Il miglior spazzolino elettrico
test
Pubblicato: 1.2.2022

Il miglior spazzolino elettrico

Abbiamo testato 39 spazzolini elettrici e il migliore è l’Oral-B Pro 3 3000 della Braun. Pulisce con precisione e non grava troppo sul nosto portafoglio; si tratta di uno spazzolino robusto con controllo della pressione, il compagno perfetto nel nostro quotidiano.

Doreen Menz
Doreen Menz
laureata in germanistica, redige gran parte dei test di Guidario. Testa prodotti di ogni ambito: cuoca e gamer per hobby, non solo si interessa di computer e utensili da cucina, ma anche di elettrodomestici e tutto ciò che è legato alla salute.
Eleonora Cuccuru
Eleonora Cuccuru
laureata in Traduzione Specialistica, è traduttrice e ha lavorato come sottotitolatrice e adattatrice di film e documentari. Ama le lingue e i processi linguistici, sperimentare nuove ricette e ha un debole per la cucina italiana e internazionale.
Aggiornamento informazioni

Testiamo in continuazione nuovi prodotti e revisioniamo i nostri consigli con regolarità. Vi informeremo non appena questo articolo sarà stato aggiornato.

Per scoprire quale fosse il migliore, abbiamo testato un totale di 39 spazzolini elettrici, 22 dei quali sono ancora disponibili. Piccolo spoiler: non bisogna per forza spendere tanto per un buon spazzolino elettrico, anche i più economici fanno la loro bella figura.

Se guardiamo il risultato finale non notiamo alcuna differenza tra gli spazzolini elettrici costosi o quelli più economici, e tutti gli extra dei modelli più cari non risultano molto utili. Giusto il controllo della pressione e il timer ci sono sembrati una buona proposta.

Anche la differenza tra spazzolini sonici e i classici rotanti è più che altro una questione di gusto. Gli spazzolini sonici non puliscono davvero tramite onde sonore come farebbe intendere il nome, ma vibrano con una frequenza maggiore rispetto ai classici spazzolini elettrici.

La Braun Oral-B è la Apple degli spazzolini elettrici. A nostro parere offre i migliori modelli, per questo molti nostri consigli appartengono a questa marca.

Gli spazzolini sonici, in generale, sono più costosi rispetto ai “normali” spazzolini elettrici, ma non forniscono prestazioni migliori. Per questo preferiamo i più economici modelli rotanti. Ecco una panoramica dei migliori modelli di spazzolini elettrici.

I nostri consigli in breve

Il migliore

Braun Oral-B Pro 3 3000

Test Il miglior spazzolino elettrico: Braun Oral-B Pro 3 3000
Il Braun Oral-B Pro 3 3000 porta con sé tutte le più importanti funzioni base, è robusto e affidabile.

L’Oral-B pro 3 3000 ha tutto ciò di cui si ha bisogno, niente di più, niente di meno. Molte persone tendono a premere troppo sulle gengive mentre si lavano i denti, in questo caso l’Oral-B Pro 3 3000 vi avvertirà tramite un controllo della pressione visivo: non appena si esercita troppa pressione, andrà ad accendersi una luce rossa. Per il resto, lo spazzolino è di ottima qualità, come ci si aspetta da un modello Oral-B, e ha un prezzo ragionevole. Non dispone di molte modalità o caratteristiche aggiuntive, ed è sicuramente meglio di avere mille extra inutili.

L'alternativa

Happybrush R2

Test Il miglior spazzolino elettrico: Happybrush R2
Lo spazzolino elettrico Happybrush è preciso e piacevole.

Con la sua autonomia di oltre due ore, l’Happybrush R2 è un’interessante alternativa all’Oral-B. Inoltre, le testine di ricambio sono più economiche. Tuttavia, dovrete fare a meno del controllo della pressione.

Conveniente

Braun Oral-B Pro 750

Test Il miglior spazzolino elettrico: Braun Oral-B Pro 750
L'Oral-B Pro 750 fa bene il suo lavoro senza troppi fronzoli, il tutto a buon prezzo.

L’Oral-B Pro 750 è delicato e piacevole. Non ha funzioni aggiuntive, che comunque risulterebbero inutili per la maggior parte delle persone, e costa solo 30 euro. A poco prezzo si ottiene uno spazzolino affidabile che dura a lungo. Tuttavia, chi è abituato a esercitare troppa pressione dovrebbe cercare un altro modello, poiché questo non ha il controllo della pressione.

Spazzolino sonico

Braun Oral-B Pulsonic Slim Luxe 4000

Test Il miglior spazzolino elettrico: Braun Oral-B Pulsonic Slim Luxe 4000
Piccolo, leggero ed elegante: il migliore spazzolino sonico in gara.

Chi preferisce uno spazzolino sonico, deve provare il Braun Oral-B Pulsonic Slim Luxe 4000. Si tratta di uno degli spazzolini più sottili in gara, di alta qualità e di aspetto elegante. La batteria è piccola, ma in realtà usa molta meno energia degli spazzolini tradizionali.

Se i soldi non contano

Braun Oral-B iO Series 7

Test Il miglior spazzolino elettrico: Braun Oral-B iO Series 7
L'Oral-B iO 7 è semplice da usare, comodo e dà un buon feedback.

A nostro avviso, l’Oral-B iO Series 7 è ad oggi il migliore spazzolino dotato di app. Mostra il tempo di spazzolamento sul display e fornisce un feedback diretto se ci si è lavati i denti per almeno due minuti (smile felice o triste). Il display mostra anche il livello di batteria con nove tacchette e in percentuale. A parte questo, il design e la nuova stazione di ricarica magnetica sono proprio un bel vedere e aggiungono quel tocco di lusso al vostro bagno.

Tabella di confronto

Il miglioreBraun Oral-B Pro 3 3000
L'alternativaHappybrush R2
ConvenienteBraun Oral-B Pro 750
Spazzolino sonicoBraun Oral-B Pulsonic Slim Luxe 4000
Se i soldi non contanoBraun Oral-B iO Series 7
Braun Oral-B iO Series 9
Braun Oral-B iO Series 8
Braun Oral-B iO Series 6
Braun Oral-B Genius X
Braun Oral-B Genius 10000
Philips Philips Sonicare 9900 Prestige
Philips Sonicare ExpertClean 7300
Braun Oral-B Pulsonic Slim
Braun Oral-B Pro 5000
Philips Sonicare EasyClean
Panasonic DentaCare Sonic Vibration EW-DC12
Panasonic EW-DL83
Braun Oral-B Vitality
Oclean Flow
Oclean X Pro Elite
Oclean Air 2
Foreo Issa 2
Test Il miglior spazzolino elettrico: Braun Oral-B Pro 3 3000
  • Controllo della pressione
  • Buona qualità
  • Bel design
  • La polvere si accumula sul tasto di accensione
Test Il miglior spazzolino elettrico: Happybrush R2
  • Testine di ricambio economiche
  • 2 modalità extra
  • Buona qualità
  • No controllo della pressione
  • Timer non ottimale
Test Il miglior spazzolino elettrico: Braun Oral-B Pro 750
  • Conveniente
  • Buona qualità
  • No controllo della pressione
Test Il miglior spazzolino elettrico: Braun Oral-B Pulsonic Slim Luxe 4000
  • Molto maneggevole
  • Design elegante
  • 2 modalità extra
  • Buona qualità
  • No controllo della pressione
Test Il miglior spazzolino elettrico: Braun Oral-B iO Series 7
  • Controllo della pressione
  • Buona qualità
  • 4 modalità extra
  • Con app
  • Pulizia intelligente
  • Indicazione tempo di pulizia
  • Costoso
  • Compatibile solo con costose testine iO
Test Il miglior spazzolino elettrico: Braun Oral-B iO Series 9
  • Controllo della pressione
  • Buona qualità
  • 6 modalità extra
  • Con app
  • Pulizia intelligente
  • Indicazione tempo di pulizia
  • Costoso
  • Compatibile solo con costose testine iO
Test Il miglior spazzolino elettrico: Braun Oral-B iO Series 8
  • Controllo della pressione
  • Buona qualità
  • 5 modalità extra
  • Con app
  • Pulizia intelligente
  • Indicazione tempo di pulizia
  • Costoso
  • Compatibile solo con costose testine iO
Test Il miglior spazzolino elettrico: Braun Oral-B iO Series 6
  • Controllo della pressione
  • Buona qualità
  • 4 modalità extra
  • Con app
  • Pulizia intelligente
  • Indicazione tempo di pulizia
  • Costoso
  • Comptatibile solo con costose testine iO
  • Vecchia base di ricarica
Test Il miglior spazzolino elettrico: Braun Oral-B Genius X
  • Controllo della pressione
  • Con app
  • 5 modalità extra
  • Buona qualità
  • Pulizia intelligente
  • Costoso
Test Il miglior spazzolino elettrico: Braun Oral-B Genius 10000
  • Controllo della pressione
  • Con app
  • 5 modalità extra
  • Buona qualità
  • Costoso
Test Il miglior spazzolino elettrico: Philips Philips Sonicare 9900 Prestige
  • Buona qualità
  • Ottimi accessori
  • 3 modalità
  • Con app
  • Controllo della pressione
  • Costoso
  • Rumoroso
  • Vibrazione eccessiva in mano
Test Il miglior spazzolino elettrico: Philips Sonicare ExpertClean 7300
  • Controllo della pressione
  • 2 modalità extra
  • Con app
  • Buona qualità
  • Costoso
  • Rumoroso
  • Vibrazione eccessiva in mano
Test Il miglior spazzolino elettrico: Braun Oral-B Pulsonic Slim
  • Molto maneggevole
  • Buona qualità
  • Una modalità aggiuntiva
  • No controllo della pressione
Test Il miglior spazzolino elettrico: Braun Oral-B Pro 5000
  • Con app
  • 3 modalità extra
  • Buona qualità
  • Controllo della pressione
  • Costoso
Test Il miglior spazzolino elettrico: Philips Sonicare EasyClean
  • Buona qualità
  • No controllo della pressione
  • Dopo due minuti si spegne
Test Il miglior spazzolino elettrico: Panasonic DentaCare Sonic Vibration EW-DC12
  • Buona qualità
  • Bel design
  • 2 modalità extra
  • Costoso
  • No controllo della pressione
  • Rumoroso
Test Il miglior spazzolino elettrico: Panasonic EW-DL83
  • Una modalità aggiuntiva
  • Bella base di ricarica
  • Buona qualità
  • Costoso
  • No controllo della pressione
  • Rumoroso
Test Il miglior spazzolino elettrico: Braun Oral-B Vitality
  • Ottimo prezzo
  • Poco oscillazioni al minuto
Test Il miglior spazzolino elettrico: Oclean Flow
  • Bel design
  • 4 modalità extra
  • Buona qualità
  • Si ricarica solo in orizzontale
  • No cavo di ricarica
  • No controllo della pressione
Test Il miglior spazzolino elettrico: Oclean X Pro Elite
  • Supporto a parete magnetico
  • Bel design
  • Con app
  • Silenzioso
  • Indicazione del tempo trascorso
  • Lo spazzolino rimane incastrato nella base
  • No cavo di ricarica
  • Costoso
  • No controllo della pressione
Test Il miglior spazzolino elettrico: Oclean Air 2
  • Bel design
  • Silenzioso
  • Base leggera e instabile
  • Base magnetica poco pratica
  • No cavo di ricarica
  • No controllo della pressione
Test Il miglior spazzolino elettrico: Foreo Issa 2
  • Bisogna adattarsi al silicone
  • Testina standard molto grande
  • Costoso
Mostra dettagli prodotto

Lo spazzolino elettrico è più efficace?

La scelta dello spazzolino elettrico non è proprio così semplice: ci sono spazzolini rotondi e allungati, spazzolini rotanti, spazzolini sonici e spazzolini a ultrasuoni, spazzolini con controllo della pressione visivo o tattile, modelli con tecnologia di sbiancamento e pulizia profonda e persino modelli che si connettono allo smartphone tramite bluetooth. E non abbiamo menzionato i diversi tipi di testine.

Il mercato degli spazzolini elettrici risulta quindi parecchio confuso e spesso non è nemmeno facile distinguere tra i vari modelli visto che hanno nomi simili.

Il miglior spazzolino elettrico
Spazzolino elettrico e tradizionale a confronto.

Ma lo spazzolino elettrico è migliore di quello tradizionale? E quali sono le differenze tra le varie tecnologie degli spazzolini elettrici?

A parte alcuni studi odontoiatrici, non esiste una risposta vera e propria. La maggior parte dei presunti test online sono il prodotto di una strategia di marketing e non fanno altro che promuovere gli spazzolini elettrici più costosi e ricchi di funzioni. Non che sia un problema dal punto di vista dell’igiene orale, ma in realtà il fatto è che molti spazzolini elettrici a poco prezzo puliscono esattamente come quelli più costosi.

Per snocciolare la questione e consigliarvi, in tutta coscienza, un buon modello abbiamo testato a lungo gli spazzolini elettrici dei principali produttori. Non solo abbiamo passato settimane a lavarci i denti con diversi modelli di varie fasce di prezzo, ma abbiamo letto anche studi indipendenti e ci siamo confrontati con esperti di odointoiatria.

Un punto critico: come si usa?

Secondo un’analisi della Cochrane Collaboration, che ha valutato i risultati di 56 studi scientifici attorno questo tema, gli spazzolini elettrici rimuovono fino all’11% di placca in più rispetto agli spazzolini manuali tradizionali. Dopo tre mesi, i partecipanti che hanno adoperato lo spazzolino elettrico avevano in media il 21% in meno di placca rispetto a chi ha usato il classico spazzolino manuale.

Tuttavia, molti di questi studi sono stati commissionati dai produttori di spazzolini elettrici, il che ci fa mettere i risultati in prospettiva. E con uno spazzolino manuale dipende molto dalla tecnica utilizzata. Si possono ottenere infatti buoni risultati anche con uno spazzolino tradizionale, ma “la chiave è saperlo usare correttamente”, spiega Carolina Ganß, presidente della società di odontoiatria preventiva in Germania.

Infatti, la stragrande maggioranza si lava i denti in maniera completamente sbagliata, come mostrato in questo video (in inglese):

YouTube

Caricando il video, l’utente accetta l’informativa sulla privacy di YouTube.
Scopri di più

Carica il video

In realtà bisognerebbe fare dei piccoli movimenti circolari su ogni dente, mantenendo lo spazzolino a 45 gradi. Dopo alcuni movimenti, è necessario rimuovere i residui di placca sopra il dente, dalle gengive verso il basso. Non è semplice farlo in maniera corretta.

Lo spazzolino elettrico aiuta a lavare i denti in maniera corretta

Ma come si fa a spazzolare correttamente con uno spazzolino elettrico? Ci sono opinioni contrastanti: c’è chi dice che bisogna fare dei movimenti circolari sui denti, chi di “accarezzarli” o di oscillare. Negli studi, tuttavia, nessuno di questi metodi ha mostrato chiari vantaggi. Secondo un articolo di un quotidiano tedesco, anche le persone che non dispongono di un vero e proprio sistema di spazzolamento hanno comunque una buona igiene orale. A quanto pare, è molto importante che vengano pulite tutte le aree dei denti, l’esterno, l’interno e le superfici masticatorie.

Tuttavia, seguendo un vero sistema, si riduce  il rischio di dimenticare alcune zone durante la pulizia. Per esempio, prima l’area esterna in alto a sinitra, poi all’interno in alto a sinistra, per poi passare all’altro “quadrante”. In questo modo lavarsi i denti diventa una cosa ancora più naturale.

È importante soprattutto spazzolare bene il passaggio tra la gengiva e il dente e portare lo spazzolino fino all’attaccatura delle gengive.

D’altra parte non esistono molte prove scientifiche sui benefici del filo interdentale o la pulizia professionale, anche se i dentisti non fanno altro che ripeterci quanto siano importanti.

In ogni caso, è chiaro che bisognerebbe lavarsi i denti almeno due volte al giorno per circa 2/3 minuti.

C’è una regola che vale sia per gli spazzolini elettrici sia per quelli manuali: dopo circa tre mesi di uso, bisognerebbe cambiare le spazzole, visto che l’effetto pulente col tempo diminuisce notevolemente. Non aspettate che le setole si arriccino verso l’esterno.

Qual è la differenza tra gli spazzolini rotanti e quelli sonici?

Esistono due tipi di spazzolini elettrici: quelli rotanti e quelli sonici. Ci sono poi quelli a ultrasuoni, che però ancora non hanno preso piede nel mercato, poiché hanno bisogno di un dentifricio particolare. Non fanno quindi parte del nostro test.

Abbiamo escluso anche spazzolini a batteria, che spesso si trovano a circa 10 euro in farmacia. Le batterie diventeranno poi dei rifiuti inutili e sono ingombranti. Ci siamo quindi concentrati sugli spazzolini con una batteria ricaricabile incorporata.

Spazzolini rotanti

Negli spazzolini rotanti la testina è azionata da un motore elettrico che fa ruotare lo spazzolino più di 8 mila volte al minuto e pulsare per più di 40 mila volte. Durante questo processo, la spazzola si muove in senso orario e antiorario, avanti e indietro. Ad eccezione dell’Oral-B Vitality, che ruota soltanto, tutti gli spazzolini elettrici con una testina rotonda padroneggiano questa cosiddetta tecnologia 3D.

Gli spazzolini rotanti sono spesso meno cari

Durante la pulizia, lo spazzolino si sofferma su un dente per alcuni secondi per poi essere spostato sul dente successivo. Il movimento completo della testina dipende dal motore elettrico e ogni dente viene pulito individualmente; i denti vengono quindi lavati in maniera più meticolosa.

Gli spazzolini rotanti sono di solito più economici degli spazzolini sonici. Ma la fascia di prezzo è in generale molto ampia: i vari modelli Oral-B della Braun vanno dai 20 ai 200 euro, ma anche oltre.

Spazzolini sonici

Gli spazzolini sonici non puliscono attraverso onde sonore, come erroneamente si pensa, ma con il contatto delle setole sui denti, le quali si muovono rapidamente di una frazione di millimetro avanti e indietro. Il che aiuta a rimuovere meglio la placca e prevenire carie e altre malattie.

Al posto di un motore elettrico, gli spazzolini sonici usano un trasduttore elettrico che fa vibrare rapidamente le setole, realizzando decine di migliaia di movimenti laterali al minuto. Il che consuma molta meno energia di un motore elettrico ed è per questo motivo che gli spazzolini sonici hanno un’autonomia maggiore rispetto quelli rotanti.

Con gli spazzolini sonici è necessaria meno pressione: perfetti per le gengive sensibili

Con uno spazzolino sonico si dovrebbe solo “scivolare” sui denti, senza fare movimenti circolari o di sfregamento. Grazie alla sua forma ovale ricorda più uno spazzolino classico.

In generale gli spazzolini sonici sono più delicati sui denti rispetto agli spazzolini rotanti e risultano quindi più adatti per le persone con gengive sensbili. Tuttavia, possono essere molto più solleticanti e pungenti, soprattutto all’inizio. È una questione di abitudine, ci si adatta in pochi giorni.

Gli spazzolini sonici partono da circa 40 euro, ma esistono anche modelli più costosi intorni ai 200 euro. Nemmeno in questo caso il prezzo più alto equivale a prestazioni maggiori; i modelli infatti differiscono solo nelle caratteristiche.

Spazzolini a ultrasuoni

Negli spazzolini a ultrasuoni le setole vibrano fino a 1,8 milioni di volte al secondo. Richiedono un dentifricio speciale, il quale crea piccole bolle di schiuma che vengono fatte scoppiare dalle vibrazioni ultrasoniche.

I produttori di questo tipo di spazzolini sostengono che denti e gengive sono più protetti in quanto non vengono puliti meccanicamente. Ciò non è stato tuttavia ancora dimostrato. Pertanto, abbiamo escluso gli spazzolini a ultrasuoni dal nostro test.

Non serve spendere tanto

La scelta tra spazzolino rotante e sonico non è solo una questione di gusto, ma anche di atteggiamento del singolo. Chi è più motivato e si impegna di più raggiunge dei buoni risultati anche con una testina rotonda. D’altra parte, chi vuole cambiare radicalmente dovrebbe affidarsi a uno spazzolino sonico. Se usati correttamente entrambi i tipi portano a dei buoni risultati.

Il che significa che anche uno spazzolino elettrico economico senza funzioni aggiuntive oltre al movimento della testina è assolutamente sufficiente.

Funzioni extra

Durante il test abbiamo riscontrato due funzioni particolarmente utili: il timer e il controllo della pressione. Sono proprio queste le tecnologie che ci aiutano a correggere gli errori più comuni che facciamo lavandoci i denti. Secondo vari studi, la maggior parte delle persone non spazzola abbastanza a lungo oppure esercita troppa pressione. A lungo andare, questi errori possono essere dannosi per denti e gengive.

Timer

Quasi tutti gli spazzolini elettrici dispongono ora di un timer di due minuti. Dopo 120 secondi lo spazzolino inizia a tentennare per segnalarci che il tempo minimo è finito. I modelli Philips si spengono direttamente dopo questi due minuti e se si vuole continuare a lavarsi i denti bisogna riaccendere lo spazzolino, non proprio comodissimo. Quasi tutti gli spazzolini con il timer divono i due minuti in segmenti di 30 secondi, in modo da pulire tutte e quattro le aree in maniera uniforme. Alcuni modelli offrono anche un timer di tre minuti ma costano di più, e non ne vale di certro la pena.

Controllo della pressione

Quando le gengive si ritirano e il collo del dente si scopre, significa che si sta applicando troppa pressione. In questi casi ha senso avere un controllo della pressione che vi avverte quando la pressione esercitata è eccessiva.

Il controllo della pressione è una tecnologia utile

In questo caso esistono vari tipi di design. A noi ha convinto solo il feedback visivo di alcuni modelli Oral-B, dove sul manico compare una luce non appena viene applicata troppa pressione.

Il miglior spazzolino elettrico
La maggior parte delle persone esercita troppa pressione, per questo un controllo automatico risulta utile.

Altri sistemi difficilmente saltano all’occhio, come il controllo tattile o acustico degli spazzolini Braun, Philips e Panasonic, che smettono di ruotare e tentennano se si preme troppo forte, cosa che difficilmente notiamo mentre ci laviamo i denti. Possiamo tranquillamente farne a meno.

Modalità di pulizia

I produttori amano pubblicizzare i propri prodotti più costosi per le diverse modalità di pulizia. Per esempio, il modello di punta Oral-B pro 7000 ha sei modalità diverse: pulizia quotidiana, protezione gengive, denti sensibili, sbiancante, pulizia profonda e nettalingua. Anche i modelli più costosi della Philips o della Panasonic offrono caratteristiche simili.

Quello che può sembrare un vantaggio, nella pratica non lo è: le diverse modalità di pulizia non offrono alcun vantaggio ulteriore dal punto di vista medico. Al massimo possiamo trovare piacevole una o l’altra modalità. E se questo ci sprona di più a lavarci i denti ben venga, ma non offre molto di più.

Ci sono poche differenze tra le varie modalità

Onestamente non siamo stati in grado di notare una differenza tra le diverse modalità, ad esempio con il Philips Sonicare FlexCare Platinum. Nemmeno la modalità “pulizia profonda” dell’Oral-B che porta il timer da due a tre minuti non giustifica il costo extra.

Di solito una modalità è più che sufficiente. Giusto per chi ha i denti sensibili una modalità apposta che riduca la velocità di rotazione o vibrazione delle setole potrebbe avere senso, ma niente di più.

Spazzolini smart

Per distinguersi dalla concorrenza, i produttori propongono sempre nuove funzioni e le diverse modalità di pulizia sono solo l’unizio. Braun, ad esempio, pubblicizza i suoi modelli di punta come spazzolini intelligenti che si collegano allo smartphone tramite bluetooth.

L’app corrispondente mostra il tempo che si impiega per lavarsi i denti, quale modalità è stata attività, indica se la pressione è troppo forte e quali zone sono state spazzolate di più o di meno.

Il miglior spazzolino elettrico
Con l’app è possibile tenere d’occhio il processo di pulizia.

L’app Oral-B per iPhone e Android offre qualcosa in più: crea un programma di pulizia individuale per sbiancare i denti nelle settimane successive o per prendersi cura delle gengive. Inoltre vi ricorda di lavarvi i denti più regolarmente e cerca di rendere il processo più divertente con foto e messaggi.

Grazie alla fotocamera dello smartphone, gli spazzolini elettrici riconoscono i movimenti effettuati. Se l’utente trascura un angolo, il sistema di riconoscimento della posizione lo avverte. L’idea è pulire i denti allo stesso modo, e non c’è dubbio che la pulizia unilaterale sia un problema comune.

Il riconoscimento della posizione è superfluo

Durante il nostro test il rilevamento della posizione non è stato affidabile. Dovevamo stare immobili davanti al cellulare, attaccato allo specchio del bagno tramite una ventosa, l’unico modo in cui l’app riusciva a riconoscere il viso e i movimento dello spazzolino. Anche spostandoci di mezzo passo rischiavamo che l’app ci mostrasse un messaggio di errore. Lo stesso accadeva se tenevamo la mano e lo spazzolino in obliquo rispetto al viso.

L’app ci è sembrata molto confusionaria. Magari all’inizio sembrerà tutto bellissimo, ma la verità è che nel quotidiano si tratta soltanto di lavarsi i denti in maniera veloce. Stare davanti al lavandino mattina e sera con lo smartphone diventa fastidioso dopo qualche giorno, soprattutto se non tutta la tecnologia funziona in maniera affidabile.

Le testine Panasonic con tecnologia agli ioni e stazione igienizzante UV sono a nostro avviso una vera e propria esagerazione. Sì, uccidono i germi sulle spatole ma non sono davvero necessarie: basta infatti sciacquarle bene e farle asciugare all’aria. Chiunque sia appena guarito da una malattia contagiosa, dovrebbe comunque sostituire la testina.

Dal 2021 la Braun dispone anche di testine con setole di carbone attivo, che dovrebbero sbiancare ancora di più i denti. Non sappiamo se funzioni e se non crei fastidi nel quotidiano.

La maggior parte di queste funzioni aggiuntive “innovative” offrono pochi benefici rispetto ai soldi che costano.

La scelta della testina: de gustibus

Esistono numerosi tipi di testine. Come per le diverse modalità, anche qui una certo tipo di testina può essere utile per raggiungere i denti posteriori o perché ci dà una sensazione di pulizia più piacevole.

Non bisognerebbe comunque farci troppa attenzione, una testina può infatti anche arrivare a cinque euro. Se scegliete un modello economico, risparmierete soldi e avrete comunque dei denti sani.

Il miglior spazzolino elettrico
Il tipo di testina dipende molto dai gusti personali.

Come per gli spazzolini stessi, lo stesso vale per le testine: quelle rotanti sono più economiche di quelle soniche. Con la TriZone, Oral-B offre una testina di ricambio allungata che muove le setole in orizzontale. Il produttore offre quindi un’alternativa a chi non si trova bene con le testine rotonde ma vuole avvicinarsi al movimento di uno spazzolino manuale. Per noi è stata molto piacevole da usare.

Braun vende anche gli spazzolini stessi come modelli TriZone. L’unica differenza è che la testina viene inclusa nella consegna: se si possiede un Oral-B Pro 600, si può trasformarlo in un Oral-B 600 TriZone semplicemente acquistando la testina a parte. Non è necessario comprare un nuovo spazzolino per usufruire di questa tecnologia.

Oltre alle testine originali, si trovano anche diverse alternative, che però non risultano così efficaci come le controparti di marca.

Il miglior spazzolino elettrico

Il migliore: Oral-B Pro 3 3000

Secondo noi il migliore spazzolino elettrico è l’Oral-B Pro 3 3000 della Braun. Si tratta di uno spazzolino rotante senza inutili funzioni extra, si limita al necessario a un prezzo più che giusto.

Il migliore
Braun Oral-B Pro 3 3000
Test Il miglior spazzolino elettrico: Braun Oral-B Pro 3 3000
Il Braun Oral-B Pro 3 3000 porta con sé tutte le più importanti funzioni base, è robusto e affidabile.

L’ Oral-B Pro 3 3000 è comodo da tenere in mano e si presenta con il nuovo manico standard Oral-B, che, rispetto ai modelli precedenti, sembra più liscio e con un design più moderno. Il pulsante di accensione risulta anche più comodo. Lo spazzolino pulisce con precisione e delicatezza, lasciando una buona sensazione in bocca.

Il Pro 3 3000 incorpora anche una modalità di pulizia per denti sensibili e per la protezione delle gengive, molto importanti per gli anziani o per chi soffre in generale di gengive o denti sensibili. Abbiamo apprezzato anche la presenza di un controllo della pressione, dato che molti tendono a premere troppo forte quando si lavano i denti. Se la pressione è troppo alta, sul collo della testina si accenderà una luce rossa, facilmente riconoscibile allo specchio.

1 di 4
Il miglior spazzolino elettrico
Il nuovo manico dell'Oral-B Pro 3 3000.
Il miglior spazzolino elettrico
Il pulsante di accensione adesso è in gomma.
Il miglior spazzolino elettrico
Nel collo della testina si illumina una spia rossa se si applica troppa pressione.
Il miglior spazzolino elettrico
Tutte le testine Oral-B sono compatibili.

Anche il prezzo non è male. Non ci sono differenze significative rispetto ai modelli più costosi, tranne il supporto dell’app, che comunque a nostro avviso solo in pochi usano. Potete quindi risparmiarvi queste spese extra.

In dotazione vi è una stazione di ricarica e una testina, tutto ciò di cui avrete bisogno.

Questo spazzolino elettrico dovrebbe avere un’autonomia tale da poter portarlo in vacanza per sette giorni, lasciando la stazione di ricarica a casa. Ma se intendete fare viaggi più lunghi allora dovreste mettere in valigia il caricatore. Secondo quanto indicato, la batteria dovrebbe durare due settimane, ma dipende da quante volte e quanto a lungo ci laviamo i denti. Non è inclusa una custodia da viaggio.

Alternative

A nostro avviso l’Oral-B Pro 3 3000 è la migliore opzione. Esistono però anche alternative a prezzo inferiore, con diverse funzioni o tecnologia sonica.

Buona alternativa: Happybrush R2

Lo spazzolino rotante della start-up tedesca Happybrush ci ha fatto una buona impressione durante il test. Ci ha convinto in particolare la durata della batteria: poco più di due ore, questo significa che possiamo usarlo per 31 giorni senza doverlo ricaricare. Si tratta di un record per questa tipologia, solo gli spazzolini sonici durano di più.

L'alternativa
Happybrush R2
Test Il miglior spazzolino elettrico: Happybrush R2
Lo spazzolino elettrico Happybrush è preciso e piacevole.

Un altro plus è la porta micro USB sulla stazione di ricarica che permette allo spazzolino di essere ricaricato con un cavo per smartphone, cosa molto comoda quando siamo in viaggio.

Ha tre modalità di pulizia: normale, per denti sensibili e lucidante, offrendo quindi di più rispetto ad altri modelli nella stessa fascia di prezzo. Tuttavia, come già accennato, non si dovrebbe dare troppo peso alle diverse modalità di pulizia al momento dell’acquisto, visto che di solito se ne usa comunque una sola.

Ci è piaciuto anche il fatto che le testine di ricambio siano molto convenienti, solo 5 euro una confezione da due. Purtroppo esistono solo le testine rotonde, e non testine più allungate come nel caso di Oral-B.

Dobbiamo inoltre fare a meno di una spia di controllo della pressione. Certo la testina si flette se si fa troppa pressione, ma ciò non ci impedisce dal premere con forza su denti e gengive. Qualche critica anche sul timer: sebbene lo spazzolino smetta brevemente di vibrare ogni 30 secondi per i primi due minuti, continua a vibrare incessantemente dopo che il tempo è trascorso. Oral-B, invece, rimane sempre sul ritmo dei 30 secondi, cosa che apprezziamo di più.

Se state cercando uno spazzolino rotante economico con batteria dalla lunga autonomia, allora l’Happybrush R2 è la scelta che fa per voi.

Conveniente: Braun Oral-B Pro 750

L’Oral-B Pro 750 è la scelta migliore per chi non ha problemi nell’utilizzare la stessa modalità di pulizia e chi non ha bisogno di funzioni extra.

Conveniente
Braun Oral-B Pro 750
Test Il miglior spazzolino elettrico: Braun Oral-B Pro 750
L'Oral-B Pro 750 fa bene il suo lavoro senza troppi fronzoli, il tutto a buon prezzo.

Questo spazzolino elettrico svolge il suo lavoro esattamente come gli altri modelli della Braun e costa solo 30 euro. La maggior parte delle persone usa in ogni caso soltanto la modalità standard di pulizia e non sentirà la mancanza delle altre.

1 di 3
Il miglior spazzolino elettrico
L'Oral-B Pro 750 è compatibile con tutte le testine comuni.
Il miglior spazzolino elettrico
Tramite una spia luminosa capiamo il livello della batteria.
Il miglior spazzolino elettrico
L'Oral-B Pro 750 nel suo design classico.

L’unico difetto del Pro 750 è la mancanza di controllo della pressione. I dentisti raccomandano questa funzione per evitare di danneggiare troppo le gengive. Per questo motivo come vincitore del test abbiamo optato per un modello con controllo della pressione. Tuttavia, se siete sicuri di potervi “controllare” da soli, potete ad esempio scegliere questo modello a un prezzo più contenuto.

Spazzolino sonico: Braun Oral-B Pulsonic Slim Luxe 4000

Se volete uno spazzolino sonico e al contempo abbellire il bagno con un pezzo di design, allora l’Oral-B Pulsonic Slim Luxe 4000. Non ha solo un bell’aspetto, ma il peso leggero e la forma sottile lo rendono comodo da usare e, rispetto ai modello sonici più economici, assicura una vera sensazione di pulizia in bocca.

Spazzolino sonico
Braun Oral-B Pulsonic Slim Luxe 4000
Test Il miglior spazzolino elettrico: Braun Oral-B Pulsonic Slim Luxe 4000
Piccolo, leggero ed elegante: il migliore spazzolino sonico in gara.

Il Luxe 4000 ha un’autonomia della batetria di 14 giorni, che solo i modelli rotanti della Oral-B raggiungono. Vi è naturalmente anche un timer con una breve rotazione dello spazzolino ogni 30 secondi che vi avverte per cambiare quadrante della bocca. Se ci atteniamo al timer, avremo due minuti pieni di pulizia in cui ogni zona viene pulita in modo uniforme.

1 di 5
Il miglior spazzolino elettrico
L'elegante design dell'Oral-B Pulsonic Slim Luxe 4000.
Il miglior spazzolino elettrico
Grazie alla sua forma sottile risulta facile da maneggiare.
Il miglior spazzolino elettrico
Il retro è liscio e opaco.
Il miglior spazzolino elettrico
Le modalità di pulizia sono: lavaggio quotidiano, denti sensibile e lucidatura.
Il miglior spazzolino elettrico
Le testine sono le Oral-B Pulsonics.

Lo Slim Luxe 4000 è dotato due modalità aggiuntive: una per denti e gengive sensibili e una di lucidatura. La prima si rivela molto utile per le persone anziane o se una zona della bocca è irritata. Se avete bisogno o meno di queste modalità, dipende solo da voi.

Lo spazzolino sonico si presenta in un bel rosa opaco. I modelli 4100 e 4200, leggermente più costosi, sono anche disponibili in argento. In dotazione c’è una testina e una stazione di ricarica. A nostro avviso questo modello è ad oggi il migliore spazzolino sonico.

Se i soldi non contano: Braun Oral-B iO Series 7

Dopo aver spazzolato i denti, il Braun Oral-B iO Series 7 mostra una faccina sorridente se vi siete lavati i denti per almeno due minuti. Inoltre, è possibile vedere il tempo trascorso sul display in bianco e nero. Oral-B ha anche migliorato la stazione di ricarica: risulta più piatta, ha un design più moderno ed è leggermente magnetica. Anche qui è possibile connettersi all’app associata.

Se i soldi non contano
Braun Oral-B iO Series 7
Test Il miglior spazzolino elettrico: Braun Oral-B iO Series 7
L'Oral-B iO 7 è semplice da usare, comodo e dà un buon feedback.

Sicuramente con l’Oral-B iO Series 7 posare e prendere lo spazzolino risulta più comodo, grazie soprattutto alla base leggermente magnetica dal peso giusto. Infatti anche altri modelli in gara avevano la base magnetica, ma risultava così leggera che si rischiava di tirarla su insieme allo spazzolino.

La vecchia stazione Oral-B aveva una piccola base di attacco su cui un sistema meccanico impediva allo spazzolino di cadere. Però lo spazzolino aveva un’estremità cava in cui la muffa si depositava facilmente. Ora non accade più.

1 di 5
Il miglior spazzolino elettrico
Il design moderno dell'Otal-B iO.
Il miglior spazzolino elettrico
Le testine sono nuove, e anche più costose.
Il miglior spazzolino elettrico
Una luce si illumina di rosso se si fa troppa pressione.
Il miglior spazzolino elettrico
Il tasto inferiore permette di cambiare modalità di pulizia. Uno smiley compare se ci si è lavati i denti per almeno due minuti.
Il miglior spazzolino elettrico
La faccina diventa triste se non abbiamo spazzolato abbastanza a lungo.

Lo spazzolino risulta inoltre più silenzioso, questo perché lavora anche con le microvibrazioni. Il display vi ricorda anche che è il momento di cambiare testina, molto pratico.

I cinque programmi diversi dell’Oral-B iO Series 7 sono: pulizia quotidiana, denti sensibili, protezione gengive, pulizia profonda e sbiancamento. Anche qui è presente una luce rossa che si illumina quando stiamo applicando troppa pressione. Non abbiamo trovato indicazioni sulla durata della batteria, ma a seguito del nostro test pensiamo sempre intorno alle due settimane. In dotazione è inclusa anche una custodia da viaggio.

L’app vi mostra dove stata pulendo e quando l’area è stata spazzolata abbastanza. Ci sono anche dei giochini, come la raccolta punti e medaglie. Sicuramente il promemoria per il cambio di testina è utile, ma crediamo che non serva un’app per ricordarcelo.

Le differenze con le serie 6, 8 e 9 stanno tutte negli accessori: la seria 6 ha ancora la vecchia stazione di ricarica, la 8 e 9 hanno custodie da viaggio di qualità superiore, due modalità aggiuntive e un display a colori, cosa che non offre dei veri vantaggi. Per noi non vale la pena spendere di più per la seria 8 o 9, per questo la 7 rimane la migliore.

La concorrenza

Braun Oral-B iO Series 9

L’Oral-B iO Series 9 è soprattutto una cosa: costoso. Sebbene questo spazzolino elettrico offra una o due modalità aggiuntive, non riteniamo che il sovrapprezzo sia giustificato. Abbiamo apprezzato il display dove viene indicato il tempo trascorso. A parte questo, ci sono extra simili ai modelli Genius, come ad esempio la possibilità di cambiare il colore del Led e di associare l’app.

Come già accennato, l’utente medio fa a meno di usare un’app mentre si lava i denti. Lavarsi i denti è una necessità, nella fretta del mattino non sempre si avrebbe voglia di andare in bagno con il cellulare, attaccarlo al supporto e avviare l’app. Chi invece desidera questa opzione, può dare un’occhiata al modello proposto in “Se i soldi non contano”. Per il resto, lo spazzolino è comodo da tenere in mano e non risulta troppo rumoroso. La differenza con la serie 7 e 8 dell’Oral-B è che la custodia da viaggio è dotata di una funzione ricarica e analisi 3D delle gengive, e inoltre di uno o due modalità di pulizia.

Braun Oral-B iO Series 8

L’Oral-B iO Series 8 è molto simile al 9, l’unica differenza visiva è l’estremità inferiore, che nel 9 è in argento, in questo spazzolino elettrico no. Altre differenze si trovano negli accessori: la serie 8 ha in dotazione una normale custodia da viaggio senza funzione di ricarica. A parte questo, ha semplicemente una modalità di pulizia in meno ma a nostro avviso non è un fattore così importante. Consigliamo comunque la serie 7 perché offre quasi gli stessi comfort a un prezzo inferiore.

Braun Oral-B iO Series 6

L’Oral-B iO Series 6 è la più piccola della serie iO. Combina vecchi e nuovi modelli, visto che ha ancora la vecchia stazione di ricarica, che secondo noi attira facilmente la muffa. Per il resto non differisce molto dalla serie 7, che comunque consigliamo per via della nuova stazione di ricarica.

Braun Oral-B Genius X

Per un periodo, l’Oral-B Genius X della Braun ha fatto parte della top gamma degli spazzolini elettrici. Unica pecca è il prezzo, perché è ancora piuttosto alto. Il manico è liscio e un po’ più grande e pesante degli altri modelli e risulta in generale più piacevole al tatto. La parte posteriore e i pulsanti (tasto di accensione e cambio di modalità) sono in gomma. Le varie modalità di pulizia sono indicate tramite dei simboli che si illuminano quando lo spazzolino è in uso. Al di sotto di questi simboli si trova l’indicazione di bluetooth e dello stato della batteria.

1 di 4
Il miglior spazzolino elettrico
Le testine sono disponibili sia in bianco sia in nero.
Il miglior spazzolino elettrico
La custodia da viaggio che funge anche da base di ricarica.
Il miglior spazzolino elettrico Test: 057 Img
Può contenere lo spazzolino e due testine.
Il miglior spazzolino elettrico
La custodia può anche essere usata come appoggio per lo smartphone.

Oltre alla base di ricarica bianca, il Genius X viene fornito anche con una custodia da viaggio dove possono essere conservati spazzolino e due testine. Una valigetta sarebbe sufficiente quindi per due persone in viaggio. Grazie alla porta USB integrata permette di ricaricare lo spazzolino ed è anche presente un supporto per il cellulare, in modo da poter comodamente usare l’app anche in vacanza.

Il set Luxe Edition include una stazione di ricarica nera e una bella custodia decorata. Troviamo o tre testine nere o bianche nel caso dell’edizione bianca e oro rosa, che però costa quasi 20 euro in più.

Questo spazzolino smart riconosce dove si sta pulendo e dove si è già pulito, in modo da evitare di pulire le stesse zone troppo a lungo o troppo poco.

In genere l’app risulta più “snella”: la pulizia della lingua, il filo interdentale e i risciacqui sono fanno più parte della “pulizia quotidiana”, il che ci sembra più sensato, fa risparmiare tempo e motiva le persone ad usare davvero l’app. Anche l’interfaccia è stata migliorata.

Chi vuole fare affidamento su uno spazzolino di nuova tecnologia, allora dovrebbe optare per il Genius X. Lo stesso vale per chi desidera una pulizia ottimale, con timer e controllo della pressione.

Philips Philips Sonicare 9900 Prestige

Lo spazzolino sonico Philips Sonicare 9900 Prestige ci ha fatto subito una bella impressione: viene fornito in una bella confezione in pelle vegana e una base luccicante. La base di ricarica è comunque rivestita in plastica per proteggersi dagli schizzi, cosa che non la rende particolarmente bella alla vista. La vibrazione in mano è abbastanza forte e lo spazzolino risulta rumoroso, il che risulta fastidioso dopo un po’ di tempo. Ci ricorda quando cambiare testina e presenta tre modalità di pulizia, selezionabili attraverso un tastierino touch. La qualità è alta, il che si riflette però anche nel prezzo. Ovviamente non potevano mancare lo stato della batteria e il controllo della pressione. Secondo noi è comunque troppo costoso per essere uno spazzolino.

Braun Oral-B Pulsonic Slim

Un’alternativa interessante per chi desidera unao spazzolino sonico è l’Oral-B Pulsonic Slim. Il primo spazzolino sonico della Braun si presenta con una forma molto allungata, poco più spessa di uno spazzolino manuale. Sicuramente questa forma si traduce con una batteria dall’autonomia minore. Gli spazzolini sonici consumano meno energia, e questo può durare per 50 minuti  o 17 giorni, sempre utilizzandolo per lo stesso tempo di uno spazzolino elettrico. Offre due modalità di pulizia, una normale e una per denti sensibili. Purtroppo non ha un controllo della pressione.

Il test passo per passo

Abbiamo testato i 39 spazzolini a casa per alcune settimane in modo tale da valutare il comfort di spazzolamento e naturalmente la sensazione di pulizia dei denti dopo l’uso dello spazzolino. 22 di questi sono ancora disponibili sul mercato.

1 di 5
Il miglior spazzolino elettrico
I nuovi spazzolini elettrici.
Il miglior spazzolino elettrico
Gli spazzolini elettrici dell'aggiornamento del 01/2021.
Il miglior spazzolino elettrico
Gli spazzolini dell'aggiornamento del 7/2019.
Il miglior spazzolino elettrico
Gli spazzolini dall'aggiornamento del 2/2019.
Il miglior spazzolino elettrico
Gli spazzolini elettrici dal primo test.

Anche la qualità della fabbricazione, le modalità di pulizia e le funzionalità hanno contribuito nella valutazione. Per noi è stato importante che gli spazzolini avessero un controllo della pressione e che offrissero un buon rapporto qualità-prezzo. Un centinaio di euro in più per una singola funzione, per esempio, non è nell’interesse dei consumatori.

Domande più frequenti

Qual è il migliore spazzolino elettrico?

Il migliore spazzolino elettrico è l’Oral-B Pro 3 3000. Non ha funzioni extra, ma è di ottima qualità e dal design moderno, spazzola in maniera precisa a un prezzo più che giusto.

Uno spazzolino elettrico ha bisogno di controllo della pressione?

Sicuramente il controllo della pressione può risultare utile per molte persone. Spesso esercitiamo troppa pressione mentre ci laviamo i denti, cosa che a lungo termine può danneggiare denti e gengive.

Ha senso comprare uno spazzolino con l'app?

L’app associata è un simpatico extra che ci indica ad esempio se abbiamo tralasciato una zona in particolare, il tempo di spazzolamento e memorizza questi dati per un lungo lasso di tempo. Per noi l’app è abbastanza inutile e sicuramente poco realistica. Dopo due settimane non avremmo più voglia di aprire l’app mentre ci laviamo i denti, soprattutto al mattino se siamo di fretta.

Commenti

0 Commenti