La migliore piastra per capelli
test
Pubblicato: 1.2.2022

La migliore piastra per capelli

Abbiamo testato 21 piastre per capelli. La migliore, la Tondeo Cerion Curve, assicura uno styling a lunga tenuta. Una piastra leggera dalle mille funzioni: rivestimento in ceramica con tormalina, temperatura regolabile, cavo lungo, tecnologia agli ioni, riscaldamento rapido, tappetino termico, design elegante e prezzo più che giusto!

Nicole Hannay
Nicole Hannay
stilista e redattrice freelance, scrive di fashion, moda e bellezza. Incontra spesso modelle e visagisti durante i suoi shooting commerciali e di moda, imparando in prima persona i segreti di bellezza e le novità del momento.
Eleonora Cuccuru
Eleonora Cuccuru
laureata in Traduzione Specialistica, è traduttrice e ha lavorato come sottotitolatrice e adattatrice di film e documentari. Ama le lingue e i processi linguistici, sperimentare nuove ricette e ha un debole per la cucina italiana e internazionale.
Aggiornamento informazioni

Testiamo in continuazione nuovi prodotti e revisioniamo i nostri consigli con regolarità. Vi informeremo non appena questo articolo sarà stato aggiornato.

Sicuramente l’acconciatura più famosa degli ultimi decenni è il taglio “alla Rachel” della fortunata serie americana Friends. Ma è un po’ di tempo che sta prendendo piede il cosiddetto “sleek look”,  uno stile incentrato sul minimalismo in cui protagonisti sono i capelli lisci e lucidi. È un trend che sembra non arrestarsi: Kim Kardashian l’ha reso famoso, ma anche icone come Sandra Bullock, Victoria Beckham, Meghan Markle e Gwyneth Paltrow amano questa acconciatura elegante. E quando decine di adolescenti si alzano presto per sistemarsi i capelli prima di andare a scuola, è chiaro: questo look avrà lunga vita.

Forse non tutti gli uomini potranno capire la sensazione di benessere che prova una donna quando la chioma apparentemente indomabile cade perfettamente sulle spalle, liscia e morbida come velluto. Tutto questo è solo merito della piastra per capelli.

Abbiamo testato 21 diverse piastre per capelli, di cui 16 sono attualmente disponibili. Ripetiamolo ancora una volta: i prodotti più costosi non sempre sono i migliori! Ecco i nostri consigli in breve.

I nostri consigli in breve

La migliore

Tondeo Cerion Curve

Test La migliore piastra per capelli: Tondeo Cerion Curve
La piastra migliore e più veloce. Lo styling rimane perfetto anche il giorno dopo.

La Tondeo Cerion Curve, parecchio leggera, si avvicina molto alla piastra per capelli perfetta: assicura acconciature perfette con una temperatura ampiamente regolabile. La piastra ha un rivestimento in ceramica e tormalina, si riscalda velocemente, è dotata di tecnologia ionica, un cavo abbastanza lungo e un pratico tappettino termico, il tutto racchiuso in un bel design. Ecco perché si è aggiudicata il primo posto. Inoltre, ha un ottimo rapporto qualità/prezzo. I difetti? Ci mette un po’ per raffreddarsi, non ha un display digitale e si surriscalda leggermente all’esterno.

Buona alternativa

Furiden Professional

Test La migliore piastra per capelli: Furiden Professional
Un testa a testa con la migliore in gara.

Anche la Furiden Professional è stata molto vicina a salire sul gradino più alto del podio, perché ci ha convinto non solo per i suoi risultati di allisciamento. Poi perché alla fine abbiamo optato per la Tondeo? Perché con la Furiden non è bastata una passata per ottenere lo stesso risultato ed è leggermente più costosa.

Di lusso

ghd Platinum+ Professional Styler

Test La migliore piastra per capelli: ghd Platinum+ Professional Styler
Una piastra da sogno, anche se a un prezzo di lusso.

La ghd Platinum+ Professional Styler ha occupato il primo posto del podio quando abbiamo aggiornato il nostro test, e questo nonostante si trovi in un segmento di prezzo alto. Perché? Perché ha lasciato i capelli meravigliosamente lisci e morbidi, il tutto alla prima passata! È una piastra per capelli dal design affascinante e facile da usare. Sfortunatamente, l’acconciatura non ha superato la notte. Il giorno dopo i capelli erano un po’ paglierini e avevano perso la loro morbidezza, anche se ancora belli all’aspetto. Ecco perché non guida più la classifica.

Se i soldi non contano

Cloud Nine The Touch

Test La migliore piastra per capelli: Cloud Nine The Touch
Un prodotto di lusso in cui il prezzo è giustificato.

Il modello più bello e più costoso in gara: la Cloud Nine The Touch assicura una piega liscia, morbida e lucente. Non si surriscalda all’esterno e raggiunge la temperatura in tempo zero. Abbiamo apprezzato anche il nuovo modo per cambiare la temperatura, ovvero facendo toccare le lamelle tra loro per tre volte.

Conveniente

Remington Pearl S9500

Test La migliore piastra per capelli: Remington Pearl S9500
Questa piastra economica è una buona compagna di viaggio.

Se cercate un modello solido a un prezzo contenuto che piastri i vostri capelli in maniera affidabile e che vi accompagni in viaggio, allora la Pearl S9500 della Remington è la piastra per capelli che fa per voi. Piccolo plus: ha una garazia di sei anni. Giusto il design è una questione di gusto. Inoltre, i suoi tre predecessori piastrano effettivamente un pochino meglio.

Tabella di confronto

La miglioreTondeo Cerion Curve
Buona alternativaFuriden Professional
Di lussoghd Platinum+ Professional Styler
Se i soldi non contanoCloud Nine The Touch
ConvenienteRemington Pearl S9500
Rowenta SF8210 Ultimate Experience
Philips MoistureProtect HP8372/00
Remington Curl & Straight Confidence S6606
ghd Gold Professional Styler
Remington Pro-Sleek & Curl S6505
Remington S3500 Ceramic Glide 230
Carrera No 534
Karmin Salon Pro G3
Rowenta SF3122 Optiliss Keratin Elite
Remington S7710 Pro-Ion Straight
Babyliss I-Pro 230 Steam
Test La migliore piastra per capelli: Tondeo Cerion Curve
  • Migliore piega liscia
  • Temperatura regolabile
  • Tecnologica ionica
  • Spegnimento automatico
  • Riscaldamento rapido
  • Si raffredda lentamente
  • Le piastre si riscaldano esternamente
  • No display
Test La migliore piastra per capelli: Furiden Professional
  • Buona piega liscia
  • Temperatura regolabile
  • Bel design
  • Spegnimento automatico
  • Riscaldamento rapido
  • Non liscia alla prima passata
  • Le piastre si riscaldano esternamente
  • Odora un po' di chimico
  • Più costosa della migliore in gara
Test La migliore piastra per capelli: ghd Platinum+ Professional Styler
  • Semplice da accendere/spegnere
  • Spegnimento automatico dopo 30 minuti di inutilizzo
  • Cavo lungo
  • Ottima qualità
  • Coprilamelle protettivo
  • Piega non duratura
  • Impossibile regolare la temperatura
  • Molto costosa
Test La migliore piastra per capelli: Cloud Nine The Touch
  • Buona piega liscia
  • Indicatore LED della temperatura
  • Uso innovativo
  • Zero tempi di attesa
  • Due modalità spegnimento automatico
  • Molto costoso
  • Odora un po' di chimico (all'inizio)
Test La migliore piastra per capelli: Remington Pearl S9500
  • Ottimo rapporto qualità/prezzo
  • 10 livelli di temperatura tramite display LC
  • Fino a sei anni di garanzia
  • Spegnimento automatico
  • Funzione turbo Boost
  • Piega mediocre
  • Design non ottimale
Test La migliore piastra per capelli: Rowenta SF8210 Ultimate Experience
  • Si riscalda in fretta
  • Spegnimento automatico
  • Cavo lungo
  • Coprilamelle protettivo
  • Costosa
  • No custodia o tappetino termico
Test La migliore piastra per capelli: Philips MoistureProtect Haarglätter HP8372/00
  • Buona piega senza tecnologia ionica
  • 3 livelli di temperatura
  • Delicata e veloce
  • Si riscalda in fretta
  • Custodia resistente al calore
  • Piega mediocre con tecnologia ionica
  • Piega non duratura
  • Bisogna fare più passate con i capelli spessi
  • Cavo corto
  • Si surriscalda all'esterno
Test Il miglior ferro arricciacapelli: Remington Curl & Straight Confidence S6606
  • Display digitale con 5 livelli di temperatura
  • Voltaggio universale
  • Manicotto protettivo
  • Piccolo pettine
  • Blocco per il trasporto
  • Non proprio maneggevole
  • Si surriscalda all'esterno
  • Non ideale per capelli lunghi fino al mento
  • Cavo troppo corto
  • Design obsoleto
Test La migliore piastra per capelli: ghd Gold Professional Styler
  • Bel design
  • Spegnimento automatico
  • Buona piega
  • Molto leggera
  • Temperatura ottimale per piega delicata
  • Capelli unti
  • Si surriscalda all'esterno
  • Odora di chimica
  • Non ideale sui capelli corti
Test La migliore piastra per capelli: Remington Pro-Sleek & Curl S6505
  • Ideale anche per boccoli
  • Diversi livelli di temperatura
  • Display digitale
  • Spegnimento automatico
  • Funzione turbo Boost
  • I capelli non si lisciano ma rimangono stopposi
  • Si surriscalda all'esterno
  • Odora di chimica
  • Le piastre non si chiudono perfettamente
  • Cavo troppo corto
Test La migliore piastra per capelli: Remington S3500 Ceramic Glide 230
  • Display digitale
  • 8 livelli di temperatura da 150 fino a 230 gradi
  • Spegnimento automatico
  • Bel design
  • Voltaggio universale
  • Piega non ottimale
  • Si surriscalda all'esterno
  • Ditate sulle piastre
  • Odora di chimica
  • Cavo troppo corto
Test La migliore piastra per capelli: Carrera No 534
  • Cavo lungo
  • Ottima qualità
  • Diversi livelli di temperatura da 140 fino a 220 gradi
  • Riscaldamento rapido con funzione Boost
  • Capelli non lisci ma stopposi
  • Design mediocre
Test La migliore piastra per capelli: Karmin Salon Pro G3
  • Custodia per il trasporto e tappetino termico
  • Cavo di 3 m
  • Temperatura espressa in Fahrenheit
  • La parte superiore si surriscalda
  • Costosa
Test La migliore piastra per capelli: Rowenta SF3122 Optiliss Keratin Elite
  • Economica
  • Blocco per il trasporto
  • Adatta per i viaggi
  • Tempi di riscaldamento lunghi
  • Servono più passate
  • Strano odore
  • Piega mediocre
Test La migliore piastra per capelli: Remington S7710 Pro-Ion Straight
  • Display digitale
  • 9 livelli di temperatura fino a 230 gradi
  • Funzione memoria
  • Molti accorgimenti di sicurezza
  • Voltaggio universale
  • I capelli non si lisciano
  • Si surriscalda all'esterno
  • Rumorosa
  • Tempi di riscaldamento lunghi
  • Cavo troppo corto
Test La migliore piastra per capelli: Babyliss I-Pro 230 Steam
  • Diversi livelli di temperatura
  • Tecnologia ionica
  • Pettine integrato
  • Display digitale
  • Spegnimento automatico
  • Piega non ottimale con vapore
  • Il serbatoio perde acqua calda
  • Riempimento del serbatoio
  • Cavo troppo corto
  • Odora di chimico
Mostra dettagli prodotto

Lo styling

Qualche piccolo accorgimento per quanto riguarda lo styling con la piastra per capelli: le chiome più spesse e forti sopportano meglio il calore rispetto alle ciocche sottili e sfibrate. Più i capelli sono sani, più spesso possono essere trattati.

I capelli più spessi e forti sopportano meglio il calore della piastra

Ma nemmeno i capelli più forti dovrebbero subire questo trattamento ogni giorno. Finché si tratta di due volte alla settimana, a seconda della struttura dei capelli, va bene.

Un’altra regola: non è necessario superare i 200 gradi, a meno che non abbiate capelli veramente spessi o crespi. Ma vi consigliamo di usare prima sempre uno spray, una mousse o un olio protettivo. Senza, si rischia che le ciocche già danneggiate si spezzino. Sarebbe quindi meglio lisciare i capelli trattati o sfibrati a una temperatura massima di 170 gradi, senza restare per troppo tempo nello stesso punto per non gravare ulteriormente sulla salute della nostra chioma.

La migliore piastra per capelli
Prima di piastrare i capelli è bene usare un termoprotettore.

Capelli asciutti

Lavarsi i capelli prima di passare la piastra? Non proprio una buona idea. Perché i capelli non fanno in tempo a sviluppare quello strato di grasso che andrebbe a proteggerli. Sarebbe meglio lavarli la sera e piastrarli il giorno dopo.

Sicuramente non vanno piastrati da bagnati perché rischiano di bruciarsi. Tuttavia ci sono piastre che possono essere usate anche con i capelli umidi, ma non tutte. Bisogna quindi leggere bene le istruzioni prima di procedere.

Si fa così

Idealmente bisognerebbe dividere i capelli in ciocche per lavorarle dal basso verso l’alto. Bisogna comunque fare attenzione a mantenere una distanza di circa cinque centimetri dal cuoio capelluto o dalle orecchie. Per evitare di avere una chioma troppo piatta vi consigliamo di piastrare i capelli in senso orizzontale rispetto a alla radice, in modo da dare un po’ di volume.

Le piastre fanno anche i boccoli

Con la maggior parte delle piastre in commercio è anche possibile fare onde o boccoli. Basta soltanto arrotolare la ciocca intorno alla piastra per capelli superiore per poi tirare il tutto verso il basso.

Cosa fare dopo

La piastra per capelli può mettere a dura prova i nostri capelli, perciò è bene prendercene cura in maniera adeguata. Ad esempio l’olio di argan del Marocco, i cui acidi grassi insaturi danno lucentezza e volume, potrebbe essere una buona scelta. Oppure potremmo dover ricorrere una volta a settimana a un trattamento intensivo. Se i capelli risultano troppo secchi, però, dovremmo smettere di piastrarli per un po’.

Criteri di acquisto

Ciò che sicuramente non deve mancare sono diversi livelli di temperatura, un cavo lungo per un uso pratico e delle piastre che si chiudono bene. Esistono diversi tipi di piastre. Quelle più comuni sono quelle a pinza con un profilo arrotondato, ma esistono anche piastre extra-large adatte a capelli spessi e indomabili.

La migliore piastra per capelli
Un cavo lungo assicura più libertà di movimento.

Non solo è importante che la piastra per capelli sia leggera e maneggevole, ma anche che disponga di spegnimento automatico dopo un certo tempo di inutilizzo. Così possiamo stare più tranquilli.

Esistono anche piastre a tecnologia ionica, che impedisce la carica elettrostatica, protegge i capelli dal calore, li idrata e fornisce più lucentezza.

Inoltre, sarebbe ottimale una piastra per capelli che si scaldi in tempi rapidi. E questo è il caso di quasi tutti i modelli che abbiamo testato. Alcuni si scaldano anche in meno di trenta secondi.

Un altro extra, non certamente indispensabile, è la possibilità di memorizzare l’ultima temperatura utilizzata. Infine, se volete portare la piastra sempre con voi, vi consigliamo un modello dal voltaggio universale.

E il rivestimento?

Le migliori piastre sono rivestite in caramica, capace di diffondere il calore in modo uniforme. Lo stesso vale per le piastre in ceramica e tormalina e quelle in ceramica e titanio.

La tormalina è una pietra semipreziosa che previene l’elettricità statica. Il titanio assicura capelli lisci e morbidi. Tuttavia, la maggior parte dei modelli sul mercato, e tutti quelli che abbiamo testato, sono rivestiti in ceramica.

La migliore piastra per capelli

La migliore: Tondeo Cerion Curve

In linea generale, praticamente tutti i modelli che abbiamo testato erano di alta qualità. Tuttavia la Tondeo Cerion Curve ha spiccato rispetto alle altre e si è aggiudicata il primo posto sul podio.

La migliore
Tondeo Cerion Curve
Test La migliore piastra per capelli: Tondeo Cerion Curve
La piastra migliore e più veloce. Lo styling rimane perfetto anche il giorno dopo.

Siamo rimasti molto colpiti dalla piega ottenuta: la nostra chioma mossa è diventata più liscia, lucida e morbida che mai. Nessun capello fuori posto. La piega è durata anche due o tre giorni, e non riusciamo a capire se sia dovuto alla piastre in ceramica di alta qualità con tormalina, che una volta riscaldata produce ioni in grado di nutrire e idratare i capelli.

1 di 3
La migliore piastra per capelli
La Tondeo risulta molto maneggevole.
La migliore piastra per capelli
Un tappettino termico è incluso nella consegna.
La migliore piastra per capelli
Una lucina rossa segnala che le piastre sono calde.

Come gli altri modelli in gara, la Tondeo è facile da usare. Ha inoltre un design semplice e carino, bianco e nero con delle parti argentate. Abbiamo trovato molto pratica la funzione di spegnimento automatico dopo un inutilizzo di 60 minuti e il tappetino termico incluso nella consegna. Così durante lo styling possiamo stare tranquilli e poggiare lì la piastra riscaldata.

La migliore piastra per capelli

Altri pro: questa piastra per capelli risulta abbastanza leggera e il cavo girevole di 3 metri offre molta libertà di movimento. L’uso è molto semplice: basta girare la rotella su “on” e impostare la temperatura desiderata (da 120 a 230 gradi) a seconda del nostro tipo di capelli. Il manuale di istruzioni fornisce tutte le indicazioni necessarie.

Dopo circa 20 secondi, si è accesa una luce rossa per segnalarci che la piastra per capelli aveva raggiunto la temperatura desiderata. Grazie alla nuova modalità di risparmio energetico Energy Saving, il consumo di energia risulta notevolmente ridotto. Una volta soddisfatti della piega ottenuta, basta semplicemente riportare la rotella su “off” e il gioco è fatto.

Le piastre dal profilo arrotondato della Tondeo permettono anche di realizzare dei boccoli nei capelli più lunghi. Si tratta della modalità “curve”, che funziona molto bene.

Questa piastra per capelli è sicuramente un ottimo modello. Mia figlia usa da anni il modello precedente, che a suo tempo mi aveva consigliato la parrucchiera, e non ha mai avuto problemi. La Tondeo Cerion Curve offre molta qualità a un prezzo giusto.

E i contro?

Ci vuole un po’ di tempo prima che la Tondeo Cerion Curve si raffreddi. Inoltre le piastre risultano calde anche nella parte esterna, bisogna quindi fare attenzione a non bruciarsi.

Alternative

Secondo noi la Tondeo Cerion Curve è attualmente la migliore piastra per capelli. Ci sono comunque alcune alternative interessanti.

Buona alternativa: Furiden Professional

Tra la Furiden Professional e la Tondeo Cerion Curve è stato un vero testa a testa. La prima cosa che ha attirato la nostra attenzione è stato il suo elegante design dorato. Anche gli accessori sono stati una bella sorpresa, vengono infatti inclusi una borsa resistente al calore, un pettine, due fermagli per capelli e un guanto.

Buona alternativa
Furiden Professional
Test La migliore piastra per capelli: Furiden Professional
Un testa a testa con la migliore in gara.

Il modello è risultato maneggevole e dall’uso molto intuitivo. Attraverso una rotella è possibile scegliere tra cinque temperature diverse comprese tra 120 e 230 gradi. Noi abbiamo optato per 180 gradi.

La migliore piastra per capelli

Le piastre in ceramica e tormalina si sono riscaldate in 15 secondi. Inoltre, anche qui è presente uno spegnimento automatico dopo un’ora di inutilizzo.

Passiamo alla cosa più importante: la piega. La Furiden Professional ci ha regalato uno styling perfetto a lunga durata e una chioma lucida, morbida e liscia. Il cavo girevole di 2,50 metri è risultato adeguato e la qualità di questa piastra per capelli made in China è alta.

Inoltre, è una perfetta compagna di viaggio grazie al suo voltaggio universale. Un accessorio con un’estetica accattivante, da portare sempre con sé.

1 di 5
La migliore piastra per capelli
Il design elegante della Furiden.
La migliore piastra per capelli
È maneggevole e di facile uso.
La migliore piastra per capelli
In dotazione vengono forniti una bors
La migliore piastra per capelli
È possibile anche bloccarla.
La migliore piastra per capelli
La rotella per impostare la temperatura.

Ma perché si trova al secondo posto? Perché la piega ottenuta con la Tondeo ci è piaciuta di più. Con la Furiden i capelli sono rimasti talvolta stopposi e abbiamo impiegato più passate per renderli lisci. Inoltre, una volta riscaldata, la piastra per capelli emana un certo odore di chimico e si surriscalda anche all’esterno. Per di più è anche più costosa della Tondeo.

Di lusso: ghd Platinum+ Professional Styler

La ghd Platinum+ Professional Styler ci ha convinto fin dall’inizio. Il tasto on/off è facile da usare e le piastre si riscaldano in soli dieci secondi. Il produttore inglese si sminuisce un po’ quando afferma che la sua piastra si riscalda in 20 secondi. Un feedback acustico ci avverte che la piastra per capelli è pronta all’uso.

Di lusso
ghd Platinum+ Professional Styler
Test La migliore piastra per capelli: ghd Platinum+ Professional Styler
Una piastra da sogno, anche se a un prezzo di lusso.

La nostra cavia 14enne dai capelli mossi e spessi ha subito notato la stabilità e la comodità di questa piastra per capelli. Si tratta di un modello di altissima qualità dal design promosso a pieni voti, disponibile sia in bianco sia in nero.

Questa piastra per capelli richiede davvero poca esperienza: i capelli risultano lisci alla prima passata, ottenendo una chioma morbida e per nulla crespa. La giuntura nel sistema a due braccia assicura che le due piastre combacino perfettamente e che non si formino pieghe nei capelli.

La migliore piastra per capelli

Con la ghd Platinum+ Professional Styler è possibile ottenere anche dei bei boccoli, semplicemente arrotolando le singole ciocche nella piastra. Risulta anche perfetta da portare in viaggio grazie al voltaggio universale. Anche il cavo di 2,70 metri risulta molto pratico. Abbiamo davanti  una piastra per capelli senza troppi fronzoli e molto facile da usare. Le piastre non si surriscaldano all’esterno, il che vuol dire che non c’è il rischio di bruciarsi le dita, il cuoio capelluto o le orecchie. È anche presente un coprilamelle protettivo. Questa piastra per capelli ha inoltre una garanzia di tre anni.

1 di 3
La migliore piastra per capelli
La ghd ha un elegante design allungato.
La migliore piastra per capelli
È maneggevole e di ottima qualità.
La migliore piastra per capelli
Le piastre arrivano fino a 185 gradi, la temperatura perfetta per lisciare i capelli.

Ci è piaciuto anche il fatto che questa piastra per capelli si raffreddi in maniera rapida. Un’altra misura di sicurezza è lo spegnimento automatico se non si utilizza la piastra per 30 minuti. Grazie alla cosiddetta tecnologia Ultra Zone, i sensori controllano il calore emesso per 250 volte al secondo per mantenere una temperatura costante di 185 gradi, la migliore per la piega.

Da una parte sembrerebbe una bella trovata, ma dall’altra non è possibile regolare la temperatura a nostro piacimento secondo il tipo di capello che abbiamo. E sicuramente questa piastra per capelli ha un prezzo decisamente elevato.

Il mattino seguente, le amiche della nostra tester hanno notato che aveva usato una piastra per capelli diversa. I capelli infatti apparivano più fragili, meno morbidi del giorno precedente e si aggrovigliavano facilmente. Questa è l’unica ragione per cui la ghd non è il migliore modello in gara, ma rimane sicuramente una piastra per capelli validissima.

Se i soldi non contano: Cloud Nine The Touch

La Cloud Nine The Touch è una vera piastra per capelli di lusso, ma vale ogni centesimo. La nostra cavia è rimasta molto colpita dall’aspetto di questa piastra, spedita insieme a una custodia e un coprilamelle, ma dopo un po’ l’odore di chimico ha smorzato questo entusiasmo.

Se i soldi non contano
Cloud Nine The Touch
Test La migliore piastra per capelli: Cloud Nine The Touch
Un prodotto di lusso in cui il prezzo è giustificato.

Perché non è abbastanza per salire il podio? Oltre a questo particolare odore e il prezzo elevato, anche la piega non è stata all’altezza della Tondeo. Per il resto la Coud Nine è un ottimo prodotto ben pensato.

La migliore piastra per capelli

Le nostre giovani tester hanno anche apprezzato il LED che indica la temperatura e il display digitale. Anche per noi è stato un valore aggiunto.

È possibile scegliere tra due temperature (165 o 195 gradi): una volta accesa, la piastra per capelli raggiunge automaticamente i 195 gradi, ma facendo toccare le lamelle tra loro per tre volte è possibile portare la temperatura a 165 gradi. I tempi di attesa sono praticamente nulli, infatti il produttore la definisce “la piastra più veloce del mondo”.

Cloud Nine è dotata di un sistema di riscaldamento controllato da MiCOM (MicroComputer), per cui le piastre regolano la temperatura in base ai calcoli del sensore termico. Noi, visti i nostri capelli, abbiamo optato per 195 gradi e siamo state molto soddisfatte del risultati: capelli lisci, morbidi e lucidi. Di crespo nemmeno l’ombra.

1 di 4
La migliore piastra per capelli
La Cloud Nine.
La migliore piastra per capelli
Risulta più compatta della Tondeo.
La migliore piastra per capelli
Una luce rossa indica che la piastra è accesa.
La migliore piastra per capelli
Sono incluse nella consegna una borsa e un coprilamelle.

Si tratta di una piastra molto sicura: se non viene usata per 30 secondi, si spegne automaticamente. Non appena si riprende in mano, torna immediatamente a temperatura. Dopo trenta minuti di inutilizzo, si spegne completamente.

Il cavo di 2,60 metri ci ha dato abbastanza libertà di movimento. Le piastre si sono un pochino surriscaldate all’esterno, ma non così tanto da farsi effettivamente male.

Conveniente: Remington Pearl S9500

Anche questa piastra per capelli leggera con una finitura in ceramica in perla autentica ci ha regalato una bella piega. I capelli sono rimasti lisci anche il giorno dopo, anche se alcune ciocche mostravano delle curvature.

Conveniente
Remington Pearl S9500
Test La migliore piastra per capelli: Remington Pearl S9500
Questa piastra economica è una buona compagna di viaggio.

La migliore piastra per capelli

Che cosa ci ha convinto di più della Remingron Pearl S9500? Il suo uso semplice. Tutto quello che bisogna fare è premere il pulsante di accensione e selezionare la temperatura attraverso il display digitale LC. Ci sono dieci temperature disponibili, dai 150 ai 235 gradi, a seconda del tipo di capelli. Il blocco della temperatura assicura che questa non venga cambiata accidentalmente. Quando la piastra ha finito di riscaldarsi, un segnale acustico ci avverte che è pronta all’uso.

Le piastre raramente si surriscaldano all’esterno, sicuramente in questo ambito sono le migliori in gara. Abbiamo apprezzato anche il cavo girevole di 3 metri e lo spegnimento automatico dopo 60 minuti di inutilizzo.

1 di 5
La migliore piastra per capelli
La Reminton Pearl.
La migliore piastra per capelli
Ha un design simpatico e risulta maneggevole.
La migliore piastra per capelli
La temperatura è indicata nel display ma non si legge benissimo con la luce naturale.
La migliore piastra per capelli
Una custodia è inclusa nella consegna.
La migliore piastra per capelli
Tasto di accensione e pulsanti per regolare la temperatura.

La Remington Pearl S9500 è anche un’ottima compagna di viaggio, non solo per il voltaggio universale, ma anche perché le piastre si possono compattare bene e bloccare per il trasporto.

Ci è piaciuto anche l’elegante custodia bianca resistente al calore. Inoltre, ha una garanzia di sei anni e un prezzo più che giusto.

La concorrenza

Rowenta SF8210 Ultimate Experience

Esattamente come il phon della stessa serie, la Rowenta SF8210 Ultimate Experience è un modello molto valido, anche se un po’ caro. Da apprezzare sono il cavo girevole extra lungo a 360 gradi e i tempi rapidi di riscaldamento. La cosa migliore è la sua capacità di lisciare tutti i tipi di capelli in maniera rapida e con dei risultati duraturi anche a basse temperature. Il risultato è impressionante: i capelli sono lucidi e non appaiono secchi o sfibrati. Tuttavia non ci sono piaciuti i tasti per regolare la temperatura posizionati tra le due piastre e avremmo apprezzato anche la presenza di una custodia e/o un tappetino termico o un coprilamelle protettivo.

Philips MoistureProtect HP8372/00

Siamo rimasti colpiti dal design bianco e rosa della piastra per capelli Philips MoistureProtect HP8372/00. In teoria si trattarebbe di una piastra delicata che lavora in maniera veloce senza scaldare troppo i capelli. Un sensore analizza i capelli e regola la temperatura di conseguenza. Questo servirebbe a preservare l’umidità naturale dei capelli. Le piastre in ceramica molleggiano leggermente, il che dovrebbe evitare che si spezzino.

Alla faccia della teoria: la nostra tester dai capelli ricci ha dovuto passare la piastra per capelli molte volte prima di ottenere il risultato ottenuto. I capelli all’inizio risultavano morbidi, ma già dopo un’ora sembravano arricciarsi. In compenso questa piastra ci mette solo 15 secondi per riscaldarsi. Si può scegliere tra tre livelli di temperatura, 150, 175 o 200 gradi, leggibili sul pratico display. Fate attenzione a come tenete la piastra per capelli in mano perché rischiate di pizzicarvi le dita! Il cavo è abbastanza lungo e offre la giusta libertà di movimento.

Remington Curl & Straight Confidence S6606

La Remington Curl & Straight Confidence S6606 è dotata di un micropettine, di un rivestimento in ceramica con tormalina antistatica, di un blocco per il trasporto e di un display digitale con cinque impostazioni di temperatura da 150 a 230 gradi, compresa la funzione boost e memorizzazione della temperatura. Viene fornita con un manicotto protettivo resistente al calore.

La nostra tester dai capelli lunghi e spessi è rimasta inizialmente colpita da questa piastra per capelli. Si riscalda in maniera rapida (20-30 secondi) e offre una buona piega liscia e morbida. Il tutto in una sola passata. Una piastra per capelli valida a circa 50 euro, mica male.

ghd Gold Professional Styler

Avevamo grandi aspettative per la ghd Gold Professional Styler: il design elegante con logo dorato, il prezzo di classe superiore, il fatto che venga consigliata da molti parrucchieri… Purtroppo, questa piastra per capelli non è all’altezza della sua reputazione o del suo aspetto. Non appena disimballata, abbiamo subito percepito un odore di chimico. Tutto sommato la qualità è buona e le piastre in ceramica sono rivestite in polvere minerale che dovrebbe preservare l’umidità propria dei capelli. Si riscalda in 25 secondi, ha in dotazione un coprilamelle protettivo e si spegne automaticamente se non viene utilizzata per 30 minuti. Ma la piega non ci ha convinti. I capelli erano sì lisci, ma non lucenti, anzi sembravano unti nonostante fossero appena stati lavati.

Anche l’uso è stato abbastanza semplice, almeno su un taglio medio fino al mento. Con le ciocche più corte non è andata altrettanto bene. Almeno la piastra è risultata abbastanza maneggevole.

La ghd Gold Professional Styler offre solo una temperatura, questo perché è stato dimostrato che 185 gradi sarebbero la temperatura ottimale per lisciare i capelli. Ecco perché le piastre ghd hanno solo questa temperatura. Tuttavia i capelli non sono tutti uguali, ce ne sono di vari tipi e, ad esempio, quelli più grossi avrebbero bisogno di calore maggiore, mentre quelli più fini non dovrebbero essere trattati a una temperatura superiore di 170 gradi. Ho davvero avuto paura di bruciarmi l’orecchio. Per fortuna non è successo. È comunque possibile trovare una piastra per capelli migliore e per un prezzo inferiore.

Remington Pro-Sleek & Curl S6505

La Remington Pro-Sleek & Curl S6505 non ha ottenuto gli stessi risultati della Remington Pearl S9500. La nostra chioma non è davvero diventata liscia. Al contrario, le punte risultavano stoppose e i capelli non stavano in posa. Anche il design non ci ha convinto molto, sembrava piuttosto obsoleto. Sfortunatamente, le piastre si sono riscaldate molto anche esternamente, il che non è assolutamente accettabile.

Inoltre, leggendo le recensioni online, notiamo che molti acquirenti si lamentano del fatto che le piastre non si chiuderebbero completamente e i capelli scivolerebbero di conseguenza. Non ci è piaciuto nemmeno il cavo di un metro e ottanta, troppo corto per i nostri gusti.

Ma questa piastra per capelli ha anche i suoi pro: è maneggevole e la sua forma arrotondata è perfetta per creare delle onde o dei veri boccoli. Ci sono poi dieci livello di temperatura tra i 150 e i 230 gradi, una custodia resistente al calore e un display digitale.

Bisogna menzionare anche il riscaldamento rapido in 15 seondi, il blocco per trasportarla e lo spegnimento automatico dopo 60 minuti di inutilizzo. Altri extra interessanti sono il voltaggio universale, la funzione turbo Boost e la garanzia di quattro anni. E non dimentichiamo il prezzo imbattibile.

Remington S3500 Ceramic Glide 230

La Remington S3500 Ceramic Glide 230 è una piastra per capelli maneggevole con display digitale, otto livelli di temperatura da 150 a 230 gradi e spegnimento automatico. Dopo la piega i capelli risultano morbidi, le punte dei capelli spessi e ondulati della nostra tester però sono apparse piuttosto sfibrate. Non siamo completamente soddisfatte della piega liscia, infatti abbiamo dovuto ripassare le ciocche più volte prima di avere una parvenza di eleganza.

Secondo noi il produttore ha un po’ esagerato con la “Protection 4”, il rivestimento in ceramica, titanio e tormalina, e i capelli quindi non risultano completamente lisci. La piastra risulta di facile uso, basta semplicemente impostare la temperatura desiderata e aspettare che la luce blu del display smetta di lampeggiare. Abbiamo apprezzato anche la borsa termica su cui possiamo appoggiare la piastra per capelli, la garanzia di tre anni e il voltaggio universale.

Un grande problema: l’esterno delle piastre si surriscalda abbastanza e la nostra tester ha dovuto fare molta attenzione a non bruciarsi, tanto che non si è avvicinata più di tanto all’attaccatura dei capelli. Ha impiegato circa 30 secondi per riscaldarsi, nonostante il produttore ne promettesse 15, ma risulta comunque abbastanza rapida.

Un’altra cosa che non ci è piaciuta è il fatto che molte componenti erano avvolte nella plastica, che almeno in questi prodotto potrebbe essere evitata. Inoltre la nostra tester non ha apprezzato le ditate che rimanevano sulla piastra e all’inizio la Remington Ceramic Glide 230 emanava uno strano odore di chimico. Il prezzo è comunque onesto.

Il test passo per passo

Abbiamo dapprima letto tutti gli articoli, i test e le recensioni attorno all’argomento. Abbiamo quindi svolto una ricerca sui modelli migliori e più conosciuti, per poi testarli di persona.

Le nostre tester avevano volutamente un tipo di capello e una lunghezza diverse: bob ondulato lungo fino al mento, capelli più lunghi, capelli più spessi…

Pensiamo che molte delle piastre per capelli testate facciano un buon lavoro, regalando una chioma liscia e lucente. Abbiamo anche apprezzato la lunga tenuta di quasi tutti i modelli in gara.

Domande più frequenti

Qual è la migliore piastra per capelli?

Secondo noi la migliore piastra per capelli è la Tondeo Cerion Curve: facile da usare, veloce e dai risultati fenomenali. Questo modello offre una vasta scelta della temperatura, piastre in ceramica e tormalina e una tecnologia ionica. Il design è elegante e la consegna comprende anche un tappetino termico.

La piastra è dannosa per i capelli?

Sicuramente i capelli più spessi e forti sopportano meglio il calore rispetto a quelli più sottili e sfibrati. Più i capelli sono sani, più spesso si possono lisciare. Ma anche le chiome più robuste non dovrebbero essere trattate ogni giorno, al massimo due volte alla settimana. Bisognerebbe sempre usare prima un prodotto termoprotettore e la temperatura non dovrebbe superare i 200 gradi.

Quando sarebbe meglio passare la piastra?

Bisognerebbe evitare di passare la piastra sui capelli bagnati perché possono bruciarsi. Sarebbe anche meglio lavare i capelli il giorno prima e poi piastrarli il giorno dopo, così che abbiano il tempo di sviluppare uno strato di grasso protettivo.

Commenti

0 Commenti