Il miglior tagliaerba Test: Apertura
test
Pubblicato: 20.12.2021

Il miglior tagliaerba robot

Abbiamo testato 23 tagliaerba robot. Secondo noi il migliore è il Worx Landroid M 700: taglia bene qualsiasi prato, sia che si tratti di un prato inglese, che di un prato in collina con arbusti o di un parco giochi per bambini. Con il suo design versatile e per mezzo di moduli può essere adattato a diversi terreni.

Sebastian Jentsch
Sebastian Jentsch
giornalista tecnologico, abita vicino Berlino. È stato capo redazione del Notebookjournale direttore area consumatori di Notebookcheck. scrive da più di dieci anni di tecnologia mobile, in particolare notebook, smartphone e tablet. Vista la sua passione per cucina e giardinaggio, si occupa anche di prodotti per la casa.
Miryam Cocco
Miryam Cocco
appassionata delle lingue straniere, è laureata in Germanistica e Anglistica. Si occupa da anni di traduzioni di testi e assistenza linguistica tra il tedesco e l’italiano.
Aggiornamento informazioni

Testiamo in continuazione nuovi prodotti e revisioniamo i nostri consigli con regolarità. Vi informeremo non appena questo articolo sarà stato aggiornato.

I tagliaerba robot sono di gran moda e non c’è da stupirsi, visto che possono semplificano il compito di tagliare regolarmente il prato. Abbiamo testato se questo funziona davvero come ci si aspetta.

Per il nostro test abbiamo messo a confronto per una settimana un totale di 23 tagliaerba robot con prezzi compresi tra 450 e 2.000 euro. Le differenze sono grandi: alcuni tagliaerba sono una seccatura, altri danno buoni risultati. Attenzione, costoso non significa automaticamente di buona qualità. Le nostre migliori raccomandazioni Worx e Yardforce, rappresentano i tagliaerba robot più economici del test.

Nella nostra ricerca di un dispositivo tuttofare, adatto a ogni tipo di giardino, i modelli costosi spesso non ci hanno convinto, restano incastrati in zone sabbiose e la presenza di troppi ostacoli sul prato li mette in difficoltà.

I nostri consigli in breve

Il migliore

Worx Landroid M 700

Test Il miglior tagliaerba: Worx Landroid M 700
Lavora silenziosamente, permette l'aggiunta di componenti e ha una batteria rimovibile.

Il Worx Landroid M 700 è un pacchetto completo idoneo per giardini di medie dimensioni, sia che ci siano bambini in giro o meno. Silenzioso e delicato, questo dispositivo si fa strada lungo il terreno e lavora bene anche lungo i bordi del prato. Il tosaerba robotico si arrampica, con i suoi pneumatici ruvidi, anche sui pendii. Si possono impostare i tempi di lavoro nell’app e definire delle zone a differente intensità di taglio.

Il Worx Landroid M 700 WR142E è basato su un principio modulare. Le famiglie ad esempio, potrebbero comprare il modulo ACS (Anti Collision System), le persone con molte aiuole invece, quello con le strisce magnetiche off-limits, e altri che hanno 900 metri quadrati di giardino possono acquistare fin da subito la batteria da sei ampere, con una maggiore autonomia.

Conveniente

Yardforce Compact 400Ri

Test Il miglior tagliaerba: Yardforce Compact 400Ri
Offre sicurezza con sensori a ultrasuoni ed è giusto per le famiglie con bambini piccoli, particolarmente adatto in un piccolo giardino.

L’Yardforce Compact 400Ri offre un pacchetto completo per un piccolo giardino familiare a un prezzo interessante. Il suo stile di guida attento, un ampio paraurti e la prevenzione delle collisioni tramite sensori a ultrasuoni, garantiscono la sicurezza, non solo per i bambini che giocano.

Dove altri tagliaerba robot sbattono, Yardforce riconosce gli ostacoli e li aggira. A questo si aggiunge un rumore di funzionamento appena udibile e un funzionamento automatico per il quale non è nemmeno necessario utilizzare l’app.

Un intelligente tuttofare

Bosch Indego S+ 350

Test Il miglior tagliaerba: Bosch Indego S+ 350
Il tagliaerba robot intelligente senza WiFi guida in modo mirato e calcola da sola i tempi di falciatura, in base al tempo atmosferico, alla posizione e alla ricrescita.

L’ Indego S+ 350 è un tagliaerba robot della Bosch, un tuttofare intelligente. È immediatamente pronto per l’uso senza WiFi e non si ha bisogno nemmeno di perdere tempo con l’app per la prima configurazione. Ha accesso a dati meteorologici e regola il tempo di lavoro di conseguenza.

È l’unica falciatrice robotica che misura il giardino e falcia sistematicamente in corsie. In questo modo è più veloce degli altri tagliaerba robot e può riprendere esattamente da dove ha lasciato dopo aver caricato la batteria.

Tabella di confronto

Il miglioreWorx Landroid M 700
ConvenienteYardforce Compact 400Ri
Un intelligente tuttofareBosch Indego S+ 350
AL-KO Robolinho 500 E
AL-KO Robolinho 500 W
Worx M700 Plus
Bosch Indego S+ 500
Worx Landroid M500 WR141E
Gardena Smart Sileno City 500
Stiga Autoclip M5
Bosch Indego 400 Connect
Test Il miglior tagliaerba: Worx Landroid M 700
  • Batterie Powershare, ideale per lo stoccaggio invernale
  • Aggiornabile opzionalmente con accessori
  • Appena udibile
  • Stile di guida fluido, urti leggeri
  • Display non protetto
  • Picchetti di terra corti
  • App difettosa in alcuni punti
Test Il miglior tagliaerba: Yardforce Compact 400Ri
  • Guida attenta, evita l'urto grazie alla tecnologia dei sensori ultrasonici
  • Avvio e programmazione approssimativa senza app
  • Quattro aree di falciatura
  • Robusto, senza aperture
  • Larghezza di taglio stretta
  • App difettosa in alcuni punti
  • Non passa sotto oggetti bassi (es. altalene)
Test Il miglior tagliaerba: Bosch Indego S+ 350
  • Falciatura intelligente in base al luogo e al tempo atmosferico
  • Veloce
  • Non ha bisogno di WLAN
  • Compatibile con Alexa
  • Continuazione precisa dopo la carica
Test Il miglior tagliaerba: AL-KO Robolinho 500 E
  • Adatto a superfici sabbiose
  • Superficie secondaria regolabile
  • Guida lenta e tranquilla
  • Facile
  • Senza app (nella versione Robolinho 500 I)
  • Inserimento fastidioso del PIN di sicurezza
Test Il miglior tagliaerba: AL-KO Robolinho 500 W
  • Avvio e programmazione senza app
  • 1 Area secondaria
  • Appena udibile
  • Guida attenta, urti leggeri
  • Picchetti da terra lunghi
  • La connessione con la app non riesce
  • È fastidioso inserire il PIN ogni volta dopo il malfunzionamento (altrimenti non si spegne)
  • Protezione del display delicata
Test Il miglior tagliaerba: Worx M700 Plus
  • Guida molto vicina al bordo e funzione cut-to-edge
  • Sensore di pioggia reale
  • Funzionamento automatico (senza app)
  • Veloce da impostare
  • Telaio robusto
  • Lame flessibili e carrello flessibile con piatto rasa erba
  • L'ingresso nella base funziona sempre
  • Guida dura e urti violenti (spinge via anche alcune pietre)
  • Relativamente forte
  • Ruota anteriore discreta
  • Scivoloso sotto la pioggia
  • Display non protetto
Test Il miglior tagliaerba: Bosch Indego S+ 500
  • WiFi non necessario (servizio M2M)
  • Mappe e falci efficienti
  • Cavo elettronico lungo
  • Molto silenzioso
  • Super App
  • Buon modello di falciatura
  • Le ruote non scivolano mentre piove
  • Occasionalmente non entra in stazione in modo ordinato
  • Errori vicino altalene, pilastri e cavi
Test Il miglior tagliaerba: Worx  Landroid M500 WR141E
  • Funzionamento automatico
  • Batteria sostituibile
  • Espansione modulare: localizzazione GPS, anticollisione, collegamento radio,
  • Alexa e Google Assistant
  • Taglio ai bordi
  • No app o WiFi
  • Motore automatico
Test Il miglior tagliaerba robot: Gardena Smart Sileno City 500
  • Filo guida per un rapido ritorno alla colonnina di ricarica
  • Silenzioso e leggero
  • Integrazione nel sistema Gardena
  • Alexa, Google Assistant, Home Kit
  • Non per superfici sabbiose
  • L'integrazione WiFi dell'uscita non funziona
  • L'aggiornamento del firmware non riesce
  • Molti blocchi infondati
Test Il miglior tagliaerba: Stiga Autoclip M5
  • Molto silenzioso
  • Regolabile superficie laterale
  • Molto silenzioso
  • Regolabile superficie laterale
  • Pesante
  • La connessione dell'app ha funzionato solo con il secondo telefono
  • Guida non semplice
  • Non per superfici sabbiose
Test Il miglior tagliaerba robot: Bosch Indego 400 Connect
  • Gut für kleine Flächen geeignet
  • Fährt sich schnell fest
  • Kein richtiges Display
Mostra dettagli prodotto

Giocattolo costoso o un aiuto sensato?

Avete di meglio da fare che prendervi cura del vostro prato? Preferite dedicare il vostro tempo prezioso agli amici o a un vostro hobby? Molto bene, questi sono i giusti prerequisiti per pensare all’acquisto di un tagliaerba robot. Ci sono, tuttavia, anche delle insidie quando si usano le falciatrici robotiche di cui bisogna essere consapevoli prima dell’acquisto. Anche perché i piccoli aiutanti da giardino non sono esattamente economici.

Che sia un prato all’inglese o un prato incolto, non importa, dove cresce l’erba, si taglia, dove non c’è, non si taglia.

1 di 13
Il miglior tagliaerba Test: Worx
Worx Landroid M 700 WR142E: un affidabile tuttofare per qualsiasi terreno.
Il miglior tagliaerba Test: Tagliaerba
Se l'ostacolo è troppo piccolo e troppo leggero, lo spinge via.
Il miglior tagliaerba Test: Tagliaerba 1
Guida con qualsiasi tempo, a meno che non gli venga segnalata una tempesta.
Il miglior tagliaerba Test: Galleria
Uno dei nostri giardini di prova con tappeto erboso arrotolato: aree ben delimitate, ampi corridoi, qui i robot hanno vita facile.
Il miglior tagliaerba Test: Galleria 2
Ostacoli del terreno: zona laterale che può essere raggiunta solo attraverso un corridoio di 70 centimetri.
Il miglior tagliaerba Test: Galleria 3
Anche un ostacolo: una grata a livello del suolo.
Il miglior tagliaerba Test: Galleria 4
Non avevamo escluso questa piccola struttura.
Il miglior tagliaerba Test: Galleria 5
Inoltre, non abbiamo nemmeno escluso queste pietre a livello del suolo.
Il miglior tagliaerba Test: Galleria 6
Il piccolo pendio (altezza: 15 cm) può diventare una trappola, la pendenza è troppo grande.
Il miglior tagliaerba Test: Galleria 7
I robot amano anche passare su pietruzze e sabbia morbida.
Il miglior tagliaerba Test: Galleria 8
Pietre sulla superficie? Nessun problema.
Il miglior tagliaerba Test: Galleria 9
Terreno difficile: le zone sabbiose e parzialmente asciutte vanno bene, purché siano in piano.
Il miglior tagliaerba Test: Galleria 10
Anche le zone sabbiose senza erba possono causare problemi.

I tagliaerba robot possono gestire prati di grandi dimensioni, ma se l’obiettivo è un perimetro più di 1.000 metri quadrati occorre comprare un dispositivo idoneo a un lavoro del genere, perché non tutti hanno una batteria che resiste così a lungo.

Poiché quasi tutti i tosaerba robot funzionano in modalità casuale (tranne Bosch Indego), non possono continuare dal punto in cui hanno termiato il lavoro dopo la ricarica. Anche i motori dei piccoli tosaerba robotici non sono fatti per tempi di funzionamento così lunghi.

Ogni robot tagliaerba è adatto a una specifica area del prato

Secondo la nostra esperienza tuttavia, si può certamente avere un tosaerba robotizzato con un’area di 500 metri quadrati che falcia un’area di 800 metri quadrati. La buona riuscita dipende molto se il prato è su un unico livello.

La maggior parte dei giardini, soprattutto quelli più piccoli (fino a 800 metri quadrati), hanno spesso due o tre segmenti di prato collegati da corridoi stretti, che presentano anche ostacoli come alberi e cespugli, un orto, un parco giochi o decorazioni in pietra. Se anche voi avete un giardino simile è meglio che compriate un tosaerba robotizzato idoneo alla vostra superficie.

Bisogna prestare particolare attenzione ai bordi, in quanto il robot tagliaerba può tagliare precisamente l’erba del perimetro solo se l’area adiacente è a livello del prato. Se il tosaerba robot viaggia lungo un muro, non può essere tagliato nessun filo d’erba. Il vincitore del nostro test Worx arriva a pochi centimetri dal bordo e ha fornito il miglior risultato tra tutti i robot nel test, anche se non è stato precisissimo.

Ostacoli

Quanto bene un tosaerba robot faccia il suo lavoro, dipende molto dalle condizioni del terreno. Se il giardino è stato curato professionalmente allora sarà perfettamente livellato e le passerelle o i gradini messi in piano con il prato favoriscono notevolmente la buona riuscita del lavoro di uno di questi tagliaerba.

Ma non è sempre questo il caso! I gradini e i pendii vari presenti nel prato, interferiscono con il lavoro del robottino.

Le fonti di interferenza sul prato devono essere eliminate

Abbiamo svolto il nostro test su un giardino che presentava tali circostanze e alla fine abbiamo scelto il tosaerba che lavorava, anche in condizioni non ottimali, disturbando il meno possibile.

Carriola, annaffiatoio, attrezzi da giardino, giocattoli, tavoli, ombrelloni, cose che si trovano sempre in giardino. Queste sono tutte trappole che possono bloccare il lavoro di un tosaerba robot. Idealmente, il tagliaerba elettrico può gestirli, girando intorno attorno a ognuno di essi. Questo almeno è il modo in cui uno se lo immagina.

1 di 8
Il miglior tagliaerba Test: Galleria 1
Grazie agli ultrasuoni, il robot rileva i cumuli di foglie.
Il miglior tagliaerba Test: Galleria 2
Yardforce Compact 400Ri: gli ultrasuoni rilevano anche gli ostacoli aerei.
Il miglior tagliaerba Test: Galleria 3
Stiga Autoclip M5: bloccato sul bordo.
Il miglior tagliaerba Test: Galleria 4
Stiga Autoclip M5: i raschietti per lo sporco sono uno svantaggio nella sabbia.
Il miglior tagliaerba Test: Galleria 6
Si è anche bloccato nella sabbia e troppo spesso sulla superficie mista ...
Il miglior tagliaerba Test: Galleria 5
... e scava delle buche nel terreno sabbioso.
Il miglior tagliaerba Test: Galleria 7
Anche il Bosch Indego 400 si blocca nella sabbia.
Il miglior tagliaerba Test: Galleria 8
La ragione è la ridotta altezza da terra.

La realtà è spesso diversa, ostacoli leggeri, come un secchio o un annaffiatoio vuoto, vengono spinti in avanti, cavi o corde vengono avvolti o tagliati. Anche il filo di confine del tosaerba, se mal posato in superficie, viene tagliato senza pietà, per poi fermarsi per un malfunzionamento.

È come un robot aspirapolvere: il tosaerba automatico ha bisogno di un percorso chiaro e bisogna crearglielo. Per andare sul sicuro si dovrebbero evitare tutte le potenziali fonti di pericolo.

Corridoi e aree parziali

Nel test abbiamo notato un aspetto importante che sarebbe stato da considerare  in anticipo. Questi aiutanti da giardino possono gestire diverse sotto-aree se sono collegate da un corridoio sufficientemente ampio. L’aspetto critico qui è “sufficientemente ampio”. Se le vostre due aree sono collegate da uno stretto passaggio largo 60 centimetri, non c’è speranza per il tagliaerba elettrico.

Perché? Dopotutto il tagliaerba robot è largo solo 30-40 centimetri? La causa risiede nei cavi di confine, che devono essere posati lungo il perimetro del giardino e che servono a segnare il confine esterno per il tagliaerba. Questi cavi però sono posati a una distanza di 20-30 centimetri dal bordo. Quindi nel passaggio ci sarebbero da zero a 20 centimetri per proseguire il percorso, ma con soli 60 cm a disposizione, tutto questo non è realizzabile.

Abbiamo però notato delle possibili soluzioni, come ad esempio il Bosch Indego S+ 350 che è possibile posizionarlo manualmente su tali aree parziali.

Il miglior tagliaerba Test: Perimetro
Worx dichiara una larghezza minima di un metro, ma anche 80 centimetri sono sufficienti.

Purtroppo non è possibile scoprire la larghezza dei corridoi necessari di un particolare modello. Infatti dalle schede tecniche della maggior parte dei tosaerba elettrici non è scritto. Per il Worx, 80 centimetri sono sufficienti, l’abbiamo provato!

Se avete dei passaggi particolarmente stretti, dovreste optare per un tagliaerba robot con filo guida. Il filo guida è un terzo filo che parte dalla stazione di ricarica, attraversa il corridoio e finisce al centro di un’area aperta. Risolve due problemi: guida in modo affidabile il dispositivo e se la batteria è scarica, lo riporta alla stazione il più rapidamente possibile.

La maggior parte dei tagliaerba robot non hanno un filo guida, compreso il nostro vincitore del test. Worx si basa su AIA (Artificial Intelligence Algorithm). Il tagliaerba robot riconosce quando si trova in un passaggio stretto e vi naviga in modo abbastanza efficace. Quando urta il filo di confine, non indietreggia ma rimbalza, il che lo guida attraverso il passaggio.

Interferenze e blocchi

La nostra area di test conteneva un passaggio stretto, e tanti dei dispositivi si sono bloccati in questa area. Tuttavia questo non è stato un problema per il Worx Landroid M 700: con le sue ruote più larghe e una buona distanza da terra non si è bloccato nemmeno una volta.

Il prato aveva anche una pendenza sotto forma di un piccolo rialzo del terreno di poco meno di dieci centimetri. Il Bosch Indego 400 si bloccava regolarmente, visto la tua copertura frontale, mentre Landroid non l’ha mai fatto.

1 di 6
Il miglior tagliaerba Test: Galleria 1
Fastidioso: il Bosch ama rimanere bloccato su ostacoli ripidi.
Il miglior tagliaerba Test: Galleria 2
Worx Landroid M 700 WR142E, le lame siedono sul bordo, il che garantisce un taglio migliore.
Il miglior tagliaerba Test: Galleria 3
Bosch Indego S+ 350, distanza da terra molto bassa.
Il miglior tagliaerba Test: Galleria 4
La distanza da terra è ridotta.
Il miglior tagliaerba Test: Galleria 6
Worx Landroid M500 (WR141E): la distanza da terra non è buona come quella del Landroid SO500i.
Il miglior tagliaerba Test: Galleria 7
Il Bosch Indego 400 Connect offre una distanza da terra ridotta. Ha ruote di media larghezza.

Anche altri tagliaerba elettrici si bloccavano sempre da qualche parte.

Tale difficoltà era presente anche in dispositivi costosi, che sono rimasti incastrati in una piccola depressione sotto un cespuglio. Nel nostro giardino di prova, certamente impegnativo, tali incidenti erano la regola. Il Worx Landroid è stata la grande eccezione qui, ed è per questo che è tra le nostre raccomandazioni, soprattutto per chi ha un giardino un po’ più selvatico.

Il miglior tagliaerba Test: Tecnologia Aia Worx
AIA a Worx: il tosaerba robotico manovra tra i due fili di confine.

Lame fisse o mobili?

Le lame rotanti sembrano guadagnare terreno con i tosaerba elettrici: la maggior parte dei prodotti testati si basano su questo sistema di taglio. Il principio è caratterizzato da tre o quattro lame da taglio corte attaccate in modo mobile a un disco rotante. Non si sposta l’erba, la si taglia.

Questo metodo fa meno rumore, fa pochi danni agli oggetti che passano sotto il tagliaerba robot e si dice che sia migliore per l’erba.

1 di 19
Il miglior tagliaerba Test: Galleria 1
Alcuni dei nostri prodotti testati.
Il miglior tagliaerba Test: Galleria 2
Lama laterale per un migliore taglio ai bordi.
Il miglior tagliaerba Test: Galleria 3
La stecca impedisce alle dita delle mani o dei piedi di rimanere impigliate nella lama.
Il miglior tagliaerba Test: Galleria 4
Lame fisse: lontano dal bordo del telaio.
Il miglior tagliaerba Test: Galleria 5
Lame flessibili.
Il miglior tagliaerba Test: Galleria 6
La Yardforce Compact 400 RI dal basso.
Il miglior tagliaerba Test: Galleria 7
Lame fisse a due altezze. La Yardforce Compact 400 RI dal basso.
Il miglior tagliaerba Test: Galleria 8
Lame a oscillazione libera.
Il miglior tagliaerba Test: Galleria 10
Worx Landroid SO700i: tre lame mobili.
Il miglior tagliaerba Test: Galleria 11
Tre lame mobili.
Il miglior tagliaerba Test: Galleria 12
Stiga Autoclip M5: lama fissa a quattro, con altezza di taglio di 25-60 millimetri.
Il miglior tagliaerba Test: Galleria 13
L'unità di taglio del Bosch Indego 400.
Il miglior tagliaerba Test: Galleria 14
C'è molta distanza da terra nella parte inferiore.
Il miglior tagliaerba Test: Galleria 15
La slitta è progettata per prevenire le lesioni.
Il miglior tagliaerba Test: Galleria 16
La barra falciante all'estrema sinistra della Worx si avvicina al bordo.
Il miglior tagliaerba Test: Galleria 17
Le lame rotanti della Worx.
Il miglior tagliaerba Test: Galleria 18
L'altezza del taglio è regolabile.
Il miglior tagliaerba Test: Galleria 19
C'è uno scivolo protettivo sopra la lama laterale.
Il miglior tagliaerba Test: Galleria 20
Il motore e il carrello vengono spostati in alto o in basso per l'altezza di taglio.

Le lame fisse sono lo strumento classico del tagliaerba elettrico o a benzina. Qui il motore a rotazione rapida crea un effetto di aspirazione che solleva anche l’erba distesa, questa viene eliminata dalle lame fisse e trasportata dal flusso d’aria nella sacca di raccolta.

Pacciamare invece di rastrellare

I piccoli animali e tutto ciò che si trova nell’erba vengono rimossi dal prato durante la classica falciatura, visto che l’erba tagliata viene aspirata o rastrellata. Questo rimuove l’humus e quindi le sostanze nutritive dal prato, che poi devono essere reintegrate manualmente.

La pacciamatura fa bene al prato

I tagliaerba robot non hanno un motore potente con un effetto di aspirazione, né hanno una scatola di raccolta, quindi l’erba tagliata rimane semplicemente in giro, ma questo non dovrebbe importare, perché se si taglia frequentemente, si trovano per lo più solo di steli corti. Questa cosiddetta “pacciamatura” è meglio per il prato rispetto alla classica falciatura, in quanto allo stesso tempo, si fertilizza il prato. I fili d’erba sono composti per il 90% d’acqua e vengono quindi assorbiti molto rapidamente dal terreno. A causa del taglio regolare, il prato ha sempre la stessa altezza acquisendo un aspetto meravigliosamente curato.

Svantaggi di un tagliaerba robot

Per gli amanti di un giardino naturale, il taglio frequente dell’erba può essere un problema, infatti margherite e i denti di leone non avranno il tempo di mettere fiori. Se il desiderio è quello di avere un prato naturale è meglio evitare questi amici robot.

Sicurezza: falciare senza supervisione?

Ci si può ferire con il tagliaerba robot. Il rischio è minimo, ma esiste. Questi dispositivi elettrici hanno sensori di sollevamento e inclinazione per impedire a chiunque di raggiungere le lame, se ad esempio dei bambini nelle vicinanze giocano e afferrano la macchina, le lame si fermano immediatamente. Fate attenzione a questi sensori quando lo comprate!

Il miglior tagliaerba Test: Worx
Protezione sulle lame laterali (Worx).

Le lame flessibili sui dispositivi come Worx e Bosch, non distruggono nessun ostacolo che si trovano dinanzi, nessun giocattolo viene frantumato a pezzettini e nemmeno un dito, nella già remota possibilità che raggiunga le lame, non rischia di essere mozzato, al massimo si avrà qualche taglio.

Che cosa ne è degli animali?

Può succedere che piccoli gatti si infilino sotto il tosaerba, ma poiché il robot prima esce dalla stazione e poi avvia il motore, non c’è pericolo.

Il miglior tagliaerba Test: Animali
I tagliaerba elettrici escono prima dalla stazione e solo allora mettono in moto le lame.

I tagliaerba elettrici, rispetto quelli a mano sono molto più silenziosi e quindi difficilmente disturberanno gli animali domestici.

Sono meglio i dispositivi con app?

Molti tagliaerba robot possono essere azionati tramite un’applicazione per smartphone, ma non tutti. Secondo noi, un’app non è veramente necessaria in  quanto un tosaerba robotizzato dovrebbe essere completamente autosufficiente dopo l’installazione e la fase test.

Il controllo tramite app non porta vantaggi degni di nota

All’inizio può essere interessante usare l’app per monitorare se il robot è effettivamente in funzione, ed è divertente anche avviarlo dall’ufficio. Ma siamo onesti, chi lo farebbe ancora dopo un mese? È proprio per questo che i tosaerba robotici con e senza app sono stati ugualmente presi in considerazione nel nostro test.

Non possiamo negare però che le app hanno alcuni vantaggi. Con esse difatti, è possibile impostare i tempi attivi e altre impostazioni più facilmente che tramite il menu del dispositivo. Con il Worx Landroid M500 WR141E, il produttore ha rinunciato a un display e bisogna usare per forza l’app. Di solito questa offre molte più opzioni di impostazione.

Le app più moderne vogliono rendere i tagliaerba davvero intelligenti e utilizzare i dati meteorologici, così da fargli regolare il suo comportamento di conseguenza, taglia meno quando è asciutto o ad esempio, torna alla base quando piove. Ci sono dispositivi invece in cui è presente un modulo GPS, in questo modo è possibile ritrovare il robot sulla mappa, funzione utile se qualcuno lo ruba.

Installazione con filo di confine

A differenza degli aspirapolvere robot, questi aiutanti da giardino non riconoscono un confine per la loro zona di lavoro. In effetti i primi utilizzano i muri di casa, mentre in questo caso si dovrebbe utilizzare un muro virtuale per delimitare una zona in cui operare.

Il tagliaerba elettronico girerebbe senza problemi sulla strada raggiungendo anche il giardino vicino, questo perché non ha ne sensori di urto, ne nessun’altra possibile mappa  con il posizionamento automatico. Tuttavia per risolvere questo limite, molti dispositivi sono accompagnati da un semplice cavo, che se posizionato in modo teso va a delineare il confine di lavoro del tagliaerba.

Il robot da giardino esce così dalla sua stazione di ricarica, procede in senso orario, avendo come limite il filo guida e rientra alla base.

1 di 15
Il miglior tagliaerba Test: Galleria
Il filo di confine è di solito compreso nell'acquisto.
Il miglior tagliaerba Test: Galleria 1
I chiodi con nervature sono piuttosto rari.
Il miglior tagliaerba Test: Galleria 2
Quasi tutti non sono idonei nei terreni sabbiosi, sono troppo corti e non hanno nervature.
Il miglior tagliaerba Test: Galleria 3
Chiodi per terreni lunghi sono adatti anche a terreni sabbiosi.
Il miglior tagliaerba Test: Galleria 4
Viene fornito un distanziometro.
Il miglior tagliaerba Test: Galleria 5
Alcuni produttori forniscono anche un righello ausiliario.
Il miglior tagliaerba Test: Galleria 6
Il cavo sarà completamente assorbito nella terra in poche settimane.
Il miglior tagliaerba Test: Galleria 7
Dei piccoli pioli fissano il cavo in posizione.
Il miglior tagliaerba Test: Galleria 8
Alcuni robot non amano gli angoli di 90 gradi.
Il miglior tagliaerba Test: Galleria 9
Per prima cosa è meglio posizionare i pioli.
Il miglior tagliaerba Test: Galleria 10
Ostacoli come quest'isola devono essere delineati.
Il miglior tagliaerba Test: Galleria 11
Il robot può lavorare su pavimentazioni piane.
Il miglior tagliaerba Test: Galleria 12
In alternativa, il cavo può essere incassato nel terreno.
Il miglior tagliaerba Test: Galleria 13
Attenzione: spigolo alto.
Il miglior tagliaerba Test: Galleria 14
I robot potrebbero interrompere il loro funzionamento se i fili di confine sono posizionati troppo vicino.

Il filo di confine è fissato nel prato con piccoli picchetti e viene coperto completamente in poche settimane, così facendo non è più visibile, almeno nella maggior parte dei posti. Bisogna a tal proposito fare attenzione quando si usano vanghe e zappe, altrimenti si rischia di tagliare il cavo.

Il miglior tagliaerba Test: Foto
Una macchina apposita posiziona il filo di confine a cinque centimetri di profondità in pochissimo tempo.

Non volete un cavo esposto in giardino? Allora mettetelo sotto terra. Il modo più veloce è con un’apposita macchina, farlo a mano con una vanga richiederebbe troppo tempo. Importante però il filo di confine non deve essere posizionato nel terreno oltre i cinque centimetri,  altrimenti il segnale è troppo debole.

1 di 14
Il miglior tagliaerba Test: Galleria 1
Un'apposita macchina posa il filo di confine a cinque centimetri di profondità in pochissimo tempo.
Il miglior tagliaerba Test: Galleria 3
Macchina che posiziona il filo. Questo è tutto quello che si vede dopo l'operazione.
Il miglior tagliaerba Test: Galleria 4
Intorno a un albero si può posare il cavo con una vanga.
Il miglior tagliaerba Test: Galleria 6
Solo con questa base, a griglia, l'erba può crescervi attraverso (Worx).
Il miglior tagliaerba Test: Galleria 7
La base è fissata con viti di messa a terra (Worx).
Il miglior tagliaerba Test: Galleria 8
Raramente i pioli con messa a terra sono in metallo.
Il miglior tagliaerba Test: Galleria 9
In genere, le viti con messa a terra per la base sono in plastica (Bosch).
Il miglior tagliaerba Test: Galleria 10
Qui la stazione rovinerà il prato sottostante.
Il miglior tagliaerba Test: Galleria 11
Le stazioni di ricarica chiuse distruggono il manto erboso.
Il miglior tagliaerba Test: Galleria 12
Worx Landroid SO700i: l'unica base con una griglia per il prato, qui il prato può crescere attraverso.
Il miglior tagliaerba Test: Galleria 13
La base può anche essere collocata fuori dal prato.
Il miglior tagliaerba Test: Galleria 15
Spina di alimentazione impermeabile della Worx.
Il miglior tagliaerba Test: Galleria 14
Attacco a spina impermeabile della Worx.
Il miglior tagliaerba Test: Galleria 16
Worx Landroid SO700i: ottimo manuale con molti dettagli e disegni grandi.

Gli ostacoli interni, come un’aiuola o un cespuglio, possono essere delimitati da anelli. In questo caso il filo di confine delinea tale oggetto e ritorna poi al perimetro esterno.

Non tutti gli alberi o arbusti devono essere “cablati” in quanto il tagliaerba elettrico si imbatte in ostacoli fissi e li aggira. In alternativa, il cavo può essere interrato, e per fare questo esiste addirittura una macchina.

Più precisamente si stende il filo di confine lungo il bordo o intorno alle zone che sono all’interno, meno lavoro si farà dopo. È necessario mantenere una distanza di 20-30 centimetri dalle pareti della casa o da oggetti alti. Consiglio: leggete attentamente le istruzioni del dispositivo prima dell’acquisto.

Stazione di ricarica

Ogni robot tagliaerba viene fornito con una stazione di ricarica. Questa è molto resistente alle intemperie e non ha bisogno di essere coperta senza il rischio di rovinare il funzionamento.

1 di 16
Il miglior tagliaerba Test: Galleria
Alcune stazione di ricarica.
Il miglior tagliaerba Test: Galleria 1
Stazione di ricarica a griglia.
Il miglior tagliaerba Test: Galleria 2
Retrazione laterale nella base.
Il miglior tagliaerba Test: Galleria 3
Il robot è resistente alle intemperie secondo la norma IP67.
Il miglior tagliaerba Test: Galleria 4
Attracco laterale.
Il miglior tagliaerba Test: Galleria 6
Base
Il miglior tagliaerba Test: Galleria 7
Worx Landroid WR105SI.
Il miglior tagliaerba Test: Galleria 8
Base
Il miglior tagliaerba Test: Galleria 9
Bosch Indego S+ 350: nella base.
Il miglior tagliaerba Test: Galleria 10
Base di ricarica: nonostante la guida, il robot non sempre entra nella stazione.
Il miglior tagliaerba Test: Galleria 11
La base vista da sotto.
Il miglior tagliaerba Test: Galleria 12
Dispositivo nella sua base.
Il miglior tagliaerba Test: Galleria 13
Worx Landroid SO700i: di nuovo una base con griglia per il prato
Il miglior tagliaerba Test: Galleria 14
Bosch Indego 400 Connect: base.
Il miglior tagliaerba Test: Galleria 15
Stazione di ricarica.
Il miglior tagliaerba Test: Galleria 16
La base vista da sotto.

Stazioni di copertura adatti a certi tagliaerba robot sono offerti in commercio, ma l’acquisto non è obbligatorio. Lo si può fare anche fai da te in legno o in pietra, purché il passaggio per il robot sia lasciato libero.

La stazione non deve necessariamente essere sul prato, ma funziona anche se poggiata su un pavimento. Fissare il filo di confine a volte può essere difficile.

E in inverno?

Il tagliaerba robot dovrebbe essere messo in pausa dalla fine dell’autunno e per tutto l’inverno. Durante questo periodo il prato non cresce comunque. La batteria potrebbe essere danneggiata dalle basse temperature e il dispositivo dalla condensa.

Il robot e la stazione devono quindi essere scollegati dal cavo e portati nel garage. Il tosaerba deve essere caricato di tanto in tanto o semplicemente lo si lascia nella stazione di ricarica collegata.

Il miglior tagliaerba Test: Worxlandroidm700

Il migliore: Worx Landroid M 700 WR142E

La nostra raccomandazione, per chiunque abbia un prato tra 500 e 1.000 metri quadrati, è il Worx Landroid M 700. Non aveva quasi nessuna difficoltà con le strettoie, le pendenze e le rampe grazie all’altezza da terra e alle ruote larghe. La sua caratteristica più importante è il principio modulare: si acquista un modello di base che si può equipaggiare secondo i propri desideri in termini di capacità della batteria, tecnologia dei sensori e modulo radio.

Il migliore
Worx Landroid M 700
Test Il miglior tagliaerba: Worx Landroid M 700
Lavora silenziosamente, permette l'aggiunta di componenti e ha una batteria rimovibile.

Il tagliaerba robotizzato compatto e molto stabile e adatto anche su terreni collinari, aggira facilmente i cespugli, i cassonetti della spazzatura e il castello di mattoni dei bambini.

Grazie al funzionamento automatico, il Worx Landroid è operativo in pochissimo tempo

Il Worx Landroid M700 difficilmente si blocca e taglia molto vicino ai bordi, così che un secondo passaggio non è richiesto immediatamente.

Quando piove, ritorna alla base autonomamente grazie al sensore di pioggia. È l’unico nel test che può avvicinarsi alla sua stazione dal lato. Inoltre questa ha una griglia, quindi il prato sottostante non viene distrutto e viene addirittura falciato.

Installazione

Il Worx Landroid viene fornito con un kit di installazione. Questo contiene il materiale di montaggio per una superficie di 700 metri quadrati, cioè cavi interrati, picchetti e viti per messa a terra per la base, nonché alcuni morsetti per cavi.

Il miglior tagliaerba Test: Installazione
Chiodi del suolo: quasi tutti non sono idonei per i terreni sabbiosi. Sono troppo corti e non hanno filettatura.

Purtroppo, i pioli sono piuttosto corti e senza nervature, non tengono bene nella sabbia morbida, il che è particolarmente evidente su terreni ondulati.

Se il terreno è sabbioso, procuratevi dei picchetti più lunghi o posate il cavo nel terreno e se ci sono molte “isole” da delimitare, è meglio procurarsi un secondo rotolo di filo di confine e alcuni morsetti per cavi.

Il manuale utente del Worx Landroid, scritto in modo dettagliato, merita un elogio. Il tagliaerba robot viene presentato come un piccolo amico e aiutante.

A parte la posa del filo di confine, ci è voluta poco meno di mezz’ora dal disimballaggio alla prima partenza del vincitore del test. Il Worx non fa una prova di confine e inizia la sua falciatura a sua discrezione in modalità automatica. Solo se si vogliono impostare orari e zone, il Landroid deve essere collegato alla WiFI e alla sua app.

Scalabilità: un tagliaerba elettronico adatto a tutte le esigenze

Il Worx Landroid M 700 WR142E è venduto come kit. Il modello di base è anche disponibile senza batteria. A seconda dell’area del prato, si possono scegliere batterie Powershare da 20 Volt con due o quattro ampere/ore. Se tali batterie Worx sono già in uso, non è necessario acquistarne altre. Naturalmente, mettere e togliere costantemente la batteria sarebbe poco utile se significasse perdere delle ore di lavoro.

La batteria intercambiabile è davvero pratica per la manutenzione in inverno, può essere conservata al riparo dal gelo nel caricatore e il tosaerba robot va in letargo nel capannone.

Il miglior tagliaerba Test: Worx
Il Worx Landroid M 700 WR142E può essere ampliato con vari moduli.

L’Anti Collision System (ACS) è un’espansione a ultrasuoni di 180-200 euro, va montato sulla parte anteriore. Questo rileva gli ostacoli e li evita senza urtarli ed è una soluzione molto elegante per previene danni a mobili da giardino, ecc.

Il miglior tagliaerba Test: Giardino
Nastro magnetico off-limits, è necessaria un’installazione sotterranea.

Potreste aver bisogno delle strisce “magnetiche off-limits” se ci sono piccole isole di fiori o simili in mezzo al prato. Stiamo parlando di oggetti dove le recinzioni con cavi sarebbero troppo costose. Queste strisce vanno posate nel terreno intorno all’oggetto e grazie a un sensore messo sul lato inferiore del tosaerba, questo non passa più sopra la marcatura magnetica.

Il miglior tagliaerba Test: Worx
Inserire il modulo a ultrasuoni.

Voice Control: è un modulo che permette il controllo vocale di Landroid. Questo elimina il fastidioso premere dei piccoli pulsanti e lo smartphone con l’app può anche stare in casa. Dopo aver premuto il pulsante rosso di stop, il Landroid fa semplici domande e si comporta in base alla risposta. Il comando vocale può riconoscere diverse lingue e accenti e non richiede internet. Tuttavia, non abbiamo provato questo modulo.

Radio Link: è un modulo radio mobile GPS e 4G con scheda SIM. Il proprietario riceve dei messaggi quando il tagliaerba robot viene rimosso dalla sua area, può essere bloccato e localizzato dall’app. La carta SIM inclusa è prepagata per tre anni.

L’implementazione di questo modello è pratica. Di solito le richieste aggiuntive per il tosaerba robotico sorgono solo dopo una stagione di giardinaggio. D’altra parte, il modello di base senza batteria è relativamente costoso e i moduli aggiuntivi di certo non costano spiccioli.

Funzionamento dispositivo e app

Il Landroid ha un piccolo display LCD e pochi pulsanti. Il pulsante di arresto è ben visibile per le sue dimensioni e le impostazioni essenziali possono essere inserite direttamente sul tosaerba robotico (modalità automatica con tempi di lavoro precisi, l’ora o WiFi).

L’applicazione per smartphone è utilizzata principalmente per la messa a punto dei tempi di funzionamento, la gestione delle zone e la valutazione. Questo può essere necessario se si nota che si taglia troppo spesso in modalità automatica, per esempio perché l’area del prato è più piccola di 500 metri quadrati. Tramite l’app, il Worx Landroid conosce anche l’ora e si può avviare e fermare manualmente da lontano o controllare lo stato della batteria.

1 di 5
Il miglior tagliaerba Test: App 1
Il miglior tagliaerba Test: App 2
Il miglior tagliaerba Test: App 3
Il miglior tagliaerba Test: App 4
Il miglior tagliaerba Test: App 5

Con l’app può fare ancora di più, per esempio, le funzioni di sicurezza possono essere attivate, così che il tosaerba inizia a suonare e smette di funzionare non appena viene sollevato dalla sua area. Nel caso in cui invece il robottino venga rubato, però, si ha bisogno del modulo Radio Link.

Stabilità e valore

Il Landroid ha un robusto telaio in plastica. Le superfici opache e i pulsanti danno l’mpressione di un macchinario stabile.

Le ruote di media larghezza con rivestimento in gomma contribuiscono al buon quadro generale, forniscono una buona presa anche su terreni sabbiosi permettendo al Worx Landroid di continuare il suo lavoro anche su pendii dove altri hanno gettato la spugna.

Il display non protetto non è proprio bello da vedere visto che è esposto quotidianamente alle intemperie e ai raggi UV.

Caratteristiche

Worx ritiene che il prato non debba essere tagliato sotto la pioggia battente. Pertanto, c’è un sensore per la pioggia, che viene attivato anche nel caso in cui un irrigatore da prato sia in funzione. Quando comincia a piovigginare, il Landroid torna alla stazione. Dopo un certo tempo di attesa, il tosaerba robotico continua il suo percorso. Il sensore di pioggia può anche essere disattivato e il tempo di ritardo può essere impostato.

L’altezza di taglio del Worx è regolabile in continuo da tre a sei centimetri per mezzo di una ruota rotante. La larghezza, invece, è di soli 18 centimetri.

I tagliaerba robot Worx Landroid sono gli unici nel test ad avere lame che non ruotano centralmente ma lateralmente sotto il tosaerba. Pertanto, il taglio può arrivare fino a 2,5 centimetri dal bordo. Non abbiamo misurato al centimetro, ma il risultato è stato evidente: questo tosaerba robotico arriva più lontano dal bordo di tutti gli altri. Il prerequisito è quello di posare il cavo il più vicino possibile sui bordi che non devono essere superati (muro di casa, recinzione, pietre alte di bordatura del prato, ecc.)

Per evitare che i bambini entrino a contatto con le lame, c’è una copertura metallica protettiva sulle estremità.

Le lame non sono montate al centro, ma a lato

Se il prato è composto da diverse aree collegate da un corridoio, Landroid le riconosce automaticamente e se necessario, tramite l’app può essere impostata la programmazione multizona. Questo permette di impostare i tempi di lavoro e il punto di partenza per la falciatura di una zona specifica.

Si possono selezionare quattro zone. Avviandone la configurazione, si cammina dietro il tosaerba e si impostano da 1 a 4 i rispettivi punti di partenza, il Worx Landroid può così lavorare in modo più efficiente.

Un test di prova

Abbiamo avuto il Landroid in uso per diverse settimane. Durante questo periodo ci sono state forti piogge, tempeste e temporali. Ciò nonostante il tagliaerba robot non ha subito alcun danno.

Il miglior tagliaerba Test: Test
Worx fornisce l’unica stazione con una griglia e un aggancio laterale.

Il Landroid può entrare nella stazione dal lato, perché i contatti di ricarica non si trovano nella parte anteriore, come sugli altri, ma sulla destra. Questo non solo permette di parcheggiare la stazione in modo da risparmiare spazio, ma la rende anche quasi invisibile, grazie alla sua struttura a griglia, così che il prato ci cresce sopra e la griglia stessa non è più visibile.

Con l’eccezione del Bosch Indego, tutti i tosaerba robotizzati si muovono secondo un principio casuale

Come quasi tutti i tosaerba robotizzati, il Landroid S va a zig zag in modo casuale nel giardino. Quello che sembra un caos, alla fine porta a un risultato pulito. Dopo una settimana il prato sembra tagliato in modo omogeneo.

Il miglior tagliaerba Test: Bosch Logicut2
Il Bosch Indego 400 percorre sistematicamente il giardino.

Le uniche eccezioni sono gli Indegos Bosch, che falciano l’erba in percorsi paralleli, il che ha portato Bosch al bel nome “Logicut”. Anche se questo è più veloce, l’aiutante da giardino perde efficienza nelle aree tortuose. Si ferma brevemente agli ostacoli, si orienta nuovamente e carica la sua mappa. Tutto questo costa tempo ma alla fine, è il risultato che conta e non il numero di viaggi o il tempo richiesto.

ll tosaerba è di nuovo completamente carico dopo circa due ore. Il tempo di funzionamento per carica della batteria è di circa 100 minuti, a seconda della superficie e della complessità del prato. Abbiamo usato una potente batteria Powershare da 20 volt e 4 ampere/ora.

Il rumore prodotto non è fastidioso, quasi piacevole:, da una distanza di 20 metri si sente solo un leggero ronzio. Facciamo però notare che anche negli altri dispositivi la rumorosità non ci ha affatto infastidito.

Costi e manutenzione

I costi di gestione del robot Worx Landroid M 700 si riflettono innanzitutto nel riacquisto delle lame di ricambio, 30 pezzi costano 20 euro nella migliore delle ipotesi. Tuttavia visto che le lame qui ruotano in avanti e indietro, il Worx ne riduce l’usura e produce un modello di taglio ordinato. Di conseguenza, secondo il produttore, la sostituzione dovrebbe essere necessaria solo una volta a stagione, a seconda della frequenza di falciatura.

Pensate ai costi di manutenzione e ai pezzi di ricambio

Una batteria sostitutiva è destinata a dover essere sostituita a un certo punto, e la batteria agli ioni di litio da 20 volt può essere facilmente rimossa da sotto uno sportello. Il Powershare con 4,0 ampere ore costa circa 150 euro, le versioni non originali sono notevolmente più economiche.

Nel tardo autunno, il tagliaerba robot deve ovviamente essere conservato all’asciutto, la batteria deve essere messa sotto carica.

1 di 15
Il miglior tagliaerba Test: Galleria 1
Robot silenzioso con design modulare.
Il miglior tagliaerba Test: Galleria 2
Robot silenzioso con principio modulare.
Il miglior tagliaerba Test: Galleria 3
Pannello di controllo e pulsante di arresto.
Il miglior tagliaerba Test: Galleria 4
Pneumatici ruvidi per l'uso fuori strada.
Il miglior tagliaerba Test: Galleria 6
La stecca impedisce alle dita delle mani o dei piedi di rimanere impigliate nelle lame..
Il miglior tagliaerba Test: Galleria 8
Regolazione dell'altezza di taglio.
Il miglior tagliaerba Test: Galleria 9
Il robot è resistente alle intemperie secondo la norma IP67.
Il miglior tagliaerba Test: Galleria 10
Attacco laterale.
Il miglior tagliaerba Test: Galleria 11
Base a griglia.
Il miglior tagliaerba Test: Galleria 12
Appena uscito dalla scatola.
Il miglior tagliaerba Test: Galleria 13
Modulo ACS.
Il miglior tagliaerba Test: Galleria 14
Inserire il modulo a ultrasuoni.
Il miglior tagliaerba Test: Galleria 15
Nastro magnetico off-limits.
Il miglior tagliaerba Test: Galleria 16
Inserire il modulo off-limits.
Il miglior tagliaerba Test: Galleria 17
Inserire il modulo off-limits.

E i contro?

Il Worx Landroid M 700 non ha, ai nostri occhi, quasi nessuna debolezza: ci sono i picchetti da terra corti, che spesso non tengono su un terreno sabbioso. Consigliamo di metterli sotto terra, così non ci sia bisogno di affondare 100 ganci di plastica nel prato.

Per collegare l’app al tosaerba robotizzato, bisogna essere nel raggio d’azione del WiFi, il che spesso non è possibile nei giardini più grandi. Per poter lavorare con il comfort dell’app e gli aggiornamenti automatici, almeno la stazione di ricarica deve essere nella zona WiFi. Il modulo radio può fornire un rimedio alla mancanza di connessione: si suppone che estenda la portata fino a un chilometro.

Gli alti prezzi degli accessori del sistema modulare sono un altro punto a sfavore. Per esempio, lo Yardforce Compact 400Ri è dotato di sensori a ultrasuoni, ma costa meno del modello base del Landroid M 700, il modulo ACS corrispondente costa da solo 200 euro alla Worx.

Alternative

Il Landroid M 700 della Worx è il migliore tra le nostre raccomandazioni soprattutto per coloro che hanno un giardino di medie dimensioni, forse un po’ irregolare. Lo Yardforce Compact 400Ri è molto sicuro per le piccole aree e specialmente quando si tratta di bambini.

Il Bosch Indego S+ 350 è più idoneo per piccole aree, non ha bisogno di Wi-Fi e comunque padroneggia il funzionamento automatico in caso di intemperie.

Consigliato per il prezzo: Yardforce Compact 400Ri

Il Yardforce Compact 400Ri costa poco in confronto al precente modello consigliato, ma ha caratteristiche che non troverete nemmeno in alcuni tosaerba robotici più costosi, se non pagando un caro prezzo. Le caratteristiche principile sono due sensori frontali a ultrasuoni che rilevano gli ostacoli più alti di cinque centimetri. Questo significa che il tosaerba robotizzato non sbatte contro ogni ostacolo, come fanno molti dei suoi colleghi, ma lo aggira delicatamente.

Conveniente
Yardforce Compact 400Ri
Test Il miglior tagliaerba: Yardforce Compact 400Ri
Offre sicurezza con sensori a ultrasuoni ed è giusto per le famiglie con bambini piccoli, particolarmente adatto in un piccolo giardino.

Questi ostacoli non devono essere per foza massicci, visto che anche la corsa di un porcellino d’India o di un coniglio viene rilevata in modo affidabile. Lo stesso vale per i mucchi di foglie, di fronte a cui altri tosaerba semplicemente indietreggiano, poichè gli ostacoli morbidi non sono rilevati dai loro paraurti.

Il miglior tagliaerba Test: Yardforcecompact400r
Grazie agli ultrasuoni, il recinto del porcellino d’India viene rilevato ed evitato.

I sensori a ultrasuoni hanno dei piccoli svantaggi: gli oggetti bassi. Se è presente l’altalena di un bambino o un trampolino a un’altezza di 40 centimetri, il tagliaerba non ci passa sotto poiché il sistema di sensori segnala un ostacolo.

Questa funzione non può essere disattivata, l’ultrasuono è attivo di partenza e il suo orientamento non può essere cambiato. Si può cambiare solo la distanza dall’ostacolo da cui si deve effettuare la virata. L’impostazione predefinita è di 30 centimetri. Ostacoli sottili, come tronchi sottili, gambe di tavoli o piedi di stendibiancheria, a volte non vengono riconosciuti e in questo caso il tosaerba li urta e solo allora ne riconosce l’oggetto.

Gli ostacoli piatti dovrebbero comunque essere circondati da un filo metallico perimetrale, il sensore li esaminerà se sono più piccoli di dieci centimetri. Una novità scomoda di questa funzione è che se l’erba é alta, viene erroneamente evitata.

Il miglior tagliaerba Test: Yardfo
La tastiera senza display è sufficiente per il funzionamento automatico.

Oltre al notevole rilevamento degli ostacoli, c’è uno stile di andamento cauto, quasi lento e quindi il dispositivo da giardino richiede davvero tempo. Questo è dovuto anche alla larghezza di taglio, che è di soli 16 centimetri. Se volete tempi di lavoro brevi, lo Yardforce Compact 400Ri non fa per voi. Consigliamo inoltre di attenersi alla raccomandazione del produttore di 400 metri quadrati.

Il pezzo frontale piuttosto alto di Yardforce può bloccarsi in brusche cadute e avvallamenti. I tosaerba con una maggiore distanza da terra sono migliori sotto l’aspetto della sicurezza, in quanto il rischio di tagliarsi con le lame è minimo, inoltre eventuali rami sparsi sul prato non vanno a finire facilmente sotto di esso.

L’avvio e la programmazione approssimativa si fanno interamente senza app, il Yardforce non ha un display, ma solo pulsanti illuminati. Tutto è perfettamente impostato, per esempio il tempo di lavoro giornaliero di quattro, sei, otto o dieci ore.

1 di 10
Il miglior tagliaerba Test: Galleria 1
Robot sicuro e maneggevole per piccoli giardini familiari.
Il miglior tagliaerba Test: Galleria 3
Passa su tubi piatti.
Il miglior tagliaerba Test: Galleria 4
L'ostacolo è troppo piccolo e troppo leggero e lo spinge via.
Il miglior tagliaerba Test: Galleria 5
Due ruote anteriori, distanza da terra sufficiente.
Il miglior tagliaerba Test: Galleria 7
Altezza di taglio
Il miglior tagliaerba Test: Galleria 8
La tastiera senza display è sufficiente per il funzionamento automatico.
Il miglior tagliaerba Test: Galleria 9
Pneumatici ruvidi per l'uso fuori strada.
Il miglior tagliaerba Test: Galleria 10
Grazie agli ultrasuoni, il robot rileva i cumuli di foglie. Altre falciatrici vanno nell'ostacolo.
Il miglior tagliaerba Test: Galleria 11
Base.
Il miglior tagliaerba Test: Galleria 12
Appena spacchettato.

Purtroppo, non siamo riusciti a collegare il tagliaerba robotico con l’app, le istruzioni corrispondenti sono mal formulate e lasciano molto spazio all’interpretazione, ma alla fine, non è stato un problema. Nell’applicazione, però, è possibile definire i tempi di lavoro e regolare la gamma degli ultrasuoni.

Si possono anche creare quattro aree di falciatura, ma per questo l’app è fondamentale. Sia il tosaerba robotizzato che la stazione di ricarica sono costruiti in modo robusto e resistenti alle intemperie. Il dispositivo non ha un display che potrebbe essere danneggiato dal sole e nessuna aletta che potrebbe rompersi. Ciò nonostante, raccomandiamo una copertura, dopotutto i raggi UV possono far sbiadire la plastica e renderla fragile.

Tutto fare: Bosch Indego S+ 350

A prima vista, il Bosch Indego S+ 350 non sembra particolarmente attraente: tutti questi soldi, per solo 350 metri quadrati? Ma quello che avete di fronte è un concentrato di intelligenza. Infatti l’Indego regola automaticamente i suoi tempi di falciatura in base a fattori meteorologici e di posizione, calcola la velocità di crescita dell’erba nelle condizioni climatiche attuali e taglia più o meno frequentemente di conseguenza (Smart Mowing). È sufficiente impostare le finestre temporali nell’app o nel menu del dispositivo.

Un intelligente tuttofare
Bosch Indego S+ 350
Test Il miglior tagliaerba: Bosch Indego S+ 350
Il tagliaerba robot intelligente senza WiFi guida in modo mirato e calcola da sola i tempi di falciatura, in base al tempo atmosferico, alla posizione e alla ricrescita.

Il piccolo Bosch non ha nemmeno bisogno di una connessione WLAN per questo, il produttore ha integrato un chip GPS che da un lato riconosce la posizione e dall’altro può ricevere i dati meteorologici per questa posizione. L’Indego non ha nemmeno bisogno di una carta SIM!

Il miglior tagliaerba Test: Bosch
Intelligente tuttofare che mappa il giardino e falcia a strisce e con precisione millimetrica.

Il secondo vantaggio del Bosch Indego S+ 350 è la navigazione LogiCut. Il robottino falcia in percorsi sistematici e quindi finisce un’area più velocemente. L’Indego S+ 350 misura il vostro giardino considerando tutte le aree di prato racchiuse dal filo di confine.

Poiché sa sempre esattamente dove si trova, può ricaricare la batteria e poi riprendere esattamente da dove ha lasciato. Altri tosaerba robotici in questa fascia di prezzo non possono farlo, ma usano la navigazione casuale convenzionale.

La navigazione casuale non significa necessariamente un risultato peggiore per il prato, ma a conti fatti questi tagliaerba robot impiegano molto più tempo per raggiungere un risultato paragonabile in giardino.

Un avvertimento riguardo il percorso fatto da questo tagliaerba, è che i tratti non si sovrappongono, cioè il tosaerba non raggiunge la stretta striscia tra due parti. L’erba rimane qui per il momento, ma di solito scompare durante le corse successive.

Il miglior tagliaerba Test: Bosch
Il tagliaerba robot ha pochissima distanza da terra.

La localizzazione GPS ha anche un secondo vantaggio, il tosaerba robotico si può spostare in una seconda o terza zona del giardino manualmente (funzione MultiArea). Falcerà lì e poi tornerà alla stazione di ricarica lungo il filo di confine. Questo è rilevante se, per esempio, avete un corridoio molto stretto o delle scale tra due aree di prato: in questo modo non è necessario posizionare una colonnina di ricarica in ogni zona.

1 di 12
Il miglior tagliaerba Test: Bosch 1
Lavora con qualsiasi tempo, a meno che non gli venga segnalata una tempesta.
Il miglior tagliaerba Test: Bosch 2
Il display non è protetto.
Il miglior tagliaerba Test: Bosch 3
Maniglia per il trasporto molto bella.
Il miglior tagliaerba Test: Bosch 4
Lame a oscillazione libera.
Il miglior tagliaerba Test: Bosch 5
Lame a oscillazione libera.
Il miglior tagliaerba Test: Bosch 6
Pneumatici di gomma con poco battistrada.
Il miglior tagliaerba Test: Bosch 7
Altezza di taglio in tre fasi.
Il miglior tagliaerba Test: Bosch 8
Due ruote di guida.
Il miglior tagliaerba Test: Bosch 9
Tasto di accensione e spegnimento.
Il miglior tagliaerba Test: Bosch 10
Accessori fuori dalla scatola.
Il miglior tagliaerba Test: Bosch 11
Unità di alimentazione per il montaggio a parete.
Il miglior tagliaerba Test: Bosch 12
Base.

Teoricamente, il Bosch può lavorare con un cavo posato sotto terra (non più profondo di cinque centimetri). Tuttavia nella pratica non è entrato in funzione in questo modo e abbiamo dovuto posizionarlo piuttosto fuori dal terreno.

Il difetto che maggiormente infastidisce sul tagliaerba è la distanza da terra del dispositivo, in quanto su un terreno irregolare, specialmente intorno agli ostacoli, il tosaerba tende a bloccarsi. È inoltre progettato solo per pendii fino a 15 gradi.

La concorrenza

AL-KO Robolinho 500 E

L’AL-KO Robolinho 500 E ci ha lasciato a bocca aperta, visto che non ci saremmo aspettati da un tagliaerba robotizzato a basso prezzo questa fluidità e affidabilità nel lavoro. Supera in modo affidabile gli ostacoli fissi, trova la sua area di lavoro procedendo deliberatamente e silenziosamente sul prato. Non è rimasto bloccato nemmeno una volta. Con un Robolinho 500 E, si può quindi fare a meno di qualche metro di cavo, semplicemente non confinando alberi, cespugli o piccole strutture sul prato: rileva gli ostacoli senza grossi problemi. Il display è protetto dai raggi UV da uno sportello.

Worx M700 Plus

Il Worx M700 Plus è progettato per prati fino a 700 metri quadrati ed è essenzialmente identico nella costruzione al M700. Le caratteristiche principali sono il sensore pioggia reale, la modalità automatica di configurazione rapida (senza app), il telaio robusto, il carrello flessibile con il piatto di taglio, la batteria intercambiabile da 20 volt, il design modulare con opzioni di aggiornamento e le lame flessibili.

Questa macchina presenta anche il montaggio oscillante del disco di taglio, se quindi passa sopra un ostacolo o sopra un’elevazione significativa della zona, il piatto di taglio si solleva semplicemente di qualche centimetro con la base appoggiata a terra. Questo evita che il tosaerba robotico rimanga bloccato. Abbiamo trovato due svantaggi, le ruote scavano buchi nel terreno sabbioso, i legni deboli vengono piegati e anche alcune pietre vengono spinte via. Il robot urta duramente ogni ostacolo, riconoscendolo solo allora come tale. Noi consigliamo comunque la versione precedente.

Gardena Smart Sileno City 500

Il Gardena Smart Sileno City 500 è un aggiornamento della versione R40Li per una superficie di prato leggermente maggiore (500 invece di 400 metri quadrati), ed è anche dotato di un modulo WiFi.  Le lame mobili fanno il loro lavoro correttamente e possono essere cambiate facilmente. L’altezza di taglio è regolabile. Il principio del filo guida permette al tosaerba di raggiungere rapidamente anche aree remote e tortuose e di ritrovare da lì la strada verso la base.

Abbiamo anche fatto a meno dell’app per il Sileno city 500, in quanto all’inizio, la connessione WiFi della porta è fallita. La soluzione di Gardena era troppo complicata! Gardena smart garden diventa interessante quando vengono utilizzati anche i sensori di pioggia e di umidità o un contatore d’acqua dello stesso produttore.

Stiga Autoclip M5

Lo Stiga Autoclip M5 ha una costruzione solida e, a prima vista, probabilmente di lunga durata. Non ha un display, quindi gli orari possono essere impostati solo tramite app. Ha un andamento silenzioso, ma frenetico e urta spesso gli ostacoli. Anche lo Stiga rimane spesso bloccato nella sabbia a causa del pezzo frontale molto lungo.

Il test passo per passo

Per il test, abbiamo procurato 23 tagliaerba robot con diversi mesi di anticipo e li abbiamo testati in diversi giardini. Tutti i tosaerba robotici ci sono stati messi a disposizione gratuitamente per la durata del test. Ogni robot da giardino può gestire un prato inglese finemente curato, così come un campo da calcio, come ha dimostrato il nostro test in giardini ben curati. Abbiamo quindi messo i tagliaerba elettrici alla prova in un giardino naturale e realistico con un parco giochi, piccoli alberi, cespugli, aiuole, passaggi stretti e molte irregolarità. Qui le falciatrici robotiche hanno dovuto dimostrare cosa possono fare in condizioni difficili.

 

Domande più frequenti

Cosa fa un tagliaerba robot con l'erba tagliata? Bisogna raccoglierla?

A causa dei frequenti passaggi, l’erba rimane sempre corta. Ciò che viene tagliato è così corto che cade a terra come pacciame tra le lame e marcisce.

I tagliaerba robot non sono pericolosi, specialmente per i bambini?

I robot hanno sensori d’urto e di sollevamento. Quando incontrano degli ostacoli, fanno retromarcia, e quando si sollevano, la lama si ferma immediatamente. Inoltre, la maggior parte dei robot hanno lame flessibili che tagliano, ma sicuramente non un dito! Il tagliaerba occupa una posizione piuttosto centrata nelle struttura e quindi partendo dai lati, una mano o un piede dovrebbero allungarsi 8-10 centimetri per toccare le lame. Come regola generale, comunque, i bambini piccoli non dovrebbero stare attorno a un dispositivo in funzione. Consigliamo di attivarlo di notte.

Quali sono i costi di gestione di un tagliaerba automatico?

Dopo l’investimento iniziale nel dispositivo vero e proprio, ci sono i costi di manutenzione. Le prime parti che si consumano sono le lame, poi i cuscinetti delle ruote, la batteria e ad un certo punto la trasmissione. Mentre le lame e la batteria possono essere sostituite rapidamente e facilmente dall’utente stesso, per le altre componenti è il caso di andare in officina.

Ho poco meno di 600 m² di prato, posso utilizzare anche un modello più economico per 400 m²?

Si è possibile! Tuttavia il dispositivo probabilmente si consumerà rapidamente, visto che non è nato per così tante ore di lavoro. I modelli per piccole aree hanno batterie con capacità inferiore e larghezze di taglio più piccole. Questo porta a doverli caricare più frequentemente, rispetto ai modelli prettamente destinati ad aree più grandi.

Commenti

0 Commenti