Il miglior lettore bluray Test: Apertura
test
Pubblicato: 3.1.2022

Il miglior lettore Blu-ray

Abbiamo testato 12 lettori Blu-ray. Il migliore, DMR-BCT760 è di Panasonic. Si tratta di un vero portento: riceve programmi TV via cavo, registra sull’hard disk interno, permette copie su DVD o Blu-ray, riproduce dischi e offre funzioni Smart TV. Per i programmi via satellite, come alternativa c’è il Panasonic DMR-BST760.

Jochen Wieloch
Jochen Wieloch
appassionato di droni e di riprese aree ad alta risoluzione, si occupa in generale di elettronica di consumo. Germanista, è specializzato in TV a schermo piatto e scrive per riviste specializzate come Audiovision, i-fidelity e Auto Bild Klassik.
Miryam Cocco
Miryam Cocco
appassionata delle lingue straniere, è laureata in Germanistica e Anglistica. Si occupa da anni di traduzioni di testi e assistenza linguistica tra il tedesco e l’italiano.
Aggiornamento informazioni

Testiamo in continuazione nuovi prodotti e revisioniamo i nostri consigli con regolarità. Vi informeremo non appena questo articolo sarà stato aggiornato.

I lettori Blu-ray negli ultimi anni sono diventati sempre più economici. È oramai sufficiente spendere circa 100 euro per un modello con una riproduzione eccellente e una vasta gamma di applicazioni. La gamma di Blu-rays è ora enorme, e gli appassionati di cinema possono ottenere quasi tutti i film che vogliono in alta definizione sul disco, soluzione che a suo tempo ha sorpassato il DVD HD.

A causa della piccola differenza di prezzo rispetto ai lettori DVD, difficilmente ha senso comprare un lettore esclusivamente per i DVD quando si fa un nuovo acquisto. I lettori Blu-ray sono più universali, più a prova di futuro (anche se c’è già un successore con l’UHD Blu-ray) e offrono più funzioni smart TV e multimediali. I dispositivi più costosi possono inoltre registrare su dischi Blu-ray o avere un registratore integrato su disco rigido.

Abbiamo testato un totale di 12 prodotti, 9 dei quali sono attualmente ancora disponibili. Ecco i nostri consigli in breve.

I nostri consigli in breve

Il migliore

Panasonic DMR-BCT760

Test Il miglior lettore bluray: Panasonic DMR-BCT760
Eccellente apparecchiatura, gestione e tante funzioni smart. Nulla sfugge al Panasonic DMR-BCT760.

Lettore blu-ray, registratore, masterizzatore, set-top box e tuttofare multimediale: non c’è niente che il Panasonic DMR-BCT760 non possa fare. Combina numerosi dispositivi in un unico apparecchio, senza rinunciare allla facilità d’uso. Sul mercato non si trova alternativa migliore.

Versatile

Panasonic DMP-BDT384

Test Il miglior lettore bluray: Panasonic DMP-BDT384
Il Panasonic DMP-BDT384 ha tutte le virtù del nostro vincitore del test, è considerevolmente più economico, ma può reggere il confronto in termini di caratteristiche e qualità dei video.

Il Panasonic DMP-BDT384 offre la comprovata qualità Panasonic, con una vasta strumentazione, app, funzioni di streaming e prestazioni d’immagine convincenti. Logicamente, non può tenere il passo con il nostro vincitore del test, ma il suo prezzo è notevolmente inferiore.

Conveniente

Sony BDP-S6700

Test Il miglior lettore bluray: Sony BDP-S6700
Immagine molto buona, funzionamento affidabile, buoni accessori: il Sony BDP-S6700 è uno studente modello senza debolezze.

È solido e facile da usare come lettore Blu-ray. Ha numerose applicazioni, funzioni di rete e Bluetooth, il Sony BDP-S6700 è davvero consigliato. La piccola console presenta immagini vivide e nitide alla TV ed è versatile.

Tabella di confronto

Il migliorePanasonic DMR-BCT760
VersatilePanasonic DMP-BDT384
ConvenienteSony BDP-S6700
Sony BDP-S3700
Panasonic DMP-BDT167EG
Panasonic DMP-BDT184EG
Sony BDP-S1700
LG BP450
LG BP250
Test Il miglior lettore bluray: Panasonic DMR-BCT760
  • Disco rigido presente
  • Ricevitore TV
  • Masterizzatore
  • Molte funzioni aggiuntive
  • Qualità dell'immagine molto buona
  • Problemi con l'applicazione "Media Center
  • Solo DVB-T, nessun DVB-T2 HD
Test Il miglior lettore bluray: Panasonic DMP-BDT384
  • Concetto di gestione molto buono
  • Molte app
  • Buona qualità d'immagine
Test Il miglior lettore bluray: Sony BDP-S6700
  • Immagine molto buona
  • Accessori adeguati
  • Supporto Bluetooth
Test Il miglior lettore bluray: Sony BDP-S3700
  • Buona qualità dell'immagine
  • Buona accessori
  • Di facile gestione
  • Nessun UHD-Upscaling
Test Il miglior lettore bluray: Panasonic DMP-BDT167EG
  • Concetto di gestione molto buono
  • Molte app
  • Buona qualità d'immagine
  • Nessuna uscita separata del suono
  • Nessun WLAN
  • Nessun Display
Test Il miglior lettore bluray: Panasonic DMP-BDT184EG
  • Concetto di gestione molto buono
  • Molte app
  • Buona qualità d'immagine
  • 4K-Upscaling
  • Nessuna uscita separata del suono
  • Nessun WLAN
  • Nessun Display
Test Il miglior lettore bluray: Sony BDP-S1700
  • Ottima qualità d'immagine
  • Di facile gestione
  • Di valore
  • Nessun WLAN
  • Nessun Display
  • Rumori di sottofondo
Test Il miglior lettore bluray: LG BP450
  • Ottima qualità d'immagine
  • Di facile gestione
  • Di valore
  • App
  • Nessun WLAN
  • Display difficile da riconoscere
  • Leggere vibrazioni dell'unità, quando in funzione
Test Il miglior lettore bluray: LG BP250
  • Ottima qualità d'immagine
  • Di facile gestione
  • Di valore
  • Nessun LAN, nessun WLAN
  • Nessuna app
  • Display difficile da riconoscere
  • Leggere vibrazioni dell'unità, quando in funzione
  • Poche porte di connessione
Mostra dettagli prodotto

Lettore blu ray: ottimo per il cinema a casa

I lettori blu-ray sono attualmente il mezzo di riproduzione ottimale per gli appassionati di cinema in casa. Rispetto ai DVD, i Blu-ray offrono un vantaggio qualitativo ben evidente, sia nell’audio che nel video. La selezione di film è enorme, e il tutto a poco prezzo.

Anche se l’Ultra HD Blu-ray offre un’immagine ancora migliore, il Blu-ray attualmente ha tutte le carte vincenti: i lettori UHD Blu-ray sono notevolmente più costosi, difatti bisogna spendere almeno 200 euro per questi dispositivi. In più è necessario un televisore UHD per essere in grado di godere dei punti di forza della risoluzione superiore. Non da meno, la gamma di dischi UHD Blu-ray è ancora molto limitata. Quindi attualmente ci sono molti più vantaggi a favore del Blu-ray.

Quasi ogni lettore Blu-ray attuale è anche in grado di ridimensionare l’immagine alla risoluzione UHD con 3.840 x 2.160 pixel. I nostri dispositivi nel test sono tutti capaci di questa funzione.

Qualità dell’immagine a livelli eccellenti

La buona notizia è che la qualità complessiva dell’immagine è su un livello molto buono, le differenze sono minime. Se si acquista un dispositivo di marca, non si sbaglia quasi nulla. Al massimo, ci sono differenze nella gamma di app e funzioni di rete, così come nel funzionamento.

Quali sono i vantaggi di un registratore?

La maggior parte dei dispositivi attualmente disponibili sono puri modelli di lettore Blu-ray. Ciò significa che hanno solo un’unità a bordo per riprodurre Blu-ray, DVD o CD.

Il vincitore del nostro test, il DMR-BCT760 di Panasonic, d’altra parte, ha un disco rigido supplementare, disponibile in diverse capacità di memoria, 500 GB, 1 o 2 terabyte. Questo rende possibile, per esempio, copiare le proprie registrazioni cinematografiche dalla videocamera all’hard disk e poi masterizzarle su un Blu-ray.

Alle Blu-ray-Player im Test: Sony BDP-S6700, Panasonic DMP-BDT384, LG BP740, Samsung BD-J6300, Panasonic DMR-BCT760 und Pioneer BDP-X300.
I lettori Blu-ray da noi testati (dall’alto): Sony BDP-S6700, Panasonic DMP-BDT384, LG BP740, Samsung BD-J6300, Panasonic DMR-BCT760 e Pioneer BDP-X300.

Il vantaggio principale dei registratori Panasonic entra in gioco in combinazione con i loro sintonizzatori TV integrati, che permettono la ricezione via cavo o satellitare. I programmi possono essere comodamente registrati e successivamente masterizzati su dischi. In questo modo, le vostre serie preferite possono essere archiviate in modo permanente e facilmente riprodotte su altri dispositivi.

I registratori sono, ovviamente, più costosi dei lettori. Se non avete bisogno della funzione di registrazione, è meglio un dispositivo di sola riproduzione di Blu-ray.

Blu-Ray-Player Test –Testsieger: Panasonic DMR-BCT760

Il migliore: Panasonic DMR-BCT760

Essendo un dispositivo digitale ben fornito, con processori veloci e collaudati, il Panasonic DMR-BCT760 dà il meglio di sé in termini di qualità dell’immagine e del suono. Con queste caratteristiche conquista anche i consumatori più esigenti.

Il Panasonic è più di un semplice lettore Blu-ray

Con questo colosso nero, Panasonic offre molto più di un registratore e un lettore Blu-ray 3D. Prima di tutto, è un ricevitore TV molto comodo e veloce per la TV via cavo ed è disponibile anche in versione satellitare. Inoltre, la scocca ospita un disco rigido con una capacità fino a due terabyte (500 gigabyte, uno o due terabyte).

Il migliore
Panasonic DMR-BCT760
Test Il miglior lettore bluray: Panasonic DMR-BCT760
Eccellente apparecchiatura, gestione e tante funzioni smart. Nulla sfugge al Panasonic DMR-BCT760.

Il double turner del DMR-BCT760, non solo cattura i programmi dalla rete via cavo, ma teoricamente anche via antenna. Sfortunatamente, supporta solo l’ormai obsoleto standard DVB-T e non DVB-T2 HD, il che lo rende inutilizzabile per il funzionamento terrestre. In modalità cavo, due diversi programmi HD possono essere registrati in parallelo e un terzo può essere seguito. Tuttavia, la scelta è poi limitata, poiché la selezione del canale dipende dal transponder.

Il lettore blu-ray si imposta inizialmente in un lampo e ,dopo aver selezionato il paese, è possibile avviare la ricerca dei canali. Se si sceglie “canali liberi” e la scansione rapida, la configurazione è fatta in tre minuti. L’ordine dei canali è logico: i canali ad alta risoluzione sono messi in cima, seguiti dai programmi HD di terzi e poi i canali privati. Questi ultimi non possono essere ricevuti in alta risoluzione.

Blu-ray-Player Test – Testsieger: Panasonic DMR-BCT760
Sotto lo sportello frontale del Panasonic DMR-BCT760 ci sono, oltre alla presa USB, due slot CI per moduli Pay-TV.

I rapidi tempi di attivazione contraddistinguono positivamente il dispositivo. La qualità dell’immagine è eccellente e questo vale non solo per i canali HD, ma anche per i canali privati in risoluzione SD, che a volte appaiono disturbati sullo schermo. L’elettronica del Panasonic e lo scaler fanno un ottimo lavoro.

Registrazione e masterizzazione

Se si preme il pulsante di registrazione sul telecomando, è possibile scegliere tra varie opzioni. È possibile registrare il programma corrente, avviare una registrazione continua o programmare una registrazione a intervalli di 15 minuti (da 15 minuti a un massimo di quattro ore).

Anche la guida TV è particolarmente comoda. Elenca otto programmi uno sopra l’altro. Per programmare, basta selezionare il programma desiderato e  impostare un avanzamento veloce o un riavvolgimento, in modo che sia garantito l’inizio di un film sul disco rigido.

Una caratteristica intelligente è l’opzione “registrazione di parole chiave”. Qui potete specificare fino a 16 parole chiave. Il DMR-BCT760 poi scansiona automaticamente l’anteprima del programma e registra di propria iniziativa i programmi in cui, per esempio, appaiono i termini preferiti del telespettatore come “calcio”, “Italia” o “turismo”.

Il Panasonic raggruppa tutte le registrazioni in modo chiaro nel “menu video”. È così possibile visualizzare le registrazioni TV utilizzando vari filtri. Potete scegliere se volete che il ricevitore elenchi tutte le registrazioni, solo le registrazioni con parole chiave, le registrazioni non viste o solo i film, i contributi sociali/economici o i file AVCHD che avete copiato dalla vostra videocamera sull’hard disk.

Dato che il registratore ha ancora una connessione SCART, che è diventata rara, un vecchio registratore VHS può essere collegato per trasferire e digitalizzare le videocassette. L’hard disk da 500 gigabyte può contenere circa 75 ore di materiale in risoluzione HD. Naturalmente, il DMR-BCT760 permette anche il time shift, cioè la messa in pausa del programma dal vivo con riproduzione ritardata, per non perdere nulla qualora riceveste una telefonata.

Il bello è che il lettore blu-ray Panasonic, non solo memorizza le registrazioni e il proprio materiale, ma può anche masterizzarli su DVD o Blu-ray. Il menu di copia è semplice e intuitivo. Dovete semplicemente selezionare la fonte e la destinazione, cioè l’hard disk e il supporto inserito, e compilare una lista di masterizzazione. Questo include i programmi che volete archiviare in modo permanente su un disco. Si possono tagliare le parti iniziali, le sovrapposizioni e i titoli di coda e riassegnare i titoli. Dopo aver impostato il livello di qualità, il processo di masterizzazione inizia e fa il resto da solo.

Facilità d’uso

Come tutti i registratori e lettori blu-ray Panasonic, il DMR-BCT760 è estremamente facile da usare. Se ne conoscete uno, li conoscete tutti. Fortunatamente, Panasonic non ha cambiato il concetto di funzionamento per anni e ha fatto solo modifiche minime al menu. Questo significa che anche i principianti riescono senza problemi ad utilizzarlo.

Tutti i menu sono colorati, di grandi dimensioni e con icone accattivanti. Il nostro vincitore del test reagisce prontamente ad ogni input. Non ci sono tempi di attesa o blocchi dell’hardware. Anche la barra di controllo è rimasta praticamente invariata nel corso degli anni. I pulsanti sono disposti in modo logico con un buon punto di pressione. C’è un pulsante separato per Netflix e per le applicazioni Internet.

Blu-ray-Player Test – Testsieger: Panasonic DMR-BCT760 – Screenshot Menü
Da qui, avete tutto sotto controllo: il menu principale del Panasonic non presenta per l’utente una grande sfida.

Extra multimediali

Il Panasonic è collegato alla rete via cavo o via WiFi. Questo offre una grande quantità di opzioni aggiuntive. Naturalmente, il DMR-BCT760 ha varie applicazioni come Maxdome, Netflix, Amazon Video, YouTube, un browser web e Twitter direttamente a bordo. App aggiuntive come DAZN, Vimeo, giochi, app di notizie e programmi musicali possono essere scaricate tramite il Market.

Il mirroring dei contenuti da smartphone e tablet è possibile tramite Miracast. Il Panasonic funziona anche come un media renderer e accede ai contenuti dalla rete domestica come un client DLNA. Inoltre, la console è anche un server di distribuzione domestica. Tramite WLAN o cavo dati, inoltra il programma in diretta dai suoi tuner a diversi televisori in casa o a tablet e smartphone. Lo stesso è possibile con i programmi memorizzati sul disco rigido. In questo modo, il lettore Blu-ray può, in certe circostanze, sostituire un sistema completo di distribuzione televisiva domestica.

Sostituzione per un sistema di distribuzione domestico

Purtroppo, ci sono stati problemi con l’app “Media Center”, che avevamo lodato in passato. Con questa infatti, si suppone di poter mantenere il pieno controllo del registratore anche quando si è in viaggio. Utilizzando l’applicazione, è possibile programmare qualsiasi programma, per esempio nella vostra destinazione di vacanza, in modo da non perdere un episodio della vostra serie preferita. In seguito, tutto quello che dovete fare è scegliere un titolo qualsiasi per riprodurlo nell’archivio delle registrazioni. Potete scegliere anche la risoluzione 720p con un flusso di dati di 6 Mbps e 360p con 2 Mbps.

Mentre questo ha funzionato in modo eccellente sul DMR-UBS90, purtroppo non siamo stati in grado di avere la stessa efficienza con il vincitore del test. Perché? La registrazione dell’app non è riuscita. Il messaggio di errore era “Login not possible. Per favore controlla il tuo ID e la tua password”. Non abbiamo avuto successo né con due account, né cambiando la password un’infinità di volte. Anche la reinstallazione dell’app non ha aiutato. Questo problema è stato riscontrato anche da altri utenti su Internet.

Qualità dell’immagine

La riproduzione del lettore Blu-ray è eccellente in termini di qualità. Il Panasonic ridimensiona in modo eccellente la risoluzione UHD e raggiunge immagini estremamente pulite e vivide. La nitidezza, il rumore, il colore e la luminosità possono essere regolati dall’utente, e sono disponibili varie modalità. Usando il telecomando, è possibile tornare di 10 secondi indietro e 60 in avanti.

Premendo il tasto di stato si richiama l’ora, la data, il capitolo, la capacità dell’hard disk, il tempo di esecuzione e una barra di progresso. Il pannello di controllo del telecomando con i relativi tasti può essere visualizzato sullo schermo della TV. Le opzioni audio sono “night surround” e “dialogue enhancement”. Oltre ai formati audio convenzionali WAV, FLAC, MP3, AAC e WMA, il DMR-BCT60 supporta anche file ad alta risoluzione come DSD (5,6/2,8 MHz) e FLAC.

Altre versioni

Panasonic offre il lettore blu-ray in diverse versioni, con sintonizzatore via cavo (BCT) o satellitare (BST). Con la denominazione DMR-BST760, il dispositivo è anche disponibile con un doppio tuner per la ricezione satellitare. Inoltre, ci sono versioni con 500 gigabyte, quelle da uno o due terabyte di memoria del disco rigido.

Non importa in che modo riceviate i vostri programmi televisivi, con la sua funzione di registrazione e masterizzazione, con il buon lettore blu-ray, con il funzionamento ben studiato e con il gran numero di funzioni multimediali aggiuntive, il registratore Panasonic è un genietto, perfetto sotto ogni aspetto.

Alternative

La gamma di alternative, almeno dei lettori Blu-ray, è ampia. Si scopre che se si sceglie un produttore di marca, difficilmente ci si sbaglia. Almeno in termini di qualità dell’immagine, non ci sono differenze degne di nota.

Versatile: Panasonic DMP-BDT384

Rispetto al nostro vincitore del test, il Panasonic DMP-BDT384 fa a meno dell’hard disk, del sintonizzatore TV e del masterizzatore, ma combina comunque le caratteristiche positive specifiche di Panasonic all’interno della sua struttura nera.

Versatile
Panasonic DMP-BDT384
Test Il miglior lettore bluray: Panasonic DMP-BDT384
Il Panasonic DMP-BDT384 ha tutte le virtù del nostro vincitore del test, è considerevolmente più economico, ma può reggere il confronto in termini di caratteristiche e qualità dei video.

I punti di forza sono il concetto di gestione ben progettato, la gestione veloce e fluida e i brevi tempi di risposta. Se già conoscete un lettore blu-ray Panasonic, non importa quanto vecchio, vi troverete sicuramente a vostro agio anche con il DMP-BDT384. La qualità dell’immagine con le funzioni di ridimensionamento UHD è al massimo, l’utente può scegliere tra le varie modalità d’immagine e ottimizzare parametri come contrasto, luminosità e nitidezza.

Il miglior lettore bluray Test: 20180406 1
Poco appariscente all’esterno, tecnologia collaudata all’interno: il Panasonic DMP-BDT384 implementa coerentemente i già conosciuti punti di forza Panasonic.

Il lettore può essere arricchito tramite due prese USB con foto, musica e video e accede anche a file multimediali dalla rete tramite client DLNA e funziona persino come un media-renderer. Il pulsante Home sul telecomando riporta alla schermata iniziale in qualsiasi momento e da qualsiasi applicazione. La gamma di app è ampia, è incluso Netflix (pulsante dedicato sul telecomando), Amazon Video, YouTube e un browser web. Altre applicazioni possono essere scaricate dal Market. Miracast, cioè il mirroring dei contenuti di smartphone e tablet, funziona senza problemi.

Se guardate la tabella dei formati supportati, non c’è quasi nulla che il DMP-BDT384 non possa gestire, da AAC e AVCHD a MP3, JPEG, Xvid, WAV e WMA. Il Panasonic è un tuttofare con una dotazione molto buona e una grande qualità video. Il tutto ad un prezzo interessante.

Conveniente: Sony BDP-S6700

Il Sony BDP-S6700 è ospitato in una scocca molto compatta. C’è una presa USB direttamente accessibile sul davanti. Sul retro, oltre alle connessioni HDMI e di rete, c’è un’uscita digitale coassiale. L’unità può essere accesa e spenta tramite i tasti frontali, e i dischi possono anche essere rimossi.

Conveniente
Sony BDP-S6700
Test Il miglior lettore bluray: Sony BDP-S6700
Immagine molto buona, funzionamento affidabile, buoni accessori: il Sony BDP-S6700 è uno studente modello senza debolezze.

Il telecomando è piccolo e pratico. I pulsanti sono disposti in modo logico e hanno un punto di pressione specifico. C’è un pulsante separato per Netflix. Il pulsante Home porta sempre alla schermata principale che ci appare ben strutturata. Qui ci sono un’ampia varietà di app, così come l’accesso a Blu-ray e DVD, la porta USB e il screen mirroring. Le app preferite possono essere aggiunte individualmente.

Blu-ray-Player Test: Sony BDP-S6700
Non è solo il Sony BDP-S6700 ad essere compatto, anche il suo telecomando lo è.

L’offerta delle app include tutto ciò che è importante nell’home cinema: YouTube, Spotify, Netflix, Netkino, Opera TV, Rakuten TV. I programmi funzionano in modo affidabile, sebbene partano un po’ più lentamente rispetto al Samsung BD-J6300. Oltre a Blu-ray, DVD, CD e SACD, il Sony supporta anche i tipi di file DSD, FLAC, AAC, ALAC, WAV, MP3, Xvid, WMV, AVCHD, MPEG2 e MPEG4, avere di più è quasi impossibile.

Il BDP-S6700 è in grado di ridimensionare a 4K a 24p . Tutti i menu sono semplici e intuitivi. Le immagini in movimento sono più che soddisfacenti, i movimenti sono molto fluidi e scorrevoli, la nitidezza è brillante e i colori sono naturali.

La colonna sonora può essere selezionata tramite il telecomando. Inoltre, è possibile coprire le informazioni riguardo la risoluzione, il frame rate, il capitolo, il tempo e il flusso di dati durante la riproduzione di Blu-ray. Nel complesso, il BDP-S6700 svolge il suo lavoro in modo molto affidabile e senza problemi. Altre caratteristiche presenti sono il controllo dell’app (iOS e Android), la funzionalità di rete DLNA e il Bluetooth per riprodurre la musica tramite altoparlanti compatibili.

La concorrenza

Sony BDP-S3700

Come suggerisce il nome il Sony BDP-S3700 è il fratello minore del BDP-S6700. I dispositivi sono in gran parte identici, ma differiscono in alcune caratteristiche sorprendenti. La differenza principale è che il BDP-S3700 ridimensiona fino a un massimo di risoluzione HD, mentre il S600 supporta anche la risoluzione 4K. Questa versione è più economica, visto anche che fa a meno del Bluetooth per trasmettere il contenuto audio senza fili agli altoparlanti o alle cuffie. Questo modello presenta una presa USB sul davanti e una connessione HDMI e di rete, nonché un’uscita digitale coassiale sul retro.

Panasonic DMP-BDT167EG

Il Panasonic DMP-BDT167 ha un prezzo ragionevole e si comporta in modo affidabile fungendo da semplice lettore blu-ray. Visualizza i Blu-ray con colori e nitidezza reali e scala i DVD alla risoluzione HD in modo accettabile. Il funzionamento è semplice. Non è aggiornato e infatti la connessione a internet funziona solo tramite un cavo Ethernet. La gamma di connessioni è molto limitata. A parte HDMI e una presa USB, il Panasonic non offre alcuna opzione di connessione aggiuntiva, e le uscite audio digitali non sono disponibili. Invece di un display, il DMP-BDT167 si accontenta di un semplice LED di stato.

Panasonic DMP-BDT184EG

Disponibile in nero e argento, il Panasonic DMP-BDT184 è molto simile al Panasonic DMP-BDT167. La struttura è solo leggermente più grande e pesante, e la qualità dell’immagine è altrettanto buona. Inoltre, il lettore può ridimensionare i DVD e i Blu-ray alla risoluzione UHD. Può anche accedere ai dischi rigidi di rete. Per il resto, il DMP-BDT184 manca di uscite audio separate e di WLAN.

Sony BDP-S1700

Il Sony BDP-S1700 è un lettore blu-ray e DVD economico con una buona qualità d’immagine, ma con ridotte caratteristiche. Sony fa a meno sia del display che della WiFi. Non c’è possibilità di ridimensionamento alla risoluzione UHD, ma si arriva a 1.920 x 1.080 pixel. Il suono può essere emesso tramite il collegamento ottico, che grazie alla presa HDMI. Il funzionamento non è problematico.

Il test passo per passo

Abbiamo testato la qualità dell’immagine e del suono per le scene d’azione con i Blu-ray “Germany from Above”, “A View From Space” e “Ironman 3” su un lettore blu-ray da 65 pollici con risoluzione UHD. Tra le altre cose, il test si è concentrato su quanto bene i lettori fossero capaci di ridimensionare l’immagine. Abbiamo anche esaminato le app, le caratteristiche multimediali dei dispositivi e la loro facilità d’uso.

Commenti

0 Commenti