La miglior stampante laser per uso domestico
test
Pubblicato: 25.11.2021

La miglior stampante laser per uso domestico

Abbiamo testato 15 stampanti laser per uso domestico o piccolo ufficio e la migliore è la Brother HL-L2350dw. È veloce e silenziosa, ha un’ottima qualità e bassi costi di stampa. Si collega ai dispositivi mobili tramite WiFi direct, supportata dalla relativa app Brother. Dovete rinunciare al collegamento LAN, ma non ne avrete bisogno con una connessione WiFi così affidabile e semplice.

Sven Kloevekorn
Sven Kloevekorn
dai tempi dell’ home computer Commodore VIC-20 ha una forte passione per chip e circuiti. Ha fatto del suo hobby una professione, è giornalista e scrive di PC, notebook e dispositivi portatili. Ha scritto per riviste come AndroidNext e Notebookcheck. e lavora come fotografo freelance.
Eleonora Cuccuru
Eleonora Cuccuru
laureata in Traduzione Specialistica, è traduttrice e ha lavorato come sottotitolatrice e adattatrice di film e documentari. Ama le lingue e i processi linguistici, sperimentare nuove ricette e ha un debole per la cucina italiana e internazionale.
Aggiornamento informazioni

Testiamo in continuazione nuovi prodotti e revisioniamo i nostri consigli con regolarità. Vi informeremo non appena questo articolo sarà stato aggiornato.

Se pensiamo a una stampante per casa nostra ci viene subito in mente una stampante a getto d’inchiostro. Questo tipo di stampante ha le sue pecche, soprattutto quando non viene usata con regolarità. Le stampanti laser in bianco e nero sono la migliore soluzione per gli utenti domestici, anche perché ormai non sono così costose. Negli ultimi anni abbiamo testato 15 stampanti laser per uso domestico e per il piccolo ufficio, in una fascia di prezzo compresa tra i 70 e i 200 euro.

Le stampanti laser sono la soluzione ideale soprattutto per la stampa di pagine di testo. Per la stampa di immagini potete continuare a fare affidamento sulle stampanti a getto d’inchiostro. Durante il nostro test sulle stampanti multifunzione a getto d’inchiostro ci siamo concentrati soprattutto sulla qualità delle foto. Certo, anche una stampante laser a colori può essere una buona alternativa poiché possiede tutti i pro di quelle in bianco e nero e ormai si trova a prezzi abbastanza accessibili. Se utilizzate la stampante anche come scanner, fotocopiatrice e fax, allora date un’occhiata ai nostri consigli sulle migliori stampanti laser multifunzione.

I nostri consigli in breve

La migliore

Brother HL-L2350dw

Test La miglior stampante laser per uso domestico: Brother HL-L2350dw
La Brother si connette "solo" alla rete WiFi, ma domina nella stampa fronte/retro, grazie alla qualità e ai costi di stampa contenuti.

Con l’HL-L2350dw la Brother ha voluto migliorare il vecchio modello HL-L2340dw (che abbiamo anche testato) e si è aggiudicata il primo premio nella nostra prova. La HL-L2350dw è relativamente silenziosa, regala risultati di ottima qualità in breve tempo, lavora fronte/retro ed è anche economica, così come lo sono anche i costi di stampa.

Buona alternativa

HP LaserJet Pro M118dw

Test La miglior stampante laser per uso domestico: HP LaserJet Pro M118dw
Non così compatta e nemmeno silenziosa, ma con connessione alla rete LAN. La HP supera la prova in ogni disciplina.

L’elegante HP Laser Jet Pro M118dw è comparabile alla vincitrice della prova per quanto riguarda le funzioni principali. Tuttavia, i costi di stampa sono più elevati, non risulta troppo compatta ed è anche più rumorosa. D’altra parte ha una capacità di carta maggiore, è poco più veloce e può essere collegata alla rete via cavo.

Risparmiare a lungo termine

Canon i-Sensys LBP223dw

Test La miglior stampante laser per uso domestico: Canon i-Sensys LBP223dw
Grande capacità di carta, costi di stampa limitati: ideale per chi stampa con frequenza e vuole un'ottima qualità di stampa.

La Canon i-Sensys LBP223dw si distingue per l’eccellente qualità di stampa per grafica e testo, la rapidità e, soprattutto, per un costo per pagina abbastanza contenuto (il secondo più basso nel test). Non è proprio compatta e leggera, ma dispone di tutte le interfaccia necessarie e una capacità di 350 fogli, ideale per l’Home Office in cui sono richieste numerose stampe.

Piccola e compatta

HP Laser 107w

Test La miglior stampante laser per uso domestico: HP Laser 107w
No rete LAN, no fronte/retro, no alimentatore per foglio singolo, l'HP Laser 107w è la soluzione migliore per chi vuole risparmiare e non usa la stampante con regolarità.

Se utilizzate la stampante solo occasionalmente e preferireste non sacrificare troppo spazio in casa, la HP Laser 107w è l’opzione migliore: nessun’altra è così piccola e compatta. Non ha una connessione rete (LAN) né una funzione fronte/retro, ma in compenso è molto economica e con un’ottima connessione WiFi.

Tabella di confronto

La miglioreBrother HL-L2350dw
Buona alternativaHP LaserJet Pro M118dw
Risparmiare a lungo termineCanon i-Sensys LBP223dw
Piccola e compattaHP Laser 107w
HP LaserJet Pro M404dn
Lexmark B3340DW
Brother HL-L2375DW
Kyocera Ecosys P2235dw
HP LaserJet Pro M203dn
Oki B412dn
Kyocera Ecosys FS-1041
HP LaserJet Pro M15w
Per il piccolo ufficioLexmark B2338dw
Test La miglior stampante laser per uso domestico: Brother HL-L2350dw
  • Ottima qualità delle immagini
  • Costi di stampa moderati
  • Economica
  • Veloce fronte/retro
  • Compatta e relativamente silenziosa
  • No connessione LAN
  • Solo GDI
Test La miglior stampante laser per uso domestico: HP LaserJet Pro M118dw
  • Fronte/retro
  • Alta velocità di stampa
  • Ottimi risultati di stampa
  • Alimentatore per foglio singolo
  • No display
  • Richiede molto spazio
  • Rumorosa
Test La miglior stampante laser per uso domestico: Canon i-Sensys LBP223dw
  • Veloce fronte/retro
  • Ottimi risultati di stampa di testo
  • eGrafic
  • Alimentatore per 350 fogli alla volta
  • Uso economico
  • Grande display con molti tasti
  • Potrebbe essere più compatta e leggera
  • Problemi con i driver
Test La miglior stampante laser per uso domestico: HP Laser 107w
  • Piccola e compatta
  • Prezzo di acquisto basso
  • Ottimi risultati di stampa
  • Stampa lenta
  • Costi di stampa elevati
  • No connessione LAN
  • No driver macOS
  • Solo GDI
Test La miglior stampante laser per uso domestico: HP LaserJet Pro M404dn
  • Stampa veloce sia in modalità normale sia fronte/retro
  • Costi di stampa ridotti
  • Buoni risultati di stampa
  • No WLAN
  • Display minuscolo
  • In modalità stampa non precisa
Test La miglior stampante laser per uso domestico: Lexmark B3340DW
  • Stampa veloce sia in modalità normale sia fronte/retro
  • Si riscalda subito
  • Compatibilità elevata
  • Numerose funzioni di gestione degli utenti e di sicurezza
  • Rumorosa
  • Display a due righe con tasti
  • Driver complicato
Test La miglior stampante laser per uso domestico: Brother HL-L2375DW
  • Ottimi qualità delle immagini
  • Costi di stampa contenuti
  • Fronte/retro
Test La miglior stampante laser per uso domestico: Kyocera Ecosys P2235dw
  • Elevata velocità di stampa
  • Silenziosa
  • Espandibile con altri cassetti
  • USB frontale per Fonts ecc.
  • Pesante
  • I risultati di stampa potrebbero essere migliori
Test La miglior stampante laser per uso domestico: HP LaserJet Pro M203dn
  • Silenziosa e veloce
  • Di facile gestione
  • Buoni risultati di stampa
  • Richiede molto spazio
Test La miglior stampante laser per uso domestico: Oki B412dn
  • Affidabile e di buona qualità
  • Costi di stampa abbastanza contenuti
  • Ingombrante per uso domestico
Test La miglior stampante laser per uso domestico: Kyocera Ecosys FS-1041
  • Prezzo d'acquisto contenuto
  • Occupa poco spazio
  • Tasto modalità silenziosa
  • Problemi con testo di piccole dimensioni
  • Inserimento toner complicato
  • Velocità di stampa bassa
  • Costi di stampa elevati
Test La miglior stampante laser per uso domestico: HP LaserJet Pro M15w
  • Piccola e compatta
  • Prezzo d'acquisto contenuto
  • Ottimi risultati di stampa
  • Stampa relativamente lenta
  • Costi di stampa elevati
  • No connessione LAN
  • Driver non funzionante al massimo
  • Solo GDI
Test La miglior stampante laser per uso domestico: Lexmark B2338dw
  • Elevata velocità di stampa
  • Fronte/retro
  • Vassoio multifunzione extra per 100 fogli extra
  • Buoni risultati di stampa
  • Economica
  • Grande e pesante
  • Il driver non ha riconosciuto la stampante
Mostra dettagli prodotto

Inchiostro o laser?

Visto il prezzo ridotto (anche meno di 50 euro), sono molte le persone che, quando devono acquistare una stampante per casa propria, optano per una stampante a getto d’inchiostro. Tuttavia i produttori, soprattutto nel caso di stampanti poco costose, tendono ad aumentare i prezzi delle cartucce, che a volte superano quelli della stampante stessa. Anche se le stampanti a getto d’inchiostro sono più economiche rispetto a quelle laser, spesso non sono la soluzione migliore. Le cartucce si seccano molto rapidamente e non possono più essere usate, cosa molto fastidiosa ma soprattutto molto costosa. Se non utilizziamo la stampante per settimane o mesi interi dovremmo evitare di comprare una stampante a getto d’inchiostro per non incorrere in questi problemi.

Le stampanti a getto d’inchiostro sono le migliori per la stampa di foto

Le stampanti a getto d’inchiostro sono ideali se stampiamo spesso fotografie e siamo noi stessi a modificare le immagini. In questo caso si dovrebbe comunque propendere per una qualità alta.

Per le stampe fotografiche occasionali, le stazioni di stampa nei centri appositi offrono una qualità migliore delle stampanti a getto d’inchiostro economiche. Un’ alternativa altrettanto buona e conveniente è rappresentata dai servizi di stampa online con consegna direttamente a domicilio. Se potete fare a meno di una stampante a colori, allora vi consigliamo una stampante laser. I modelli più economici partono da 70 euro, alcuni anche con connessione WiFi. Sicuramente ora con smartphone, tablet e computer portatili una stampante con l’opzione wireless è altamente raccomandata. Purtroppo non tutti i produttori supportano, ad esempio, la funzionalità AirPrint della Apple, che permette di stampare direttamente da iPad o iPhone senza programmi aggiuntivi.La miglior stampante laser per uso domestico

La migliore: Brother HL-L2350dw

Con la HL-L2350dw, Brother presenta un upgrade mirato rispetto al vecchio modello HL-L2340dw: esteticamente sono quasi identici, fino all’ultima vite. Abbiamo comunque riscontrato delle migliorie. Le dimensioni relativamente compatte, soprattutto per una stampante laser fronte/retro, sono rimaste le stesse, ma il nuovo modello ha guadagnato un po’ di peso. Potrebbe essere dovuto alla sua nuova unità di stampa che ora offre una risoluzione 1200×1200 dpi, rispetto ai 600×600 precedenti.

La migliore
Brother HL-L2350dw
Test La miglior stampante laser per uso domestico: Brother HL-L2350dw
La Brother si connette "solo" alla rete WiFi, ma domina nella stampa fronte/retro, grazie alla qualità e ai costi di stampa contenuti.

Anche la nuova HL-L2350dw rinuncia a una porta di rete LAN, soluzione spesso più affidabile e unica in caso di alcune reti, ma è subito pronta all’uso grazie al WiFi. Nel nostro caso, la connessione wireless ha sempre funzionato senza problemi, anche dopo cambi di posizione e cambiamenti strutturali delle rete.

1 di 3
La miglior stampante laser per uso domestico
Nonostante la compattezza, dispone di un cassetto che contiene 250 fogli.
La miglior stampante laser per uso domestico
È presente anche un ADF (Alimentatore automatico di documenti) dove però si può inserire solo un foglio per volta.
La miglior stampante laser per uso domestico
Display.

Il piccolo display si dimostra molto utile nonostante non sia a colori e non disponga di un’interfaccia grafica. Anche se si stampa da un Mac con dei driver interni elementari, la Brother offre tre livelli di qualità, che si differenziano principalmente per la riproduzione grafica con aree in scala di grigi. Il carattere tipografico praticamente non cambia.

Velocità e fronte/retro

In termini di velocità di stampa, la HL-L2350dw si trova nella media: a seconda della qualità di stampa, ci sono voluti tra i 30 e i 40 secondi per dieci pagine di prova (40 secondi in alta qualità e 34 in qualità normale). La HP Laserjet Pro M203dn, insieme alla Oki B412dn, ci mette circa 30 secondi quindi è leggermente più veloce. La Canon i-Sensys LBP162dw chiude stranamente la fila con 50 secondi, mentre la Lexmark B2338dw è in pole position con 25 secondi per entrambi i livelli di qualità (identici).

Il fronte/retro ci fa risparmiare carta

Quasi tutte le stampanti laser in gara dispongono della modalità fronte/retro, tranne la HP Laser 107w, la HP LaserJet Pro M15w e la Kyocera Ecosys FS-1041 del 2012. È qui che si possono notare le differenze nella gestione della carta: la HL-L2350dw, la migliore in gara, sembra la più affidabile insieme all’Oki e alla Lexmark, ma non ci saremmo aspettati risultati diversi dopo aver testato il suo predecessore, l’HL-L2340dw. Tutte le altre maneggiano il foglio con un po’ troppa noncuranza pur di farlo uscire quel decimo di secondo prima. Con la Canon i-Sensys LBP162dw il cambio di lato veloce ma impreciso nella modalità fronte/retro ha delle conseguenze: quando viene stampato il secondo lato, il foglio non viene posizionato perfettamente dritto e ciò si vede poi nelle righe sfasate. Risulta particolarmente fastidioso quando dobbiamo stampare certificati o altri documenti importanti. Sicuramente in questo ambito l’HL-L2350dw è la più affidabile e non occupa più spazio delle altre. Con l’HP LaserJet Pro M118dw, altrettanto buona in questa modalità, ci è tuttavia successo un paio di volte che prendesse due fogli insieme invece di uno, ma potrebbe essere dovuto ai fogli sovrastampati più volte.

Qualità di stampa

Per quanto riguarda la qualità di stampa, bisognerebbe usare una lente d’ingrandimento per notare delle differenze significative nel testo stampato: tutte hanno infatti fornito un’immagine nitida. Solo la Kyocera Ecosys FS-1041 dà qualche motivo di critica, perché sebbene stampi in maniera accurata, il livello del toner troppo basso fa sì che i caratteri siano troppo sottili e quasi incolore.

Con il testo nessun problema

Le differenze più evidenti si riscontrano nella grafica. Spiccano in questo contesto la Ricoh e la Oki. La HP Laserjets Pro M203dn e la M118dw non stampano le aree grigie in modo così omogeneo come le altre, e la stampante laser per ufficio Lexmark B2338dw non risparmia toner per ottenere un contrasto maggiore, ma non fa altro che inspessire le linee in maniera eccessiva. La HL-L2350dw offre già un’immagine di stampa ben omogenea in qualità normale. Solo in “qualità bozza” le aree sono fortemente schermate, su un testo scritto invece non si nota.

1 di 21
La miglior stampante laser per uso domestico
Originale.
La miglior stampante laser per uso domestico
Prova di stampa Brother HL L2350dw.
La miglior stampante laser per uso domestico
Prova di stampa HP LaserJet Pro M118dw qualità normale.
La miglior stampante laser per uso domestico
Prova di stampa HP LaserJet Pro M118dw qualità migliore.
La miglior stampante laser per uso domestico
Prova di stampa Canon iSensys LBP223dw.
La miglior stampante laser per uso domestico
Prova di stampa HP Laser 107w.
La miglior stampante laser per uso domestico
Prova di stampa Lexmark B2338dw qualità normale.
La miglior stampante laser per uso domestico
Prova di stampa Lexmark B2338dw qualità migliore.
La miglior stampante laser per uso domestico
Prova di stampa Ricoh SP 400DN.
La miglior stampante laser per uso domestico
Prova di stampa Kyocera Ecosys P2235dw.
La miglior stampante laser per uso domestico Test: 030 Drucktest Hp203 1
Prova di stampa HP LaserJet Pro M203dn.
La miglior stampante laser per uso domestico Test: 031 Oki Grafik
Prova di stampa Oki B412dn.
La miglior stampante laser per uso domestico Test: 032 Canon Lbp162dw Druckqualitaet
Prova di stampa Canon iSensys LBP162dw.
La miglior stampante laser per uso domestico Test: 033 Kyocera Fs Druckqualitaet
Prova di stampa Kyocera FS-1041.
La miglior stampante laser per uso domestico Test: 034 Brother Hl L2375dw Druckqualitaet
Prova di stampa Brother HL-L2375dw.
La miglior stampante laser per uso domestico Test: 035 Ricoh Spw Druckqualitaet
Prova di stampa Ricoh SP-150w.
La miglior stampante laser per uso domestico Test: 036 Druckprobe Hp M15w
Prova di stampa HP LaserJet Pro M15w.
La miglior stampante laser per uso domestico Test: 037 Lex B3340 2400dpi
Prova di stampa Lexmark B3440 2400 dpi.
La miglior stampante laser per uso domestico Test: 038 Lex B3340 1200dpi
Prova di stampa Lexmark B3440 1200 dpi.
La miglior stampante laser per uso domestico Test: 039 Hp M404dn Normal
Prova di stampa HP LaserJet Pro M404dn qualità normale.
La miglior stampante laser per uso domestico Test: 040 Hp M404dn Duenne Linien
Prova di stampa HP LaserJet Pro M404dn.

Costi di stampa

Con 1,8 centesimi per pagina, Oki è la più economica in termini di costi di stampa, seguita poi dalla Canon i-Sensys LBP223dw con 2,1 cent. La maggior parte delle stampanti laser in bianco e nero in gara ha un costo per pagina di circa 3 centesimi, che per un numero di copie elevato risulta abbastanza costoso. La più cara in questo senso è l’HP Laserjet Pro M15w con 5,2 centesimi a pagina.

Grandi differenze nei costi di stampa

Connessione WiFi

Alcune stampanti con connessione WiFi devono combattere contro reti domestiche inaffidabili. Il perché questo problema sia così diffuso con le stampanti rimane per noi un mistero. Oggigiorno una connessione WiFi affidabile dovrebbe essere la norma. Dagli smartphone ai televisori, dagli altoparlanti alle bilance smart, tutto ormai si connette al proprio WiFi. A quanto pare, cosa non scontata per le stampanti. Fortunatamente, tutte le stampanti del 2020 in gara non hanno di questi problemi: la Brother HL-L2350dw si è connessa tranquillamente al primo colpo e non ha causato alcun tipo di problema. In generale, i problemi di connessione WiFi sono notoriamente difficili da testare.

E i contro?

Uno dei pochi difetti della Brother HL-L2350dw è per l’appunto la mancanza di una porta di rete LAN. Ci sono infatti reti con un segnale WiFi scarso o del tutto inesistente: in questi casi bisogna ricorrere a soluzioni d’emergenza o scegliere direttamente un’altra stampante laser, come la HP LaserJet Pro M118dw. Comunque, per quasi tutte le stampanti laser, quella WiFi è la connessione preferita e può essere usata anche per WiFi Direct (tecnologia per mettere in comunicazione due dispositivi attraverso le rispettive schede di rete wireless) e per i servizi di stampa mobile elencati nella tabella. In sostanza, secondo noi la mancanza di una porta Ethernet non è un punto così negativo.

Alternative

La Brother offre, a nostro parere, il miglior pacchetto completo per uso domestico e piccolo ufficio, purché la connessione WiFi funzioni. In un ufficio è comunque importante una connessione sicura alla rete, che deve essere anche LAN. Negli altri dispositivi che abbiamo testato possiamo trovare anche cassetti carte più capienti e modelli più resistenti.

Buona alternativa: HP LaserJet Pro M118dw

La HP LaserJetPro è disponibile in grigio e bianco e già dal primo sguardo sembra particolarmente solida. Occupa più spazio rispetto alla migliore della prova e sembra anche più alta ma, dato che il cassetto della carta (260 fogli) scompare completamente dentro la stampante, non c’è bisogno di fare troppo spazio nella parte anteriore. Per controllare la quantità di carta rimanente la HP ha integrato una piccola finestra nello sportello anteriore, dietro la quale si trova anche l’alimentatore a foglio singolo (un foglio, supporti speciali).

Buona alternativa
HP LaserJet Pro M118dw
Test La miglior stampante laser per uso domestico: HP LaserJet Pro M118dw
Non così compatta e nemmeno silenziosa, ma con connessione alla rete LAN. La HP supera la prova in ogni disciplina.

Per quanto riguarda la connessione, non si potrebbe desiderare di più e anche la stampa mobile è ampiamente supportata. In termini di velocità, la LaserJet Pro M118dw è una delle stampanti laser più veloci della prova, e i prezzi per una pagina di testo standard (3 cent) non sono bassissimi ma comunque moderati. La stampa fronte/retro è facile e veloce. D’altra parte, si tratta di una stampante molto rumorosa e non adatta ad ambienti sensibili. Dipende molto anche dal volume di stampa.

1 di 6
La miglior stampante laser per uso domestico
LaserJet Pro M118dw.
La miglior stampante laser per uso domestico
Interno uguale a quello della Canon LBP162dw.
La miglior stampante laser per uso domestico
Grazie alla maniglia di manutenzione si evita che la carta si inceppi.
La miglior stampante laser per uso domestico
Porta Ethernet, USB e alimentazione.
La miglior stampante laser per uso domestico
Riesce a contenere 150 fogli.
La miglior stampante laser per uso domestico
L'altro cassetto inferiore contiene fino a 250 fogli.

Per quanto riguarda i driver, questo modello offre più funzioni rispetto ad esempio alla HP Laser 107w, ma al contempo molte di meno della Lexmark. Tutto ciò che ci serve per stampare in casa è presente ed è anche di facile uso. La qualità di stampa è pressoché perfetta: la grafica ha il giusto contrasto, la risoluzione è alta, le aree grigie sembrano però a volte un po’ striate. Se si imposta la qualità alta, il ritmo di stampa si riduce notevolmente, mentre la qualità migliora impercettibilmente.

Conveniente: Canon i-Sensys LBP233dw

Se state cercando una stampante laser economica e abbastanza compatta per numerose stampe, la Canon i-Sensys LBP233 dw è la scelta giusta. Nonostante una stampa ad alto contrasto, che tende a favorire un alto consumo di toner, il costo per una pagina di testo monocromatica è di soli 2,1 centesimi, piazzandosi seconda in classifica. La LBP223dw assicura testi nitidi, scale di grigi rasterizzate e aree omogenee senza striature. Per chi stampa in continuazione, la lunga durata del toner sarà una piacevole sorpresa.

Risparmiare a lungo termine
Canon i-Sensys LBP223dw
Test La miglior stampante laser per uso domestico: Canon i-Sensys LBP223dw
Grande capacità di carta, costi di stampa limitati: ideale per chi stampa con frequenza e vuole un'ottima qualità di stampa.

Per quanto riguarda la velocità, la Canon ha impiegato 38 secondi per stampare (in qualità standard) 10 pagine di testo dalla modalità standby, poiché la stampante, nonostante la dicitura “Quick first print” e la specifica di un massimo di 5,5 secondi, ha impiegato quasi 8 secondi per avviarsi. D’altra parte, la stampa fronte/retro è davvero veloce e priva di inceppi.

1 di 7
La miglior stampante laser per uso domestico
La Canon i-Sensys LBP233dw è abbastanza ingombrante.
La miglior stampante laser per uso domestico
Nel cassetto entrano fino a 350 fogli.
La miglior stampante laser per uso domestico
Il cassetto sporge nella parte posteriore ed è il primo a entrare a contatto con il muro.
La miglior stampante laser per uso domestico
Canon i-Sensys LBP233dw.
La miglior stampante laser per uso domestico
Display con tasti in abbondanza.
La miglior stampante laser per uso domestico
Sportello di manutenzione.
La miglior stampante laser per uso domestico
Porta USB e USB tipo B, porta di rete.

Se parliamo di connessioni, niente è lasciato al caso. La stampante laser Canon si collega via USB, LAN e WiFi  e può essere utilizzata con Google Cloud Print, Apple AirPrint e Mopria. Per la stampa mobile è disponibile anche la semplice app Canon Print Business. L’installazione dei driver è stata un po’ faticosa poiché la Canon ne mette a disposizione una vasta selezione, ma non spiega in maniera comprensibile a un novellino quale driver dovrebbe usare e per cosa. La pagina dedicata ai driver è solo piena di definizioni criptiche del linguaggio di stampa. Nonostante una telefonata all’assistenza clienti, non siamo stati in grado di installare un driver con una gamma estesa di funzioni che, secondo l’assistenza, non esiste nemmeno, cosa non proprio vera. Sul dispositivo si trovano vari tasti per l’uso, insieme a un tastierino numerico e un display monocromatico illuminato. A nostro parere è un po’ esagerato per una stampante laser, ma non fa male a nessuno. Molte impostazioni possono essere cambiate da qui, anche se entro certi limiti. In alternativa, è possibile utilizzare l’interfaccia utente dal computer richiamando l’indirizzo IP della stampante laser. È possibile gestire la funzione stampa tramite l’utilizzo di un codice PIN per l’utente singolo o un gruppo di utenti. Alcuni dipartimenti aziendali possono essere definiti soltanto attraverso l’interfaccia web.

Salvaspazio: HP Laser 107w

L’HP Laser 107w è il successore, apparentemente uguale dal punto di vista tecnico, della Samsung SL-M2026W, non più disponibile. Con i suoi 33 x 22 cm è la soluzione perfetta per chi ha poco spazio sulla scrivania o in ufficio, è compatta come nessun’altra.

Piccola e compatta
HP Laser 107w
Test La miglior stampante laser per uso domestico: HP Laser 107w
No rete LAN, no fronte/retro, no alimentatore per foglio singolo, l'HP Laser 107w è la soluzione migliore per chi vuole risparmiare e non usa la stampante con regolarità.

C’è un semplice vassoio per la carta che contiene fino a 150 fogli, in cui possono essere inseriti anche fogli singoli. Dato che il vassoio si estrae, calcolate bene lo spazio sulla vostra scrivania.

1 di 5
La miglior stampante laser per uso domestico
HP Laser 107w: molto compatta.
La miglior stampante laser per uso domestico
Calcolare lo spazio per il cassetto.
La miglior stampante laser per uso domestico
Tastierino con Led per stato dei lavori.
La miglior stampante laser per uso domestico
Porta USB e d'alimentazione. Connessione Wifi anche presente.
La miglior stampante laser per uso domestico
Interno con toner.

Purtroppo la stampante non dispone della funzione fronte/retro, cosa non problematica se non si stampano molte pagine alla volta. Anche l’assenza di una porta di rete LAN può essere una pecca per molti utenti. Per chi stampa saltuariamente, la HP Laser 107w è una buona alternativa economica e salvaspazio. Tuttavia i costi di stampa sono esorbitanti, 5 cent a pagina. Nulla da dire sulla qualità della stampa con un contrasto abbastanza alto.

La concorrenza

HP LaserJet Pro M404dn

Nemmeno l’HP LaserJet Pro M404dn ha una connessione rete WiFi, ma in compenso è abbastanza compatta, veloce (soprattutto nella stampa fronte/retro), e ha dei costi di stampa relativamente bassi. Il cassetto contiene 250 fogli, il vassoio multiuso ne contiene altri 100 e si può espandere la capacità con un cassetto opzionale da 550 fogli, ottenendo così un totale di 900 fogli da tre fonti diverse. Il display purtroppo è monocromatico e ha solo pochi pulsanti. Le funzioni di sicurezza di base, come la protezione con password e la stampa con PIN, sono comunque configurate tramite l’interfaccia web, dove si possono anche monitorare i consumi, per esempio.

Lexmark B3340DW

Anche la Lexmark B3340DW ha una capacità di 900 fogli e regala dei risultati di stampa convincenti, anche se con una grafica un po’ più sfocata rispetto ad altre stampanti laser. È progettata per essere stacanovista, con un volume di stampa massimo di 50 mila pagine al mese. Per chi stampa con costanza, tuttavia, il prezzo di 2,6 cent risulta troppo alto, quindi sarebbe perfetta per chi stampa solo un centinaio di pagine al mese. Si collega al WiFi velocemente ed è compatibile con tutte le piattaforme e i sistemi operativi più comuni, anche del settore professionale.

Brother HL-L2375DW

La Brother HL-L2375 è una variante più costosa e meglio equipaggiata, ma altrimenti identica al nostro vincitore del test. A differenza della HL-L2350, la stampante laser supporta i linguaggi di stampa PostScript e PCL, quindi si possono trovare driver anche per ambienti Linux e MacOS. Qui troverete anche l’interfaccia LAN e una cartuccia iniziale più grande per 1200 invece di 700 pagine standard.

Kyocera Ecosys P2235dw

La Kyocera Ecosys P2235dw appartiene alla categoria dei pesi massimi (per le sue dimensioni si presta più per un piccolo ufficio domestico) ma compensa con un’emissione acustica limitata. Purtroppo, l’installazione iniziale è un po’ lunga: la cartuccia del toner deve essere sbloccata, il che funziona bene, ma poi la stampante ha bisogno di quasi mezz’ora per essere pronta a funzionare. Permette però di aggiungere cassetti opzionali e comprende anche una porta USB nella parte interiore per alimentarsi con altri font, macro e overlay.

Il test passo per passo

Il mondo delle stampanti laser non ha un riciclo continuo di esemplari come può essere per altri dispositivi elettronici. I nuovi modelli arrivano infatti sul mercato dopo alcuni anni e sono sempre più i produttori che si ritirano dal business. La Samsung ad esempio ha venduto la branca di stampanti alla HP. Le stampanti Samsung si trovano ancora occasionalmente sul mercato, ma i nuovi modelli appaiono solo sotto il marchio HP. E Dell ora vende solo stampanti laser negli Stati Uniti. Anche la partnership strategica tra HP e Canon è interessante: l’azienda giapponese costruisce le unità di stampa per quasi tutti i modelli HP LaserJet, mentre le parti elettroniche, secondo il produttore, sono sempre della HP. Altre differenze esistono, naturalmente, nei toner e nei driver. Questo dimostra ulteriormente che il mercato delle stampanti laser non è esattamente vivo.

1 di 4
La miglior stampante laser per uso domestico
Nuove stampanti in prova.
La miglior stampante laser per uso domestico
Kyocera Ecosys P2235dw e HL-L2350DW.
La miglior stampante laser per uso domestico
Ricoh SP 400DN: grande, pesante e no WLAN, si adatta meglio a un ufficio.
La miglior stampante laser per uso domestico
HPLaserJet Pro M203dn.

Per quanto riguarda la qualità del materiale ci siamo soffermati soltanto sul nominare alcuni aspetti negativi e positivi. Non bisogna avere aspettative troppo alte ed è sempre meglio tenere d’occhio il prezzo. La portabilità del dispositivo non gioca un ruolo importante nelle stampanti “pure” ma, anche solo se per la prima configurazione, è necessario avere un display con un tastierino. Ci connettiamo a una stampante laser attraverso il WiFi e, se non è presente, esistono porte di rete o porte USB. Durante il test tutte le stampanti laser hanno un rigido programma da seguire. Abbiamo stampato vari file di prova e valutato l’immagine di stampa. Abbiamo inoltre calcolato anche il tempo necessario per la stampante per riprendersi dallo standby o dalla modalità di risparmio energetico, riscaldarsi e stampare 10 pagine di testo: l’intervallo è risultato tra 25 secondi per la Lexmark B2338dw e 50 secondi per la Canon iSensys LBP162dw. Anche il costo gioca un ruolo importante nella valutazione, non solo il prezzo di acquisto ma anche i vari costi di stampa. Capita spesso infatti che le stampanti più economiche nascondano delle brutte sorprese.

Domande più frequenti

Stampanti laser o a getto d'inchiostro: cosa è meglio?

Le stampanti laser sono più affidabili, soprattutto per quanto riguarda la stampa di testi. Per la stampa di immagini bisogna contare su quelle a getto d’inchiostro. Le stampanti a getto d’inchiostro sono più economiche all’inizio, ma poi richiedono costi aggiuntivi abbastanza elevati a causa delle cartucce. Inoltre non sono la scelta ideale se non si stampa con regolarità, perché l’inchiostro tende a seccarsi.

Quale stampante laser ha costi aggiuntivi minori?

La Canon i-Sensys LBP223dw e la Oki B412dn hanno costi di stampa minori: rispettivamente 2,1 e 1,8 centesimi per pagina.

Le stampanti laser sono dannose per la salute?

Le stampanti laser emettono ozono nell’aria e le polveri di toner sono potenzialmente dannose per la salute. Dipende comunque da quanto viene utilizzata la stampante. Gli studi dimostrano che il carico di polveri sottili e inquinanti delle stampanti laser sul posto di lavoro è 100 volte inferiore ai limiti legali. Se volete andare sul sicuro, al momento dell’acquisto fate attenzione alla presenza di un filtro ozono.

Per chi è adatta una stampante laser?

Una stampante laser è adatta a tutti colori che stampano occasionalmente e possono rinunciare ai colori. Certo, esistono anche le stampanti laser a colori, ma sono ancora molto ingombranti e pesanti.

Quanto costa una buona stampante laser?

Una buona stampante laser si trova anche a partire da 110 euro. La fascia di prezzo è comunque molto ampia. Chi presta particolare attenzione a dei costi aggiuntivi ridotti, può arrivare a spendere anche 180 euro.

Commenti

0 Commenti