uno strumento musicale elettronico. I controlli per mixare i due ingressi si trovano direttamente sopra di essi, c’è anche un ingresso AUX con una spina mini-jack sotto e una porta USB per riprodurre da stick e ricaricare i telefoni.

1 di 7
Il miglior altoparlante bluetooth Test: Jbl Partybox 310 02
Grande, più grande, Partybox 310. Le dimensioni del più grande dispositivo della JBL sono gigantesche.
Il miglior altoparlante bluetooth Test: Jbl Partybox 310 01
Il trasporto del colosso da 17 chili è facilitato da due ruote e una maniglia telescopica...
Il miglior altoparlante bluetooth Test: Jbl Partybox 310 05
... che può essere estratta e retratta.
Il miglior altoparlante bluetooth Test: Jbl Partybox 310 09
I due anelli di luce catturano veramente lo sguardo.
Il miglior altoparlante bluetooth Test: Jbl Partybox 310 03
Oltre l'opzione per i bassi, sulla parte superiore del dispositivo ci sono anche altre impostazioni.
Il miglior altoparlante bluetooth Test: Jbl Partybox 310 04
Piedini gommati sul lato che garantiscono una presa sicura anche in posizione orizzontale.
Il miglior altoparlante bluetooth Test: Jbl Partybox 310 07
Si può collegare anche un microfono o uno strumento musicale elettrico.

Il collegamento dell’alimentatore è al di fuori di questo pannello di connessione, il JBL ne ha uno integrato e ha bisogno solo di un cavo di alimentazione. Sotto il coperchio c’è un collegamento a 12 volt con cui è possibile alimentare il JBL Partybox 310 tramite l’accendisigari utilizzando un adattatore per auto disponibile separatamente.

Due prese ulteriori sono utilizzate per formare una catena, in cui diversi dispositivi possono essere collegati insieme via cavo per riprodurre lo stesso segnale ancora più forte.

Anche da solo il JBL Partybox 310 ha un volume molto forte. I suoi due woofer da 6,5 pollici sovrapposti e i due nuovi tweeter da 2,5 pollici sono alimentati da una potenza totale di 240 watt. La batteria dura fino a 18 ore.

Il JBL Partybox 310 inizia con un suono davvero infernale, facendoci rimanere increduli durante la prova d’ascolto in redazione. Comprandone due possiamo davvero parlare di un possibile sostituto del PA system. Non solo i bassi sono così potenti da far vibrare chi lo ascolta, ma anche, la batteria e i battiti elettronici sono dotati della giusta potenza. Invece di fare solo fracasso, il JBL produce bassi molto corposi con un contorno e una precisione sorprendente. La risposta agli impulsi è convincente su tutto lo spettro di frequenze.

Con il bass boost, si hanno due livelli per aumentare i bassi. Il nuovo JBL Partybox 310 è in grado di suonare ancora più forte e con più spinta sia nei bassi che nella precisione dei toni alti. Anche la riproduzione dei medi, essenziale per le voci, offre un livello molto apprezzabile. Con il JBL Partybox 310, le voci suonano in modo squillante, ma anche differenziante e chiare. Questo permette di godere di una musica che va al di là dei ritmi electro e dei suoni synth. Se piacciono le feste e le sensazioni dal vivo, con il nuovo JBL Partybox 310 è una goduria risentire le registrazioni rock, pop e hip-hop  e godere di caratteristiche eccellenti e di una gestione aggiornata.

Per le feste: Sharp PS-929

Lo Sharp PS-929 è l’esatto opposto del più piccolo Sharp PS-919, anche se entrambi hanno un aspetto da discoteca. Il dispositivo che pesa 6,7 chili ed è alto più di mezzo metro, produce anche effetti luci, lampeggiando a ritmo. L’utente può regolare tali effetti in diversi modi. Si possono usare effetti stroboscopici, ma coloro che preferiscono pace e tranquillità, possono facilmente disattivarli.

Cassa per le feste
Sharp PS-929
Test Il miglior altoparlante bluetooth: Sharp PS-929
Per un prezzo relativamente basso, la cassa Bluetooth di Sharp offre un'ottima potenza. Anche gli effetti di luce dell'altoparlante Bluetooth sono impressionanti.

Il design enfaticamente pop permette alla cassa Bluetooth di essere usato orizzontalmente o verticalmente. Sul retro della struttura c’è un’utile maniglia per il trasporto, ma non convince molto il suo materiale. Lo Sharp PS-929 è resistente agli spruzzi secondo la norma IPX5 e si adatta bene alle feste all’aperto. Sotto la copertura di gomma sul retro ci sono due prese jack da 6,3 mm, una per il microfono standard e un’altra, per esempio, per una chitarra elettrica. Nulla impedisce di creare con questo dispositivo delle serate karaoke. I dispositivi audio che hanno solo un’uscita analogica possono essere collegati tramite il mini jack da 3,5 mm. Sono inoltre presenti due prese USB per la riproduzione da chiavette e per la ricarica di dispositivi cellulari.

Lo Sharp PS-929 ha un pannello di controllo di sette pulsanti. Questi includono una funzione “Super Bass”, il controllo degli effetti di luce e un pulsante di equalizzazione, e ci sono dieci modalità preimpostate.

1 di 5
Il miglior altoparlante bluetooth Test: Sharp Ps 929 01
Il PS-929 è il vero gigante di casa Sharp.
Il miglior altoparlante bluetooth Test: Sharp Ps 929 02
Con la pratica maniglia per il trasporto, ci si sposta più facilmente anche con un dispositivo del genere.
Il miglior altoparlante bluetooth Test: Sharp Ps 929 03
Pannello di controllo: l'aumento dei bassi al centro è qui praticamente obbligatorio.
Il miglior altoparlante bluetooth Test: Sharp Ps 929 05
Sul retro, ci sono numerose porte connessione.
Il miglior altoparlante bluetooth Test: Sharp Ps 929 06
... può anche essere inserito un microfono.

Per garantire che lo spettacolo duri a lungo, Sharp ha impiantato nel PS-929 quattro batterie ricaricabili, che offrono una riproduzione musicale di 14 ore. Due woofer da 6,5 pollici e due tweeter da 2 pollici sono responsabili della riproduzione sonora del sistema a 2 vie, il tutto con una potenza di 180 watt. È possibile una vera riproduzione stereo senza fili. Questo gioverebbe non solo alla tridimensionalità della riproduzione, ma anche al livello massimo raggiungibile.

Come detto all’inizio, lo Sharp PS-929 sorprende in modo positivo. La potente cassa da party produce bassi potenti e profondi, difficilmente ritrovabili in dispositivi con questa fascia di prezzo. Senza il boost lo Sharp PS-929 ha un suono piuttosto flebile. A differenza del più piccolo PS-919, non c’è bisogno di temere la distorsione o il sovraccarico.

Le voci vengono riprodotte in modo appena percettibile. Soprattutto quando si usa il volume massimo, esse diventano un po’ stridule. Anche i toni alti riprodotti ci hanno soddisfatto. Questa cassa è economico, ma efficiente e viene fornito di numerose dotazioni per poter organizzare delle feste eccellenti.

La concorrenza

Harman Kardon Go + Play