Il miglior caricabatterie Test: Powerbanks E1604070510803
test
Pubblicato: 7.2.2022

Il miglior caricabatterie portatile

Abbiamo testato 120 caricabatterie portatili di diverse dimensioni e capacità. Il migliore per noi è l’Anker PowerCore 5000. È economico, pratico e permette di ricaricare lo smartphone una o due volte. Se siete in viaggio per lunghi periodi, consigliamo il Varta Wireless Power Bank. Il RAV Power RP-PB006 ha ancora più autonomia.

Mike Wobker
Mike Wobker
tecnico delle telecomunicazioni, ingegnere industriale, testa dispositivi di tecnologia mobile di ogni tipo e scrive per riviste come Notebookcheck e Golem. È specializzato in monitor, memorie e tecnologia dell’informazione.
Miryam Cocco
Miryam Cocco
appassionata delle lingue straniere, è laureata in Germanistica e Anglistica. Si occupa da anni di traduzioni di testi e assistenza linguistica tra il tedesco e l’italiano.
Aggiornamento informazioni

Testiamo in continuazione nuovi prodotti e revisioniamo i nostri consigli con regolarità. Vi informeremo non appena questo articolo sarà stato aggiornato.

Il caricabatterie è stata l’invenzione per compensare a uno dei problemi più grandi dell’era del digitale: la capacità limitata della batteria di smartphone e tablet. Con una forma molto pratica, grazie anche le dimensioni ridotte, questi dispositivi sono davvero utili, vista la loro riserva di energia, se si viaggia molto in treno e si sta spesso fuori casa. I caricabatterie portatili esterni sono un ottimo aiuto se si è a corto di batteria nei vari dispositivi elettronici.

Il mercato dei caricabatterie portatili è cresciuto enormemente. Numerosi produttori offrono power bank in diverse dimensioni, da un piuttosto modesto 3.000 a un impressionante 30.000 milliampere ore (mAh) e oltre. La capacità aumenta naturalmente le dimensioni e il peso dei dispositivi e di solito anche il prezzo.

Le batterie di riserva risolvono il problema della carica ridotta di uno smartphone

Abbiamo testato un totale di 120 caricabatterie portatili per voi, 59 delle quali sono attualmente ancora disponibili.

Per una migliore visione d’insieme, abbiamo diviso i caricabatterie portatili testati in tre gruppi secondo la loro capacità: caricabatterie portatili piccoli con meno di 10.000 mAh (milliampere ore), medi da 10.000 a 20.000 mAh e grandi con 20.000 mAh o più. Per ciascuna delle tre dimensioni, abbiamo scelto un vincitore del test e consigli alternativi.

Il miglior caricabatterie Test: Powerbanks Piccoli 12 2021

I migliori caricabatterie portatili di piccola capacità

I piccoli caricabatterie portatili, o powerbank, sono popolari perché sono sottili e compatti, così da poterli avere sempre con voi. La loro capacità è comunque sufficiente per caricare il cellulare una o due volte.

Per piccoli caricabatterie intendiamo dispositivi da 5.000 a 10.000 mAh. Quelli al di sotto di 5.000 mAh non sono a nostro avviso consigliabili.

I nostri consigli in breve

Il migliore

Anker PowerCore 5000

Test Il miglior caricabatterie: Anker PowerCore 5000
Piccolo, leggero, economico e con sufficiente ricarica per un intero giorno, ecco cosa vogliono la maggior parte delle persone.

L’Anker PowerCore 5000 è così piccolo che scompare facilmente nella borsa o nella tasca della giacca. Nel nostro test, il dispositivo potrebbe quasi confermare le specifiche di capacità del produttore, il che è una rarità, perché è facile scrivere un valore più alto di quello effettivo. Anche la ricarica del power bank stesso è veloce, ed è per questo che è il miglior caricabatterie portatile piccolo per noi.

Conveniente

Intenso XS 5000

Test Il miglior caricabatterie: Intenso XS 5000
L'Intenso XS 5000 è piccolo, leggero ed economico. Permette ad uno smartphone, per pochi soldi, di resistere tutto il giorno.

Non così piccolo come il nostro vincitore del test, ma significativamente più economico, è l’Intenso XS 5000. Anche se il rendimento non è così buono, è leggermente inferiore alle specifiche del produttore. Tuttavia, la sua capacità è sufficiente per una carica della batteria, il che significa che lo smartphone può essere ricaricato per un giorno fino alla prossima presa.

Duraturo

Ledlenser Flex7

Il miglior caricabatterie Test: Admin Ajax.php
Se le prestazioni diminuiscono con il tempo, le batterie ricaricabili all'interno del Ledlenser Flex7 possono essere sostituite come le batterie convenzionali.

Ci piace molto il concetto del Ledlenser Flex7. All’interno del caricabatterie portatile, le speciali batterie ricaricabili sono inserite come le batterie convenzionali e possono essere sostituite se a un certo punto perdono la loro potenza. In questo modo, la scocca rimane sempre in uso e solo l’interno deve essere cambiato.

Compatibile con MagSafe

Anker PowerCore Magnetic 5K

Test Il miglior caricabatterie: Anker PowerCore Magnetic 5K
Grazie al suo supporto magnetico e alle buone prestazioni della batteria, l'Anker PowerCore Magnetic 5K è perfetto per gli iPhone con MagSafe.

La ricarica wireless è diventata più semplice con l’Anker PowerCore Magnetic 5K. Questo caricabatterie portatile supporta la tecnologia MagSafe di Apple ed è quindi tenuto magneticamente in posizione. Anche il rendimento della capacità disponibile è molto buono. Purtroppo, la velocità di ricarica è un po’ lenta.

Tabella di confronto

Il miglioreAnker PowerCore 5000
ConvenienteIntenso XS 5000
DuraturoLedlenser Flex7
Compatibile con MagSafeAnker PowerCore Magnetic 5K
Anker 622 Magnetische kabellose Powerbank
Lotta Power Power bank con specchio
Lotta Power Powerbank
PowerAdd Slim 2
XLayer Powerbank Wireless Charger
Belkin BoostCharge Power Bank 2K for Apple Watch
XLayer Powerbank Wireless Dock 6000
XLayer Powerbank plus Heat 5200
Varta Slim Power Bank
Test Il miglior caricabatterie: Anker PowerCore 5000
  • Le specifiche di capacità del produttore sono in gran parte corrette
  • Leggero e maneggevole
  • Ricarica velocemente
  • Solo una porta USB-A
Test Il miglior caricabatterie: Intenso XS 5000
  • Può ricaricare sia con USB-C e Micro-USB
  • Piccolo e maneggevole
  • Specifiche di capacità dichiarate un po' troppo alte
  • Solo una porta USB-A
Il miglior caricabatterie Test: Admin Ajax.php
  • Batterie interne sostituibili
  • Due indicatori di ricarica separati
  • Specifiche di capacità dichiarate un po' troppo alte
  • Solo una porta USB-A
  • Può essere caricato solo tramite micro USB
Test Il miglior caricabatterie: Anker PowerCore Magnetic 5K
  • Le specifiche di capacità del produttore sono in gran parte corrette
  • Possibilità di ricarica wireless e USB-C
  • Compatibile con MagSafe
  • Solo una porta USB
  • Assenza di ricarica rapida
Test Il miglior caricabatterie: Anker 622 Magnetische kabellose Powerbank
  • Le specifiche di capacità del produttore sono in gran parte corrette
  • Ricarica wireless e ricarica USB-C possibile
  • Compatibile con MagSafe
  • Solo una porta USB
  • Assenza di ricarica rapida
Test Il miglior caricabatterie: Lotta Power Power bank con specchio
  • Buone specifiche della capacità
  • Finitura di alta qualità
  • Solo connessione USB-A
Test Il miglior caricabatterie: Lotta Power Powerbank
  • Buona specifiche della capacità
  • Finitura di alta qualità
  • Sottile e leggero
  • Prezzo leggermente alto
Test Il miglior caricabatterie: PowerAdd Slim 2
  • Molto sottile e leggero
  • Breve tempo di ricarica
  • Custodia inclusa
  • Solo una porta USB-A
Test Il miglior caricabatterie: XLayer Powerbank Wireless Charger
  • Compatibilità MagSafe
  • Ricarica veloce senza fili
  • Specifiche di capacità alte
Test Il miglior caricabatterie: Belkin BoostCharge Power Bank 2K for Apple Watch
  • Piccolo e leggero
  • Indicatore stato di carica
  • Possibile la ricarica wireless di un Apple Watch
  • Può caricare solo Apple Watch
  • Ingresso micro USB solo per caricare il powerbank
Test Il miglior caricabatterie: XLayer Powerbank Wireless Dock 6000
  • Caricatore wireless e stazione di ricarica a induzione 2 in 1 con Powerbank per dispositivi a induzione e smartphone
  • Specifiche di capacità del produttore un po' troppo alte
  • Costoso
Test Il miglior caricabatterie: XLayer Powerbank plus Heat 5200
  • L'energia in eccesso può essere usata come scalda mano
  • Dimensione maneggevole
  • Pesante
  • Una sola uscita USB per la ricarica
  • Solo 1 ampere di corrente di carica
Test Il miglior caricabatterie: Varta Slim Power Bank
  • Scocca resistente in metallo
  • Specifiche delle capacità troppo alte
Mostra dettagli prodotto

Il migliore: Anker PowerCore 5000

Per la maggior parte degli utenti di smartphone che vogliono caricare la loro batteria quando sono in giro e non hanno voglia di portarsi deitro grandi batterie di ricambio, il modello PowerCore 5000 di Anker è attualmente la scelta migliore.

Il migliore
Anker PowerCore 5000
Test Il miglior caricabatterie: Anker PowerCore 5000
Piccolo, leggero, economico e con sufficiente ricarica per un intero giorno, ecco cosa vogliono la maggior parte delle persone.

Come suggerisce il nome, il produttore specifica una capacità di 5.000 mAh o 18.500 mWh. Nella prova pratica erano disponibili effettivamente 17.222 mWh. Questo valore corrisponde al 93% di ciò che il produttore promette, un valore assoluto. Esso è sufficiente per ricaricare la batteria di un telefono cellulare circa una volta e mezza.

Caricabatterie portatili con una capacità fino a 10000 mAh sono più che sufficienti

Come è usuale per i piccoli caricabatterie portatili della categoria fino a 10.000 mAh, l’Anker PowerCore 5000 ha anche una sola uscita USB. Carica i dispositivi collegati con 2 ampere, che è lo standard del settore. Sempre più smartphone supportano anche correnti di carica più elevate, quindi la batteria del dispositivo viene caricata molto più velocemente.

La porta micro-USB per caricare la batteria supporta anche correnti fino a 2 ampere. Coloro che usano un caricatore che fornisce valori corrispondenti ne beneficiano, visto che il power bank è pieno e pronto all’uso più velocemente. Nel nostro test con un caricatore appropriato, la batteria del PowerCore 5000 è stata caricata dopo 2:36 ore. Convertito, questo corrisponde a un tempo di ricarica di 9 minuti per watt-ora (Wh), che rende Anker uno dei più veloci tra quelli testati.

Con le sue piccole dimensioni di circa 10 x 3 centimetri e un peso di 144 grammi, il PowerCore 5000 è ideale per viaggiare. Sta comodamente in qualsiasi tasca e non occupa molto spazio. La struttura rotonda in plastica appare molto solida, aspetto caratterizzante di casa Anker, e dovrebbe essere in grado di resistere a qualsiasi situazione a patto che rimanga asciutto. Lo stato della carica presente nel caricabatterie è indicato da 3 piccoli LED.

Il prezzo moderato per watt-ora proposto da questo modello, lo fa rientrare nella fascia media, nonostante offra prestazioni superiori ad essa. L’Anker PowerCore 5000 è un caricabatterie portatile che la maggior parte delle persone desidera, è stabile, maneggevole, economico e il produttore è onesto sulla capacità energetica del dispositivo.

Alternative

Il vincitore del test si distingue per la sua forma e le sue super prestazioni. Tuttavia, ci sono altri modelli consigliabili che hanno più capacità o un design più piccolo.

Conveniente: Intenso XS 5000

Come dimostra l’Intenso XS 5000, anche i power bank quadrati possono essere minuscoli. Con soli 103 grammi, la piccola batteria portatile è molto leggera e può essere facilmente portata ovunque. La capacità è sufficiente per caricare completamente uno smartphone poco più di una volta. Nonostante il produttore non sia stato onesto sulle capacità del dispositivo, a suo favore gioca il prezzo piuttosto ridotto. Se state cercando un caricabatterie portatile economico che possa far funzionare lo smartphone un po’ più a lungo in caso di emergenza, questo è il modello giusto.

Conveniente
Intenso XS 5000
Test Il miglior caricabatterie: Intenso XS 5000
L'Intenso XS 5000 è piccolo, leggero ed economico. Permette ad uno smartphone, per pochi soldi, di resistere tutto il giorno.

Secondo il produttore, Intenso XS 5000 ha una capacità di 5.000 mAh o 18.500 mWh. Secondo le nostre misurazioni, tuttavia, il risultato reale è leggermente inferiore a 3.056 mAh e 15.349 mWh. Visto la convenienza di questo power bank, esso offre anche un ottimo rapporto qualità-prezzo. La batteria inoltre può essere caricata tramite USB-C e micro USB.

È disponibile anche una porta USB-A, il che significa che si possono collegare anche altri dispositivi. Un cavo corto da USB-C a USB-A è incluso nella consegna, ma per i vecchi modelli con una connessione, ad esempio micro-USB, è necessario avere il proprio cavo.

Quattro piccoli LED sulla parte superiore, che sono incorporati nella plastica robusta della struttura, forniscono informazioni sullo stato di carica del dispositivo. Un piccolo pulsante sul lato permette anche di accendere e spegnere il caricabatterie portatile. Il piccolo e leggero Intenso XS 5000 è destinato più alle emergenze e fornisce una buona resa energetica. È quindi adatto per salvare facilmente lo smartphone per un giorno intero. Oltre alle caratteristiche di cui sopra, il prezzo è anche un chiaro motivo per essere consigliato, quindi non si corre alcun rischio con il suo acquisto.

Duraturo: Ledlenser Flex7

Il Ledlenser Flex7 è un caricabatterie portatile molto ecologico. Le due batterie interne possono essere facilmente sostituite come le batterie convenzionali se a un certo punto smettono di funzionare. Questo significa che non dovete buttare via l’intero power bank, ma semplicemente sostituire le batterie interne.

Duraturo
Ledlenser Flex7
Il miglior caricabatterie Test: Admin Ajax.php
Se le prestazioni diminuiscono con il tempo, le batterie ricaricabili all'interno del Ledlenser Flex7 possono essere sostituite come le batterie convenzionali.

La struttura interna di questo dispositivo si può osservare grazie alla scocca in plastica grigia semi-trasparente. Questa è molta robusto e ci sembra che possa durare a lungo. Nella parte inferiore è presente un piccolo disco che si muove e che funge da accesso per le componenti interne, in quanto apre il Ledlenser in due parti.

Le due batterie ricaricabili agli ioni di litio possono in questo modo essere rimosse e sostituite. Le batterie di ricambio adeguate costano tra i cinque e i deici euro, a seconda del fornitore. L’intero pacchetto di batterie si carica ad una velocità semplice tramite una connessione micro-USB. L’alimentazione è fornita anche senza l’opzione di ricarica veloce tramite una singola porta USB-A.

1 di 4
Il miglior caricabatterie Test: Ledlenser 1
Il Ledlenser Flex7 ha una struttura solida in plastica.
Il miglior caricabatterie Test: Ledlenser 2
C'è un meccanismo di bloccaggio sul lato inferiore.
Il miglior caricabatterie Test: Ledlenser 3
Il Flex7 contiene due batterie agli ioni di di litio.
Il miglior caricabatterie Test: Ledlenser 4
Un cavo di ricarica è incluso nella consegna.

L’indicatore di carica è composto da due righe di quattro LED e mostra quindi l’energia rimanente per ogni singola batteria. La fornitura include solo un cavo micro-USB per la ricarica, il che significa che è necessario un cavo separato per collegare i dispositivi. Tutto sommato, il concetto del Ledlenser Flex7 è sostenibile e innovativo, ma purtroppo ha anche il suo prezzo. Questo vale solo se la possibilità di scambiare le batterie permette di evitare un nuovo acquisto. Tuttavia, dato che i power bank diventano sempre più comuni, crediamo che a un certo punto questo accada comunque.

Compatibile con MagSafe: Anker PowerCore Magnetic 5K

La tecnologia MagSafe di Apple permette agli accessori per iPhone di essere posizionati con precisione sul retro. Questo vale anche per l’Anker PowerCore Magnetic 5K, che si tiene magneticamente al posto giusto per la funzione di ricarica wireless degli iPhone di dodicesima generazione di Apple.

Compatibile con MagSafe
Anker PowerCore Magnetic 5K
Test Il miglior caricabatterie: Anker PowerCore Magnetic 5K
Grazie al suo supporto magnetico e alle buone prestazioni della batteria, l'Anker PowerCore Magnetic 5K è perfetto per gli iPhone con MagSafe.

Una porta USB-C è integrata per caricare il caricabatterie portatile, ma non funziona solo in questa direzione. Può anche essere utilizzato per collegare altri smartphone e tablet con il cavo USB in dotazione e quindi anche caricarli. Oltre alla porta USB, c’è anche un pulsante di accensione per attivare e spegnere il power bank. Ci sono anche cinque LED, uno dei quali indica se la batteria del cellulare è accesa. Gli altri quattro mostrano quanta energia è ancora disponibile. Secondo la nostra misurazione, delle 5.000 ore di mAh del PowerCore Magnetic 5K, solo 3.169 mAh sono effettivamente fornite.

Questo è un buon valore ed è sufficiente per caricare completamente quasi tutti i modelli di iPhone 12 una volta. Solo la batteria dell’iPhone 12 Pro Max è un po’ più grande della capacità del caricabatterie portatile e quindi non può essere completamente ricaricata. Un altro punto critico è che il Magnetic 5K fornisce solo 5 watt per la ricarica wireless. Gli iPhone di Apple possono essere caricati senza fili anche fino a 15 watt, quindi con i 5 offerti, la ricarica è davvero lenta. Anche l’Anker PowerCore Magnetic 5K è relativamente economico.

1 di 3
Il miglior caricabatterie Test: Powerbanks 06 2021 Anker 3 Scale
L'Anker PowerCore Magnetic 5K viene fornito con un cavo USB-C.
Il miglior caricabatterie Test: Powerbanks 06 2021 Anker 1 Scale
L'area contrassegnata indica la compatibilità MagSafe.
Il miglior caricabatterie Test: Powerbanks 06 2021 Anker 2 Scale
Tuttavia, la porta USB-C può essere utilizzata anche per caricare altri dispositivi.

Se state cercando un caricabatterie portatile affidabile e di alta qualità con funzione di ricarica wireless per il vostro iPhone 12, l’Anker PowerCore Magnetic 5K è la scelta giusta. Il fatto che non carichi così velocemente come i telefoni Apple potrebbe essere un piccolo svantaggio, ma la capacità dichiarata è ben utilizzata.

La concorrenza

Anker 622 Magnetische kabellose Powerbank

Con l’Anker 622 Powerbank, un’altra batteria magnetica si unisce alla schiera dei prodotti compatibili con MagSafe. La resa della capacità è buona e abbastanza vicina alle specifiche del produttore. Il supporto integrato può essere piegato verso l’esterno, rendendola simile alla cover di un tablet, in modo che il power bank e l’iPhone possano essere messi lateralmente. Uno smartphone non solo si carica per induzione, ma può essere ricaricato anche collegandolo alla porta USB-C. L’Anker 622 è alimentato tramite la stessa connessione. A causa del prezzo relativamente alto, questo dispositivo di Anker non rientra tra i modelli da noi consigliati.

Lotta Power Power bank con specchio

Il produttore Lotta Power combina il caricabatterie portatile con un oggetto di uso quotidiano. Il risultato è il Power bank con specchio, che non solo può caricare lo smartphone, ma ospita anche uno specchietto. Questo è circondato da un anello LED, che aiuta in caso di scarsa luminosità quando ci si specchia. La capacità di 4.000 mAh è sufficiente per la ricarica di uno smartphone, soprattutto perché anche in uscita abbiamo un buon 2.941 mAh. Il caricabatterie portatile si carica tramite una connessione micro-USB, per la quale è incluso il cavo adatto. Una porta USB di tipo A trasferisce la carica ad altri dispositivi.

Lotta Power Powerbank

Il Lotta Power Powerbank con 5.000 mAhUn è più maneggevole, ma ancora più potente del modello con lo specchietto incluso. Secondo la nostra misurazione, fornisce una buona quantità di 3.120 mAh, che può essere trasmessa agli smartphone collegati tramite due porte USB di tipo A. La ricarica avviene tramite una porta USB-C, che può essere utilizzata solo per questo scopo. Questo caricabatterie portatile ha una lavorazione di alta qualità, è piccolo e leggero, ma il prezzo non è proprio dei più economici.

PowerAdd Slim 2

Come il nostro vincitore del test, anche il PowerAdd Slim 2 ha un design rotondo. È sottile come gli altri caricabatterie portatili e ha una porta micro USB per la ricarica e una porta USB di tipo A per l’uscita. Non fornisce i 5.000 mAh specificati come l’Anker PowerCore 5000, ma può caricare smartphone e tablet fino a 2,4 ampere.

I migliori caricabatterie portatili di media capacità

C’è molta scelta nella categoria di dispositivi con capacità fino a 20.000 mAh. Questi power bank offrono abbastanza ricarica per sopravvivere un fine settimana senza una presa di corrente e sono ancora relativamente leggeri e maneggevoli.

I nostri consigli in breve

Il migliore

Varta Wireless Power Bank

Test Il miglior caricabatterie: Varta Wireless Power Bank
Il power bank wireless di Varta fa un uso eccellente della sua capacità e può ricaricare diversi dispositivi.

Il Varta Wireless Power Bank può utilizzare la sua capacità molto bene e fornisce uno dei migliori risultati nel nostro test. Si può fare affidamento sulle specifiche del produttore e avere quindi energia a sufficienza per caricare gli smartphone tramite USB o tramite la funzione wireless.

Buona alternativa

Green Cell PowerPlay 10S

Test Il miglior caricabatterie: Green Cell PowerPlay 10S
Con il suo prezzo accessibile e la buona resa energetica, anche il PowerPlay 10S è una buona scelta.

Con il Green Cell PowerPlay 10S, siete in buone mani se non avete bisogno di accessori. Inoltre, l’involucro in plastica non è solo pratico, ma offre anche un design tutto suo. La ricarica offerta da questo modello è davvero ottima.

Ricarica senza fili

Anker PowerCore III

Test Il miglior caricabatterie: Anker PowerCore III
Che si tratti di uno smartphone, di uno smartwatch o di un auricolare, se può essere caricato in modalità wireless, l'Anker PowerCore III Wireless è una buona scelta.

Molti dispositivi moderni possono ora essere anche caricati senza fili. Chi vuole fare questo stando fuori casa troverà un buon compagno nell’Anker PowerCore III Wireless. La capacità è superiore a quella del nostro vincitore del test, la lavorazione è di alta qualità e il prezzo è ragionevole. Per i dispositivi con cavi invece è offerta anche l’alternativa con collegamenti USB.

Conveniente

PowerAdd EnergyCell Powerbank

Il miglior caricabatterie Test: Admin Ajax.php (1)
Molti accessori inclusi, un design compatto e una buona resa energetica.

PowerAdd offre un ottimo rapporto qualità-prezzo con l’EnergyCell Powerbank. Non solo le prestazioni della batteria sono buone, ma anche gli accessori sono molto numerosi. C’è anche una porta Lightning tra le varie porte di ricarica, in modo che davvero qualsiasi caricatore può essere utilizzato.

Tabella di confronto

Il miglioreVarta Wireless Power Bank
Buona alternativaGreen Cell PowerPlay 10S
Ricarica senza filiAnker PowerCore III
ConvenientePowerAdd EnergyCell Powerbank
Vancely Mini Powerbank
Einova Power Bar
Varta Power Bank Fast Energy
LL Trader Power Bank Magnetic Wireless
Pearl PB-170
Baseus Power Bank
INIU Powerbank
Anker PowerCore 10K Wireless
Belkin USB-C PD Powerbank
Anker PowerCore Slim 10000 PD
Revolt Powerpack
XLayer Powerbank Wireless Discover
Anker PowerCore II 10000
Belkin Boost Charge
Anker PowerCore 10000
Varta PB 16000
Anker PowerCore Lite 10000
Varta LCD Power Bank
Test Il miglior caricabatterie: Varta Wireless Power Bank
  • La capacità è ben utilizzata
  • Molte connessioni
  • Si ricarica anche in modalità wireless
  • Design sottile
  • Solo un cavo USB-C incluso
Test Il miglior caricabatterie: Green Cell PowerPlay 10S
  • Design sottile
  • Le porte USB supportano gli standard di ricarica veloce
  • Nessun componente aggiuntivo incluso
Test Il miglior caricabatterie: Anker PowerCore III
  • Design sottile
  • Ricarica senza fili
  • Con supporto per smartphone
  • Le porte USB supportano gli standard di ricarica veloce
  • Solo una porta USB-A
Il miglior caricabatterie Test: Admin Ajax.php (1)
  • Custodia di stoffa
  • Cavo adattatore
  • Nessuna porta di connessione USB-C
Test Il miglior caricabatterie: Vancely Mini Powerbank
  • Molto maneggevole
  • Molto solido
  • Indicazioni di capacità realistiche
  • Solo micro USB per la ricarica
  • Piccola portata di consegna
Test Il miglior caricabatterie: Einova Power Bar
  • Due punti di ricarica wireless
  • Buona resa energetica
  • Abbastanza ingombrante
  • Molto costoso
  • Solo porta USB-C
Test Il miglior caricabatterie: Varta Power Bank Fast Energy
  • Molto solido
  • Molte porte di connessione diverse
  • Buon rendimento della capacità
  • Piccola portata di consegna
Test Il miglior caricabatterie portatile: LL Trader Power Bank Magnetic Wireless
  • Compatibilità con MagSafe
  • Connessione Lightning e USB-C
  • Rendimento di capacità moderata
  • Troppo caro
Il miglior caricabatterie Test: Admin Ajax.php (2)
  • Uscita di potenza relativamente buona
  • Micro USB e USB-C per la ricarica
  • Solo una porta USB-A
  • Piccola portata di consegna
Test Il miglior caricabatterie: Baseus Power Bank
  • Indicatore di carica digitale
  • Micro-USB-C e connettore Lightning per la ricarica
  • Abbastanza grande
  • Nessun extra incluso
Test Il miglior caricabatterie: INIU Powerbank
  • Display digitale per indicare il livello di carica
  • Supporta la ricarica veloce degli smartphone
  • Porta cellulare integrato
  • Design piatto
Test Il miglior caricabatterie: Anker PowerCore 10K Wireless
  • Design sottile
  • Ricarica senza fili
  • Custodia maneggevole
  • Nessuna ricarica veloce
Test Il miglior caricabatterie: Belkin USB-C PD Powerbank
  • Involucro solido
  • Forma sottile
  • Solo una porta USB A
Test Il miglior caricabatterie: Anker PowerCore Slim 10000 PD
  • Design molto sottile
  • Connessione USB-C
  • Custodia in tessuto inclusa
  • Pesante
Test Il miglior caricabatterie: Revolt Powerpack
  • Le specifiche di capacità del produttore sono in gran parte corrette
  • Economico
  • Compatto
Test Il miglior caricabatterie: XLayer Powerbank Wireless Discover
  • Può anche essere caricato con il caricabatterie Apple
  • Supporta la ricarica wireless
  • Una sola uscita USB per la ricarica
  • Specifiche di capacità del produttore troppo alte
Test Il miglior caricabatterie: Anker PowerCore II 10000
  • Le specifiche di capacità del produttore sono in gran parte corrette
  • Si ricarica velocemente
  • Compatto e leggero
  • Costoso
Test Il miglior caricabatterie: Belkin Boost Charge
  • Certificato per i dispositivi Apple
  • Le specifiche di capacità del produttore sono leggermente troppo alte
  • Certificato solo per i dispositivi Apple
  • Abbastanza costoso
Test Il miglior caricabatterie: Anker PowerCore 10000
  • Le specifiche di capacità del produttore sono in gran parte corrette
  • Carica veloce
  • Piuttosto leggero
  • Solo un uscita USB
Test Il miglior caricabatterie: Varta PB 16000
  • Le specifiche di capacità del produttore sono in gran parte corrette
  • Ricarica veloce
  • Solo una porta micro-USB
Test Il miglior caricabatterie: Anker PowerCore Lite 10000
  • Design sottile
  • Le specifiche di capacità del produttore sono in gran parte corrette
  • Custodia di stoffa inclusa nella consegna
  • Solo una porta micro-USB
Test Il miglior caricabatterie: Varta LCD Power Bank
  • Indicatore di ricarica in LCD
  • Scocca resistente
  • Solo una porta micro-USB
Mostra dettagli prodotto

Il migliore: Varta Wireless Power Bank

I 10.000 mAh o 37 Wh del Varta Wireless Power Bank forniscono abbastanza energia per ricaricare lo smartphone durante un intero fine settimana o per sopravvivere un giorno con diversi dispositivi. Nel test pratico, siamo stati in grado di estrarre 7.091 mAh dal dispositivo. Questo valore è davvero molto buono.

Il migliore
Varta Wireless Power Bank
Test Il miglior caricabatterie: Varta Wireless Power Bank
Il power bank wireless di Varta fa un uso eccellente della sua capacità e può ricaricare diversi dispositivi.

In combinazione con le caratteristiche efficienti e il prezzo basso, il Wireless Power Bank di Varta è un vero affare. Non solo può caricare senza fili i moderni telefoni cellulari e iPhone, ma offre due porte USB-A convenzionali che supportano anche la ricarica veloce grazie a QuickCharge 3.0.

Lo stesso vale per la porta USB-C, che non solo alimenta rapidamente i dispositivi collegati, ma può anche essere utilizzata per ricaricare il caricabatterie portatile stesso in breve tempo. Questa alternativa richiede un alimentatore corrispondente, che è spesso incluso nei moderni smartphone e tablet e può quindi essere utilizzato anche per la loro ricarica con il power bank.

Poiché solo un cavo USB-C è incluso nella consegna, è necessario un cavo separato se si vogliono ricaricare i telefoni più vecchi. Nella maggior parte dei casi questo non dovrebbe essere un grosso problema.

Il design sottile e il peso ridotto di 245 grammi assicurano che il Varta Wireless Power Bank possa essere facilmente riposto in qualsiasi borsa. Questo facilita il trasporto, così da avere una potente riserva di ricarica sempre disponibile.

A parte i pochissimi componenti con cui viene consegnato, non c’è nulla da criticare a questo dispositivo, visto anche il prezzo ridotto. La scocca appare robusta, le connessioni sono ben fissate e non ci sono difetti da trovare. Pertanto, il Varta Wireless Power Bank è il nostro nuovo preferito e lo consigliamo ampiamente.

Alternative

Anche se il vincitore del test si distingue per il suo prezzo e il suo design compatto, abbiamo anche altre consigli di fascia media con capacità di ricarica ancora maggiori.

Buona alternativa: Green Cell Power Play 10S

Con una capacità di 10.000 mAh, il Green Cell PowerPlay 10S si unisce ai nostri prodotti consigliati. È abbastanza maneggevole e di lunga durata, così da essere la scelta giusta per molti. Vista l’energia fornita di 6747 mAh, che risulta simile al nostro vincitore del test, questo power bank è l’alternativa perfetta.

Buona alternativa
Green Cell PowerPlay 10S
Test Il miglior caricabatterie: Green Cell PowerPlay 10S
Con il suo prezzo accessibile e la buona resa energetica, anche il PowerPlay 10S è una buona scelta.

Le celle della batteria del Power Play 10S sono in un struttura di plastica, donando al dispositivo un aspetto resistente. Il design è tipico del produttore e quindi riconoscibile a prima vista. Grazie alla sua forma sottile e al peso relativamente basso di 270 grammi, il power bank è anche facile da trasportare.

Il dispositivo viene caricato tramite una delle due porte USB-C, che beneficiano anche dei moderni caricabatterie per cellulari più efficienti. In questo modo, la ricarica del caricabatterie portatile è più veloce di quando si usa solo un semplice caricatore USB. Le due porte USB-C e le due porte USB-A aggiuntive possono fornire energia con una potenza fino a 18 watt, il che significa che i dispositivi moderni con tecnologia di ricarica rapida sono pronti per l’uso più rapidamente.

1 di 3
Il miglior caricabatterie Test: Powerbanks 07 2021 Greencell 2 S
Il Power Play 10S è fornito con un cavo USB-C.
Il miglior caricabatterie Test: Powerbanks 07 2021 Greencell 3 S
Sono disponibili un totale di quattro porte USB.
Il miglior caricabatterie Test: Powerbanks 07 2021 Greencell 1 S
Sono forniti solo il power bank stesso e il cavo.

Nella consegna del Power Play 10S è incluso solo un cavo USB-C corto. Questo è sufficiente per la maggior parte degli scopi. Green Cell ha implementato la visualizzazione dello stato di carica con quattro LED che si accendono non appena viene premuto il logo Green Cell sul power bank.

Per un prezzo relativamente basso, il Green Cell PowerPlay 10S è un buon caricabatterie portatile che può fornire molta ricarica. Se noni si è soddisfatti dal nostro primo prodotto consigliato, anche questa è una buona scelta. Viene offerto un ottimo rapporto qualità-prezzo e non ci sono praticamente punti di critica, tranne forse la portata un po’ piccola della consegna.

Ricarica senza fili: Anker PowerCore III Wireless

L’Anker PowerCore III ha una capacità di 10.000 mAh ore e quindi dura proprio come il nostro vincitore del test. È un po’ più costoso, ma nelle nostre misurazioni fornisce una buona uscita effettiva di 6.616 mAh.

Ricarica senza fili
Anker PowerCore III
Test Il miglior caricabatterie: Anker PowerCore III
Che si tratti di uno smartphone, di uno smartwatch o di un auricolare, se può essere caricato in modalità wireless, l'Anker PowerCore III Wireless è una buona scelta.

Affinché il caricabatterie portatile di Anker non risulti troppo ingombrante, il produttore ha optato per un design sottile e allungato. Questo significa che la batteria portatile può stare anche nelle tasche più piccole. La struttura è robusta e ci ha dato un’impressione molto affidabile. Il Power Core III può essere comodamente caricato tramite la porta USB-C.

Se non avete un cavo USB-C a casa, uno è incluso, tuttavia anche l’alimentatore deve avere una connessione-C. Per i vecchi adattatori di corrente con una connessione di tipo A, dovete provvedere al cavo adatto. Anker include anche una custodia in tessuto con il cavo, che offre al power bank una protezione aggiuntiva.

1 di 3
Il miglior caricabatterie Test: Anker Powercore Iii 2 Scaled
I dispositivi possono essere caricati senza fili sull'anello disegnato.
Il miglior caricabatterie Test: Anker Powercore Iii 1 Scaled
Le porte USB supportano le funzioni di ricarica veloce.
Il miglior caricabatterie Test: Anker Powercore Iii 3 Scaled
Una custodia in tessuto protegge il power bank durante il trasporto.

I moderni caricabatterie per cellulari possono caricare gli smartphone molto rapidamente. Questa funzione è offerta anche dall’Anker PowerCore III Wireless, che vi risparmia lunghi tempi di attesa durante la ricarica. Il tutto funziona anche al contrario, dato che entrambe le porte USB supportano entrambe le tecnologie PowerDelivery e QuickCharge. Di conseguenza, questo power bank carica anche gli smartphone più velocemente di altri modelli.

La vera caratteristica speciale, tuttavia, è il supporto per la ricarica wireless. Un anello rappresentato sulla parte superiore del caricabatterie portatile segna l’area dove qualsiasi dispositivo che supporta lo standard di ricarica wireless QI può essere posizionato, questo ad esempio è il caso degli attuali iPhone. Se volete caricare i dispositivi nel modo più flessibile e veloce possibile, l’Anker PowerCore III Wireless rappresenta una scelta molto buona.

Consigliato per il prezzo: PowerAdd EnergyCell

Con il PowerAdd EnergyCell, gli utenti possono fare a meno di cavi aggiuntivi. Il produttore non solo include un cavo micro-USB per caricare il caricabatterie portatile, ma lo equipaggia anche con adattatori per USB-C e Lightning. Questo significa che basta un solo cavo per i tuoi vari dispositivi.

Conveniente
PowerAdd EnergyCell Powerbank
Il miglior caricabatterie Test: Admin Ajax.php (1)
Molti accessori inclusi, un design compatto e una buona resa energetica.

Oltre alla porta micro-USB per la ricarica, PowerAdd equipaggia il suo modello con due porte USB-A. Questi offrono una corrente di uscita un po’ più alta di 2,4 ampere e possono quindi caricare i dispositivi collegati un po’ più velocemente. Tuttavia, il power bank stesso può essere caricato solo con due ampere attraverso la porta micro USB, e questo richiede un tempo relativamente lungo.

1 di 3
Il miglior caricabatterie Test: Poweradd Scaled
Il PowerAdd ha un design molto compatto.
Il miglior caricabatterie Test: Poweradd Scaled
Sono disponibili due connessioni di tipo A.
Il miglior caricabatterie Test: Poweradd Scaled
La consegna include una borsa e un cavo con adattatori.

Il design dell’EnergyCell può essere meglio descritto come “compatto”. Il piccolo dispositivo ripone i suoi 15.000 mAh in uno spazio molto ridotto e secondo la nostra misurazione ne eroga 8.589 mAh. Questo valore è superiore alla media, indicando così la buona qualità delle celle incorporate.

Dato che PowerAdd EnergyCell non risparmia sul cavo, non sorprende che il produttore includa anche una custodia in stoffa. Per un prezzo che è solo leggermente superiore a quello del nostro vincitore del test in questa categoria, si ottiene una maggiore capacità e un numero maggiore di accessori. Pertanto, potete comprarlo senza esitazione.

La concorrenza

Vancely Mini Powerbank

Il Vancely Mini Powerbank è estremamente conveniente e racchiude 10.000 mAh in un involucro incredibilmente piccolo. Le specifiche di capacità del produttore rendono possibile ricaricare lo smartphone un fine settimana intero senza un caricatore. Grazie a due porte USB-A, è possibile caricare due dispositivi contemporaneamente. Tuttavia, per ricaricare il caricabatterie portatile è disponibile solo la porta micro-USB. La ricarica veloce non è supportata.

Einova Power Bar

Per la Einova Power Bar dovete pagare una cifra notevole, ma in cambio ottenete un caricabatterie portatile speciale. La scocca, che sembra molto ingombrante a prima vista, ospita due punti di ricarica wireless, che possono essere utilizzati, ad esempio, per caricare senza fili uno smartwatch e le cuffie. Una porta USB-C è utilizzata per caricare il power bank, ma può anche fornire energia ai dispositivi collegati. La resa della capacità è molto buona, rendendo il caricabatterie portatile ideale per gli amanti della ricarica wireless.

Varta Power Bank Fast Energy

Con il Varta Power Bank Fast Energy, si ottiene un dispositivo robusto e potente per il viaggio. Può caricare diversi dispositivi allo stesso tempo e supporta vari standard di ricarica veloce. Inoltre, oltre a una porta USB-C che funziona in entrambe le direzioni, c’è anche una porta micro-USB. Il tutto è contenuto all’interno di una struttura estremamente robusta, con una piastra di alluminio nella parte superiore e inferiore. Quattro LED sul lato indicano lo stato di carica e un cavo USB-C è incluso.

LL Trader Power Bank Magnetic Wireless

La LL Trader Power Bank Magnetic Wireless non fornisce tutta l’energia promessa dal produttore. D’altra parte, è compatibile con MagSafe e può essere attaccato magneticamente al retro degli iPhone moderni. Una porta USB-C e una porta Lightning sono disponibili per caricare il caricabatterie portatile. C’è anche una porta USB-A che può fornire energia anche ad altri dispositivi. Per il prezzo non così basso, tuttavia, ci sono altri dispositivi compatibili con MagSafe consigliabili.

I migliori caricabatterie portatili con grande capacità

Se avete bisogno di più, ci sono power bank con oltre 20.000 mAh. Potete tenere lo smartphone in funzione per giorni lontano dalla corrente di casa, o anche caricare un computer portatile.

I nostri consigli in breve

Il migliore

RAV Power RP-PB006

Il miglior caricabatterie Test: Admin Ajax.php (3)
Nessun altro power bank è stato così preciso quando abbiamo misurato la sua capacità energetica.

Il vincitore del nostro test nella categoria grande è il RAV Power RP-PB006. La capacità di 68.650 mWh che abbiamo misurato è quasi pari alle specifiche del produttore, nessun altro caricabatterie portatile nel test ha fatto di meglio. Ha una riserva energetica sufficiente anche per una breve vacanza.

Buona alterntiva

Green Cell PowerPlay 20

Test Il miglior caricabatterie: Green Cell PowerPlay 20
Una buona resa energetica e diversi tipi di uscite rendono questo power bank consigliabile.

Con il Green Cell PowerPlay 20, si ha molta energia disponibile anche nei lunghi viaggi. Non solo la capacità è buona, anche le prestazioni sono ottime. Per esempio, questo Power Bank può alimentare computer portatili e simili se supportano PowerDelivery via USB-C.

Per i portatili

Anker PowerCore+

Test Il miglior caricabatterie: Anker PowerCore+
Porta USB-C con fino a 30 watt, che sono sufficienti per caricare un notebook.

Un’altra alternativa, molto speciale, è l’Anker PowerCore+, che ha una caratteristica tutta sua da offrire: supporta la specifica “USB Power Delivery” (USB PD). Questo significa che il power bank fornisce fino a 30 watt di potenza attraverso una connessione USB-C. Questo può essere usato, ad esempio, per caricare i portatili. Il power bank può essere ricaricato, solo attraverso la porta USB-C. Per non metterci troppo tempo per questa operazione, è necessario un alimentatore speciale ad alta potenza, che però non viene fornito dal produttore.

Versatile

RoyPow Ricarica portatile

Test Il miglior caricabatterie: RoyPow Tragbares Ladegerät
Il dispositivo convince per la sua versatilità e la sua buona resa energetica.

Se siete soliti portare con voi un grande power bank, forse è perché desiderate caricare non solo dispositivi USB. In questo contesto il caricabatterie portatile RoyPow è perfetto, visto che, oltre alle porte USB, offre anche un ingresso per pin jack e una presa accendisigari. Questo permette di fornire energia a più dispositivi. Queste alternativa di modello richiede un certo prezzo.

Tabella di confronto

Il miglioreRAV Power RP-PB006
Buona alterntivaGreen Cell PowerPlay 20
Per i portatiliAnker PowerCore+
VersatileRoyPow Ricarica portatile
Lenovo Go USB-C Powerbank
Einova Laptop Power Bank Canvas
INUI Powerbank
Varta Power Bank Fast Energy
HETP Powerbank
DJRoll HDL-529
Xlayer Powerbank Macbook Pro
Amazon Basics Powerbank
Amazon Basics Powerbank con 45 Watt
JIGA Power Bank
Anker PowerCore Essential
XLayer Powerbank Micro
Belkin Powerbank USB-C 20K
XLayer Powerbank Plus
RAVPower PD Pioneer
Ekrist Powerbank
Anker PowerCore II 20000
Anker PowerCore 20100
EasyAcc PB20000MS
PowerAdd Pilot X7
Il miglior caricabatterie Test: Admin Ajax.php (3)
  • Le specifiche di capacità del produttore corrispondono quasi alla misurazione
  • Economico
  • Relativamente compatto
  • Tensione totale all'uscita USB relativamente ridotta
Test Il miglior caricabatterie: Green Cell PowerPlay 20
  • Buon rendimento della capacità energetica
  • Supportato PowerDelivery
  • Design piuttosto spigoloso
Test Il miglior caricabatterie: Anker PowerCore+
  • Supporta USB Power Delivery (USB PD)
  • Uscite USB con 3 ampere
  • Specifiche di capacità del produttore troppo alte
  • Costoso
  • Pesante
  • Alta alimentazione necessaria per la ricarica
Test Il miglior caricabatterie: RoyPow Tragbares Ladegerät
  • Molte connessioni
  • Tutti i cavi necessari sono inclusi
  • Buona resa energetica
  • Pesante
Test Il miglior caricabatterie: Lenovo Go USB-C Powerbank
  • Carica anche i computer portatili
  • Buona potenza di uscita
  • Due porte USB-C
  • Abbastanza costoso
  • Il cavo di collegamento fisso non può essere sostituito
Test Il miglior caricabatterie: Einova Laptop Power Bank Canvas
  • Indicatore digitale del livello di carica
  • Superficie in tessuto di alta qualità
  • Cavo USB e adattatore inclusi
  • Idoneo anche i computer portatili
  • Rendimento energetico relativamente basso
  • Abbastanza costoso
Test Il miglior caricabatterie: INUI Powerbank
  • Display digitale del livello di carica
  • Molto robusto
  • Buona resa energetica
  • Forma piuttosto ingombrante
Test Il miglior caricabatterie: Varta Power Bank Fast Energy
  • Buona resa energetica
  • Scocca robusto
  • Connessioni multiple
  • Consegna limitata
Test Il miglior caricabatterie: HETP Powerbank
  • Differenti connessioni
  • Rendimento energetico limitato
  • Indicatore di stato della batteria con solo un LED
Test Il miglior caricabatterie: DJRoll HDL-529
  • Numerosi componenti aggiuntivi
  • Rendimento energetico molto limitato
  • Ricarica i dispositivi molto lentamente
Test Il miglior caricabatterie: Xlayer Powerbank Macbook Pro
  • Rendimento energetico relativamente buono
  • Carica anche i computer portatili
  • Due cavi USB inclusi
  • Grosso e pesante
Test Il miglior caricabatterie: Amazon Basics Powerbank
  • Relativamente economico
  • Due porte USB A
  • Rendimento energetico limitato
  • Non dà un'impressione solida
Test Il miglior caricabatterie: Amazon Basics Powerbank mit 45 Watt
  • Due porte USB-A
  • Supporta la ricarica veloce
  • Due porte USB-A
  • Non dà un'impressione solida
Il miglior caricabatterie Test: Admin Ajax.php (4)
  • Luci Led integrate
  • Specifiche di capacità del produttore troppo alte
  • Pesante
  • Bassa potenza di uscita
Test Il miglior caricabatterie: Anker PowerCore Essential
  • Custodia in tessuto inclusa
  • Design piatto
  • Pesante
  • Durata di ricarica lunga
Test Il miglior caricabatterie: XLayer Powerbank Micro
  • Buon prezzo
  • Buon rendimento della capacità
  • Tracolla da trasporto inclusa
  • Due porte di ricarica
  • Il materiale non sembra così resistente
Test Il miglior caricabatterie: Belkin Powerbank USB-C 20K
  • Lavorazione di alta qualità
  • USB-C può essere usato come ingresso e uscita
  • Forte discrepanza di capacità
Test Il miglior caricabatterie: XLayer Powerbank Plus
  • Scocca stabile
  • Due cavi USB inclusi
  • Molto grande
  • Specifiche di capacità un po' troppo alte
Il miglior caricabatterie Test: Admin Ajax.php (6)
  • Alta potenza di uscita
  • USB-C per caricare e ricaricare
  • Molto robusto
  • Le specifiche di capacità del produttore sono troppo alte
Test Il miglior caricabatterie: Ekrist Powerbank
  • Due porte USB-A
  • Le specifiche di capacità del produttore sono troppo alte
  • Lungo tempo di ricarica
Test Il miglior caricabatterie: Anker PowerCore II 20000
  • Relativamente compatto
  • Carica veloce
  • Fornisce una tensione di 12 volt
  • Non proprio conveniente
Test Il miglior caricabatterie: Anker PowerCore 20100
  • Le specifiche di capacità del produttore sono in gran parte corrette
  • Conveniente
  • Solo una porta micro USB
Test Il miglior caricabatterie: EasyAcc PB20000MS
  • Quattro uscite USB
  • Due porte micro USB per la ricarica
  • Tempo di ricarica lungo
Test Il miglior caricabatterie: PowerAdd Pilot X7
  • Molto conveniente
  • Lunghi tempi di ricarica
Mostra dettagli prodotto

Il migliore: RAV Power RP-PB006

Il lungo fine settimana in campeggio o in montagna non è un problema con un caricabatterie portatile con oltre 20.000 mAh. Questo non solo alimenta un telefono cellulare, ma anche un tablet o i vari dispositivi elettronici portati con se. Il RAV Power RP-PB006 è stato il più convincente per questo scopo.

Il migliore
RAV Power RP-PB006
Il miglior caricabatterie Test: Admin Ajax.php (3)
Nessun altro power bank è stato così preciso quando abbiamo misurato la sua capacità energetica.

Il RAV Power RP-PB006, dopo il nostro test, promette il 95% della capacità effettiva, rispetto a quella dichiarata dal produttore e stabilisce il miglior valore tra tutti quelli testati. Nessun altro modello testato ci è riuscito finora. Dei 72.000 mWh promessi, l’utente ottiene in pratica 68.650 mWh.

Questo significa che il power bank offre anche un buon rapporto qualità-prezzo, dato che lo calcoliamo sulla base della capacità misurata. Ci sono certamente altri caricabatterie portatili nella classe 20.000 mAh che sono più economici a prima vista, ma spesso forniscono molta meno potenza dalla porta USB di quanto promesso.

Il miglior caricabatterie Test: Rav
Il RAV Power RP-PB006 ha un rapporto di capacità nelle nostre misurazioni del 95%.

Negli altri ambiti, il nostro vincitore del test non ha caratteristiche speciali da offrire, manca di una porta USB-C, di cavi permanentemente integrati o anche di una torcia. Anche la corrente e la tensione supportate dagli ingressi e dalle uscite USB sono standard. Con il RAV Power RP-PB006, si ottiene semplicemente un power bank con una grande capacità di energia.

Alternative

Se il nostro preferito non piace e state cercando qualcosa di più potente per un portatile, i nostri consigli di seguito potranno interessarvi.

Buona alternativa: Green Cell PowerPlay 20

Il Green Cell PowerPlay 20Green Cell PowerPlay 20 si distingue immediatamente con il suo design angolare e allungato. Anche il display a LED per lo stato di carica è particolare, non è fatto con piccoli punti ma con quattro segmenti allungati. Il pulsante di accensione è nascosto nel logo impresso, e nel complesso la scocca offre un’impressione di alta qualità e robustezza.

Buona alterntiva
Green Cell PowerPlay 20
Test Il miglior caricabatterie: Green Cell PowerPlay 20
Una buona resa energetica e diversi tipi di uscite rendono questo power bank consigliabile.

Con 20.000 mAh, questo power bank ha delle dimensioni accettabili, per cui con un valore effettivo di 13.990 mAh, ci ha convinto molto. La batteria mobile si carica tramite una connessione USB-C, che può richiedere fino a nove ore a seconda dell’alimentatore.

Una seconda porta USB-C, che supporta anche la funzione PowerDelivery, può essere utilizzata per alimentare i dispositivi. Questo può poi essere utilizzato anche per far funzionare i computer portatili compatibili. Due porte USB-A trasmettono l’alimentazione ad altri dispositivi, compreso tutto ciò che può essere azionato tramite tale porta.

1 di 3
Il miglior caricabatterie Test: Greencell 2 Scaled
Il Green Cell PowerPlay 20 ha un design squadrato.
Il miglior caricabatterie Test: Greencell 3
Le porte USB possono anche alimentare un computer portatile.
Il miglior caricabatterie Test: Greencell 1 Scaled
Un cavo USB-C è incluso.

Il peso del Green Cell PowerPlay 20, con i suoi 320 grammi è un po’ inferiore a quello di power bank di dimensioni simili di altri produttori. La fornitura include solo un cavo USB-C.

Il prezzo è molto contenuto, il che rende questo dispositivo una buona alternativa per chiunque abbia bisogno di una capacità superiore a quella offerta dal nostro preferito in questa categoria.

Per i portatili: Anker PowerCore+

L’Anker PowerCore+ supporta la specifica “USB Power Delivery” (USB PD). Questo significa che il power bank fornisce fino a 30 watt di potenza elettrica attraverso la porta USB-C, che può essere utilizzata per caricare, ad esempio anche i notebook. Alcuni modelli di laptop attuali, come il nuovo MacBook, usano anche la presa USB per l’alimentazione. Tuttavia, ricordiamo che non tutti i portatili sono compatibili con USB PD. Per esempio, Anker esclude l’HP Spectre e il Dell XPS 13.

Per i portatili
Anker PowerCore+
Test Il miglior caricabatterie: Anker PowerCore+
Porta USB-C con fino a 30 watt, che sono sufficienti per caricare un notebook.

Secondo il produttore, il powerbank ha una capacità di 96.480 mWh. Nel test, abbiamo misurato 79.533 mWh, che corrisponde all’82% di quello dichiarato. Potevano essere più precisi. Per un uso occasionale come power bank USB-PD, tuttavia, questo valore lo possiamo ancora accettare.

Inoltre, il PowerCore+ ha due normali uscite USB-A che forniscono fino a 3 ampere ciascuna, 1 ampere in più rispetto alla maggior parte dei power bank nel test.

Il modello può essere caricato solo tramite la suddetta porta USB-C, che viene utilizzata sia come uscita che come ingresso. Il problema è che quando si ricarica con un normale caricatore USB, il processo richiede diversi giorni. Per essere più veloce in questo procedimento, è necessario un alimentatore speciale che fornisce la potenza corrispondente. Tale alimentatore non è incluso. Anker include solo un cavo con una spina USB-C alle due estremità.

Con i suoi 591 grammi, l’Anker PowerCore+ è il secondo power bank più pesante nel test e risulta molto solido. I dieci LED, disposti in cerchio, indicano il livello di carica della batteria.

Questo modello si rivolge agli utenti che sono davvero alla ricerca di un caricabatterie portatile con USB PD che sono ancora rari sul mercato. D’altra parte, se volete caricare solo il vostro smartphone e tablet, dovreste optare per un altro modello.

Versatile: RoyPow

RoyPow dichiara che la capacità del PowerBank è di 86.580 mWh, noi abbiamo misurato 74.366 mWh, rendendolo un dispositivo con è una resa energetica molto buona. Su questo modello sono presenti porte di connessione adatte a molti dispositivi.

Versatile
RoyPow Ricarica portatile
Test Il miglior caricabatterie: RoyPow Tragbares Ladegerät
Il dispositivo convince per la sua versatilità e la sua buona resa energetica.

Le porte USB integrate del RoyPow, sono sia di tipo C che A, ognuna delle quali supporta Power Delivery 3.0 e Quick Charge 3.0. Questo significa che la potenza massima di uscita è di 30 watt, riuscendo così a far funzionare un laptop moderno o caricare uno smartphone molto rapidamente.

Le altre connessioni sono le solite, c’è una connessione per un pin jack, per il quale viene fornito un cavo adatto. Questo significa che anche i dispositivi senza connessione USB possono essere comunque alimentati.

1 di 3
Il miglior caricabatterie Test: Roypow Powerbank 1
Il RoyPow è un blocco spigoloso.
Il miglior caricabatterie Test: Roypow Powerbank 2
Ci sono connessioni per ogni alternativa.
Il miglior caricabatterie Test: Roypow Powerbank 3
Sono inclusi cavi appropriati e una custodia.

Grazie a queste qualità, questo modello di power bank può essere giustamente chiamato versatile. Le dimensioni sono piuttosto ingombranti e il suo peso è di 630 grammi.

Come pacchetto completo, il caricatore portatile di RoyPow è una buona scelta per chiunque voglia far funzionare il maggior numero possibile di dispositivi diversi con un solo power bank. Con esso, può essere messo in funzione sia il vecchio frigo che il moderno smartphone. Il prezzo è giustificato anche dal numero di cavi inclusi.

La concorrenza

Lenovo Go USB-C Powerbank

Il cavo di collegamento del Lenovo Go USB-C Powerbank è integrato in modo permanente, il che significa che non può essere sostituito se si dovesse rompere. Tuttavia, c’è sia una porta USB-C che una USB-A,  così che nel caso non funzionasse quello integrato lo si può ricaricare con questa alternativa. La potenza di uscita è accettabile e anche la lavorazione è di alta qualità.

Einova Laptop Power Bank Canvas

L’Einova Laptop Power Bank Canvas è dotato di un’attraente copertura in tessuto, e può anche caricare i notebook. Sfortunatamente, la produzione di energia non è particolarmente alta, ma il prezzo lo rende accettabile. Oltre alla porta di ricarica USB-C, alla quale possono essere collegati anche i dispositivi, sono offerte anche due porte USB-A. L’indicatore di carica è rappresentato da delle cifre digitali sulla parte superiore del power bank. Un cavo USB-C e un adattatore corrispondente di tipo A sono inclusi nella fornitura.

INUI Powerbank

L’INIU Powerbank mostra il suo stato di carica attraverso un display numerico digitale. Ha una porta USB-C utile per caricare gli smartphone. Ci sono anche due porte USB-A, che supportano anche la ricarica veloce. Una piccola lampada integrata completa il pacchetto, e un’altra lampada LED USB è inclusa.

Varta Power Bank Fast Energy

La Varta Power Bank Fast Energy da 20.000 mAh può essere caricata tramite una porta USB-C e una micro USB. Inoltre, ci sono due porte USB-A che possono fornire energia ad altri dispositivi. La resa della capacità specificata è buona. Incluso nella fornitura c’è solo un cavo USB.

Piccole basi per comprendere la fisica delle batterie

In pratica, non è facile determinare la capacità di una batteria. Per esempio, dipende dalla temperatura dell’ambiente a temperature fredde, una batteria fredda fornisce molta meno energia che se è in uno stato di temperatura ambiente. Tutti conosciamo il problema che le batterie perdono continuamente capacità durante la loro vita. La potenza si perde anche durante la carica e la scarica, ed è qui che la qualità del cavo USB gioca un ruolo importante. Quindi la quantità di energia che entra in una batteria non è mai uguale a quella che esce.

Molti produttori approfittano di queste incertezze e a volte esagerano nel dichiarare la capacità effettiva della batteria, dopotutto nessuno può controllare esattamente il valore.

I wattora sono più significativi dei milliampere-ora

È diventata una pratica comune dichiarare la capacità delle batterie in milliampere-ora. Questa è in realtà un’unità che dice poco sulla capacità reale di una batteria.

Molto più significativa del milliampere ora (mAh) è l’unità (milli)watt ora (mWh o Wh), che indica il lavoro elettrico e quindi la quantità di energia che una batteria può fornire. Oltre all’intensità di corrente in ampere, qui entra anche la tensione elettrica in volt con cui si scarica la batteria del caricabatterie ricaricabile. La tensione influenza la capacità utilizzabile o la quantità di energia che uno smartphone può effettivamente trarre da una batteria.

Un piccolo esempio di calcolo: una batteria supplementare con 10.000 mAh fa esattamente lo stesso lavoro elettrico a 5 volt di una batteria con 1.000 mAh a 50 volt, cioè 50 Wh. Il milliampere ora da solo non dice molto, il watt ora invece è decisivo.

Tuttavia, i fornitori di quasi tutte le batterie che abbiamo testato dichiarano ora la capacità sia in milliampere ore (mAh) che in watt ore (Wh) o milliwatt ore (mWh). Di solito calcolano i watt-ora non con la tensione di uscita di 5 volt, ma con la tensione interna delle cellule agli ioni di litio di 3,7 volt (a volte anche 3,6 o 3,8 volt).

Questo spiega la discrepanza tra i milliwatt-ora dati dal produttore e i milliwatt-ora che abbiamo misurato.

Il test passo per passo

Per la classificazione nelle tre classi di grandezza, facciamo riferimento alle specifiche del produttore, anche se queste a volte si discostano notevolmente dalle capacità effettivamente misurate.

Poiché non si può fare affidamento sulle specifiche di capacità del produttore, abbiamo misurato tutti i power bank. Per fare questo, abbiamo caricato ogni power bank e poi l’abbiamo scaricato fino a quando non ha più fornito energia. Questo ci ha permesso di determinare la capacità effettiva dei power bank.

Molti produttori dichiarano valori troppo alti in merito alla capacità del dispositivo

Abbiamo preso le misure con l’aiuto di un multimetro USB. Per una migliore comparabilità, abbiamo sempre effettuato il test con lo stesso cavo. Il motivo per cui preferiamo misurare in mWh è spiegato nella parte dell’articolo “Le piccole basi della fisica delle batterie”.

Il miglior caricabatterie Test: Powerbank Test 1
Con l’aiuto di un misuratore di corrente USB, abbiamo determinato la capacità effettiva dei powerbank. Come in quasi tutti i dispositivi moderni con una batteria ricaricabile, l’elettronica nei powerbank impedisce che la batteria si scarichi completamente. Una certa quantità di energia residua rimane sempre immagazzinata, per evitare che la batteria si danneggi.

Oltre a misurare l’effettiva quantità di energia che i pacchi batteria forniscono, eravamo anche interessati al tempo di ricarica. A tal proposito, abbiamo caricato ogni modello con un caricatore da 2 ampere e misurato il tempo di ricarica.

Il tempo di ricarica dipende sempre molto dall’alimentatore utilizzato. Molti caricabatterie per smartphone erogano solo 1 ampere e molte prese USB per PC non erogano nemmeno 3 ampere. Si può leggere sul dispositivo, di solito in caratteri molto piccoli, quale amperaggio fornisce un caricatore.

Domande più frequenti

Cos'è un caricabatterie ricaricabile?

Un caricabatterie ricaricabile non è altro che una batteria esterna, portatile e ricaricabile. Può essere usato per ricaricare comodamente dispositivi elettronici come gli smartphone mentre si è in giro.

Quanta capacità dovrebbe avere un caricabatterie portatile?

Questo dipende dall’uso che se ne vuole fare. Ci si può orientare sulla capacità della batteria degli smartphone attuali, che di solito è tra 3.000 e 4.500 mAh. Un power bank da 10.000 mAh è sufficiente per due o tre cariche complete.

I caricabatterie ricaricabili sono pericolosi?

I caricabatterie ricaricabili possono essere utilizzati senza preoccupazioni: graffi o piccole botte non sono un problema. Tuttavia, se la porta USB o anche le celle all’interno del caricabatterie portatile sono danneggiate, si può riscaldare eccessivamente durante il processo di carica o scarica. Tali dispositivi difettosi non dovrebbero essere utilizzati in nessuna circostanza, perché nel peggiore dei casi, questo può portare il caricabatterie a prendere fuoco.

I tempi di ricarica offerti dai caricabatterie portatili sono tutti uguali?

No, come i vari caricatori, anche nei power bank, c’è la tendenza verso la ricarica veloce, e ora ci sono molti caricabatterie portatili sul mercato che supportano Quick Charge e Power Delivery.

Commenti

0 Commenti