Il miglior ferro da stiro verticale Foto: Africa Studio / Adobe Stock
test
Pubblicato:

Il miglior ferro da stiro verticale

Abbiamo testato 15 ferri da stiro verticali, diversi portatili e uno con stazione. Il migliore è il Philips Steams and Go plus: è pronto all’uso in poco tempo e non gocciola. Nonostante il serbatoio abbia una capacità di soli 70 ml, può essere adoperato per stirare fino a due capi d’abbigliamento. Ci sono comunque anche altri modelli che ci hanno convinto.

Nicole Hannay
Nicole Hannay
stilista e redattrice freelance, scrive di fashion, moda e bellezza. Incontra spesso modelle e visagisti durante i suoi shooting commerciali e di moda, imparando in prima persona i segreti di bellezza e le novità del momento.
Eleonora Cuccuru
Eleonora Cuccuru
laureata in Traduzione Specialistica, è traduttrice e ha lavorato come sottotitolatrice e adattatrice di film e documentari. Ama le lingue e i processi linguistici, sperimentare nuove ricette e ha un debole per la cucina italiana e internazionale.
Aggiornamento informazioni

Testiamo in continuazione nuovi prodotti e revisioniamo i nostri consigli con regolarità. Vi informeremo non appena questo articolo sarà stato aggiornato.

Sicuramente non tutti amano stirare: preparare l’asse, scaldare il ferro, rigirare il capo mille volte sull’asse finché non è perfettamente stirato… E non tutti i vestiti reagiscono allo stesso modo, alcuni si bruciano, altri si raggrinziscono e così via. Ma questi giorni sono finiti!

Soprattutto quando siete in viaggio, avrete bisogno di un fedele compagno per salvare i vostri capi stropicciati. E qui entrano in gioco i ferri da stiro verticali o vaporiere portatili.

Un ferro da stiro verticale non è solo adatto per stirare i vestiti con un getto di vapore fino a 100 gradi, ma può essere adoperato anche per rinfrescare mobili, tende e materessi e minimizzare i cattivi odori. Anche germi e batteri vengono eliminati con un’esposizione al vapore prolungata.

Abbiamo testato diversi ferri da stiro verticali portatili e uno con stazione. La maggior parte delle stiratrici ha fatto un buon lavoro. I modelli più economici non sono i migliori, ma tra i nostri consigli c’è anche un ferro da stiro alla portata di tutti. È importante capire dapprima l’impiego che se ne farà, che sia un uso professionale, o per portarlo con noi in viaggio o  lasciarlo in casa. Una volta capito, la decisione sarà semplice.

I nostri consigli in breve

Il migliore

Philips Steam & Go plus

Il miglior ferro da stiro verticale
Pratico, maneggevole e dagli ottimi risultati di stiratura, non solo verticale ma anche orizzontale.

Il miglior ferro da stiro verticale in gara è il Philips Steam & Go Plus: è elegante, pratico, di alta qualità e può essere usato sia in verticale, sia in orizzontale. Siamo soddisfatti dell’uso semplice e dei grandi risultati di stiratura delle comuni superfici tessili. È un perfetto compagno di viaggio, ma anche nell’uso quotidiano a casa per eliminare le grinze dei vestiti. Purtroppo dispone di un serbatoio d’acqua relativamente piccolo con una capacità di 70 ml ma che, dopo aver preso la mano, è sufficiente per due capi.

Da viaggio

Tefal Steam Pocket DT3030

Il miglior ferro da stiro verticale
Si riscalda in 15 secondi e si compatta perfettamente per essere trasportato in viaggio.

Il Tefal Steam Pocket DT30XX ha un formato molto pratico e si adatta anche alle valigie più piccole. Dopo solo 15 secondi, il ferro da stiro verticale è pronto per lavorare e rimuovere le inestetiche pieghe in pochissimo tempo. Nonostante la piastra in plastica, i risultati sono buoni, giusto davanti ai tessuti in lana più spessa deve dichiarare la sua resa. E il cavo forse è un po’ troppo lungo.

Tabella di confronto

Il migliorePhilips Steam & Go plus
Da viaggioTefal Steam Pocket DT3030
AEG Delicate 7000
Tefal Pure Tex DT9530
Steamery Cirrus Nr. 2
Russel Hobbs Steam Genie
Homeeasy HE-S3
Steam One S-Travel
Grundig Spazzola a vapore ST 7950
Tefal Ixeo Power QT2020
Il miglior ferro da stiro verticale
  • Ottima stiratura
  • Non perde acqua
  • Uso verticale e orizzontale
  • Cavo lungo
  • Maneggevole
  • Serbatoio piccolo
Il miglior ferro da stiro verticale
  • Formato viaggio
  • Facile da poggiare
  • Si riscalda in 15 secondi
  • Cavo corto
  • Piastra in plastica
Il miglior ferro da stiro verticale
  • Piastra in ceramica di buona qualità
  • Maneggevole e leggero
  • Serbatoio estraibile
  • Accessori: spazzola, guanti, custodia
  • Occhiello di aggancio
  • Costoso
Il miglior ferro da stiro verticale : 007 Tefal Pure Tex
  • Potenza elevata
  • Getto del vapore regolabile in due livelli
  • Molti accessori
  • Pratica scatola per accessori
  • Pesante
  • Ingombrante
  • Costoso
Il miglior ferro da stiro verticale
  • Design elegante
  • Borsa da viaggio funge da supporto per stirare
  • Uso verticale e orizzontale
  • Serbatoio scomodo da ricaricare
  • Non si vede il livello dell'acqua
  • Perde un po' d'acqua
  • Cavo corto
Il miglior ferro da stiro verticale
  • Buon getto di vapore
  • Serbatoio capiente ed estraibile
  • Tre accessori differenti
  • Ingombrante
  • Pesante
  • Perde acqua quando il serbatoio si svuota
Il miglior ferro da stiro verticale
  • Molto compatto
  • Spegnimento automatico in caso di surriscaldamento
  • Molto economico
  • Potenza mediocre
  • Ugello vapore troppo grande
Il miglior ferro da stiro verticale
  • Serbatoio capiente ed estraibile
  • Cavo lungo
  • Piastra in metallo
  • Pesante
  • Ingombrante
  • Potenza del getto debole
Il miglior ferro da stiro verticale : 012 Grundig Dampfbuerste St 7950 E1642004926768
  • Buona potenza getto
  • Funzione di spegnimento automatico
  • Misurino
  • Due accessori per tessuti delicati e per rimuovere pelucchi
  • Pesante
  • Gocciola all'inizio
  • Rumoroso
Il miglior ferro da stiro verticale
  • Ugello di precisione
  • Maneggevole
  • Asse da stiro regolabile in verticale, orizzontale e diagonale
  • Vapore ad alta pressione
  • Poco stabile
  • Pesante
  • Costoso
  • Superficie di stiratura troppo piccola
Mostra dettagli prodotto

Ferro verticale o normale?

Faccio la fashion stylisit per servizi fotografici e non sempre ho la possibilità di montare l’asse da stiro. Inoltre, alcuni tessuti sono troppo sensibili per il ferro caldo.

Vent’anni fa mia madre mi ha portato dall’America una vaporiera a mano, la mia prima, una vera rivelazione. Sembrava una piccola brocca di plastica, con all’interno una specie di asta riscaldata, in cui bastava semplice inserire l’acqua e mettere il coperchio. Il vapore usciva dai fori nella parte superiore. Finalmente anche i tessuti più delicati erano salvi. Solo più tardi sono passata ai ferri con delle vere e proprie stazioni, e nel frattempo il mercato è diventato sempre più fertile.

 

A differenza di un normale ferro da stiro a vapore, la vaporiera stira i vestiti appesi in una gruccia attaverso, appunto, il vapore caldo. Il vapore tende a sciogliere le fibre invece di appiattirle come nella stiratura tradizionale. L’acqua, sarebbe meglio se distillata, viene riscaldata nel serbatoio e il vapore che esce dall’ugello leviga la superficie del tessuto e lascia l’indumento senza grinze.

1 di 2
Il miglior ferro da stiro verticale
Il cashmere non è adatto all'asse da stiro.
Il miglior ferro da stiro verticale
Con una vaporiera, le fibre si allisciano in un istante.

Dato che con un ferro verticale la pressione sul capo di abbigliamento manca completamente, combattere le pieghe in un cappotto o nei jeans non è così facile. Un ferro da stiro verticale non sostituisce quindi il ferro classico, né è un’arma miracolosa per affrontare le montagne di biancheria. Tuttavia, sono sicuramente un’extra molto utile per stirare i vestiti più delicati o complicati.

1 di 2
Il miglior ferro da stiro verticale
Il raso di seta non regge troppo il calore e le pighe sono difficili da rimuovere.
Il miglior ferro da stiro verticale
Ma con il ferro a vapore verticale si può tutto.

Chiunque abbia, almeno una volta nella vita, rovinato la maglia preferita sa di cosa sto parlando. Ma anche le balze e le maniche delle giacche sono una sfida sull’asse da stiro. E se mai avete stirato le tende appena lavate con il ferro verticale, avrete sicuramente riconosciuto la sua praticità.

1 di 2
Il miglior ferro da stiro vertical
Maglia con stampa fresca di lavatrice.
Il miglior ferro da stiro verticale
Il risultato.

 

Di ferri da stiro verticali ne esistono di diverse forme e modeli. Emettono vapore attraverso la piastra con degli uelli. Le piastre in ceramica e acciaio inossidabile sono particolarmente pregiate, ma si ottengono buoni risultati anche con quelli in plastica.

1 di 3
Il miglior ferro da stiro verticale
Le macchie di acqua sono un aspetto negativo di alcuni modelli.
Il miglior ferro da stiro verticale
Non tutti i tessuti le reggono.
Il miglior ferro da stiro verticale
Seta, raso e velluto sono un eempio.

Un ruolo importante è svolto dal serbatoio dell’acqua. Sarebbe meglio che fosse rimuovibile così da facilitarne il riempimento al rubinetto. La capacità nei dispositivi testati va dai 70 ml ai quasi 3000. Vi consigliamo di utilizzare l’acqua distillata per evitare il calcare, tuttavia potete usare anche quella del rubinetto.

Naturalmente, un serbatoio piccolo equivale a un’autonomia inferiore e una ricarica più frequente. Secondo noi, però, i modelli con un serbatoio più piccolo sono più comodi e leggeri e si prestano maggiormente al trasporto in viaggio.

Il miglior ferro da stiro verticale
La vaporiera AEG.

Un ferro da stiro verticale vi fa risparmiare tempo non solo perché non dovete montare l’asse di appoggio, ma il tempo di riscaldamento è limitato tra i 15 e i 60 secondi. È quindi subito pronto all’uso.

Molti modelli hanno a disposizione diversi attacchi o spazzole che permettono di utilizzare il ferro per altri tipi di tessuti come materassi e divani. Spesso vengono inclusi anche sacchetti resistenti al calore, guanti protettitivi, piccoli dosatori o ganci a ventosa per appendere le grucce. È anche importante avere un cavo con una lunghezza tale da poterci muovere in libertà.

Il peso di un ferro da stiro verticale non dovrebbe essere un criterio di acquisto determinante, ma non è nemmeno da sottovalutare. Nella maggior parte dei casi, il peso varia dai 600 ai 900 grammi. Se superasse il chilo, la stiratura si trasformerebbe facilmente in un allenamento pesi.

Il miglior ferro da stiro verticale
La spazzola è facile da inserire.

Chiunque voglia portare in viaggio il ferro da stiro verticale dovrebbe informarsi sul tipo di presa del Paese di destinazione. In tal caso vi consigliamo di comprare un adattatore. In Europa, l’Europlug può essere usato ovunque tranne che in Irlanda, Malta e Cipro e nel Regno Unito.

Abbiamo anche testato un ferro con una stazione, il Tefal IXEO. Non è di certo un modello da portare in viaggio, ma ha delle prestazioni nettamente migliori rispetto alle vaporiere più piccole. Con un getto notevolemente più potente e un serbatoio più capiente, producono più vapore e si adattano a un uso professionale. Ecco perché queste stazioni si trovano spesso nelle boutique, negli showroom delle fiere e nei servizi fotografici. Risultano troppo ingombranti per l’uso domestico.

Il miglior ferro da stiro verticale

Il migliore: Philips GC365/80 Steam & Go Plus

Il ferro da stiro verticale GC365/80 Steam & Go Plus della Philips è la versione di lusso del Philips GC 300. Il cavo extra lungo e l’alta qualità della piastra catturano subito l’attenzione. La piastra SmartFlow stira in modo sicuro tutti i materiali e non produce macchie di acqua, nemmeno se usate in orizzontale.

Il migliore
Philips Steam & Go plus
Il miglior ferro da stiro verticale
Pratico, maneggevole e dagli ottimi risultati di stiratura, non solo verticale ma anche orizzontale.

Anche se i ferri da stiro vengono usati verticalmente, la possibilità di un uso orizzontale è molto pratica soprattutto per colletti, polsini o quando è necessaria una certa pressione. Nonostante il peso di 850 grammi, è un ferro ergonomico che non vi stancherete di tenere in mano.

L’emissione di vapore è pari a 24 g/m, un valore immpressionante, riesce a stirare anche tessuti più spessi come lana e jeans. Si riscalda in soli 30 secondi grazie ai 1300 watt di potenza.

1 di 6
Il miglior ferro da stiro verticale
Il Philips Steam & Go Plus: compatto e sottile.
Il miglior ferro da stiro verticale
Il cavo di tre metri assicura una buona libertà di movimento.
Il miglior ferro da stiro verticale
Il serbatoio di soli 70 mm risulta sufficiente.
Il miglior ferro da stiro verticale
La piastra in ceramica è delicata su ogni tessuto.
Il miglior ferro da stiro verticale
L'attacco della spazzola stira i tessuti più spesso e rimuove i pelucchi.
Il miglior ferro da stiro verticale
Sono inclusi anche un sacchetto da viaggio e un guanto protettivo.

L’unico aspetto negativo è il piccolo serbatoio dell’acqua che ha una capacità di soli 70 mm. Il Philips si presta quindi a un uso più rapido. Fortunatamente il serbatoio è trasparente in modo da poter sempre controllare il livello dell’acqua.

In dotazione con il Philips Steam & Go Plus viene fornita una borsa da viaggio e un guanto resistente al calore per proteggersi dalle scottature, così come un attacco spazzola. Un piccolo misurino sarebbe stato apprezzato, ma in realtà basta semplicemente mettere il serbatoio sotto l’acqua corrente. 70 euro non sono certamente spiaccioli, ma considerate le prestazioni sono un prezzo ragionevole.

Il Philips GC365/80 Steam & Go Plus è il miglior ferro da stiro verticale, e d’ora in poi sarà il mio fedele compagno durante i servizi fotografici.

Alternative

A nostro avviso, il Philips GC365/80 Steam & Go Plus è il migliore ferro da stiro verticale, ma non tutti sono disposti a spendere così tanto o magari preferiscono un modello più compatto o specifico per professionisti. Ecco a voi ulteriori consigli.

Da viaggio: Tefal Steam Pocket DT30XX

Con il DT30XX, Tefal offre un ottimo ferro da stiro verticale dalle pratiche dimensioni. È più piccolo degli altri modelli e entrerà perfettamente nella valigia o in un angolo del guardaroba, grazie anche alla custodia pieghevole.

Se riempito fino all’orlo, raggiunge un peso accettabile di 900 grammi. Grazie ai 1300 watt di potenza, è pronto all’uso dopo solo 15 secondi di preriscaldamento.

1 di 6
Il miglior ferro da stiro verticale
Piccolo ma prestante: il Tefal DT3030.
Il miglior ferro da stiro verticale
Per il trasporto in valigia si compatta ancora di più.
Il miglior ferro da stiro verticale
Non la qualità migliore, ma la piastra in plastica fa il suo lavoro.
Il miglior ferro da stiro verticale : 037 Tefal Access Steam Pocket Dt3030 02
Spazzola inclusa.
Il miglior ferro da stiro verticale
Il serbatoio non è estraibile ma è facile da riempire.
Il miglior ferro da stiro verticale
Maneggevole e compatto.

Il vapore raggiunge una temperatura di quasi 90 gradi, sufficiente per stirare i tessuti più fini e per eliminare batteri e odori non graditi. Il vapore ha un getto di 16 g/m  rientra nella media, non risulta quindi ottimale per i tessuti più spessi.

Il Tefal DT30XX è uno dei pochi ferri da stiro con una piastra in plastica e in realtà si presta solo per una stiratura verticale, poiché altrimenti potrebbe fuoriuscire dell’acqua. A nostro avviso, ci sono migliori modelli per l’uso in casa, ma è sicuramente il migliore da portare in viaggio.

La concorrenza

AEG Delicate 7000

A prima vista il ferro da stiro verticale Delicate 700 di AEG ci aveva convinto: peso ridotto, design sottile, serbatoio con una buona capacità. Purtroppo, è un po’ più costoso del nostro preferito e, quando abbiamo voluto provarlo in orizzontale, si è improvvisamente rotto. Forse abbiamo beccato un modello difettoso. Ne abbiamo provato un altro, e non ci ha deluso.

Tefal Pure Tex DT9530

Il Tefal Pure Tex DT9530 è un bel ferro da stiro verticale molto potente che si presta più che altro a un uso domestico. I numerosi accessori e l’esclusivo sistema MultiPad sono ben conservati nella scatola in dotazione. Questa vaporiera permete di stirare, pulire, rinfrescare e sterilizzare i tessuti, grazie alla potenza da 1700 watt e il getto da 90 g/m. L’uscita del vapore può essere regolata in due fasi in base al tipo di tessuto. Potrete combattere la montagna di biancheria, ma a lungo andare potrebbe farvi male il braccio. È un grande supporto in casa ma il prezzo non è proprio accessibile. È comodo anche da portare in viaggio.

Russel Hobbs Steam Genie

Nonostante l’alto wattaggio, il grande serbatoio e gli accessori aggiuntivi, lo Steam Genie di Russel Hobbs non rientra tra i nostri preferiti. È un ferro troppo pesante e non stira così velocemente come gli altri modelli in gara. Inoltre, il cavo è troppo corto e impiega circa 45 secondi per preriscaldararsi. Una volta che il serbatoio inizia a svuotarsi, comincia a perdere acqua.

Homeeasy HE-S3

A prima vista abbiamo apprezzato l’Homeasy HE-S3 per il suo design compatto e il color verde menta. È maneggevole, leggero e può essere anche smontato. La piastra è fatta in acciaio inossidabile. Purtroppo il getto emesso permette di ottenere buoni risultati soltanto con i tessuti più fini. In conclusione: è il ferro perfetto da portare in viaggio o per rinfrescare rapidamente i capi già stirati con delle leggere pieghe.

Steamery Cirrus Nr. 2

L’elegante Cirrus N.2 purtroppo non vale il suo prezzo, quindi non fatevi ingannare dal bel design. Non abbiamo apprezzato il serbatoio non trasparente con una minuscola apertura per il riempimento. Una luce (verde/rossa) ci fa capire quando il serbatio è pieno. Purtroppo, a nostro avviso, l’unità gocciola troppo. Anche se l’uso di acqua distillata non dovrebbe essere obblugatorui, è fortemente raccomandato nelle istruzioni per l’uso.

Steam One S-Travel

Lo SteamOne S-Travel non ci ha convinto completamente. Ha comunque un serbatoio capiente, un cavo lungo e un sistema anticalcare integrato. Abbiamo trovato pratico anche il gancio a ventosa che può essere attaccato su superfici lisce come specchi o piastrelle. 140 watt di potenza e un serbatoio da 260 ml sono sufficienti per un uso continuo di 20 minuti, ma i risultati non sono eccezionali.

Il test passo per passo

Prima di tutto abbiamo controllato che tutti i modelli fossero idonei alla stiratura verticale con vapore. E ovviamente, dove possibile, abbiamo testato anche la stiratura orizzontale.

Oltre all’ergonomia, il modo in cui si riempie il serbatoio e il peso complessivo, abbiamo guardato le prestazioni con i diversi tessuti. Un plus era la lunghezza del cavo, delle perdite d’acqua limitate, gli accessori e il materiale della piastra.

Il miglior ferro da stiro verticale
I modelli testati.

Abbiamo apprezzato più i ferri da stiro con un design allungato rispetto a quelli più ingombranti a forma di manubrio, anche se il serbatoio dell’acqua è inevitabilmente più piccolo (come nel caso del migliore in gara). Con un ferro più compatto è più facile, ad esempio, stirare l’interno dei pantaloni o i punti più difficili. Ovviamente anche la forma e il pesi hanno giocato un ruolo importante in relazione alla possibilità di poter portare il ferro da stiro in viaggio.

Abbiamo anche testato un ferro con stazione. Anche se non è adatto come compagno da viaggio, sono perfetti per l’uso professionale, come ad esempio nelle fiere, nelle boutique o negli showroom.

Ultimo ma non meno importante: non allermatevi se, una volta tolto dalla scatola, trovate delle tracce d’acqua nel serbatoio. Si tratta di tracce d’uso da parte del produttore e non di un proprietario precedente.

Domande più frequenti

Come si usa un ferro da stiro verticale?

Con un ferro da stiro verticale non dovrete fare altro che appendere il capo di abbigliamento a una greccia, per poi preriscaldare il ferro e premere il pulsante corrispondente per rilasciare il vapore. Muovete poi il ferro in senso verticale, tendendo l’orlo inferiore del capo con la mano libera. Una volta appresa la tecnica i risultati saranno perfetti,

Meglio l'acqua distillata o l'acqua del rubinetto?

Usando l’acqua distillata, il ferro da stiro verticale ha un’aspettativa di vita maggiore. Tuttavia, se siamo in viaggio, si dovrà solitamente ricorrere all’acqua del rubinetto. A seconda della durezza dell’acqua, però, è possibile che si creino residui di calcare. Ma non è la fine del mondo. In ogni caso, dopo ogni uso, sarebbe bene svuotare il serbatoio e decalcificarlo con una soluzione di acqua e aceto.

Per quali materiali non è adatto?

Oltre ai sacchetti di plastica, non ho riscontrato altri materiali che non vadano bene con il vapore caldo. Che si tratti di abiti da sera, tulle, organza, camoscio, seta, pailettes, velluto o nylon.. l’importante è che il dispositivo non perda acqua, per il resto non avete nulla da temere.

Si può usare mentre si hanno gli abiti addosso?

Assolutamene no! Il contatto con vapore a quasi 100 gradi può provocare gravi scottature. Non per niente alcuni produttori forniscono anche guanti termici per evitare di bruciarsi le dite durante la stiratura.

Commenti

0 Commenti